1.     Mi trovi su: Homepage #4308986
    Il ct, importante far tornare la passione per l'Italia

    ROMA, 6 MAR - 'Ai Mondiali si va in 23 e non in 60', il ct Lippi e' contento di aver riportato tra i giocatori l'amore per la maglia azzurra. 'E' stato importante far tornare la passione per la nazionale - spiega Lippi -, considerando il fatto che c'era un evidente disamoramento. Adesso si propongono tutti chi a fatti, chi a parole...''. Lippi ha ribadito i suoi dubbi: 'Dipendera' da come si comporteranno i giocatori fino a maggio'. Un messaggio a chi si candida per un posto in azzurro.
  2.     Mi trovi su: Homepage #4308987
    Inzaghi: "Quando le gambe girano..."

    Altri due gol (e sono 10 in campionato) per provare a convincere Marcello Lippi a portarlo ai Mondiali. Ma Pippo Inzaghi, almeno a parole, non ci pensa. "Questi non sono gol per Lippi - ha detto il bomber - ma per il Milan, perché si doveva vincere. Non mando messaggi al ct, lui sa cosa sto facendo. Tiferò Italia anche se dovrò guardare il Mondiale da casa". Il fisico risponde alla grande. "Quando le gambe girano...".

    Dopo esser tornato in squadra in punta dei piedi, Filippo Inzaghi si è ormai candidato a un posto da titolare inamovibile, o al fianco di Shevchenko o come spalla di Gilardino. L'importante è che in campo ci sia sempre SuperPippo. La doppietta messa a segno contro l'Empoli, che gli è valsa il decimo gol in campionato, nonchè il 251esimo da professionista, ha regalato al Milan una vittoria sulla carta facile facile, ma dopo i primi 45 minuti estremamente complicata.
    Ma per fortuna che Carlo Ancelotti, fra le tante frecce del suo arco, ha a disposizione Pippo che, per sua stessa ammissione, non si sentiva in un simile stato di forma dal primo anno in rossonero. Poi tanti infortuni, tanta sfortuna e quella maglia azzurra sfumata, sempre più lontana, nonostante in Nazionale maggiore Inzaghi abbia collezionato 48 presenze e 21 gol, appena una presenza in meno dell'amico Bobo Vieri e con solo due centri in meno. Logico quindi fare un pensiero al Mondiale, anche se le scelte del ct Marcello Lippi sembrano ormai già ben orientate: "Questi gol non sono assolutamente per Lippi - confessa Inzaghi - sono gol per il Milan, perchè contro l'Empoli si doveva vincere".

    Forse Inzaghi è sincero, ma è lecito nutrire qualche dubbio: perchè assieme a un Toni capocannoniere, a un Gilardino sempre più importante e a un Del Piero in stato di grazia, SuperPippo non sfigurerebbe affatto: "Non ho bisogno di mandare messaggi al ct, perchè lui sa cosa sto facendo e non c'è nulla da aggiungere". E comunque vada, Inzaghi assicura che non coverà astio o rancore: "L'altra sera, contro la Germania, ho tifato Italia in tv e lo farò anche se dovrò guardare il Mondiale da casa". Ma da qui alla fine, Inzaghi farà di tutto per mettere ancora più in crisi Lippi, c'è da giurarci.

  Lippi, ai Mondiali in 23 e non 60

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina