1.     Mi trovi su: Homepage #4292559
    sono le 7,30 esco di casa affrontando un giorno nuovo,
    la pioggia oggi mi lava i pensieri aiutata dal sonno,
    fedele compagno, che il venerdi mi stringe in un abbraccio ancora piu' forte
    con le mie due ruote anche oggi affronto le solite strade ed incrocio le solite facce
    sguardi assonnati, distratti, tutti immersi nei propri pensieri con in comune
    solo la strada da fare verso il proprio destino o piu' semplicemente verso un'altro giorno da affrontare.
    Il mio motorino oramai conosce la strada sono 6 anni che percorre lo stesso asfalto, le stesse curve conosce ogni buca e sa come evitarla e soprattutto sa quando deve essere lui a condurre le danze.
    Si oggi nonostante la pioggia mi lavi la mente, la stessa domanda insistente non mi da tregua e mi invade l'anima:perchè ?
    assieme al ritmo cadenzato delle goccie di pioggia sul casco questa domanda ritorna ciclicamente nella mente come il ticchettio di una vecchia sveglia invadente: perche' ?
    Perche' Nicola ?
    Amico mio perche' ?
    Nicola collega da quando sono entrato in Comune, con cui dividendo i cappuccini mattutini sdrammatizzavo i problemi che avremmo affrontato, parlando di calcio, di donne e delle solite cose, presenza scontata nel mio piccolo mondo.
    Nicola che in una sera di febbraio piu' fredda delle altre non ha resistito, schiacciato dal peso di mille problemi che solo lui conosceva e ha detto basta.
    Un scelta impossibile da comprendere per chi non ha mai conosciuto le sofferenze che la vita ti puo' imporre, crudele e spietata, sofferenze che succhiando avide ogni giorno la voglia di vivere ci lasciano soli e senza difese.
    Le scelte estreme come quella di Nicola ci lasciano ancora di piu' prigionieri dei nostri dubbi amplificano la nostra impotenza nei confronti di cio' che scorre intorno a noi, ci rendono fragili.
    Gia' pieno di rabbia e dolore quando ho letto il tuo post ieri, con l'anima gia ferita, per alcuni momenti la ragione mi ha abbandonato e ho trovato riparo nelle pieghe del mio cuore.
    Solo le lacrime, figlie di quell'intenso dolore, accompagnando fuori rabbia e dolore mi hanno aiutato a riprendere fiato.
    Tu notavi come è strana la vita e anche se con i miei 34 anni ho imparato a conoscerla mi rendo conto che è sempre lei che comanda e tra le sue pieghe noi uomini cerchiamo di fingere di essere padroni del nostro destino per poi ritrovarci delusi e impotenti quando Lei ci presenta il conto.
    Io non posso chiarire le 1000 domande che affollano la tua mente, sono gi'a in grande difficolata' a rispondere alle mie e non so fino a quando il dolore ti fara' compagnia e quando riuscirai ad accettare di non poter piu' passare le vostre serate a Torvajanica con Iendi, cosi' come ancora non so quando riusciro' a tornare a far colazione la mattina senza pensare a Nicola, pero' so che c'e' tanta gente che ha bisogno di noi della nostra presenza, cosi' come noi abbiamo bisogno di loro e mi auguro che questa aridita' ed egoismo di sentimenti che vedo crescere tra noi sia solo un momento e che si torni presto ad essere piu' vicini uno all'altro.
    C'e' bisogno di tempo per tornare " normali", per accettare il dolore, per fare spazio nel nostro cuore ai ricordi e non dimenticare.
    ma soprattutto c'e' bisogno di tempo per guardarsi intorno e tornare a provare a dare un senso alla vita che spesso un senso non ha.
    Un abbraccio forte :cool:



    p.s. questo forum oramai è lo spazio dove mi sfogo quotidianamente certo di solito uso toni diversi per sdrammatizzare; ma questo sfogo è diverso e spero che nessuno si intristisca piu' di tanto.......ma avevo bisogno di tirare fuori un po' di cose per alleggerire la testa e far sapere a Lab che anche quando il dolore sembra piu' grande di noi non siamo mai soli :cool:
    scusate ancora :)
    solo due cose sono infinite l'universo e la stupidita' delle persone
    A. Einstein


    [SIZE=1][I]Il mago fece un gesto e scomparve la fame, fece un altro gesto e scomparve l'ingiustizia, poi un altro ancora e te
  2.     Mi trovi su: Homepage #4292562
    cosa si può dire ..
    purtroppo la vita spesso non ti lascia più speranze e fiducia e non bastano nemmeno più quelli che si conoscono

    Tu scrivi: "questo sfogo è diverso e spero che nessuno si intristisca piu' di tanto" .. io invece ti dico che instristisce (ma non è una colpa), intristisce sapere cha la vita ha vessato e sconfitto un'altra persona .. troppo difficile non intristirsi ..
  3.     Mi trovi su: Homepage #4292569
    ho i brividi...:(
    molto spesso non ci rende conto nella frenesia quotidiana dell'importanza dei gesti quotidiani e delle persone che ci sono vicine...e troppo spesso ognuno di noi vive nella indifferenza pensando che i propri problemi siano insormontabili...rispetto a quelli degli altri...
    la riflessione che tu, lallo con il tuo discorso, hai fatto sorgere in me, è un regalo...un grosso regalo...per capire il valore di quato ci circonda bisogna fermarsi 1 attimo e capire...
    secondo me la tristezza può essere positiva se accompagnata da una scossa...la scossa che ti da la carica per vivere e affrontare gli ostacoli che ci si presentano sempre...
    un abbraccio...:)
    1 Superlega (Clausura 2007/08)
    1 Champions Superleague (apertura 2011/12)
  4.     Mi trovi su: Homepage #4292572
    Brutte cose da mandar giu', vi sono vicino anch'io e posso immaginare come vi sentiate essendo accaduto anche a me :(

    Davvero parole toccanti, un abbraccio
    solo due cose sono infinite l'universo e la stupidita' delle persone
    A. Einstein


    [SIZE=1][I]Il mago fece un gesto e scomparve la fame, fece un altro gesto e scomparve l'ingiustizia, poi un altro ancora e te
  5.     Mi trovi su: Homepage #4292573
    mi dispiace Lallo. è dura, ho vissuto la stessa situazione qualche anno, eraun amico di infanzia. così svanito nel nulla. il dolore passa, il rimorso più difficilmente, la voglia di rivederlo mai. il pensiero che fosse tutta una farsa e che non fosse suo quel corpo e che forse un giorno lo rivedrò tra i vicoli di qualche città straniera a bere birra accanto ad una bella ragazza, mai. ma, i sogni rendono le realtà meno crudi. è così. la vita è così.

    mi dispiace. ma forse è patetico dirlo.. quindi. se hai bisogno sono, siamo, qua. :)
    solo due cose sono infinite l'universo e la stupidita' delle persone
    A. Einstein


    [SIZE=1][I]Il mago fece un gesto e scomparve la fame, fece un altro gesto e scomparve l'ingiustizia, poi un altro ancora e te

  Si caro Labirinto la vita è strana.......

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina