1.     Mi trovi su: Homepage #4315492
    "Da presidente del Consiglio, giuro che lascio la politica se dimostrano le accuse nei miei confronti". Così Silvio Berlusconi taglia corto sulla richiesta di rinvio a giudizio (suo e dell'avvocato David Mills) per l'inchiesta sulle presunte irregolarità nella compravendita dei diritti da parte di Mediaset ("Giuro sui miei figli, sulla loro testa che non so nulla"). Salvo precisare che, resistendo "indomitamente" ai colpi "da destra e da sinistra", "io sarò ancora primo ministro nella prossima legislatura", anche perché "sarebbe pura follia mandarci a casa". Il premier ha partecipato a una convention di Forza Italia a Pescara nel pomeriggio di domenica, cioè dopo la messa in onda della lite fra lui e Lucia Annunziata esplosa nel corso del programma Mezz'ora. "Ha cercato di mettermi in difficoltà - dice Berlusconi, dopo aver mostrato la registrazione alla platea - ma avete visto come sono stato sempre educato?".

    "Se dimostrano le accuse, lascio". Berlusconi giura "sulla testa" dei suoi figli di non aver mai saputo nulla dei 600 mila dollari ricevuti dall'avvocato inglese David Mills. "Escludo che possa essere successo" dice il premier, riferendosi a quanto sostenuto dalla procura di Milano. "Giuro - continua - da presidente del Consiglio, vado a casa un minuto dopo ed esco dalla politica se dovesse venir fuori a dimostrare l'accusa, perché ci vuole una dimostrazione, un documento di versamento che certifichi la donazione del passaggio dei 600 mila dollari".

    Berlusconi spiega di aver detto ai giudici di fare "in forma precisa una rogatoria presso la Banca delle Bahamas da cui sono partiti quei soldi. Per cui da questa rogatoria riuscirete a trovare il numero del conto, il titolare del conto, il documento che riguarda il passaggio dei soldi". Ebbene, continua, "cosa fanno questi giudici che hanno fatto centinaia di rogatorie su di me? Decidono che la rogatoria non è necessaria e avanzano la richiesta di rinvio a giudizio. E' uno scandalo".

    ------------------------

    Incrociamo le dita......:asd: :approved:
  2.     Mi trovi su: Homepage #4315493
    certo che essere figli di uno come Berlusconi è rischioso ..

    ---------------------------------

    Sa di essere intoccabile e potente .. ma ora si mette anche a dire ai giudici dove devono indagare e su cosa, strepitoso.

    Cmq il solo fatto di aver avuto a che fare con l'avvocato David Mills dovrebbe far venir dei sospetti su chiunque, in Inghilterra è considerato come da noi Previti, non ha la sua potenza ma la sua stessa moralità.
  3.     Mi trovi su: Homepage #4315496
    Originally posted by common
    scrivi tutto chiaramente, sennò poi ti liquidano solo come uno che odia Berlusconi ...

    intendevi "figlio di P .. remier" .. giusto ?



    era prioprio ciò che intendevo....

    ma aggiungerei un'altra possibile soluzione.....

    Berlusconi è proprio un FIGLIO DI P2........ :asd: :asd: :asd:

    mettiamo magari un sondaggio a tema ? :D
  4.     Mi trovi su: Homepage #4315502
    Originally posted by mbrio
    :rolleyes: strano concetto di educazione, il suo...



    sulla vicenda con ANNUNZIATA direi che è un concorso di colpe...ovvero, lui ha cominciato e lei ha continuato.....(sbagliando a sua volta)

    In uno stato democratico bisogna permettere alla controparte di poter replicare o dire ciò che pensa......anche se ciò che pensa è sbagliato a priori.....:asd:
  5.     Mi trovi su: Homepage #4315503
    E nel frattempo Berlusconi ha un patrimoni minore che nel 2005. Fra poco non sarà il più ricco d'italia.

    FORBES/ SALGONO DA 10 A 14 GLI ITALIANI IN CLASSIFICA
    09/03/2006 21:39

    New York, 9 mar. (Apcom) - Sono saliti a quattordici da dieci gli italiani inclusi nella prestigiosa classifica degli uomini più ricchi del mondo, compilata da Forbes. L'ingresso di Mario Moretti Polegato e Silvio Scaglia sono le novità di maggior rilievo, mentre Silvio Berlusconi si riconferma anche per quest'anno tra i "Re Mida" mondiali, pur vedendo diminuire il suo patrimonio di un miliardo di dollari dall'anno precedente e la sua posizione nella classifica generale. Tra le esclusioni illustri vi sono quella di Steno Marcegaglia, l'anno scorso fanalino di coda della scuderia italiana e numero 620 nella classifica generale, e quella della famiglia Agnelli, che per il secondo anno consecutivo non è stata inclusa tra i Paperon de' Paperoni di tutto il mondo.

    Il presidente del Consiglio si piazza al 37esimo posto nella classifica, con 11 miliardi di dollari. L'anno scorso arrivo' 25esimo con 12 miliardi di dollari. Il premier è seguito a poche lunghezze da Leonardo Del Vecchio (Luxottica) e Michele Ferrero & Family, entrambi al 44esimo posto con 10 miliardi di dollari. Per loro un passo indietro dalla 43esima posizione dove si trovavano lo scorso anno, con 8,5 miliardi di patrimonio netto. Tra i miliardari italiani fanno la parte del leone i nomi dell'alta moda. Tra questi Giorgio Armani, che l'anno scorso occupava la 116esima posizione con 4,5 miliardi di dollari, e ora al 158esimo posto con un patrimonio di 4,1 miliardi di dollari.

    Segue Francesco Gaetano Caltagirone incluso alla 258esima posizione, con 2,7 miliardi di dollari, rispetto ai 2,1 miliardi dello scorso anno e in recupero dalla 306esimo posto. Dietro l'imprenditore romano vi sono Luciano, Carlo, Gilberto, Giuliana Benetton tutti a parimerito al 292esimo posto con 2,5 miliardi di dollari. Nella classifica dello scorso anno Luciano Benetton aveva il 35esimo posto con 9,9 miliardi di dollari, ma la sua posizione incorporava quella degli altri tre membri della famiglia. Scende Miuccia Prada: dal 194esimo posto al 292esimo, con 2,5 miliardi di dollari, contro i 3 miliardi dell'anno precedente.

    Anche nel 2005 Ennio Doris e famiglia, pur se un po' più indietro rispetto al 2004, sono presenti nella classifica dei più ricchi del mondo. Per loro un patrimonio di 2,2 miliardi e la 350esima posizione della classifica generale. L'anno scorso si erano piazzati al 321esimo posto ma con 2 miliardi di dollari. A parimerito una delle 'new entry' della classifica italiana, Mario Moretti Polegato, patron di Geox, che ottiene il 350esimo posto con 2,2 miliardi di dollari. Stefano Pessina è 428esimo, con 1,8 miliardi di dollari, mentre lo scorso anno con 1,7 miliardi di dollari aveva ottenuto la 387esima posizione. Chiude la graduatoria l'altra new entry italiana Silvio Scaglia di Fastweb con una 746esima posizione e 1 miliardo di dollari.

    L'analisi della classifica rivela infine che nella maggioranza dei casi vi è stato una perdita di posizione degli italiani nella graduatoria generale, nonostante questa sia stata sovente accompagnata da un incremento dei patrimoni. Il trend rivela quindi che la crescita dei ricchi italiani è stata inferiore rispetto a quella dei Paperoni del resto del mondo. Solo in un caso vi è stata una scalata di classifica, (Caltagirone), accompagnata in questo caso da un aumento del patrimonio. Infine da segnalare che il valore dei Benetton lo scorso anno faceva riferimento solo a Luciano il cui patrimonio inglobava quello degli altri membri della famiglia.
    ...è la natura dell'uomo che spinge a odiare chi sta bene quando è lui a star male...

    [img]http://gif-animate.per-il-mio-sito.com/bandiere_italiane/bandiera-
  6. I'm only happy when it rains  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4315504
    Originally posted by npj
    E nel frattempo Berlusconi ha un patrimoni minore che nel 2005. Fra poco non sarà il più ricco d'italia.

    FORBES/ SALGONO DA 10 A 14 GLI ITALIANI IN CLASSIFICA
    09/03/2006 21:39

    New York, 9 mar. (Apcom) - Sono saliti a quattordici da dieci gli italiani inclusi nella prestigiosa classifica degli uomini più ricchi del mondo, compilata da Forbes. L'ingresso di Mario Moretti Polegato e Silvio Scaglia sono le novità di maggior rilievo, mentre Silvio Berlusconi si riconferma anche per quest'anno tra i "Re Mida" mondiali, pur vedendo diminuire il suo patrimonio di un miliardo di dollari dall'anno precedente e la sua posizione nella classifica generale. Tra le esclusioni illustri vi sono quella di Steno Marcegaglia, l'anno scorso fanalino di coda della scuderia italiana e numero 620 nella classifica generale, e quella della famiglia Agnelli, che per il secondo anno consecutivo non è stata inclusa tra i Paperon de' Paperoni di tutto il mondo.

    [B]Il presidente del Consiglio si piazza al 37esimo posto nella classifica, con 11 miliardi di dollari. L'anno scorso arrivo' 25esimo con 12 miliardi di dollari.
    Il premier è seguito a poche lunghezze da Leonardo Del Vecchio (Luxottica) e Michele Ferrero & Family, entrambi al 44esimo posto con 10 miliardi di dollari. Per loro un passo indietro dalla 43esima posizione dove si trovavano lo scorso anno, con 8,5 miliardi di patrimonio netto. Tra i miliardari italiani fanno la parte del leone i nomi dell'alta moda. Tra questi Giorgio Armani, che l'anno scorso occupava la 116esima posizione con 4,5 miliardi di dollari, e ora al 158esimo posto con un patrimonio di 4,1 miliardi di dollari.

    Segue Francesco Gaetano Caltagirone incluso alla 258esima posizione, con 2,7 miliardi di dollari, rispetto ai 2,1 miliardi dello scorso anno e in recupero dalla 306esimo posto. Dietro l'imprenditore romano vi sono Luciano, Carlo, Gilberto, Giuliana Benetton tutti a parimerito al 292esimo posto con 2,5 miliardi di dollari. Nella classifica dello scorso anno Luciano Benetton aveva il 35esimo posto con 9,9 miliardi di dollari, ma la sua posizione incorporava quella degli altri tre membri della famiglia. Scende Miuccia Prada: dal 194esimo posto al 292esimo, con 2,5 miliardi di dollari, contro i 3 miliardi dell'anno precedente.

    Anche nel 2005 Ennio Doris e famiglia, pur se un po' più indietro rispetto al 2004, sono presenti nella classifica dei più ricchi del mondo. Per loro un patrimonio di 2,2 miliardi e la 350esima posizione della classifica generale. L'anno scorso si erano piazzati al 321esimo posto ma con 2 miliardi di dollari. A parimerito una delle 'new entry' della classifica italiana, Mario Moretti Polegato, patron di Geox, che ottiene il 350esimo posto con 2,2 miliardi di dollari. Stefano Pessina è 428esimo, con 1,8 miliardi di dollari, mentre lo scorso anno con 1,7 miliardi di dollari aveva ottenuto la 387esima posizione. Chiude la graduatoria l'altra new entry italiana Silvio Scaglia di Fastweb con una 746esima posizione e 1 miliardo di dollari.

    L'analisi della classifica rivela infine che nella maggioranza dei casi vi è stato una perdita di posizione degli italiani nella graduatoria generale, nonostante questa sia stata sovente accompagnata da un incremento dei patrimoni. Il trend rivela quindi che la crescita dei ricchi italiani è stata inferiore rispetto a quella dei Paperoni del resto del mondo. Solo in un caso vi è stata una scalata di classifica, (Caltagirone), accompagnata in questo caso da un aumento del patrimonio. Infine da segnalare che il valore dei Benetton lo scorso anno faceva riferimento solo a Luciano il cui patrimonio inglobava quello degli altri membri della famiglia. [/B]


    E' escluso il sommerso in questi conteggi.....:sbam: :sbam: :sbam:
    Comincio a credere che non conta quanto tu ami qualcuno: forse quello che conta è quello che riesci a essere quando sei con qualcuno.
  7.     Mi trovi su: Homepage #4315505
    Originally posted by npj
    E nel frattempo Berlusconi ha un patrimoni minore che nel 2005. Fra poco non sarà il più ricco d'italia.

    FORBES/ SALGONO DA 10 A 14 GLI ITALIANI IN CLASSIFICA
    09/03/2006 21:39

    New York, 9 mar. (Apcom) - Sono saliti a quattordici da dieci gli italiani inclusi nella prestigiosa classifica degli uomini più ricchi del mondo, compilata da Forbes. L'ingresso di Mario Moretti Polegato e Silvio Scaglia sono le novità di maggior rilievo, mentre Silvio Berlusconi si riconferma anche per quest'anno tra i "Re Mida" mondiali, pur vedendo diminuire il suo patrimonio di un miliardo di dollari dall'anno precedente e la sua posizione nella classifica generale. Tra le esclusioni illustri vi sono quella di Steno Marcegaglia, l'anno scorso fanalino di coda della scuderia italiana e numero 620 nella classifica generale, e quella della famiglia Agnelli, che per il secondo anno consecutivo non è stata inclusa tra i Paperon de' Paperoni di tutto il mondo.

    [B]Il presidente del Consiglio si piazza al 37esimo posto nella classifica, con 11 miliardi di dollari. L'anno scorso arrivo' 25esimo con 12 miliardi di dollari.
    Il premier è seguito a poche lunghezze da Leonardo Del Vecchio (Luxottica) e Michele Ferrero & Family, entrambi al 44esimo posto con 10 miliardi di dollari. Per loro un passo indietro dalla 43esima posizione dove si trovavano lo scorso anno, con 8,5 miliardi di patrimonio netto. Tra i miliardari italiani fanno la parte del leone i nomi dell'alta moda. Tra questi Giorgio Armani, che l'anno scorso occupava la 116esima posizione con 4,5 miliardi di dollari, e ora al 158esimo posto con un patrimonio di 4,1 miliardi di dollari.

    Segue Francesco Gaetano Caltagirone incluso alla 258esima posizione, con 2,7 miliardi di dollari, rispetto ai 2,1 miliardi dello scorso anno e in recupero dalla 306esimo posto. Dietro l'imprenditore romano vi sono Luciano, Carlo, Gilberto, Giuliana Benetton tutti a parimerito al 292esimo posto con 2,5 miliardi di dollari. Nella classifica dello scorso anno Luciano Benetton aveva il 35esimo posto con 9,9 miliardi di dollari, ma la sua posizione incorporava quella degli altri tre membri della famiglia. Scende Miuccia Prada: dal 194esimo posto al 292esimo, con 2,5 miliardi di dollari, contro i 3 miliardi dell'anno precedente.

    Anche nel 2005 Ennio Doris e famiglia, pur se un po' più indietro rispetto al 2004, sono presenti nella classifica dei più ricchi del mondo. Per loro un patrimonio di 2,2 miliardi e la 350esima posizione della classifica generale. L'anno scorso si erano piazzati al 321esimo posto ma con 2 miliardi di dollari. A parimerito una delle 'new entry' della classifica italiana, Mario Moretti Polegato, patron di Geox, che ottiene il 350esimo posto con 2,2 miliardi di dollari. Stefano Pessina è 428esimo, con 1,8 miliardi di dollari, mentre lo scorso anno con 1,7 miliardi di dollari aveva ottenuto la 387esima posizione. Chiude la graduatoria l'altra new entry italiana Silvio Scaglia di Fastweb con una 746esima posizione e 1 miliardo di dollari.

    L'analisi della classifica rivela infine che nella maggioranza dei casi vi è stato una perdita di posizione degli italiani nella graduatoria generale, nonostante questa sia stata sovente accompagnata da un incremento dei patrimoni. Il trend rivela quindi che la crescita dei ricchi italiani è stata inferiore rispetto a quella dei Paperoni del resto del mondo. Solo in un caso vi è stata una scalata di classifica, (Caltagirone), accompagnata in questo caso da un aumento del patrimonio. Infine da segnalare che il valore dei Benetton lo scorso anno faceva riferimento solo a Luciano il cui patrimonio inglobava quello degli altri membri della famiglia. [/B]



    ed è questo il motivo per cui vuole la riconferma, quest'ultimo anno si è un'attimino distratto e vuole rimediare nei prossimi....:asd:

    NON DIAMOGLI QUESTA OPPORTUNITA'............!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  Berlusconi: "Se provano le accuse giuro che lascio la politica"

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina