1. Deus In Macchina  
        Mi trovi su: Homepage #4262702
    Inutili gli appelli degli avvocati a Schwarzenegger e alla Corte Suprema
    Usa, giustiziato Clarence Allen
    era vecchio, cieco e ammalato


    Allen con la sua famiglia
    in una foto fatta in prigione
    SAN FRANCISCO - E' stato giustiziato nella prigione di San Quintino, in California, Clarence Allen, il 76enne malato per il quale si era mobilitata l'opinione pubblica non solo americana. L'annuncio dell'esecuzione è stato dato dalle autorità giudiziarie, Allen è stato ucciso con un'iniezione letale.

    Allen, cieco, cardiopatico e ridotto su una sedia a rotelle, aveva compiuto ieri gli anni. Era stato condannato a morte nel 1982 per aveva organizzato dal carcere un triplice omicidio a Fresno nel 1980. L'uomo, già condannato per l'omicidio del figlio della sua fidanzata, aveva offerto 25mila dollari a un compagno di cella, Bill Ray Hamilton, perché, una volta scarcerato, uccidesse i testimoni di quel delitto, in vista di un nuovo processo. Hamilton, ora in attesa dell'esecuzione nel braccio della morte, uccise un testimone e due passanti.

    Il governatore della California, Arnold Schwarzenegger, aveva rifiutato venerdì scorso di accordargli la grazia, decretando di fatto l'esecuzione del più vecchio condannato a morte della California. Il giustiziato più anziano è però John Nixon, di 77 anni, ucciso lo scorso dicembre.

    Gli avvocati di Allen si erano rivolti anche alla Corte Suprema americana, sottolineando l'età avanzata e le precarie condizioni di salute del condannato, ma senza risultati. Il caso di Allen ha sollevato molte polemiche e scosso l'opinione pubblica, come quello di Stanley "Tookie" William, giustiziato il mese scorso nonostante le richieste di grazia, visto il suo pentimento e impegno per la non violenza.
    ------------------------------------------------
    YOU GOT MUCH COMPLEX THAN THE FIRST MAY CONCERT!
    c'hai più complessi tu ch'er concerto der primo maggio
  2.     Mi trovi su: Homepage #4262703
    Non sarà certo stato uno stinco di santo ma è l'ennesima dimostrazione
    di quando certa giustizia diventa puro giustizialismo dimostrativo,
    fine a se stesso e solo per consolidare l'immagine di certi personaggi
    che così vogliono confermare di essere uomini duri con le paxxe
    Ciao fra:approved:
  3. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #4262704
    Comunque il governatore non è fortunatamente il Re o Dio. :) Il governatore può concedere la grazia e o chiedere una rivalutazione di un caso se ritiene che ci siano nuovi elementi che possano richiederlo. Recentemente la stampa ha un po' dipinto il governatore (la figura intendo, non Schwarzenegger) come un Re che ha facoltà di vita o di morte. Così non è: comunque prevale sempre la condanna, al limite sta al governatore capire se ci sono elementi per far rivalutare il caso o per concedere la grazia. Ricordiamoci che siamo in un sistema con la pena di morte: a noi in Italia sembra sbagliata sempre e quindi pensiamo che ci debba essere sempre la grazia; là è un tipo di pena e come tale viene considerato.
  4.     Mi trovi su: Homepage #4262705
    Originally posted by turclau
    Non sarà certo stato uno stinco di santo ma è l'ennesima dimostrazione
    di quando certa giustizia diventa puro giustizialismo dimostrativo,
    fine a se stesso e solo per consolidare l'immagine di certi personaggi
    che così vogliono confermare di essere uomini duri con le paxxe
    Ciao fra:approved:


    hai esposto il giusto concetto "Giustizialismo dimostrativo" ma dimostrativo non come deterrente verso i malviventi, perchè negli Usa il crimine è dilagante (tanto per dimostrare come sia efficace la pena di morte), ma dimostrativo come pubblicità politica elettorale

    negli Usa si vincono le elezioni mostrandosi più o meno inflessibili (e destra o sinistra la differiscono poco)

    l'unica consolazione è che al condannato gli avranno fatto un piacere, visto come era combinato e l'età che aveva.
  5. Deus In Macchina  
        Mi trovi su: Homepage #4262706
    Originally posted by ScudettoWeb
    Comunque il governatore non è fortunatamente il Re o Dio. :) Il governatore può concedere la grazia e o chiedere una rivalutazione di un caso se ritiene che ci siano nuovi elementi che possano richiederlo. Recentemente la stampa ha un po' dipinto il governatore (la figura intendo, non Schwarzenegger) come un Re che ha facoltà di vita o di morte. Così non è: comunque prevale sempre la condanna, al limite sta al governatore capire se ci sono elementi per far rivalutare il caso o per concedere la grazia. Ricordiamoci che siamo in un sistema con la pena di morte: a noi in Italia sembra sbagliata sempre e quindi pensiamo che ci debba essere sempre la grazia; là è un tipo di pena e come tale viene considerato.
    daccordo che sono in un sistama dove vige la pena di morte....... ma a mio parere questo e' puro esibizionismo
    ------------------------------------------------
    YOU GOT MUCH COMPLEX THAN THE FIRST MAY CONCERT!
    c'hai più complessi tu ch'er concerto der primo maggio
  6. Deus In Macchina  
        Mi trovi su: Homepage #4262707
    l'unica consolazione è che al condannato gli avranno fatto un piacere, visto come era combinato e l'età che aveva. [/B][/QUOTE] questa potrebbe essere l'unica nota positiva.
    ------------------------------------------------
    YOU GOT MUCH COMPLEX THAN THE FIRST MAY CONCERT!
    c'hai più complessi tu ch'er concerto der primo maggio
  7.     Mi trovi su: Homepage #4262708
    [QUOTE]Originally posted by common
    [B]hai esposto il giusto concetto "Giustizialismo dimostrativo" ma dimostrativo non come deterrente verso i malviventi, perchè negli Usa il crimine è dilagante (tanto per dimostrare come sia efficace la pena di morte), ma dimostrativo come pubblicità politica elettorale


    E' proprio quello che intendevo:approved:
  8.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4262709
    Non vorrei tornare su una discussione già fatta ma non è che "a no in Italia la pena di morte sembra sempre sbagliata". La pena di morte è sempre sbagliata. Non si può rivendicare il diritto di decire se una persona debba morire o no. Il governatore in America è una sorta di Re perchè avere il potere di concedere la grazia non è cosa da poco, Scwarznegger (o come cavolo si scrive) si immedesimato troppo nei suoi film dove uccide tutti i cattivi
    La prima Legge del Giornalismo: confermare i pregiudizi esistenti, piuttosto che contraddirli.
    Alexander Cockburn
    Il mio blog
  9. Deus In Macchina  
        Mi trovi su: Homepage #4262710
    Originally posted by ScudettoWeb
    Comunque il governatore non è fortunatamente il Re o Dio. :) Il governatore può concedere la grazia e o chiedere una rivalutazione di un caso se ritiene che ci siano nuovi elementi che possano richiederlo. Recentemente la stampa ha un po' dipinto il governatore (la figura intendo, non Schwarzenegger) come un Re che ha facoltà di vita o di morte. Così non è: comunque prevale sempre la condanna, al limite sta al governatore capire se ci sono elementi per far rivalutare il caso o per concedere la grazia. Ricordiamoci che siamo in un sistema con la pena di morte: a noi in Italia sembra sbagliata sempre e quindi pensiamo che ci debba essere sempre la grazia; là è un tipo di pena e come tale viene considerato.



    In ogni caso è vergognoso, non serve a nulla ammazzare una persona vecchia, malata e su una sedia a rotelle.
    La pena di morte applicata così è sbagliata, questo è il punto, a prescindere da quello che sia stato fatto 30 anni prima.
    ------------------------------------------------
    YOU GOT MUCH COMPLEX THAN THE FIRST MAY CONCERT!
    c'hai più complessi tu ch'er concerto der primo maggio

  senza parole.!

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina