1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4328862
    [ANSA] MARATONA ROMA: VINCE IL KENIANO KIPKORIR
    ROMA - Il keniano David Mandango Kipkorir ha vinto la XII edizione della maratona della città di Roma con il tempo di 2h08'38". Secondo posto per Daniele Caimmi che ha concluso la gara con il tempo di 2h09'30".
    L'ucraina Tetyana Hladyr si è aggiudicata la prova femminile della maratona di Roma con il tempo di 2h25'44", stabilendo anche il primato della corsa capitolina. Secondo posto per la russa Larissa Zousko. Niente da fare invece per l'azzurra Rosaria Console: la maratoneta, moglie di Daniele Caimmi, protagonista della gara maschile con il secondo posto finale, si è dovuta fermare poco dopo il ventesimo chilometro.

    VINCONO IN 50.000. DUE SPOSI, 5 SEMINARISTI E TANTA PASSIONE
    Una splendida giornata di sole, sullo sfondo le bellezze monumentali ed archeologiche della città e come protagonisti atleti di fama mondiale, 12 mila e 308 che hanno stabilito il record italiano di iscritti sulla distanza, e 40 mila dilettanti, tra i quali molti romani, che hanno partecipato alla Stracittadina di 4 chilometri, felici di viversi una Roma a misura di pedone.

    La XII edizione della Maratona di Roma-Trofeo Acea è stata vinta dal 28enne keniano David Mandango Kipkorir (Kenya) con il tempo di 2h08'38", secondo posto per il 33/enne azzurro delle Fiamme gialle Daniele Caimmi che ha concluso la gara con il tempo di 2h09'30". Si è aggiudicata la prova femminile dalla 30/enne ucraina Tetyana Hladyr con il tempo di 2h25'44", stabilendo anche il primato della corsa capitolina. Secondo posto per la 37enne russa Larissa Zousko. Alle 9,05 da via dei Fori Imperiali è partita anche la Maratona dei disabili alla quale hanno partecipato 88 atleti provenienti da 8 nazioni e che é stata vinta dal francese Patrick Gastaud che ha battuto in volata l'azzurro Ronald Ruepp. Fra le donne disabili, podio all'italiana con la vittoria di Daniela Rota in 2.8.52 seguita da Cristina Sanna e da Graziella Calimero.

    A salutare gli atleti ai nastri di partenza il sindaco di Roma Walter Veltroni. "Quest'anno abbiamo una grande presenza di stranieri e questo - ha detto - è il segno di una città sportiva e solidale". "Roma - ha detto ancora il sindaco - vive con grande allegria questo evento, ma si può essere allegri solo quando si è solidali e vicini a chi vive situazioni di disagio, come questa città è abituata a fare. Un appuntamento come questo porta nella capitale tanti turisti, ma si può fare ancora di più".

    Non sono mancate le curiosità: come quella di due sposi, con pettorale e abito da cerimonia, uniti in matrimonio solo ieri, gli olandesi Jodi Kremer e Lydia Doornbos; o cinque seminaristi messicani pronti a diventare missionari; ha corso anche Richard Bush, il 48enne inglese che detiene il record di quantità di maratone portate a termine: ha partecipato a ben 399 prove e, per lui questa è stata la numero 400. Il pettorale numero 10.000, riprodotto dieci volte, è stato indossato da 10 ragazzi autistici del Progetto Filippide. Massiccia anche la partecipazione dell'Aima (associazione italiana malati di Alzheimer) cha ha avuto, per la settimana volta, Fabrizio Frizzi come testimonial, e quella degli aderenti al progetto contro il razzismo dell'Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali (Unar). Tra i corridori anche Stefano Martellini, 47 anni, da oltre 20 un senza fissa dimora e che da due, grazie alla corsa, ha abbandonato la strada. Il più giovane tra i partecipanti è stato Marco Antonio Ruiz, messicano, che ha 18 anni, mentre il più anziano, Lino Tadei, nato nel 1921. Ben 57 dei partecipanti compiono oggi gli anni. Al traguardo, a tutti è stata consegnata la medaglia ricordo realizzata dal maestro Alfiero Nena.

  Maratona di Roma

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina