1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4360044
    [Ansa] SPOSINI LASCIA IL TG5 E MEDIASET
    - Lamberto Sposini ha lasciato l'incarico di vicedirettore vicario del TG5 e si è dimesso da Mediaset. Lo ha annunciato una nota di Cologno Monzese. "Mi cercherò un lavoro. Questo addio non prelude a nulla", spiega il giornalista.

    "E' sotto gli occhi di tutti - aggiunge il vicedirettore uscente del Tg5 - che non c'erano più le condizioni per andare avanti, era una soluzione quasi scontata". "La mia storia professionale - ha spiegato ancora Sposini - è legata al Tg5 e non mi vedevo in un'altra collocazione. La mia vita professionale a Mediaset è legata al Tg5 che ho fondato, non mi vedevo in un altro posto anche se di responsabilità". Sposini liquida velocemente anche l'ipotesi di un passaggio a Matrix: "C'é già Banfi che splendidamente copre il ruolo di vicedirettore. Magari qualcuno ci ha pensato, ma io non mi vedevo in un altro posto se non al Tg5".

    ROSSELLA: NO COMMENT
    'No comment': il direttore del Tg5, Carlo Rossella, non concede di più dopo la notizia dell'addio di Sposini alla testata e a Mediaset. "E' il mio unico commento", ribadisce, sottolineando si di essere nel suo ufficio mentre fuori si svolge l'assemblea del redattori del Tg5 in apertura della quale il cdr ha dato notizia delle dimissioni di Sposini.

    CDR TG5, RAMMARICO PER DIMISSIONI SPOSINI
    "Il CDR del Tg5 esprime rammarico, condiviso da tutta l'assemblea di redazione, per le dimissioni di Lamberto Sposini, che lascia non solo la nostra testata ma anche l'azienda. E' la perdita di un volto storico e di uno dei fondatori del Tg5 che costituisce, per il telegiornale, un oggettivo depauperamento umano e professionale".

    Così, in una nota, il Comitato di redazione della testata, si esprime sull'addio del giornalista da Mediaset. "A nome di tutta la redazione - che si era riunita in assemblea - il CDR esprime a Lamberto Sposini il ringraziamento per l'apporto che in questi anni ha dato al lavoro di tutti noi e formula i migliori auguri per il suo futuro professionale". Ma "al contempo il CDR fa sue le preoccupazioni emerse nell'assemblea e cioé la consapevolezza che si è concluso un ciclo storico di questo telegiornale e l'incertezza per ciò che riguarda il futuro. Autonomia, professionalità, equilibrio e pluralismo continuano ad essere la grande sfida del TG5 - spiega l'organismo sindacale - non soltanto per i singoli redattori, ma anche per la direzione, alla quale il CDR chiede rinnovate garanzie. Sulla non formalità di queste garanzie si gioca oggi il ruolo, l'autorevolezza ed anche il successo di ascolti della nostra testata".

    COSTANZO: HA FATTO LA COSA GIUSTA
    Se un rapporto tra un direttore e la sua 'spalla' si incrina, non resta che una scelta: lo pensa Maurizio Costanzo, che giudica "giusta" la scelta di Lamberto Sposini proprio per questa ragione. "L'ho avuto ospite a Tutte le mattine - racconta Costanzo - proprio il giorno dop il litigio con Rossella che lo aveva spinto a 'mettersi in ferie'. Già allora feci questa considerazione: quando un rapporto tra il direttore e il suo vice, che è un dirigente e la sua 'spalla', si incrina a tal punto, non resta altro da fare. Io avrei fatto lo stesso: non si può vivere in un eterno conflitto. E comunque Sposini - conclude Costanzo -, che è un eccellente giornalista tv, non mancherà di trovare un collocamento adeguato alla sua professionalità".

    LA CARRIERA DI LAMBERTO SPOSINI
    La carriera di Lamberto Sposini è trascorsa in gran parte tra Mediaset e Rai, dove è passato nel 1991 dal Tg1 al Tg5, poi di nuovo nel 1998 al Tg1 per tornare nel 2000 al Tg5 di Enrico Mentana. Ma dopo l'addio del direttore storico della testata e l'arrivo di Carlo Rossella nel novembre del 2004, la permanenza di Sposini al Tg5 è stata piuttosto burrascosa a partire dalla sue dimissioni poi rientrate all'arrivo del nuovo direttore. Questo fino agli ultimi episodi di scontri in campagna elettorale che avevano portato Sposini a mettersi in ferie, come aveva raccontato lui stesso qualche giorno fa nell'unica intervista alle "Invasioni barbariche" di Daria Bignardi. Ferie mai rientrate fino alla rottura finale di oggi con Mediaset.

    Nato a Perugia nel 1952, Sposini ha iniziato la sua carriera professionale nella redazione perugina di "Paese sera", dove si occupava come volontario di cronaca e sport. Nel 1977 diventa giornalista professionista. L'anno seguente fonda con altri colleghi la cooperativa giornalistica L'informazione, che fornisce servizi a diversi quotidiani e settimanali. Inizia anche a collaborare con la Rai. Nel 1978 viene assunto da Viale Mazzini. Per la sede dell'Umbria è redattore ordinario e conduttore del tg regionale. Nel 1982 sempre da redattore Rai comincia a lavorare per la rubrica Tam Tam del Tg1 e anche per i servizi speciali della stessa testata. Realizza come inviato speciale inchieste giornalistiche. Nel 1985 si trasferisce a Milano. Lavora come inviato ai programmi di Enzo Biagi: Linea diretta, Spot, Il Fatto. Nel 1986 vara anche la nuova trasmissione Unomattina di cui è conduttore per il Tg1. Nel 1988 è inviato del programma Viaggio intorno all'uomo di Sergio Zavoli. Nel 1989 rientra al Tg1 di cui diventa anche conduttore per l'edizione di mezza sera. Nell'ottobre del 1991 lascia la Rai per Mediaset, ed è tra i fondatori del Tg5 con la qualifica di caporedattore centrale e conduttore dell'edizione principale delle 20.

    Nel 1993 è vicedirettore del Tg5 e realizza numerose dirette e inchieste mantenendo la conduzione del tg. Nel settembre del 1998 il ritorno in Rai come vicedirettore e assume anche la responsabilità dei servizi speciali e degli spazi di approfondimento Serata Tg1 e Frontiere. Conduce inoltre l'edizione principale del Tg1 delle 20. Nel giugno del 2000 il suo passaggio a Mediaset, come condirettore del Tg5 e volto dell'edizione delle 20.
  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4360046

  Sposini lascia Tg5 e mediaset

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina