1.     Mi trovi su: Homepage #4300402
    Ho fatto inghiottire al PC nepali in direzione ostinata e contraria la triplice raccolta di De Andre`.
    Ascoltando ho salvato qualche riga. Su e giu`. Un'operazione tanto inutile quanto inutile.
    Per me necessaria.
    Ho passato qualche bella oretta disconnesso e in buona compagnia…Una volta tanto senza Mister Trapacchi appresso alla tonaca. Vi smollo il De Andre` in pillole.
    50, una per ogni brano in italiano…Ma la musica ve la dovete recordare Voi..
    Random list. (Superp.s. Era solo per De Andre`, comunque...Tu sei De Andre`?)

    Ama e ridi se amor risponde, piangi forte se non ti sente…Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior…

    E Te ne vai Maria fra l'altra gente…Sai che fra un'ora forse piangerai, poi la tua mano nascondera` un sorriso: Gioia e dolore hanno il confine incerto, nella stagione che illumina il viso…Ave Maria, adesso che sei Donna, Ave alle Donne come Te Maria…

    Ma Tu che vai ma Tu rimani, anche la neve morira` domani…L'amore ancora ci passera` vicino, nella stagione del biancospino…Ma Tu che stai, perche` rimani ? Un altro inverno tornera` domani, cadra` altra neve a consolare I campi, cadra` altra neve sui camposanti…

    Stanotte Miche`, s'e` impiccato ad un chiodo perche` non poteva restare vent'anni in prigione lontano da Te. Io so che Miche` ha voluto morire perche` ti restasse il ricordo del bene profondo che aveva per Te…

    E mori` come Tutti si muore., come tutti cambiando colore. Non si puo` dire che sia servito a molto, perche` il male dalla terra non fu tolto, ebbe forse un po' troppe virtu`, ebbe un volto ed un nome…Gesu`…

    Nei quartieri dove il sole del buon dio non da` i suoi raggi…Ha gia` troppi impegni per scaldar la gente d'altri paraggi…
    …Li troverai la` col tempo che fa, estate e inverno, a stratracannare, a stramaledir le donne il tempo ed il governo…Loro cercan la` la felicita` dentro un bicchiere per dimenticar d'essere stati presi per il sedere…

    Un Uomo onesto un Uomo probo…Tralalallallatralallalero…si innamoro` perdutamente di una che non lo amava niente…

    Dormi sepolto in campo di grano, non e` la rosa non e` il tulipano che ti fan veglia dall'ombra dei fossi, ma sono mille papaveri rossi.

    E Tu, Tu la chiami Guerra e non sai che cos'e`…E Tu, Tu la chiami Guerra e non ti spieghi perche`…

    Il quinto dice "non devi rubare" e forse io l'ho rispettato vuotando in silenzio le tasche gia` gonfie di quelli che avevan rubato, ma io senza legge rubai in nome mio, quegli altri nel nome di Dio.

    Cavaliere egli era assai valente ed anche in quel frangente d'onor si ricopri`, e giunto alla fin della tenzone incerto sull'arcione tento` di risalir. Veloce lo arpiona la pulzella, repente una parcella presenta al suo Signor…"Beh proprio perche` Voi siete il Sire fan cinquemilalire, e` un prezzo di favor !"…"E` mai possibile o porco d'un cane che le avventure in codesto reame, debban risolversi tutte con grandi puttane…"
    Re Carlo tornava dalla guerra, lo accoglie la sua terra cingendolo d'allor. Al sol della calda primavera lampeggia l'armatura del Sire Vincitor.

    Vola il tempo lo sai che vola e va, forse non ce ne accorgiamo…ma piu` ancora del tempo che non ha eta` siamo noi che ce ne andiamo…e per questo ti dico Amore Amore, io ti attendero` ogni sera ma tu vieni, non aspettare ancora, vieni adesso finche` e` primavera.

    Giudici eletti, Uomini di legge, Noi che danziam nei vostri sogni ancora, siamo l'umano desolato gregge di chi mori` con il nodo alla gola…Quanti innocenti all'orrenda agonia votaste decidendone la sorte e quanto giusta pensate che sia una sentenza che decreta morte ?

    C'era un cartello giallo, con una scritta nera. Diceva Addio Bocca di Rosa, con Te se ne parte la primavera….

    La guerra e` gia` scoppiata marcondirondero, la guerra e` gia` scoppiata chi ci aiutera` ?
    -Ci aiutera` il buon Dio Marcondirondera, ci aiutera` il buon Dio, lui ci salvera`.-
    Buon Dio e` gia` scappato, dove non si sa. Buon Dio se n'e` andato, chissa` quando ritornera`…

    Ricordi ? Sbocciavan le viole, con le nostre parole:…Non ci lasceremo mai, mai e poi mai...
    E quando ti troverai in mano quei fiori appassiti al sole di un aprile ormai lontano, li rimpiangerai…Ma sara` la prima che incontri per strada che tu coprirai d'oro per un bacio mai dato, per un amore nuovo…

    Questa e` la tua canzone Marinella, che sei volata in cielo su una stella, e come tutte le piu` belle cose vivesti solo un giorno, come le rose.

    Quei giorni perduti a rincorrere il vento, a chiederci un bacio e volerne altri cento, un giorno qualunque li ricorderai…Amore che fuggi da me tornerai…

    E chiese al vecchio dammi il pane, ho poco tempo e troppa fame, e chiese al vecchio dammi il vino, ho sete e sono un assassino. Gli occhi dischiuse il vecchio al giorno, non si guardo` neppure intorno ma verso` il vino e spezzo` il pane per chi diceva ho sete ho fame…

    Era partito per fare la guerra, per dare il suo aiuto alla sua terra. Gli avevano dato le mostrine e le stelle, e il consiglio di vendere cara la pelle……Ora che e` morto la patria si gloria di un altro eroe alla memoria…

    E la parola ormai sfinita si sciolse in pianto, ma la paura dalle labbra si raccolse negli occhi, semichiusi nel gesto di una quiete apparente che si consuma nell'attesa di uno sguardo indulgente.
    E Tu piano posasti le dita all'orlo della sua fronte, i vecchi quando accarezzano hanno il timore di far troppo forte…

    Signori benpensanti spero non vi dispiaccia se in cielo, in mezzo ai santi, Dio fra le sue braccia soffochera` il singhiozzo di quelle labbra smorte che all'odio e all'ignoranza preferirono la morte…




    Cosa vuol dire avere un metro e mezzo di statura ve lo rivelan gli occhi e le battute della gente, o la curiosita` di una ragazza irriverente che vi avvicina solo per un suo dubbio impertinente: Vuole scoprir se e` vero quanto si dice intorno ai nani, che siano i piu` forniti della virtu` meno apparente, fra tutte le virtu` la piu` indecente…

    Andrea s'e` perso, s'e` perso, e non sa tornare. Andrea s'e` perso, s'e` perso, e non sa tornare.

    Angiolina cammina cammina sulle sue scarpette blu, un carabiniere l'ha innamorata, volta la carta e lui non c'e` piu`.

    Dormono dormono sulla collina, dormono dormono sulla collina…Come Jones il suonatore che fu sorpreso dai suoi 90 anni e con la Vita avrebbe ancora giocato…Lui che offri` la faccia al vento, la gola al vino e mai un pensiero, non al denaro, non all'amore ne` al cielo…Lui si` sembra di sentirlo cianciare ancora delle porcate mangiate in strada nelle ore sbagliate…Sembra di sentirlo ancora dire al mercante di liquore "Tu che lo vendi, cosa ti compri di migliore ?".

    Pensavo, e` bello che dove finiscono le mie dita debba in qualche modo incominciare una chitarra.


    I miei amici sono tutti educati con te, pero` vestono in modo un po` strano, mi consigli di mandarli da un sarto e mi chiedi "Sono loro stasera i migliori che abbiamo ?" E adesso ridi e ti versi un cucchiaio di mimosa nell'imbuto di un polsino slacciato. I miei Amici ti hanno dato una mano, li accompagno: Il loro viaggio porta un po' piu` lontano…

    E quando poi spari` del tutto, a chi diceva e` stato un male, a chi diceva e` stato un bene,raccomando` non vi conviene venir con me ovunque vada, ma c'e` amore un po` per tutti e tutti quanti hanno un amore sulla cattiva strada…

    E` una storia di periferia, e` una storia da una botta e via, e` una storia sconclusionata, una storia sbagliata.

    Chi va dicendo in giro che odio il mio lavoro non sa con quanto amore mi dedico al tritolo. E` quasi indipendente, ancora poche ore poi gli daro` la voce, il detonatore.
    Il mio Pinocchio fragile, parente artigianale di ordigni costruiti in scala industriale, di me non fara` mai un cavaliere del lavoro, io son di un'altra razza, son bombarolo.

    O resterai piu` semplicemente dove un attimo vale un altro ? Senza chiederti come mai…
    Continuerai a farti scegliere o, finalmente, sceglierai ?

    Lottavano cosi` come si gioca, i cuccioli del Maggio…Era normale, loro avevano il tempo anche per la galera, ad aspettarli fuori rimaneva la stessa rabbia, la stessa primavera…

    Per quanto Voi vi crediati assolti, siete per sempre coinvolti.

    Mentre attraversavo London Bridge, un giorno senza sole, vidi una donna pianger d'amore, piangeva per il suo Geordie. Impiccheranno Geordie con una corda d'oro, e` un privilegio raro…Rubo` 6 cervi nel parco del Re, vendendoli per denaro…

    Come 2 canne sul calcio del fucile, come 2 promesse nello stesso Aprile, come 2 serenate alla stessa finestra, come 2 cappelli sulla stessa testa…Titti aveva 2 amori, uno di cielo e uno di terra, di segno contrario, uno in pace e uno in guerra.

    Col permesso di trasmettere, e il divieto di parlare…e ogni giorno un altro giorno da contare…com'e` che non riesci piu` a volare, com'e` che non riesci piu` a volare…

    In un vortice di polvere gli altri vedevan siccita`, a me ricordava la gonna di Jenny in un ballo di tanti anni fa…
    Liberta` l'ho vista dormire nei campi coltivati, da cielo e denaro…da cielo ed amore protetta da un filo spinato…Liberta` l'ho vista svegliarsi ogni volta che ho suonato, per un fruscio di ragazze a un ballo, per un compagno ubriaco

    Vedo gli amici ancora sulla strada, loro non hanno freddo…Rubano ancora al sonno l'allegria, all'alba un po` di notte…E poi la luce, la luce che trasforma il mondo in un giocattolo…Faremo gli occhiali cosi`, faremo gli occhiali cosi`.




    Ah che bello o' café`, pure in carcere lo sanno fa…'A ricetta che a Ciccirinella compagno di cella c'ha dato mamma`.

    Per chi viaggia in direzione ostinata e contraria e, col suo marchio speciale di speciale disperazione, fra il vomito dei respinti muove gli ultimi passi per consegnare alla morte una goccia di splendore, di umanita`…Ricorda Signore questi servi disobbedienti alle leggi del branco, non dimenticare il loro volto, che dopo tanto sbandare e` appena giusto che la fortuna li aiuti…Come una svista, come un'anomalia, come una distrazione, come un dovere…

    E adesso aspettero` domani per avere nostalgia, signora Liberta`, signorina Fantasia…Cosi` preziosa come il vino, cosi` gratis come la tristezza, con la tua nuvola di dubbi e di bellezza.

    Si son presi I nostri cuori sotto una coperta scura, sotto una luna morta piccola dormivamo senza paura. Fu un generale di 20 anni, occhi turchini e giacca uguale, fu un generale di 20 anni figlio di un temporale…Ora i bambini dormono sul fondo del Sand Creek.

    Perche` Fernanda e` proprio una figlia, come una figlia vuol far l'amore, ma Fernandino resiste e vomita e si contorce dal dolore. E allora il bisturi per segnafianchi, una vertigine di anestesia, finche` il mio corpo mi rassomigli sul lungomare di Bahia.

    Voi avevate voci potenti, lingue allenate a battere il tamburo, voi avevate voci potenti, adatte per il vaffanculo. La domenica delle salme gli addetti alla nostalgia accompagnarono tra i flauti il cadavere di utopia. La domenica delle salme fu una domenica come tante, il giorno dopo c'erano i segni di una pace terrificante.

    Mille anni ha il mondo, mille ancora, che bell'inganno sei anima mia e che grande questo tempo, che solitudine, che bella compagnia.

    E ora Viaggi, vivi, ridi o sei perduta col tuo ordine discreto dentro al cuore ? Ma dove, dov'e` il tuo amore, ma dove e` finito il tuo amore ?

    Ho visto Nina volare tra le corde dell'altalena, un giorno la prendero` come fa il vento alla schiena; luce lontana che si accende e si spegne, quale sara` la mano che illumina le stelle ? Mastica e sputa, da una parte la cera; mastica e sputa, dall'altra parte il miele. Mastica e sputa prima che metta neve.

    Per la stessa ragione del viaggio, viaggiare…Il cuore rallenta e la testa cammina in un buio di giostre in disuso, qualche Rom s'e` fermato italiano come un rame a imbrunire sul muro.



    Qui nel reparto intoccabili, dove la vita ci sembra enorme, perche` non cerca piu` e non chiede, perche` non crede piu` e non dorme.
    Qui nel girone invisibili per un capriccio del cielo viviamo come destini e tutti ne sentiamo il gelo.
    Cose che dimentico, sono cose che dimentico.

  Solo per De Andre`

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina