1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4348896
    Mer 12 Apr, 11:31 AM

    E'' gia'' ora di pensare al futuro. In casa Juventus si sarebbe voluto rimandare questo momento il piu'' a lungo possibile, ma l''ennesima delusione europea arrivata per mano dell''Arsenal ha spietatamente messo in evidenza tutti i limiti di una squadra progettata alla perfezione per la lunga distanza, ha infatti ipotecato con largo anticipo il suo ventinovesimo scudetto, ma in grande difficolta'' quando si tratta di giocarsela nel confronto singolo con club di pari livello, come in Champions League.

    Le motivazioni date alla debacle sono svariate. C''e'' chi ha messo in evidenza un presunto calo di forma e chi come Nedved ha ipotizzato un problema di testa. Ma la realta'' e'' che lo squadrone bianconero e'' progettato per esprimere un calcio fisico e senza fronzoli, che fa della solidita'' difensiva il suo punto di forza, lasciando all''ispirazione di Ibrahimovic (latitante in questa stagione) e alla vena realizzativa di Trezeguet il compito di impensierire le difese avversarie.

    Quando poi viene a mancare anche il surplus tecnico offerto da giocatori come Camoranesi e Nedved, allora la Juventus diventa una squadra ''normale'', mostrando tutti i limiti offensivi del 4-4-2 di Capello.

    Per questo il tecnico di Pieris sta studiando con la societa'' le future strategie di mercato, pensando anche alla possibilita'' di cambiare modulo, affidandosi all''uso del trequartista (che a Torino non si vede dall''addio di Zidane), ruolo tanto bistrattato ma in grado di regalare la giusta imprevedibilita'' alla manovra. L''uomo ideale dovrebbe essere quindi dotato di grande tecnica, fantasia e visione di gioco. Identikit che sembra adattarsi alla perfezione a Juan Roman Riquelme, fantasista argentino del Villarreal, punto fermo della celeste di Pekerman e uno dei principali artefici dell''eliminazione dell''Inter dalla Champions. La Juventus inoltre, dopo l''affare-Tacchinardi e'' in ottimi rapporti con il club iberico e non e'' da escludersi che Moggi possa spingere per questa soluzione, vista anche la carenza di giocatori validi in quel ruolo. Unica alternativa possibile il giovanissimo Aguero, diciassettenne connazionale di Riquelme che milita nell''Independiente, ma difficilmente i bianconeri saranno disposti ad investire 20 milioni (questa la cifra richiesta dagli argentini) su un giocatore cosi'' giovane.

    L''arrivo del fantasista permeterebbe a Capello di poter passare all''occorrenza ad un 4-3-3, con un centrocampo di grande sostanza (ad Emerson e Vieira si aggiungera'' C.Zanetti, anche se il sogno proibito resta Gerrard), lasciando invariato l''assetto difensivo.

    Se il tecnico di Pieris decidera'' invece di proseguire sulla strada del 4-4-2, l''attenzione di Moggi e Co. dovra'' obbligatoriamente spostarsi su uomini di fascia veloci e in grado di fornire un buon apporto in fase realizzativa. Gia'' preso Marchionni dal Parma, il grande colpo sarebbe Mancini della Roma, ma non e'' da sottovalutare l''ipotesi Pasqual, con il conseguente spostamento in avanti di Zambrotta.

  Pronta la rivoluzione Juve, sara' Riquelme il faro bianconero

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina