1.     Mi trovi su: Homepage #4312342
    Un commento sul momento che sta vivendo l'Inter. Secondo lei è giusto pensare che la doppia sconfitta con Fiorentina e Juventus abbia rotto qualche meccanismo?
    "Non credo che si sia rotto qualcosa. Purtroppo abbiamo perso due partite dalle quali la squadra non meritava di uscire sconfitta. Nelle ultime gare abbiamo raccolto pochi punti, ma la squadra ha dimostrato in tutte queste partite di saper andare avanti con forza e avere il coraggio di rimediare. Questo è il calcio e dobbiamo prenderne atto".

    Qualcuno ha detto che lo spogliato dell'Inter è spaccato. È vero?
    "Ogni volta che le cose non vanno bene si dice che lo spogliatoio è spaccato e che non andiamo d'accordo tra di noi. Posso garantire che questo non è vero. Ci alleniamo serenamente e con tutte le nostre forze per cercare di vincere e giocare bene tutte le gare che affrontiamo. Il momento che stiamo vivendo è delicato solo per quanto riguarda i risultati: se, infatti, guardiamo la partita di domenica contro la Roma, primi venti minuti a parte, ha sicuramente giocato meglio l'Inter".

    Siete un po' delusi di come stanno andando le cose in Campionato ?
    "Siamo sicuramente un po' delusi perché tutti noi vorremmo essere più avanti in classifica. Però non dobbiamo piangerci addosso, dobbiamo cercare di finire il Campionato nel migliore dei modi e fare più punti possibili da qui alla fine".

    Che cosa è mancato quest'anno all'Inter in Campionato ?
    "Abbiamo iniziato bene. Purtroppo abbiamo perso punti nella settimana in cui abbiamo affrontato Roma, Sampdoria e Lazio nel girone di andata, e poi è arrivata la doppia sconfitta con Fiorentina e Juventus. Forse meritavamo quelche cosa in più, ma i risultati non sono arrivati".

    Lei è uno dei calciatori che ha indossato più volte la maglia nerazzurra nella storia dell'Inter. Le farebbe piacere che, a fine carriera, venisse ritirata la maglia numero quattro?
    "Queste cose fanno sempre piacere. Ho sempre detto che all'Inter mi trovo come a casa mia, per questo sono rimasto qui tanti anni e voglio che la mia carriera termini all'Inter".

    E a fine carriera le piacerebbe fare il dirigente all'Inter?
    "Non mi sono ancora posto questa domanda. Sicuramente resterei volentieri se la società volesse che restassi a lavorare per l'Inter".

    Si dice che Juan Sebastian Veron potrebbe rimanere anche la prossima stagione. La società sta provando a convincerlo a restare, ci avete provato anche voi?
    "Queste sono scelte personali che vanno rispettate. Conosciamo tutti l'importanza di Veron per l'Inter dentro e fuori dal campo, ci auguriamo che possa restare".

    Se non dovesse restare Veron c'è chi parla già del tedesco BallacK...
    "Ballack è un grandissimo campione, però credo che anche Veron abbia dimostrato e stia dimostrando tutto il suo valore all'Inter".

    Quanto animano lo spogliatoio le voci di un possibile ritorno di Ronaldo?
    "Non abbiamo parlato tra di noi. Ogni volta che le cose non vanno bene, vengono fuori voci di nuovi arrivi. Vediamo come finirà la stagione, poi la società valuterà la situazione e farà le sue scelte".

    Ma lei che ci ha giocato insieme, sarebbe contento se tornasse Ronaldo?
    "Stiamo parlando di un grandissimo campione, ma è ancora troppo presto per fare queste valutazioni".

    Ha visto il modo nel quale la Juventus si è qualificata per i quarti di finale di Champions League?
    "Sinceramente non ho guardato la partita, ho visto le immagini e per loro sicuramente è stata dura. Ci hanno creduto sino alla fine e sono stati premiati".

    Il Barcellona è la squadra più forte in circolazione in questo momento?
    "È una grandissima squadra che sta esprimendo un ottimo calcio, è una delle candidate alla vittoria finale in Champions League".

    Teme un altro derby italiano in Champions League?
    "Potrà capitare di tutto. Anche se la cosa più importante per noi sarà prima passare il turno contro l'Ajax".

    Adriano è da un po' che non segna. È un problema?
    "Adri sa di attraversare un momento di difficoltà, si impegna al massimo negli allenamenti per aiutarci a vincere tutte le partite nelle quali scende in campo. In questo momento tutti insieme dobbiamo cercare di dare qualcosa in più, sicuramente siamo pronti a farlo"
  2. 4 anni di infamie!  
        Mi trovi su: Homepage #4312344
    Originally posted by Zanetti_Capitano
    [B]Un commento sul momento che sta vivendo l'Inter. Secondo lei è giusto pensare che la doppia sconfitta con Fiorentina e Juventus abbia rotto qualche meccanismo?
    "Non parlerei di meccanismo, più che altri di ingranaggi rotanti".

    Qualcuno ha detto che lo spogliato dell'Inter è spaccato. È vero?
    "Non date retta a quello che dice Mancini".

    Siete un po' delusi di come stanno andando le cose in Campionato ?
    "La rimonta è impossibile".

    Che cosa è mancato quest'anno all'Inter in Campionato ?
    "Niente. Abbiamo dato il massimo e difenderemo a spada tratta questo preliminare di champions".

    Lei è uno dei calciatori che ha indossato più volte la maglia nerazzurra nella storia dell'Inter. Le farebbe piacere che, a fine carriera, venisse ritirata la maglia numero quattro?
    "preferirei vincere altri tre o quattro tornei estivi".

    E a fine carriera le piacerebbe fare il dirigente all'Inter?
    "Qui all'Inter gli stipendi sono di gran lunga i migliori, farei anche il magazzieniere in questa gloriosa società".

    Si dice che Juan Sebastian Veron potrebbe rimanere anche la prossima stagione. La società sta provando a convincerlo a restare, ci avete provato anche voi?
    "No..è per questo che adesso ha deciso che vuole restare".

    Se non dovesse restare Veron c'è chi parla già del tedesco BallacK...
    "In quel ruolo siamo scoperti, oltre a Ballack sarebbe il caso di prendere anche Vannucchi, Tavano e Lodi. Ma queste sono scelte della società".

    Quanto animano lo spogliatoio le voci di un possibile ritorno di Ronaldo?
    "Se tornerà verrà accolto a braccia aperte".

    Ma lei che ci ha giocato insieme, sarebbe contento se tornasse Ronaldo?
    "Certo, non potrò mai dimenticare le sue lacrime sulla mia spalla, il 5 maggio del 2002".

    Ha visto il modo nel quale la Juventus si è qualificata per i quarti di finale di Champions League?
    "No, però ho visto Moggi negli spogliatoi dell'arbitro a Parigi..pare che abbia arredato un monolocale in previsione della finale contro di noi".

    Il Barcellona è la squadra più forte in circolazione in questo momento?
    "Con Ronaldo e Rivaldo il Barcellona è imbattibile".

    Teme un altro derby italiano in Champions League?
    "Ci spero. La storia ci offrirà un'altra opportunità per dimostrare che nelle precedenti edizioni meritavamo noi".

    Adriano è da un po' che non segna. È un problema?
    "Adriano va capito..non è facile fare il pendolare, soprattutto nel periodo del carnevale di Rio." [/B]



    mi ricredo su zanetti. E' un gran capitano:cool: :asd: :asd: :asd: :banana: :banana: :banana:

  Oh capitano, mio capitano

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina