1.     Mi trovi su: Homepage #4290584
    Aspettando il quadro cambiate la cornice


    Prodi dice che «la Torino-Lione si farà, punto e basta». E Prodi è un uomo onesto. Fassino dice che «il corridoio 5 è una priorità del nostro programma». E Fassino è un uomo onesto. Dobbiamo dunque credere a Prodi e Fassino, non foss'altro perché non possiamo ritenerli così ingenui da sperare di nascondere dietro un'ambiguità lessicale un punto di contrasto chiaro e rilevante tra riformisti ed estremisti del centrosinistra. Proprio ieri avvertivamo il centrosinistra che, fatto il programma, resta un ultimo ostacolo sulla strada del governo. E quell'ostacolo è l'estremismo di chi più che a puntare al governo del paese punta a preservare la propria diversità, anche se essa è in contrasto con le esigenze del governo del paese. Per questo la Bresso, Chiamparino, Epifani, sono a favore dell'opera, e Bertinotti, Pecoraro e la Fiom no. E Prodi non potrà che scegliere tra gli uni e gli altri, quando e se gli toccherà di governare. Certo, con il massimo di consenso possibile, con le mediazioni e le compensazioni necessarie per placare le amministrazioni locali. Ma anche in tempi certi e con esiti certi perché, meglio prima che poi, la Torino-Lione s'ha da fare.
    Prodi ha ragione quando dice che il programma è una cornice, e che poi il quadro lo farà lui da palazzo Chigi. Però non sarebbe male avere anche una buona cornice. «Senza un chiarimento - avverte Chiamparino - restano aperte tutte le interpretazioni, perché è vero che ci sono le rassicurazioni di Prodi e Fassino, ma è anche vero che Bertinotti e Pecoraro dicono altre cose». Chiamparino, e noi con lui, chiede dunque «una precisazione formale» con un emendamento del programma; «altrimenti rischiamo di offrire al centrodestra l'opportunità di dire che chi comanda nel centrosinistra è ostaggio del fronte del no».
    L'Ulivo ha l'occasione di chiarire agli occhi dell'opinione pubblica oggi, su un caso concreto, e sul quale ha evidentemente ragione, chi ha il timone dell'alleanza. Sfrutti l'occasione, invece di averne timore. Tanto Bertinotti non romperà l'accordo elettorale sulla Tav, come Boselli e Bonino non l'hanno rotto sui Pacs.

    Editoriale de Il Nuovo Riformista
    ...è la natura dell'uomo che spinge a odiare chi sta bene quando è lui a star male...

    [img]http://gif-animate.per-il-mio-sito.com/bandiere_italiane/bandiera-

  TAV:Aspettando il quadro cambiate la cornice

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina