1.     Mi trovi su: Homepage #4268655
    Immenso Kobe: 81 punti in 42 minuti Primi passi a Reggio: «Predestinato»
    24.01.2006. 12:56


    REGGIO EMILIA - «Nemmeno da bambino sarei riuscito a immaginare una performance così». Parole e musica di Kobe Bryant. Un nome destinato ad entrare sempre di più nella leggenda del basket dopo il record messo a segno nella notte tra domenica e lunedì. Contro i Toronto Raptors, infatti, il figlio dell'ex Sidis e Riunite Joe Bryant (a Reggio nelle stagioni 1989/'90 e '90/'91), ha trascinato i suoi Lakers alla vittoria per 122-104, realizzando 81 punti in 42 minuti (per un complessivo 28 su 46 dal campo di cui 7 su 13 da 3 punti, e ben 55 punti tra terzo e ultimo quarto).
    Un record impressionante, che nella storia del campionato professionistico americano solo l'indimenticato Wilt Chamberlain è riuscito a battere, quando infilò 100 punti nella retina dei Knicks il 2 marzo del 1962. L'impresa, in ogni caso, non ha eguali nel basket moderno e merita di essere commentata partendo da lontano. Da quando, cioè, il piccolo Kobe vestiva la maglia della Pallacanestro Reggiana.

    Così lo ricorda il tecnico Andrea Menozzi: «Si vedeva la differenza rispetto ai coetanei - racconta l'attuale responsabile del settore giovanile biancorosso - perchè Kobe aveva un gran possesso di palla, un ottimo tiro da fuori e tanta voglia di emergere. Dal punto di vista della potenza Fisica, però, era difficile aspettarsi una crescita così straordinaria».


    Una crescita che non era stata prevista neppure dall'ormai ''leggendaria'' professoressa Sassi: l'insegnante di educazione fisica della scuola media Manzoni di Reggio Emilia che in tempi non sospetti consigliò a Bryant di cambiare sport... Chi era convinto di avere grandi potenzialità nel basket, però, era proprio il piccolo Kobe: «La cosa che mi sorprendeva di lui - racconta Nicola Prandi, compagno nelle giovanili - era la sua mentalità da campione. Ricordo la sua costante voglia di allenarsi, di migliorarsi. Aspetti che lo rendevano speciale e superiore al resto dei coetanei».

    A confermare tutto è Christopher Ward, pure lui ex compagno e amico fraterno di Bryant: «Conoscendo bene Kobe mi aspettavo un exploit del genere, fa parte del suo Dna. Dopo un leggero infortunio al ginocchio - svela -, Kobe ci disse che l'avremmo visto Giocare in Nba se quel contrattempo non gliel'avesse impedito. All'epoca tutti scoppiammo a ridere, ma ha avuto ragione lui...».
    NON LASCIARE MAI CHE LA PAURA DI PERDERE TI IMPEDISCA DI PARTECIPARE!!!
  2.     Mi trovi su: Homepage #4268656
    Originally posted by MaestroZen

    Una crescita che non era stata prevista neppure dall'ormai ''leggendaria'' professoressa Sassi: l'insegnante di educazione fisica della scuola media Manzoni di Reggio Emilia che in tempi non sospetti consigliò a Bryant di cambiare sport...


    Speriamo abbia cambiato mestiere lei.... :asd: :asd: :asd:
    NON LASCIARE MAI CHE LA PAURA DI PERDERE TI IMPEDISCA DI PARTECIPARE!!!
  3.     Mi trovi su: Homepage #4268658
    Originally posted by digital_boy84
    ...e un arroganza non indifferente!! :asd:


    ma dai povero:rolleyes: .. ke adesso si è pure messo a fare il santo per recuperare la sua immagine.... va xsino a fare i mondiali con la squadra USA! :asd: :asd: :asd:
    NON LASCIARE MAI CHE LA PAURA DI PERDERE TI IMPEDISCA DI PARTECIPARE!!!
  4.     Mi trovi su: Homepage #4268659
    Originally posted by MaestroZen
    ma dai povero:rolleyes: .. ke adesso si è pure messo a fare il santo per recuperare la sua immagine.... va xsino a fare i mondiali con la squadra USA! :asd: :asd: :asd:
    si dovrebbe andare anche il suo grande amico Shaq sai che bel clima olimpico in squadra :asd: :asd: :asd:
    solo due cose sono infinite l'universo e la stupidita' delle persone
    A. Einstein


    [SIZE=1][I]Il mago fece un gesto e scomparve la fame, fece un altro gesto e scomparve l'ingiustizia, poi un altro ancora e te
  5.     Mi trovi su: Homepage #4268660
    Una crescita che non era stata prevista neppure dall'ormai ''leggendaria'' professoressa Sassi: l'insegnante di educazione fisica della scuola media Manzoni di Reggio Emilia che in tempi non sospetti consigliò a Bryant di cambiare sport...


    :rotfl: :rotfl: :clap:
    ^Mr-Drakula^

    Inquietante Allenatore del temibile Vampiria F.C., il cui Capitano non può che essere il numero 90 (la paura) Canini.
  6.     Mi trovi su: Homepage #4268661
    Originally posted by lallo
    si dovrebbe andare anche il suo grande amico Shaq sai che bel clima olimpico in squadra :asd: :asd: :asd:


    Shaq nn ci và... ha già detto di no come ha già detto di no duncan!

    Shaq tra l'altro aveva già detto di no alle olimpiadi di atene sostenendo di aver già vinto 2 ori olimpici ... in realtà è andato solo ad atlanta nel 96 :asd: :asd: :asd: l'altro oro che ha vinto era ai mondiali. Pensa che testa! :asd: :asd:
    NON LASCIARE MAI CHE LA PAURA DI PERDERE TI IMPEDISCA DI PARTECIPARE!!!
  7.     Mi trovi su: Homepage #4268662
    Originally posted by MaestroZen

    Una crescita che non era stata prevista neppure dall'ormai ''leggendaria'' professoressa Sassi: l'insegnante di educazione fisica della scuola media Manzoni di Reggio Emilia che in tempi non sospetti consigliò a Bryant di cambiare sport...
    ammazza ke faccia tosta :cool:
  8.     Mi trovi su: Homepage #4268663
    Originally posted by MaestroZen
    Shaq nn ci và... ha già detto di no come ha già detto di no duncan!

    Shaq tra l'altro aveva già detto di no alle olimpiadi di atene sostenendo di aver già vinto 2 ori olimpici ... in realtà è andato solo ad atlanta nel 96 :asd: :asd: :asd: l'altro oro che ha vinto era ai mondiali. Pensa che testa! :asd: :asd:

    xkè Duncan nn ci và? :eek:

  La conferma che i prof nn capiscono una mazza :D

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina