1. Stramazzarri torna  
        Mi trovi su: Homepage #4238402
    Corvino intervistato da Repubblica:"Vidic giocherà con noi"

    24/12/2005

    Pantaleo va di fretta. «Parto tra un´ora», dice mentre la moglie prepara il caffè. Si torna a casa, in Salento. Un lungo viaggio in auto verso le feste, i nipotini e tavole pericolosamente imbandite. «Noi mica scherziamo», dice Corvino pensando a casa e a quelle teglie di melanzane grandi come il campo del Franchi.
    Corvino, qual´è stata la sorpresa più bella di questo inizio di stagione incredibile?
    «Il gruppo. Quando ricostruisci una squadra e il meccanismo funziona subito allora vuol dire che oltre alle qualità tecniche i tuoi giocatori hanno anche grandi qualità umane».
    Qualche nome?
    «Non sarebbe giusto».
    Proviamo: lei si aspettava un Brocchi così?
    «Sì, perché sui cosiddetti manovali non puoi sbagliare. Quando fai una squadra, dopo aver preso l´allenatore in cui credi, cerchi un portiere all´altezza e un centravanti affidabile. Subito dopo vengono i giocatori di quantità, che sono fondamentali. E nessuno di loro ci ha tradito: né Brocchi, né Donadel, né Pazienza».
    Di Bojinov cosa dice?
    «Che è giovane e che sta crescendo. Lo metto sullo stesso piano di Pazzini»,
    Proprio sullo stesso?
    «Sì, se fai i conti hanno segnato più o meno gli stessi gol e il loro problema è lo stesso: imparare a giocare per Toni. Credo che entrambi stiano migliorando, in questo senso».
    Adesso i tifosi si stanno innamorando di Montolivo.
    «E´ un ragazzo di qualità. Come Pasqual, un giocatore che ho cercato di portare a Lecce per tre anni di fila. Sono ragazzi in crescita che dimostrano che questa Fiorentina può ancora fare meglio di quello che ha fatto fino ad oggi. Sembra una forzatura e invece è così e ci tengo a dirlo».
    La ragione?
    «Perché sento dire in giro che la squadra sarebbe stanca e che servono rinforzi. Non è così: i giocatori si stanno amalgamando adesso, quindi la Fiorentina può ancora crescere. E poi non si può essere stanchi a dicembre quando non hai le Coppe internazionali».
    Ma è la società che cerca rinforzi.
    «Dobbiamo sostituire Do Prado».
    Magari con Jimenez.
    «Mi piace, ma la Ternana deve abbassare le pretese».
    Non servono rinforzi ma intanto avete messo le mani su Vidic.
    «Sì, ma perché l´occasione era adesso e non volevamo farcela sfuggire. Vidic è un´affare di giugno anticipato a gennaio».
    Ma lui avrebbe detto che preferisce il Manchester.
    «Verrà a Firenze».
    Stando alle premesse che lei ha fatto, a occhio arriveranno due giocatori.
    «E´ così».
    Quindi, niente centrale di centrocampo.
    «Niente centrale. Ne abbiamo quattro».
    Cinque con Fiore, se arriva un tornante.
    «Esatto».
    Frey lo riscattiamo?
    «Quando sapremo con chi trattare. Ma ricordiamoci che Frey guadagna tre milioni lordi».
    E allora?
    «Allora non ci devono sparare cifre folli. Noi siamo ambizioni, ma non abbiamo i ricavi di Milan, Juventus, Inter e Roma. E abbiamo il dovere di ricordarlo ai tifosi. Sai quante storie potrei raccontare».
    Tipo?
    «Siamo arrivati primi su un giocatore che però ci ha sparato una cifra pazzesca per l´ingaggio. Noi non potevamo permettercela, ma un´altra società sì».
    Parla di Sagnol e della Juventus?
    «Non faccio nomi».
    Buone Natale, Pantaleo.

    Di Benedetto Ferrara

    Fonte LA REPUBBLICA



    :yy: :yy: :yy:

  Corvino intervistato da Repubblica:"Vidic giocherà con noi"

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina