1.     Mi trovi su: Homepage #4348159
    "L'aggressione? Stanco di queste cose"

    L'aggressione subita dall'Inter a Malpensa ha lasciato strascichi pesanti su Roberto Mancini. "Quanto successo accelera i miei propositi di andare all'estero - ha detto a chiare lettere il tecnico - Non voglio più parlare di questi episodi, mi sono stancato. Voglio parlare solo di calcio e queste cose non lo sono. Vincere e divertirsi è l'espressione massima di questo gioco, ma in Italia non succede e non succederà più".

    E' amareggiato Roberto Mancini. Il vero e proprio agguato teso sabato notte al ritorno da Ascoli da un gruppo di presunti tifosi nerazzurri, che hanno tra l'altro ferito Cristiano Zanetti, ha scosso il tecnico jesino. Pur non volendo tornare sull'argomento, l'allenatore nerazzurro ha spiegato a chiare lettere di essere ormai giunto al limire della sopportazione. "Da parte mia - sottolinea Mancini - c'è sempre la volontà di andare avanti, perché amo il calcio, amo stare sul campo con i giocatori e non lo faccio per soldi come qualcuno ha detto più volte. E' la passione il motivo che mi spinge".

    Ma anche gli amori più grandi, davanti alla violenza, possono vacillare: "L'Italia è un paese dove non succede e non succederà più di vincere e divertirsi, perché se perdi una partita non devi pensare solo alla sconfitta, ma anche ad altre cose. Quanto successo accelera i miei propositi di andare all'estero ed è una certezza che, quando concluderò la mia carriera all'Inter non allenerò più in Italia. Sono stanco di questi episodi e non mi va di parlarne, perché non fanno parte del calcio, anche se c'è qualcuno che li tratta come tali".
  2. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #4348162
    Originally posted by Pezzotto
    "L'aggressione? Stanco di queste cose"

    L'aggressione subita dall'Inter a Malpensa ha lasciato strascichi pesanti su Roberto Mancini. "Quanto successo accelera i miei propositi di andare all'estero - ha detto a chiare lettere il tecnico - Non voglio più parlare di questi episodi, mi sono stancato. Voglio parlare solo di calcio e queste cose non lo sono. Vincere e divertirsi è l'espressione massima di questo gioco, ma in Italia non succede e non succederà più".

    E' amareggiato Roberto Mancini. Il vero e proprio agguato teso sabato notte al ritorno da Ascoli da un gruppo di presunti tifosi nerazzurri, che hanno tra l'altro ferito Cristiano Zanetti, ha scosso il tecnico jesino. Pur non volendo tornare sull'argomento, l'allenatore nerazzurro ha spiegato a chiare lettere di essere ormai giunto al limire della sopportazione. "Da parte mia - sottolinea Mancini - c'è sempre la volontà di andare avanti, perché amo il calcio, amo stare sul campo con i giocatori e non lo faccio per soldi come qualcuno ha detto più volte. E' la passione il motivo che mi spinge".

    Ma anche gli amori più grandi, davanti alla violenza, possono vacillare: "L'Italia è un paese dove non succede e non succederà più di vincere e divertirsi, perché se perdi una partita non devi pensare solo alla sconfitta, ma anche ad altre cose. Quanto successo accelera i miei propositi di andare all'estero ed è una certezza che, quando concluderò la mia carriera all'Inter non allenerò più in Italia. Sono stanco di questi episodi e non mi va di parlarne, perché non fanno parte del calcio, anche se c'è qualcuno che li tratta come tali".


    Basta che non venga in SPAGNA, altrimenti devo traslocare pure da QUA ...

    :asd:
    Firma troppo lunga e con offese.

  Mancini: "Ho più voglia di estero"

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina