1.     Mi trovi su: Homepage #4319002
    Mancini: "Ho richiamato spesso Martins"

    Se per buona parte della gara contro l'Ajax l'Inter ha espresso un gioco molto fluido ed efficace, ancora una volta il punto debole per la squadra di Mancini è stato l'attacco. Quest'anno, in Champions, Adriano non va a segno da dicembre, mentre Martins ha segnato solo nel preliminare. "L'ho richiamato più volte - ha detto Mancini, riferendosi al nigeriano - per questo era nervoso quando l'ho sostituito".

    Ancora una volta nella stagione l'Inter si è dovuta scontrare con la dura realtà della sterilità del suo attacco. Anche contro l'Ajax la grande molo di gioco espressa dalla squadra ha prodotto un solo gol e gli attaccanti sono rimasti a secco. Un problema che ha condizionato il campionato e che ora potrebbe ripercuotersi anche in Champions League, quando i gol hanno un peso specifico maggiore. E pensare che l'avventura in Europa era cominciata sotto i migliori auspici: Adriano e Martins, in una fredda notte di agosto ucraina, avevano affondato lo Shakhtar di Lucescu. Con queste premesse sembrava impensabile che il nigeriano si sarebbe fermato lì in fatto di gol europei. Nel ritorno l'unico sigillo di Alvaro Recoba aveva messo al sicuro la qualificazione (1-1). Poi, per fortuna di Mancini, nella fase a gironi si è svegliato Julio Ricardo Cruz: gol decisivo all'Artmedia, doppietta al Porto e gol importantissimo all'Ajax nell'andata degli ottavi ad Amsterdam. Tra questi la rete di Pizarro ai Glasgow Rangers, prima che Adriano mettesse i nerazzurri al riparo da ogni sorpresa con la tripletta all'Artmedia nel ritorno (poker completato da Figo) e il gol "ininfluente" segnato in Scozia nell'ultima gara del girone. Una rete che ha portato il brasiliano a una sola lunghezza da Sandro Mazzola, che con 16 reti e il capocannoniere nerazzurro nella massima manifestazione continentale.

    Il rigore fallito contro l'Ajax non ha permesso ad Adriano di eguagliare l'ex numero 8 della "Grande Inter" di Angelo Moratti, mentre Martins è stato fermato dalla traversa nell'occasione più nitida che si è procurato. Un po' di sfortuna ma anche tanta imprecisione: la strada di Parigi rischia di farsi terribilmente dura se le punte nerazzurre non torneranno al più presto a segnare con continuità. Perché un solo gol a partita può non bastare per arrivare in fondo.
  2. I'm only happy when it rains  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4319005
    .....nella fase a gironi si è svegliato Julio Ricardo Cruz.....

    mi pare che si svegli sempre quando è chiamato in campo o sbaglio......

    Forse è sempre sveglio ma gioca con il contagocce???? :rolleyes: :rolleyes: :rolleyes:
    Comincio a credere che non conta quanto tu ami qualcuno: forse quello che conta è quello che riesci a essere quando sei con qualcuno.

  Inter, il problema è l'attacco

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina