1.     Mi trovi su: Homepage #4324926
    Il difensore rinnova fino a giugno 2007

    A poco più di un mese dal suo quarantesimo compleanno, Billy Costacurta non ha ancora intenzione di appendere le scarpette al chiodo. Il Milan, infatti, ha comunicato che il difensore ha firmato il rinnovo del contratto per un'altra stagione, fino al giugno del 2007. A convincere giocatore e società le buone prestazioni nelle dodici presenze in campionato collezionate sin qui nella stagione in corso.

    Era la stagione 1985/86 quando un 19enne Alessandro Costacurta vestiva per la prima volta la maglia del Milan, affacciandosi al grande calcio assieme a nomi del calibro di Franco Baresi, Mauro Tassotti, Agostino Di Bartolomei, Paolo Rossi e tanti altri che hanno fatto la storia dei rossoneri. Vent'anni dopo, sulla via che porta ai 40 anni, Billy è ancora là, con l'entusiasmo di un ragazzino e la voglia di essere protagonista con addosso quei colori che, anche lui, ha contribuito a far entrare nella storia del calcio.

    Sono lontani i tempi del ventilato addio al calcio, del contratto non rinnovato e dell'immediato reintegro in rosa. Dopo le 22 presenze dello scorso anno, le 36 della stagione precedente e le 12 in quella in corso, Billy si è conquistato sul campo il rinnovo per un'altra stagione e ha firmato fino al giugno del 2007, quando avrà già compiuto i 41 anni. La notizia è stata comunicata da Adriano Galliani, in concomitanza con quella del prolungamento di Ancelotti. Il Milan va avanti nel segno della continuità. Costacurta ne è il simbolo migliore.
  2.     Mi trovi su: Homepage #4324930
    Originally posted by TonyManero
    46 anni e 3 mesi. :cool:
    :asd: :nono:



    Costacurta, il tempo si è fermato

    In campo a 40 anni come Vierchowod

    Billy Costacurta come Silvio Piola e Pietro Vierchowod, i più grandi casi di longevità calcistica ad alto livello, portieri a parte. Sia il mitico attaccante che il difensore hanno chiuso la loro carriera a 41 anni. Il giocatore del Milan, che ha rinnovato il contratto con i rossoneri fino a giugno 2006, scenderà in campo fino a 40 anni.

    La seconda giovinezza calcistica ricomincia a 40 anni, un'età che fino a qualche anno fa riguardava solo i portieri, come Dino Zoff e Ricky Albertosi. Ora, con Costacurta in testa, sono tanti i 40enni (o quasi) ancora competitivi ad alti livelli: su tutti Gianfranco Zola e Nestor Sensini, coetanei del milanista, che potrebbero giocare anche il prossimo anno. Il più chiaro esempio di longevità calcistica riguarda Silvio Piola, il più grande cannoniere italiano, che ha smesso di giocare a 41 anni. Nato nel 1913 a Robbio Lomellina (Pavia), ma vercellese d'adozione, l'indimenticato bomber, scomparso nel 1983, ha segnato tre decenni del calcio italiano. L'ultima sua gara è del 7 marzo '54, in uno sfortunato Novara-Atalanta (0-4): Piola uscì per l'ultima volta dalla porticina che dà sotto i platani di Via Alcarotti ed entrò nella leggenda. In quella stagione collezionò 8 presenze e 5 gol. Il suo ultimo gol il 7 febbraio 1954 in Novara-Milan 1-1, a 40 anni. Ancora più incredibile il rapporto con la Nazionale: la carriera in maglia azzurra del bomber si concluse nel 1952, quando fu richiamato alla "verde età" di 39 anni dal suo ex-compagno Meazza per provare a battere l'Inghilterra. Con la maglietta della Nazionale Piola firmò 30 gol in 34 partite ed una Coppa Rimet vinta.

    L'ultimo esempio di longevità è rappresentato da Pietro Vierchowod, lo Zar del calcio italiano. Nato a Calcinate il 6/4/1959, Vierchowod ha legato il suo nome soprattutto alla Sampdoria, con cui ha giocato 12 stagioni. Ha militato anche nella Roma, nel Como, nella Fiorentina, nel Perugia e nella Juventus, oltre che nel Milan, dove è stato compagno di Costacurta nella stagione 96/97 (16 presenze e un gol). L'ultima stagione in A, prima di intraprendere la carriera di allenatore, nel 1999/2000, con la maglia del Piacenza (22 gare e nessuna rete).

    Anche all'estero c'è stato un caso analogo, un giocatore per il quale il tempo sembrava non fermarsi mai: il brasiliano Donato, infatti, nel 2003 con i suoi 41 anni è diventato il giocatore più vecchio di sempre a giocare nella Liga spagnola. L'ex centrocampista del Deportivo La Coruna, classe '62, si è ritirato nel giugno 2003, ma fino alla fine è stato protagonista, giocando anche la Champions League. Il sudamericano è ricordato in Spagna anche per un incredibile gol da 44 metri realizzato all'Athletic Bilbao nella stagione 98/99.
  3.     Mi trovi su: Homepage #4324932
    Originally posted by Pezzotto
    :asd: :nono:



    Costacurta, il tempo si è fermato

    In campo a 40 anni come Vierchowod

    Billy Costacurta come Silvio Piola e Pietro Vierchowod, i più grandi casi di longevità calcistica ad alto livello, portieri a parte. Sia il mitico attaccante che il difensore hanno chiuso la loro carriera a 41 anni. Il giocatore del Milan, che ha rinnovato il contratto con i rossoneri fino a giugno 2006, scenderà in campo fino a 40 anni.

    La seconda giovinezza calcistica ricomincia a 40 anni, un'età che fino a qualche anno fa riguardava solo i portieri, come Dino Zoff e Ricky Albertosi. Ora, con Costacurta in testa, sono tanti i 40enni (o quasi) ancora competitivi ad alti livelli: su tutti Gianfranco Zola e Nestor Sensini, coetanei del milanista, che potrebbero giocare anche il prossimo anno. Il più chiaro esempio di longevità calcistica riguarda Silvio Piola, il più grande cannoniere italiano, che ha smesso di giocare a 41 anni. Nato nel 1913 a Robbio Lomellina (Pavia), ma vercellese d'adozione, l'indimenticato bomber, scomparso nel 1983, ha segnato tre decenni del calcio italiano. L'ultima sua gara è del 7 marzo '54, in uno sfortunato Novara-Atalanta (0-4): Piola uscì per l'ultima volta dalla porticina che dà sotto i platani di Via Alcarotti ed entrò nella leggenda. In quella stagione collezionò 8 presenze e 5 gol. Il suo ultimo gol il 7 febbraio 1954 in Novara-Milan 1-1, a 40 anni. Ancora più incredibile il rapporto con la Nazionale: la carriera in maglia azzurra del bomber si concluse nel 1952, quando fu richiamato alla "verde età" di 39 anni dal suo ex-compagno Meazza per provare a battere l'Inghilterra. Con la maglietta della Nazionale Piola firmò 30 gol in 34 partite ed una Coppa Rimet vinta.

    L'ultimo esempio di longevità è rappresentato da Pietro Vierchowod, lo Zar del calcio italiano. Nato a Calcinate il 6/4/1959, Vierchowod ha legato il suo nome soprattutto alla Sampdoria, con cui ha giocato 12 stagioni. Ha militato anche nella Roma, nel Como, nella Fiorentina, nel Perugia e nella Juventus, oltre che nel Milan, dove è stato compagno di Costacurta nella stagione 96/97 (16 presenze e un gol). L'ultima stagione in A, prima di intraprendere la carriera di allenatore, nel 1999/2000, con la maglia del Piacenza (22 gare e nessuna rete).

    Anche all'estero c'è stato un caso analogo, un giocatore per il quale il tempo sembrava non fermarsi mai: il brasiliano Donato, infatti, nel 2003 con i suoi 41 anni è diventato il giocatore più vecchio di sempre a giocare nella Liga spagnola. L'ex centrocampista del Deportivo La Coruna, classe '62, si è ritirato nel giugno 2003, ma fino alla fine è stato protagonista, giocando anche la Champions League. Il sudamericano è ricordato in Spagna anche per un incredibile gol da 44 metri realizzato all'Athletic Bilbao nella stagione 98/99.


    nemmeno una parolina x il recordman BALLOTTA :cry:
    "Xchè? Xchèèè? 3-1, 3-2, 3-3 !!!"
  4.     Mi trovi su: Homepage #4324936
    quasi quasi riprendo gli scarpini dal chiodo e straccio tutti i record :asd: :asd:
    solo due cose sono infinite l'universo e la stupidita' delle persone
    A. Einstein


    [SIZE=1][I]Il mago fece un gesto e scomparve la fame, fece un altro gesto e scomparve l'ingiustizia, poi un altro ancora e te

  Il Milan tiene stretto Costacurta

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina