1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4279264
    Seedorf: «Impariamo dalla Juve» (Gazzetta dello Sport) Il centrocampista rossonero scuote i suoi compagni: «La differenza tra noi e loro è la fiducia nei propri mezzi».
    Foto articolo

    «Lei mi chiede di parlare del momento del Milan e io lo faccio volentieri, ma non le dirò che cosa non ha funzionato finora. Le dirò invece che cosa stiamo cercando di fare, tutti insieme, per tornare a essere il Milan. Il passato è passato, il ricordo serve a evitare altri errori, ma adesso bisogna solo fare qualcosa di utile per la squadra. E allora credo che il nostro obiettivo sia quello di dare il massimo, raggiungendo la miglior posizione possibile in classifica. In campionato ci sono ancora 48 punti in palio: proviamo a farli tutti, cominciando con la Lazio, poi si tireranno le somme. E la Champions è ancora tutta da giocare: abbiamo la possibilità di fare una bellissima figura. Il Milan può e deve cercare di arrivare a Parigi. Da quando sono qui, la squadra è sempre stata competitiva, che non significa vincere: ogni anno ne trionfa una, ma non è giusto pensare che un piazzamento sia negativo».

    «A fine stagione tireremo le somme, ma io dell'anno prossimo non voglio parlare. Io penso a fare bene adesso: quello che accadrà lo vedremo tra qualche mese. E' lo stesso motivo per cui non mi pongo la questione della convocazione nell'Olanda per il Mondiale: mi piacerebbe giocarlo, certo, ma adesso io devo concentrarmi solo sul Milan. E dico che il Milan tornerà grande quando ritroverà la continuità e la convinzione, una qualità che è legata a filo doppio ai risultati. Non è il ricordo di Istanbul che ci perseguita, ma il pensiero di alcuni episodi: ad esempio, la sconfitta di Genova dopo essere stati 90 minuti nella loro metà campo. Tra noi e la Juve adesso la differenza la fa la convinzione: loro ottengono grandissimi risultati, hanno una mentalità vincente, si sentono forti, giocano con personalità e così anche la fortuna li aiuta. Se n'è parlato anche nello spogliatoio e mi dispiace che si sia saputo delle nostre riunioni: una squadra è come una famiglia, ci sono alcuni valori nel calcio che vanno rispettati sempre».

    G.d.Sport
  2.     Mi trovi su: Homepage #4279265
    come al solito i giornalisti hanno frainteso lui intendeva suggerire al milan di cambiare spacciatore :asd:
    solo due cose sono infinite l'universo e la stupidita' delle persone
    A. Einstein


    [SIZE=1][I]Il mago fece un gesto e scomparve la fame, fece un altro gesto e scomparve l'ingiustizia, poi un altro ancora e te

  Seedorf: "Impariamo dalla Juve"

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina