1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4245300
    "Inter e Milan finora hanno giocato bene, siamo noi che abbiamo fatto la differenza grazie alla continuità di risultati. Con Ibra intesa eccezionale, Sagnol adatto per l'Italia. Cassano? Al Real si divertirà"

    TORINO, 4 gennaio 2006 - "Gli altri sono stati bravi, ma noi strepitosi". David Trezeguet non ha dubbi sulle potenzialità della sua Juventus. Dopo un 2005 ricco di successi e soddisfazioni l'attaccante francese è pronto ad un altro anno vincente con la maglia bianconera. L'importante è mantenere il ritmo, per Trezeguet gli 8 punti di vantaggio sull'Inter sono un bel margine di sicurezza: "Il riposo ci voleva, iniziavamo ad essere un pò stanchi. Abbiamo lavorato molto in questi giorni, soprattutto sul piano fisico. Ora la squadra sta bene e siamo pronti ad affrontare una trasferta delicata come quella di sabato contro il Palermo: l'anno scorso in Sicilia abbiamo perso, adesso vogliamo la rivincita. L'Inter è un'ottima squadra, aveva solo bisogno di tempo per rodarsi. I nerazzurri hanno patito un calo ad inizio campionato, il Milan anche verso la metà del girone d'andata. Ma non pensiamo a loro - prosegue Trezegol - finora quelli che hanno fatto la differenza siamo stati noi: l'inizio del 2006 sarà determinante per cercare di continuare il nostro cammino da record, la nostra arma in più è la continuità dei risultati".
    Una stagione d'oro per il bomber bianconero: oltre al record di 9 gol in 9 partite consecutive, Trezeguet ha raggiunto Baggio a quota 115 gol con la Juve e si è portato ad una sola lunghezza da Toni nella classifica cannonieri di serie A. "Non mi sento indispensabile - continua David - io dipendo molto dalla squadra. Mi sento bene, segno con continuità e non ho più i problemi dell'anno scorso. Con Ibra c'è un'intesa eccezionale: è un giocatore unico, forte, veloce, molto tecnico e sa creare gli spazi giusti. E' uno dei pochi che si diverte con la palla e fa divertire il pubblico; io mi adatto al suo modo di giocare e tutto diventa più facile, in campo parliamo tantissimo. Se fossi un tifoso pagherei il biglietto per vedere le giocate di Ibra e di Ronaldinho, non per vedere me: sono giocatori che fanno spettacolo e si meritano il Pallone d'Oro". Poi Trezeguet saluta e fa gli auguri ad Antonio Cassano: "E' un giocatore di livello straordinario, sono contento che sia al Real Madrid, una delle migliori squadre al mondo. Qui alla Juve ci sono tanti ottimi attaccanti, siamo più che coperti, anche se devo ammettere che mi farebbe piacere giocare assieme a lui. A Madrid sono sicuro che si divertirà, è tra i giocatori italiani che mi ha impressionato di più e credo che possa diventare da Pallone d'Oro. Il Real lo motiverà, lui è il futuro del calcio italiano".
    Ma Trezegol non dimentica Alessandro Del Piero e Gigi Buffon, due campioni che per un motivo o per l'altro ultimemente hanno visto poco il campo: "Ale è sempre il nostro capitano, è lui l'uomo immagine della Juventus. E' un esempio da seguire, ed è sempre decisivo quando viene chiamato in causa: non deve più dimostrare nulla a nessuno. Gigi invece è contento e motivato, non vede l'ora di tornare a giocare. Ha avuto il mio stesso infortunio alla spalla e mi ha spesso chiesto consigli. Ora non ha più problemi, ha dimenticato il dolore, para e si butta come prima". L'ultima battuta è sulla società ed il possibile arrivo del connazionale Willy Sagnol, dal Bayern: "Nello spogliatoio non si parla del futuro della dirigenza, pensiamo solo a vincere. Spero non cambi nulla, sono arrivato alla Juve grazie a Moggi, Giraudo e Bettega e grazie a loro la nostra è una società modello. Sagnol? Ha ancora 6 mesi di contratto, si sta guardando attorno ma sicuramente deciderà per il meglio, ha esperienza e si potrà adattare benissimo al campionato italiano".

    Alberto Mauro

  Trezegol: "Juve strepitosa"

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina