1.     Mi trovi su: Homepage #4326685
    Gli Agnelli: "Manca ancora l'accordo"

    Mentre le indiscrezioni danno come fatto il rinnovo del mandato della Triade, la Ifil (la finanziaria attraverso cui la famiglia Agnelli controlla la Juve) ribadisce il "desiderio di confermare la fiducia nell'attuale dirigenza", ma afferma che l'accordo non c'è ancora: "Nei prossimi mesi il tema del rinnovo potrà essere discusso nei dettagli", si legge in una nota. Antonio Giraudo, infatti, non sarebbe convinto di restare.

    Non è poi così scontata la riconferma della Triade alla guida della Juventus. Infatti è la stessa famiglia Agnelli a frenare gli entusiasmi in una nota lanciata dall'Ifil (la finanziaria con cui la famiglia controlla la società bianconera) che sebbene ribadisce "il desiderio di proseguire il lavoro intrapreso con successo fino ad oggi, confermando, quindi, la fiducia all'attuale dirigenza", tuttavia smentisce un accordo già definito, in particolar modo con l'ad Antonio Giraudo che non dovrebbe essere raggiunto in tempo neanche per il consiglio di amministrazione in programma per il prossimo venerdì.

    Il "nodo" per la conferma dello status quo bianconero sarebbe infatti proprio l'amministratore delegato. Giraudo è infatti richiesto da più parti: si parla per lui di un ruolo attivo nell'organizzazione degli Europei 2012, oppure di un posto di primo piano nell'organigramma di Sky. Alla base di tutto ci sarebbe anche un rapporto non più cristallino tra il dirigente, che è anche il terzo azionista del club bianconero, e la proprietà. Tutto ciò spingerebbe l'amministratore delegato a prendere seriamente in considerazione le ipotesi di migrare altrove. In questo senso andrebbero inquadrate le dichiarazioni ("non so niente, apprendo da fonti di stampa che ne parleremo nel CdA di venerdì, staremo a vedere") rilasciate da Giraudo martedì, quando gli sono state comunicate le indiscrezioni provenienti dalla stampa.

    La precisazione dell'Ifil è arrivata attraverso un comunicato diffuso sul circuito informativo della Borsa: "In presenza di voci di stampa che attribuivano alla proprietà della Juventus intenzioni contraddittorie o non veritiere in merito al rinnovo del Consiglio di Amministrazione della stessa l'Ifil ha ritenuto doveroso comunicare con chiarezza il proprio orientamento, esprimendo il desiderio di proseguire il lavoro intrapreso con l'attuale dirigenza". Ed ancora: "Nel corso dei prossimi mesi il tema del rinnovo del mandato potrà essere discusso nei dettagli per essere successivamente finalizzato e comunicato in vista della scadenza dell'attuale Consiglio della Juventus, la cui durata avrà termine con l'assemblea di ottobre chiamata ad approvare i conti dell'esercizio chiuso al 30 giugno 2006".

  Juve, resta il dubbio Giraudo

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina