1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4324605
    Mar 21 Mar, 1:55 PM

    Dovremo fare molta attenzione in Italia se riceveremo l''onore e l''onere di ospitare gli Europei 2012. I presidenti delle societa'' italiane, nascondendosi dietro la fuga degli spettatori, chiedono a gran voce di poter avere nuovi stadi. Impianti polifunzionali, costruiti sul modello degli altri grandi Paesi europei, fonte inesauribile di introiti e speculazioni.

    Gli stadi costruiti per i Mondiali del ''90, infatti, sono gia'' considerati preistorici. Criticati perche'' irrazionali e scomodissimi, pero'', i vari Olimpico, Delle Alpi, Meazza, Ferraris, San Nicola o Barbera, almeno, non cadono a pezzi.

    Cosa che invece sta accadendo proprio in quelle nazioni che i nostri dirigenti vorrebbero prendere ad esempio.

    L''ultimo episodio in ordine di tempo e'' il crollo di una enorme trave d''acciaio che ha stoppato i lavori nel nuovo Wembley. La ristrutturazione del glorioso impianto inaugurato nel 1924 da Re Giorgio V sta rasentando la farsa: doveva essere pronto per maggio scorso, ora i book makers d''Oltre Manica hanno addirittura tagliato la quota per la fine dei lavori entro maggio 2007 da 16/1 a 8/1.

    Se l''Inghilterra piange, in Germania non si ride. Solo un mese e mezzo fa, Adriano Galliani aveva esaltato gli stadi tedeschi, a suo dire veri e propri gioielli da cui trarre ispirazione. Ebbene, l''Allianz Arena di Monaco ha gia'' perso due lastroni dalla copertura e il fondo del campo e'' alla terza rizollatura. Niente male come biglietto da visita per il Mondiale.

    A buon intenditor...

  Giganti dai piedi d'argilla: i nuovi stadi cadono a pezzi

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina