1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4300816
    MILANO, 25 febbraio 2006 - "Mio padre ci ha insegnato a non affezionarci troppo alle cose, con l'Inter forse ho sbagliato, ma l'Inter non è una cosa è un sentimento, solo che questo sentimento si trascina dietro un costo e una sofferenza speciale. Il club non è una cosa, è una passione e come tale l'ho vissuta diversamente". In queste parole c'è tutto l'amore e la sofferenza di Massimo Moratti, patron "innamorato" di un'Inter che non riesce a regalargli le soddisfazioni che il numero 1 nerazzurro insegue dal '94. Ospite de "L'Intervista", il programma ideato e condotto da Alain Elkann su La7, Moratti racconta la sua vita da imprenditore, passando ovviamente dalla sua passione per il calcio e per l'Inter che suo padre fece grande. "Per me l'Inter rappresenta anche qualcosa anche di abbastanza pesante, il fatto di non aver vinto nulla di importante è un peso, ma dal punto di vista sentimentale è una passione forte e in questo senso vale anche il fatto di ver vissuto questa passione con mio padre - spiega Moratti -. È una passione seria, poi il fatto che ti dia soddisfazioni o meno è un altro discorso". Non vince ma piace molto l'Inter come squadre e come società. "È vero, abbiamo una crescita notevole in giro per il mondo, dovuta alla simpatia della squadra - spiega il patron nerazzurro -. In Cina siamo la squadra più conosciuta, questo è un successo, ma il mio dovere è quello di dare qualche cosa a questi tifosi, a fronte della popolarità ci sono le gare, c'è la competizione e quindi bisogna ottenere qualcosa".
    ----------------------------------------------

    cmq vada moratti sarà un presidente che verrà ricordato bene da tutti














    soprattutto milanisti e giuventini:asd: :asd: :asd:

  Moratti: "L'Inter che non vince mi pesa"

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina