1.     Mi trovi su: Homepage #4339936
    Milano, 4 aprile - Ecco le decisioni del Giudice Sportivo in merito alla 32.a giornata del campionato di Serie A.

    Una giornata:
    Codrea (Palermo)
    Luciano (Chievo)
    Abeijon (Cagliari)
    Borriello, E.Filippini, Viali (Treviso)
    F.Cannavaro (Juventus)
    D`Aversa, Gastaldello (Siena)
    Pandev (Lazio)
    Vargas (Livorno)

    Ammende a societa`
    Inter euro 25.000
    Roma euro 12.500
    Fiorentina euro 8.000
    Palermo euro 3.250
    Lazio euro 2.000
    Lecce euro 1.250
    Milan euro 1.000
  2.     Mi trovi su: Homepage #4339938
    Ammenda di 25mila euro più diffida

    L'Inter dovrà pagare una multa di 25.000 euro a causa dei numerosi striscioni esposti e cori cantati contro il giocatore Mark Zoro. Alla società nerazzurra è stata anche comminata una diffida "indicativa della prospettiva che un'eventuale reiterazione di atti razzisti comporterebbe l'irrogazione di una pena più severa". Inoltre, il Giudice Sportivo ha respinto il reclamo del Messina contro la regolarità della gara.

    Una multa con relativa diffida è la pena comminata dal giudice sportivo all'Inter a causa degli striscioni e degli insulti contro il giocatore Mark Zoro relativi alla gara di sabato scorso contro il Messina. 25.000 euro l'ammenda da pagare da parte della società di Via Durini, mentre la diffida è "indicativa della prospettiva che un'eventuale futura reiterazione di atti razzisti comporterebbe l'irrogazione di una pena piu' severa", stando a quanto si legge nelle motivazioni. Il giudice Maurizio Laudi, in particolare, ha preso in considerazione due striscioni con su scritto: 'Noccioline e banane, la paga per l'infame" e "Zoro come Vieri. Gli infami non hanno colori".

    "La gravità del fatto, ulteriormente rimarcata dalla recidiva dei tifosi dell'Internazionale - si legge ancora nelle motivazioni - troverebbe la sua sanzione nell'obbligo di disputare una gara a porte chiuse. Ma gli atti ufficiali documentano, come ricordato in precedenza, la positiva reazione della maggior parte dei tifosi dell'Inter, i quali hanno palesemente dimostrato nel corso della gara la loro dissociazione rispetto ai comportamenti razzisti di quel gruppo di tifosi collocati in quel settore della curva". Invece, è stato respinto il ricorso presentato dal Messina contro la regolarità della gara a causa della "tardività di tale preannuncio pervenuto alle ore 20.55 del 3 aprile 2006, e quindi dopo la scadenza del termine perentorio".

    Dunque, in definitiva il giudice Maurizio Laudi ha tenuto conto, da una parte, della gravità degli striscioni, in particolare il primo citato, ma ha anche apprezzato l'atteggiamento della maggior parte dello stadio che ha incitato e applaudito Zoro, inoltre ha considerato anche le apprezzabili iniziative della società nerazzurra contro ogni forma di razzismo e per questo ha ritenuto opportuno comminare soltanto un'ammenda pecuniaria, più una diffida in caso di violazioni future sulle norme inerenti il razzismo.
  3.     Mi trovi su: Homepage #4339941
    In relazione alle dichiarazioni dopo Inter-Juventus

    MILANO, 4 APR - Si riunira' giovedi' la Disciplinare che esaminera' il deferimento di Luis Figo dopo le dichiarazioni al termine di partita Inter-Juventus. La Commissione valutera' anche i deferimenti a carico del presidente dell'Udinese Giampaolo Pozzo, del giocatore della Lazio Paolo Di Canio e del presidente del Treviso Ettore Setten. Inoltre, sara' valutato anche il reclamo presentato dal Milan contro l'ammenda di 15mila euro inflitta dal giudice sportivo dopo la partita contro la Juventus.
  4.     Mi trovi su: Homepage #4339942
    Milano, 4 aprile - Il giudice sportivo ha inflitto a Giovanni Galeone un`ammonizione perche` e` stato sorpreso a fumare in panchina. L`allenatore dell`Udinese, comunque, non e` l`unico tabagista che non ha saputo resistere al vizio e che, durante una partita, in questo caso la vittoria per 2-0 sul Parma, e` stato sorpreso ad accendersi una bionda. Nel campionato di serie A infatti c`e` un precedente: Walter Mazzarri non aveva saputo resistere durante la partita Reggina-Udinese del campionato scorso.

    Era il 12 settembre 2004, la prima giornata di campionato e la prima partita in Serie A e con la Reggina per Mazzarri. Avversario di turno del nervoso debuttante fu proprio la squadra friulana. L`incontro si concluse sullo 0-0.

  Serie A: le decisioni del Giudice Sportivo

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina