1.     Mi trovi su: Homepage #4268735
    Da oggi più facile sparare al ladro che viola il proprio domicilio
    L'approvazione accompagnata dalla esultanza dei leghisti

    Cambia la legittima difesa
    Dalla Camera sì definitivo

    Castelli: "Riconosciuto il diritto di difendersi"

    ROMA - L'aula della Camera ha approvato in via definitiva la legge sulla legittima difesa. Il provvedimento, fortemente voluto dalla Lega, ha avuto il sostegno di tutta la Cdl. L'Unione ha votato contro.

    La riforma varata autorizza l'uso di armi per difendere la vita e la "borsa". Nell'ipotesi di violazione di domicilio, infatti, non sarà più punibile chi spara contro il malvivente o lo colpisce con un coltello per difendere la propria o altrui incolumità. E non sarà più punibile nemmeno se gli spara per difendere i (propri o altrui) beni, a due condizioni però: che vi sia "pericolo d'aggressione" e che non vi sia "desistenza" da parte dell'intruso. Ossia che di fronte all'intimazione del proprietario di casa, ad esempio, invece di scappare reagisca minaccioso.

    Le nuove norme sulla legittima difesa valgono non solo all'interno delle abitazioni privata, ma anche nei negozi e in ogni luogo dove sia svolta attività commerciale e imprenditoriale.

    "Da oggi i delinquenti Devono avere qualche timore in più e le brave persone, vittime di aggressioni, qualche problema in meno. E' stato finalmente sancito il principio per cui un aggressore e un aggredito non sono più sullo stesso piano. E' stato riconosciuto il diritto dell'aggredito di difendersi" dice il ministro della Giustizia, Roberto Castelli.

    Il testo era stato approvato al Senato il 6 luglio scorso, ma era da tre anni che giaceva in Parlamento. Il leghista Luciano Dussin, infatti, da primo firmatario l'aveva presentata il 26 giugno del 2003. Oggi, l'approvazione della legge rappresenta per la Lega un nuovo successo politico con una "legge bandiera" da utilizzare in campagna elettorale.
  2. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #4268737
    Originally posted by Zanetti_Capitano
    brutta cosa secondo me. Ora mi spiegate in un "uno contro uno" se gli sparo al cosidetto ladro chi può testimoniare che quello non mi stava minacciando?


    L'onere spetta a chi impugna l'arma. E comunque attenzione: il nuovo articolo 52 non dice affatto che si può sparare a una persona uccidendola. Specifica che l'uso di un'arma fa parte della proporzione necessaria a ricadere nell'articolo 614 del c.p. Occhio a quello che scrivono i giornali: Repubblica fece un articolo sulla nuova legge sull'uso delle armi in Florida che era tutto un programma...
  3.     Mi trovi su: Homepage #4268738
    Originally posted by ScudettoWeb
    L'onere spetta a chi impugna l'arma. E comunque attenzione: il nuovo articolo 52 non dice affatto che si può sparare a una persona uccidendola. Specifica che l'uso di un'arma fa parte della proporzione necessaria a ricadere nell'articolo 614 del c.p. Occhio a quello che scrivono i giornali: Repubblica fece un articolo sulla nuova legge sull'uso delle armi in Florida che era tutto un programma...


    lo lessi....cmq il limite è molto sottile, scud. Se io sparo e "per sbaglio" lo uccido con una pistola legalmente denunciata sono nel giusto. Io non sono d'accordo.
  4. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #4268739
    Originally posted by Zanetti_Capitano
    lo lessi....cmq il limite è molto sottile, scud. Se io sparo e "per sbaglio" lo uccido con una pistola legalmente denunciata sono nel giusto.


    Non vedo dove stia scritto questo. L'uso dell'arma è anche dissuasivo. Se uccidi rimane un omicidio che verrà giudicato in funzione delle circostanze. Io parlo settimanalmente con penalisti di estrema sinistra, con esperti di diritto di AN e altri: questa è una delle poche materie in cui concordano. ;) Oggi la nostra giurisprudenza lascia al cittadino una responsailità degna di agenti delle forze dell'ordine. Poi ovviamente si può o meno essere d'accordo ma l'importante è capire che non è il far west (come se poi l'Italia fosse un Paese in cui le armi sono molto diffuse...).
  5.     Mi trovi su: Homepage #4268740
    Originally posted by ScudettoWeb
    Non vedo dove stia scritto questo. L'uso dell'arma è anche dissuasivo. Se uccidi rimane un omicidio che verrà giudicato in funzione delle circostanze. Io parlo settimanalmente con penalisti di estrema sinistra, con esperti di diritto di AN e altri: questa è una delle poche materie in cui concordano. ;) Oggi la nostra giurisprudenza lascia al cittadino una responsailità degna di agenti delle forze dell'ordine. Poi ovviamente si può o meno essere d'accordo ma l'importante è capire che non è il far west (come se poi l'Italia fosse un Paese in cui le armi sono molto diffuse...).


    non ne facevo un caso politico. E' proprio un caso sociale e umano. Non mi interessa chi l'abbia definita questa legge. Io sono totalmente in disaccordo, e non dirmi che se non sono d'accordo basta che non mi prenda un'arma. Alla fine ci rimettono altre persone e non parliamo di oggetti, ricomprabili fin che vuoi, parliamo di vite umane. Perchè non ci sarà scritto da nessuna parte però sono convinto che di casi limite ne capiteranno molti. E quando spari un colpo contro qualcuno possono accadere molti "incidenti". La legittima difesa utilizzando armi per me è sempre sbagliata. Cosa servirebbe la polizia se ognuno di noi può farsi giustizia da solo?
  6. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #4268741
    Originally posted by Zanetti_Capitano
    non ne facevo un caso politico.[/QUOTE]

    Manco io per la verità. :) Ne facevo un caso sociale e socialmente sinistra e destra hanno visioni diverse.

    [QUOTE]Originally posted by Zanetti_Capitano

    E' proprio un caso sociale e umano. Non mi interessa chi l'abbia definita questa legge. Io sono totalmente in disaccordo, e non dirmi che se non sono d'accordo basta che non mi prenda un'arma.
    [/QUOTE]

    Non ci penso neanche. :) Non ho capito però perché ti sei inalberato. :)

    [QUOTE]Originally posted by Zanetti_Capitano

    Alla fine ci rimettono altre persone e non parliamo di oggetti, ricomprabili fin che vuoi, parliamo di vite umane. Perchè non ci sarà scritto da nessuna parte però sono convinto che di casi limite ne capiteranno molti. E quando spari un colpo contro qualcuno possono accadere molti "incidenti". La legittima difesa utilizzando armi per me è sempre sbagliata. Cosa servirebbe la polizia se ognuno di noi può farsi giustizia da solo?


    Come dicevo, non è certo questo che dice la legge, ci mancherebbe altro. La legge deve però regolare i casi in cui non possono arrivare le forze dell'ordine.
  7.     Mi trovi su: Homepage #4268742
    Originally posted by ScudettoWeb
    Manco io per la verità. :) Ne facevo un caso sociale e socialmente sinistra e destra hanno visioni diverse.



    Non ci penso neanche. :) Non ho capito però perché ti sei inalberato. :)



    Come dicevo, non è certo questo che dice la legge, ci mancherebbe altro. La legge deve però regolare i casi in cui non possono arrivare le forze dell'ordine.


    non mi sono inalberato, non potrei cmq farlo perchè sono in ufficio :asd:

    e dunque? Non posso uccidere una persona, se lei scappa col mio bottino non posso sparargli alle spalle, posso però ferirla? E se sparandogli ad una gamba lo lascio paralizzato a vita? Io capisco che uno dica: allora per non correre il rischio di non essere paralizzato non andare a rubare. Ma questo funzionerebbe se nei paesi in cui la legittima difesa è attiva nessuno rubasse più. Non essendo così la questione è un'altra....:)
    cmq puoi spiegarmi bene cosa dice questa legge visto che sei più informato di me? :) perchè a sto punto non mi sono chiare alcune cose :)
  8. In questo momento stai...  
        Mi trovi su: Homepage #4268743
    Originally posted by ScudettoWeb
    Manco io per la verità. :) Ne facevo un caso sociale e socialmente sinistra e destra hanno visioni diverse.



    Non ci penso neanche. :) Non ho capito però perché ti sei inalberato. :)



    Come dicevo, non è certo questo che dice la legge, ci mancherebbe altro. La legge deve però regolare i casi in cui non possono arrivare le forze dell'ordine.


    Premetto che sono tendenzialmente d'accordo con scud, il problema pero' potrebbe venire dalla "zona d'ombra" della legge, e i casi limite: vai a dimostare che il delinquente (ormai morto...) non mi stava minacciando ma sono stato io che gli ho sparato o che si stava arrendendo.
    ps:cmq l articolo di repubblica mi pare un po fuorviante....:rolleyes:
    quando ho pensato di iniziare a capire le donne ho capito che non avevo capito un caxxo
    :azz:
  9. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #4268744
    Originally posted by Zanetti_Capitano
    non mi sono inalberato, non potrei cmq farlo perchè sono in ufficio :asd:

    e dunque? Non posso uccidere una persona, se lei scappa col mio bottino non posso sparargli alle spalle, posso però ferirla? E se sparandogli ad una gamba lo lascio paralizzato a vita? Io capisco che uno dica: allora per non correre il rischio di non essere paralizzato non andare a rubare. Ma questo funzionerebbe se nei paesi in cui la legittima difesa è attiva nessuno rubasse più. Non essendo così la questione è un'altra....:)
    cmq puoi spiegarmi bene cosa dice questa legge visto che sei più informato di me? :) perchè a sto punto non mi sono chiare alcune cose :)


    La legge è la solita con le solite interpretazioni. :) La difesa proporzionata all'offesa oggi è visto in sede processuale a favore della parte offesa (offesa dalla difesa, se mi passi il gioco di parole). Tante volte si sente in televisione che tale gioielliere ha reagito e ucciso e adesso è sotto processo. La verità è che non c'è solo quello, c'è tutto il corollario di aggressioni, ecc.

    Il problema in definitiva riguarda sempre il giudice che deve giudicare se il rapporto offesa/difesa è proporzionato. La legge leva al giudice il problema di considerare sempre l'arma come uno strumento di pura offesa quando usato dai cittadini.

    Nonostante i giornali cerchino di far passare la legge come una sorta di codice di programmazione (IF omicidio THEN...), il punto è che vanno sempre considerate le circostanze. Nel caso delle modifiche apportate, ci sono due situazioni coperte: l'incolumità propria o altrui e i beni qualora non vi sia desistenza o ci sia pericolo di aggressione. Se l'imprenditore spara alle spalle del ladro che gli sta rubando 100 euro starà al giudice vedere se la proporzione è giusta. Se l'anziano spara alle spalle del ladro che gli sta portando via due mesi di pensione (e quindi di medicinali necessari alla sopravvivenza), farà altrettanto.
  10. In questo momento stai...  
        Mi trovi su: Homepage #4268746
    Originally posted by ScudettoWeb
    La legge è la solita con le solite interpretazioni. :) La difesa proporzionata all'offesa oggi è visto in sede processuale a favore della parte offesa (offesa dalla difesa, se mi passi il gioco di parole). Tante volte si sente in televisione che tale gioielliere ha reagito e ucciso e adesso è sotto processo. La verità è che non c'è solo quello, c'è tutto il corollario di aggressioni, ecc.

    Il problema in definitiva riguarda sempre il giudice che deve giudicare se il rapporto offesa/difesa è proporzionato. La legge leva al giudice il problema di considerare sempre l'arma come uno strumento di pura offesa quando usato dai cittadini.

    Nonostante i giornali cerchino di far passare la legge come una sorta di codice di programmazione (IF omicidio THEN...), il punto è che vanno sempre considerate le circostanze. Nel caso delle modifiche apportate, ci sono due situazioni coperte: l'incolumità propria o altrui e i beni qualora non vi sia desistenza o ci sia pericolo di aggressione. Se l'imprenditore spara alle spalle del ladro che gli sta rubando 100 euro starà al giudice vedere se la proporzione è giusta. Se l'anziano spara alle spalle del ladro che gli sta portando via due mesi di pensione (e quindi di medicinali necessari alla sopravvivenza), farà altrettanto.


    Secondo me il problema di molte leggi e' che lasciano troppa liberta decisionale, poggiando sul postulato (anche giusto alla fine) che ogni situazione e' un caso a se.
    quando ho pensato di iniziare a capire le donne ho capito che non avevo capito un caxxo
    :azz:
  11. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #4268749
    Originally posted by Zanetti_Capitano
    dovremo toglierle anche a loro :) non perchè siccome ce le hanno loro dobbiamo avercele anche noi :) le armi non dovrebbero proprio circolare, ma mi rendo conto che sono un testardo utopista, anche perchè il mercato bellico produce molta ricchezza :)


    Sì ma puoi anche levare le armi, eh, e non cambia nulla. :) Uno piglia un bastone ed entra in casa mia. Essendo che lui il ladro bastonatore lo fa di mestiere e io invece che faccio al massimo 10 minuti di corsa al giorno non so neanche come si colpisce una persona, sempre che soccombo.

  Cambia la legittima difesa

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina