1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4324320
    [ANSA] SEI REGOLE D'ORO PER IL MAL DI SCHIENA, NE SOFFRONO 15 MLN DI ITALIANI

    MILANO - Il mal di schiena costringe a casa, impedisce di lavorare, provoca dolore. Cosa fare? Soprattutto a chi rivolgersi: all'ortopedico, al neurologo (o al neurochirurgo nei casi più gravi), oppure cercare di risolvere il problema con l'aiuto del fisiatra? Colpisce circa un italiano su 4 ma anche se non sempre può essere annullato di certo può migliorare, come si consiglia in un volume che uscirà questa settimana.

    'Il grande libro del mal di schiena', pubblicato da Sonzogno e scritto da tre specialisti dell'Istituto Humanitas di Rozzano (Milano), affronta a 360 gradi la patologia più diffusa nei Paesi industrializzati, tanto che otto persone su 10 hanno nella loro vita almeno due gravi episodi di questa condizione invalidante. Solo in Italia, ne sono affette più di 15 milioni di persone e rappresenta una delle prime cause di assenza dal lavoro nonché una voce importante nella spesa sanitaria.

    I tre autori sono Paolo Gaetani, Lorenzo Panella e Riccardo Rodriguez y Baena. Il primo è specialista in Neurochirurgia e Neurofisiologia clinica, Panella è il responsabile dell'Unità operativa di Riabilitazione e Recupero funzionale, Rodriguez y Baena è primario di Neurochirurgia di fama internazionale. Nel libro che hanno scritto a sei mani, sono molto chiari: non sempre il dolore alla schiena può essere definitivamente annullato, ma è sempre possibile riuscire a conviverci tenendolo costantemente sotto controllo. Se si individua la terapia giusta per il proprio caso e si adottano comportamenti corretti in ogni momento della giornata si possono mantenere le proprie abitudini senza neppure rinunciare allo sport, di qualsiasi tipo: calcio, sci, danza, arti marziali...

    Tutte belle cose - si potrebbe obiettare - ma nella realtà quando ci si trova bloccati dal dolore non si sa che pesci pigliare... Il fisiatra Panella coglie al volo la domanda e propone una risposta precisa, in sette punti.

    "La prima tappa - dice - è rivolgersi al proprio medico di famiglia: se si tratta di una semplice lombalgia acuta, il medico prescriverà riposo e una terapia a base di farmaci antinfiammatori che, nella maggior parte dei casi, faranno cessare il mal di schiena nel giro di 10 giorni al massimo".

    Se non passa, il rimedio numero 2 è consultare il fisiatra, "cui spetterà - spiega il dottor Panella - una diagnosi differenziale: stabilire cioé se il mal di schiena è dovuto a un problema muscolare, oppure se c'é un'ernia del disco (in questo caso sarà una lombosciatalgia) o ancora un'alterazione della colonna". Questa diagnosi, condiziona la successiva terapia che lo specialista prescriverà.

    Se anche in questo modo non si risolve, sarà necessario (punto 3) rivolgersi al neurochirurgo, come pure se ci sono i segni clinici di un coinvolgimento neuromuscolare. "In ogni caso - continua Panella -, c'é un rimedio (punto 4) da consigliare a tutti, e a tutte le età: perché se il mal di schiena c'é stato, può recidivare. Allora è bene fare prevenzione con un costante esercizio fisico, che non significa fare sport, ma fare un esercizio che costituisca una terapia per la propria colonna che serva a stabilizzare i muscoli coinvolti, come quelli addominali e quelli paravertebrali. Soprattutto - insiste il fisiatra - questo esercizio deve diventare allenamento quotidiano, come l'uso dello spazzolino da denti".

    Il quinto punto è la raccomandazione, per chi soffre di mal di schiena, di non sollevare mai carichi pesanti, soprattutto impegnando la colonna vertebrale. Quindi (punto 6), la postura: "le persone che fanno un lavoro sedentario, che stanno molte ore al giorno sedute alla scrivania, al computer, al mouse, - afferma Panella - devono ricordarsi di interrompere il lavoro ogni tanto, alzarsi e camminare un po'. Soprattutto, devono curare la postura: una sedia adatta, lo schermo del Pc all' altezza degli occhi". Questo vale anche per chi guida molto la macchina: "I tassisti o i rappresentanti di commercio - dice il fisiatra - sono soggetti a rischio. Devono acquistare la propria auto fra i modelli che hanno una buona seduta, anatomica, e anch' essi devono fare delle pause ogni tanto: fermarsi, uscire dalla macchina e sgranchirsi le gambe".

    A tutti, l'ultimo e 7/mo consiglio del dottor Panella: "Per nessun motivo andare ad alimentare quel mercato vergognoso fatto di professioni strane, dove ognuno vende ciò che ha, e che va dai chiropratici ai pranoterapisti, ai fisioterapisti che si improvvisano medici, a chiunque proponga una cosiddetta 'medicina alternativa' che serve solo a spillare quattrini".

    -----------------------------

    Considerando che oggi Massi è un anno più vecchio e che nel forum c'è anche Lalluzzo, mi è sembrato doverso segnalarlo:cool:
  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4324322
  3. I'm only happy when it rains  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4324325
    Originally posted by Kaiserniky
    [ANSA] SEI REGOLE D'ORO PER IL MAL DI SCHIENA, NE SOFFRONO 15 MLN DI ITALIANI

    MILANO - Il mal di schiena costringe a casa, impedisce di lavorare, provoca dolore. Cosa fare? Soprattutto a chi rivolgersi: all'ortopedico, al neurologo (o al neurochirurgo nei casi più gravi), oppure cercare di risolvere il problema con l'aiuto del fisiatra? Colpisce circa un italiano su 4 ma anche se non sempre può essere annullato di certo può migliorare, come si consiglia in un volume che uscirà questa settimana.

    'Il grande libro del mal di schiena', pubblicato da Sonzogno e scritto da tre specialisti dell'Istituto Humanitas di Rozzano (Milano), affronta a 360 gradi la patologia più diffusa nei Paesi industrializzati, tanto che otto persone su 10 hanno nella loro vita almeno due gravi episodi di questa condizione invalidante. Solo in Italia, ne sono affette più di 15 milioni di persone e rappresenta una delle prime cause di assenza dal lavoro nonché una voce importante nella spesa sanitaria.

    I tre autori sono Paolo Gaetani, Lorenzo Panella e Riccardo Rodriguez y Baena. Il primo è specialista in Neurochirurgia e Neurofisiologia clinica, Panella è il responsabile dell'Unità operativa di Riabilitazione e Recupero funzionale, Rodriguez y Baena è primario di Neurochirurgia di fama internazionale. Nel libro che hanno scritto a sei mani, sono molto chiari: non sempre il dolore alla schiena può essere definitivamente annullato, ma è sempre possibile riuscire a conviverci tenendolo costantemente sotto controllo. Se si individua la terapia giusta per il proprio caso e si adottano comportamenti corretti in ogni momento della giornata si possono mantenere le proprie abitudini senza neppure rinunciare allo sport, di qualsiasi tipo: calcio, sci, danza, arti marziali...

    Tutte belle cose - si potrebbe obiettare - ma nella realtà quando ci si trova bloccati dal dolore non si sa che pesci pigliare... Il fisiatra Panella coglie al volo la domanda e propone una risposta precisa, in sette punti.

    "La prima tappa - dice - è rivolgersi al proprio medico di famiglia: se si tratta di una semplice lombalgia acuta, il medico prescriverà riposo e una terapia a base di farmaci antinfiammatori che, nella maggior parte dei casi, faranno cessare il mal di schiena nel giro di 10 giorni al massimo".

    Se non passa, il rimedio numero 2 è consultare il fisiatra, "cui spetterà - spiega il dottor Panella - una diagnosi differenziale: stabilire cioé se il mal di schiena è dovuto a un problema muscolare, oppure se c'é un'ernia del disco (in questo caso sarà una lombosciatalgia) o ancora un'alterazione della colonna". Questa diagnosi, condiziona la successiva terapia che lo specialista prescriverà.

    Se anche in questo modo non si risolve, sarà necessario (punto 3) rivolgersi al neurochirurgo, come pure se ci sono i segni clinici di un coinvolgimento neuromuscolare. "In ogni caso - continua Panella -, c'é un rimedio (punto 4) da consigliare a tutti, e a tutte le età: perché se il mal di schiena c'é stato, può recidivare. Allora è bene fare prevenzione con un costante esercizio fisico, che non significa fare sport, ma fare un esercizio che costituisca una terapia per la propria colonna che serva a stabilizzare i muscoli coinvolti, come quelli addominali e quelli paravertebrali. Soprattutto - insiste il fisiatra - questo esercizio deve diventare allenamento quotidiano, come l'uso dello spazzolino da denti".

    Il quinto punto è la raccomandazione, per chi soffre di mal di schiena, di non sollevare mai carichi pesanti, soprattutto impegnando la colonna vertebrale. Quindi (punto 6), la postura: "le persone che fanno un lavoro sedentario, che stanno molte ore al giorno sedute alla scrivania, al computer, al mouse, - afferma Panella - devono ricordarsi di interrompere il lavoro ogni tanto, alzarsi e camminare un po'. Soprattutto, devono curare la postura: una sedia adatta, lo schermo del Pc all' altezza degli occhi". Questo vale anche per chi guida molto la macchina: "I tassisti o i rappresentanti di commercio - dice il fisiatra - sono soggetti a rischio. Devono acquistare la propria auto fra i modelli che hanno una buona seduta, anatomica, e anch' essi devono fare delle pause ogni tanto: fermarsi, uscire dalla macchina e sgranchirsi le gambe".

    A tutti, l'ultimo e 7/mo consiglio del dottor Panella: "Per nessun motivo andare ad alimentare quel mercato vergognoso fatto di professioni strane, dove ognuno vende ciò che ha, e che va dai chiropratici ai pranoterapisti, ai fisioterapisti che si improvvisano medici, a chiunque proponga una cosiddetta 'medicina alternativa' che serve solo a spillare quattrini".

    -----------------------------

    Considerando che oggi Massi è un anno più vecchio e che nel forum c'è anche Lalluzzo, mi è sembrato doverso segnalarlo:cool:


    Io soffro di mal di schiena e cervicali dovute al lavoro sedentario, e fecendo agopuntura e parecchi esercizi di stretching li ho in buon parte alleviati...... :) :) :)
    Comincio a credere che non conta quanto tu ami qualcuno: forse quello che conta è quello che riesci a essere quando sei con qualcuno.
  4.     Mi trovi su: Homepage #4324326
    Originally posted by razorbladeromance
    Io soffro di mal di schiena e cervicali dovute al lavoro sedentario, e fecendo agopuntura e parecchi esercizi di stretching li ho in buon parte alleviati...... :) :) :)
    si mo la causa è il lavoro sedentario ma chi voi prende in giro..... a bella su tutte le rote :asd: :asd:
    solo due cose sono infinite l'universo e la stupidita' delle persone
    A. Einstein


    [SIZE=1][I]Il mago fece un gesto e scomparve la fame, fece un altro gesto e scomparve l'ingiustizia, poi un altro ancora e te
  5. I'm only happy when it rains  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4324327
    Originally posted by lallo
    si mo la causa è il lavoro sedentario ma chi voi prende in giro..... a bella su tutte le rote :asd: :asd:


    La prima parte della frase è abbastanza chiara.....:) :) :)
    la seconda mi è un po' di difficile interpretazione.....:rolleyes: can explain it to me??? Grassie! :P
    Comincio a credere che non conta quanto tu ami qualcuno: forse quello che conta è quello che riesci a essere quando sei con qualcuno.
  6.     Mi trovi su: Homepage #4324328
    Interessante. Io sono stato operato di ernia del disco dal
    prof. Rodriguez circa 4 anni fà. Confermo tutto quello che hai
    riportato, compreso purtroppo la recidività del problema.
    Mi sono ribloccato sei mesi dopo l'intervento e ho parzialmente
    risolto il problema grazie ad un osteopata, che in alcuni casi
    secondo me funziona:approved:
  7.     Mi trovi su: Homepage #4324329
    Originally posted by razorbladeromance
    La prima parte della frase è abbastanza chiara.....:) :) :)
    la seconda mi è un po' di difficile interpretazione.....:rolleyes: can explain it to me??? Grassie! :P
    evidentemente non hai visto un film cult come "Amore Tossico" la cui visione potrebbe renderti edotto sull'espressione " bella su tutte le ruote" da intendersi come le ruote del gioco del lotto quindi tale espressione viene usata per enfatizzare la bellezza fisica. Per capire il senso della mia battuta dovresti pero' veddere il film ed in particolare il contesto di tale affermazione e da chi viene fatta :P
    solo due cose sono infinite l'universo e la stupidita' delle persone
    A. Einstein


    [SIZE=1][I]Il mago fece un gesto e scomparve la fame, fece un altro gesto e scomparve l'ingiustizia, poi un altro ancora e te
  8. I'm only happy when it rains  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4324330
    Originally posted by lallo
    evidentemente non hai visto un film cult come "Amore Tossico" la cui visione potrebbe renderti edotto sull'espressione " bella su tutte le ruote" da intendersi come le ruote del gioco del lotto quindi tale espressione viene usata per enfatizzare la bellezza fisica. Per capire il senso della mia battuta dovresti pero' veddere il film ed in particolare il contesto di tale affermazione e da chi viene fatta :P


    Stasera allora chiederò al mio mulo spiegazioni al riguardo..... :D :approved:
    Comincio a credere che non conta quanto tu ami qualcuno: forse quello che conta è quello che riesci a essere quando sei con qualcuno.

  Consigli per la salute (anche per massi e Lallo)

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina