1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4361396
    Classe 125 Risultati Gara:
    P. No. Piloti Scuderia Tempo Scarto
    01 55 H.FAUBEL APRILIA 0'00"000
    02 19 A.BAUTISTA APRILIA 0'00"243 + 0'00"243
    03 33 S.GADEA APRILIA 0'07"240 + 0'07"240
    04 24 S.CORSI GILERA 0'08"340 + 0'08"340
    05 6 J.OLIVE APRILIA 0'09"127 + 0'09"127
    06 14 G.TALMACSI HONDA 0'10"749 + 0'10"749
    07 52 L.PESEK DERBI 0'18"258 + 0'18"258
    08 8 L.ZANETTI APRILIA 0'22"800 + 0'22"800
    09 71 T.KOYAMA MALAGUTI 0'23"224 + 0'23"224
    10 10 A.RODRIGUEZ APRILIA 0'23"240 + 0'23"240
    11 60 J.SIMON KTM 0'23"521 + 0'23"521
    12 1 T.LUTHI HONDA 0'23"639 + 0'23"639
    13 32 F.LAI HONDA 0'23"656 + 0'23"656
    14 22 P.NIETO APRILIA 0'23"716 + 0'23"716
    15 29 A.IANNONE APRILIA 0'36"240 + 0'36"240
    16 11 S.CORTESE HONDA 0'36"311 + 0'36"311
    17 75 M.PASINI APRILIA 0'42"922 + 0'42"922
    18 43 M.HERNANDEZ APRILIA 0'43"248 + 0'43"248
    19 17 S.BRADL KTM 0'55"975 + 0'55"975
    20 7 A.MASBOU MALAGUTI 0'56"027 + 0'56"027
    21 41 A.ESPARGARO HONDA 0'56"352 + 0'56"352
    22 44 K.ABRAHAM APRILIA 0'56"753 + 0'56"753
    23 16 M.CONTI HONDA 0'57"435 + 0'57"435
    24 35 R.DE ROSA APRILIA 0'59"703 + 0'59"703
    25 21 M.TUNEZ APRILIA 0'59"842 + 0'59"842
    26 9 M.RANSEDER KTM 1'00"567 + 1'00"567
    27 18 N.TEROL DERBI 1'00"793 + 1'00"793
    28 23 L.BARONI HONDA 1'09"219 + 1'09"219
    29 45 I.TOTH APRILIA 1'20"747 + 1'20"747
    30 53 S.GROTZKYJ APRILIA 1'22"635 + 1'22"635
    31 20 R.TAMBURINI APRILIA 1'28"342 + 1'28"342
    32 26 V.BRAILLARD HONDA 1'29"066 + 1'29"066
    33 13 D.LOMBARDI APRILIA 1'33"910 + 1'33"910
    34 37 J.LITJENS HONDA 1'34"580 + 1'34"580
    35 12 F.SANDI APRILIA 1'42"683 + 1'42"683
    36 36 M.KALLIO KTM 3 lap(s)
    37 38 B.SMITH HONDA 7 lap(s)
    38 63 M.DI MEGLIO HONDA 9 lap(s)
    39 15 M.PIRRO APRILIA 16 lap(s)


    :cool:
  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4361399
    Classe 250 Risultati:
    P. No. Piloti Scuderia Tempo Scarto
    01 4 H.AOYAMA KTM 0'00"000
    02 80 H.BARBERA APRILIA 0'00"401 + 0'00"401
    03 34 A.DOVIZIOSO HONDA 0'00"467 + 0'00"467
    04 15 R.LOCATELLI APRILIA 0'00"641 + 0'00"641
    05 55 Y.TAKAHASHI HONDA 0'02"555 + 0'02"555
    06 50 S.GUINTOLI APRILIA 0'10"554 + 0'10"554
    07 96 J.SMRZ APRILIA 0'12"534 + 0'12"534
    08 25 A.BALDOLINI APRILIA 0'16"887 + 0'16"887
    09 14 A.WEST APRILIA 0'17"348 + 0'17"348
    10 19 S.PROTO HONDA 0'20"910 + 0'20"910
    11 58 M.SIMONCELLI GILERA 0'28"425 + 0'28"425
    12 7 A.DE ANGELIS APRILIA 0'35"956 + 0'35"956
    13 36 M.CARDENAS HONDA 0'48"291 + 0'48"291
    14 28 D.HEIDOLF APRILIA 1'00"604 + 1'00"604
    15 54 M.POGGIALI KTM 1'03"888 + 1'03"888
    16 16 J.CLUZEL APRILIA 1'09"340 + 1'09"340
    17 24 J.CARCHANO HONDA 1'38"360 + 1'38"360
    18 22 L.MORELLI APRILIA 1'59"179 + 1'59"179
    19 40 S.SOFUOGLU HONDA 1 lap(s)
    20 21 A.VINCENT HONDA 12 lap(s)
    21 57 C.DAVIES APRILIA 12 lap(s)
    22 23 A.TIZON HONDA 13 lap(s)
    23 73 S.AOYAMA HONDA 19 lap(s)
  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4361400
    Classe MotoGp Risultati:

    01 33 M.MELANDRI HONDA 0'00"000
    02 27 C.STONER HONDA 0'00"200 + 0'00"200
    03 69 N.HAYDEN HONDA 0'05"458 + 0'05"458
    04 46 V.ROSSI YAMAHA 0'06"209 + 0'06"209
    05 24 T.ELIAS HONDA 0'06"587 + 0'06"587
    06 65 L.CAPIROSSI DUCATI 0'16"682 + 0'16"682
    07 71 C.VERMEULEN SUZUKI 0'16"777 + 0'16"777
    08 56 S.NAKANO KAWASAKI 0'21"537 + 0'21"537
    09 5 C.EDWARDS YAMAHA 0'22"847 + 0'22"847
    10 6 M.TAMADA HONDA 0'30"483 + 0'30"483
    11 15 S.GIBERNAU DUCATI 0'30"543 + 0'30"543
    12 17 R.DE PUNIET KAWASAKI 0'34"284 + 0'34"284
    13 10 K.ROBERTS Jr KR 0'45"112 + 0'45"112
    14 26 D.PEDROSA HONDA 0'53"525 + 0'53"525
    15 7 C.CHECA YAMAHA 0'59"855 + 0'59"855
    16 66 A.HOFMANN DUCATI 1'01"241 + 1'01"241
    17 21 J.HOPKINS SUZUKI 1'38"628 + 1'38"628
    18 77 J.ELLISON YAMAHA 1 lap(s)
    19 30 JL.CARDOSO DUCATI 7 lap(s)
  4. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4361401
    Commenti e riassunti:
    MotoGP:
    [motogp.racing-live]:
    Vincitore del primo Gran Premio di Turchia l'anno scorso, Marco Melandri ha ripetuto quest'impresa, imponendosi nuovamente questo pomeriggio, al termine di una corsa scatenata, incerta fino al traguardo.

    Le condizioni di pista erano perfette questo pomeriggio per accogliere i centauri delle MotoGP. I rappresentanti della Bridgestone avevano brillato in qualifica, sul bagnato, e quando si sono spente le luci sono scattati in testa.

    Partito benissimo dalla pole position, Vermeulen si è subito impadronito della testa, chiudendo il primo giro davanti a Gibernau e Hopkins. Dietro di loro, si stava già formando un gruppetto di Honda gommate Michelin con Hayden, Stoner e Melandri.

    Dietro, Valentino Rossi ha subito incontrato qualche difficoltà. Qualificato indietro sulla griglia di partenza, l'italiano ha iniziato ad attaccare presto per cercare di recuperare posizioni. Ma nel 2° giro il campione del mondo in carica è andato largo ed è passato dalla nona alla quattordicesima posizione ! E' allora iniziata una lunga rimonta per Rossi, un'impresa affannosa.

    Davanti, i piloti Honda hanno iniziato una lotta scatenata mentre era ormai sicuro che quelli gommati Bridgestone non avrebbero retto. Dopo i primi quattro giri, Vermeulen era già retrocesso in sesta posizione – Gibernau e Hopkins erano allora gli unici a mantenersi in testa, ai primi due posti.


    La carica degli avversari della Michelin è stata lanciata da Stoner che ha attaccato Hopkins alla fine del quinto giro. Nonostante fosse partito male (era 13° alla fine del 1° giro), Pedrosa è riuscito a raggiungere il gruppo degli inseguitori e si è inserito anch'egli nella lotta agli avamposti. Sete Gibernau è stato ripreso poco a poco e ha iniziato a cedere terreno, così come Hopkins e Vermeulen.

    Così si è formato un quartetto Honda in testa con Melandri (passato al comando al 9° giro), Hayden, Stoner e Pedrosa. La lotta tra questi quattro piloti ha ritmato tutto il resto della corsa e l'esito della gara è stato incerto fino all'ultimo momento. Pedrosa e Melandri hanno cercato di scappare verso l'11° giro ma Hayden e Stoner non glielo hanno permesso.

    Nello stesso momento Hopkins ha dovuto subire dopo il danno anche la beffa, tornando ai box per cambiare le gomme. L'anglo-americano è tornato in pista ma questo tempo perso lo ha costretto a tagliare il traguardo in 17° posizione. Non segna neanche un punto quindi, nonostante un inizio di gara alla grande !

    Pedrosa è riuscito a portarsi al comando della corsa e si è mantenuto al vertice per diversi giri mentre Hayden, che ha cercato di raggiungerlo, ha iniziato a dare segno di qualche problema di stabilità con la moto. Le difficoltà dell'americano sono forse state dovute alle sue gomme Michelin in quanto è successo più volte, nel finale della corsa, che andasse largo in curva, perdendo tempo prezioso sugli avversari.

    Alla fine del 17° giro Melandri è tornato in testa. Dietro di lui, Stoner, Pedrosa e Hayden continuavano a minacciarlo. Poco a poco l'americano è stato staccato da questi tre piloti che si sono giocati la vittoria fino alla fine. Colpo di scena all'inizio dell'ultimo giro : Pedrosa è caduto, perdendo l'anteriore in frenata, forse perché ha provato il tutto per tutto per non lasciare Melandri e Stoner duellare per la vittoria senza di lui !

    Stoner si è portato al comando e si è mantenuto in testa per quasi tutto il giro finale, prima che Melandri tirasse fuori l'attacco decisivo, in una delle ultime curve del circuito turco. Una volta passato in testa, l'italiano è stato irraggiungibile e ha conquistato così la sua seconda vittoria consecutiva all'Istanbul Park, la prima di questa stagione.

    Stoner da parte sua sale comunque sul secondo gradino del podio, ottenendo il suo primo podio nelle MotoGP, il primo anche per il team LCR Honda. Con quasi quattro secondi di ritardo su questi due piloti, Nicky Hayden ha tagliato il traguardo in terza posizione, ‘nero' per aver perso una nuova occasione di imporsi.

    Rossi ed Elias hanno raggiunto l'arrivo rispettivamente in quarta e quinta posizione, davanti a Capirossi e Vermeulen. Seguono Nakano, Edwards e Tamada. Gibernau ha dovuto accontentarsi dell'undicesimo posto finale, davanti a De Puniet, Roberts Jr, Pedrosa (ripartito nonostante la caduta) e Checa. Hanno concluso la corsa fuori dalla zona punti Hofmann, Hopkins ed Ellison.

    Nonostante la sua delusione, Nicky Hayden passa in testa al Mondiale con 52 punti. Loris Capirossi è secondo con una lunghezza di ritardo sull'americano della Repsol Honda. Grazie alla sua vittoria odierna, Marco Melandri è terzo (45 punti) davanti a Stoner (41 punti) e Rossi (40 punti).

    Prossimo appuntamento tra due settimane a Shanghai per il Gran Premio della Cina.
  5. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4361402
    Commento e riassunto:
    250
    [motogp.racing-live]

    La gara delle quarto di litro è iniziata sotto un cielo nuvoloso e con una temperatura ambientale di 16°C, mentre sull'asfalto il termometro indicava 25°C.

    I piloti delle prime due file sono scattati tutti abbastanza bene, tranne Lorenzo che è rimasto invece un po' indietro. Ed alla prima curva c'è stato subito un colpo di scena.

    Shuhei Aoyama ha toccato Lorenzo, i due sono finiti a terra concludendo la loro gara dopo pochi metri. Sempre nello stesso punto sono finiti al suolo anche Porto, ma l'argentino ha potuto continuare, Danese, Ballerini e Palumbo, insomma una prima curva catastrofica !

    Al primo passaggio Dovizioso è passato per primo seguito da Takahashi, De Angelis, Barbera, Hiroshi Aoyama, Simoncelli, Giuntoli, Vincent, Smrz e Locatelli. Quest'ultimo ha recuperato nello spazio di pochi giri numerose posizioni portandosi agli avamposti e rimanendoci fini a fine gara.

    Si è così formato un gruppo di sette di piloti in vetta, costituito da Barbera, Dovizioso, Hiroshi Aoyama, Locatelli, Takahashi, De Angelis e Giuntoli, il quale dopo un po' ha perso contatto con gli altri sei che hanno proseguito la corsa vicini fino all'arrivo.


    De Angelis è rimasto al comando per alcuni giri nell'ultima parte del Gran Premio, ma il finale ha riservato ancora un colpo di scena. In un rettilinei Barbera ed il sammarinese si sono toccati. De Angelis è riuscito miracolosamente a rimanere in sella finendo poi nello spazio di fuga alla curva seguente.

    La vittoria è stata conquistata da Hiroshi Aoyama che ha battuto Barbera nelle ultime curve. Per il giapponese si tratta del suo secondo successo dopo quello ottenuto in Giappone l'anno scorso.

    Andrea Dovizioso ha completato il podio dopo una gara condotta sempre all'attacco dal primo all'ultimo giro. Locatelli ottiene un buon quarto posto, anche se l'italiano aveva buone chance di salire sul podio. Quinta piazza per Takahashi davanti a Giuntoli, Smrz, Baldolini, West, Porto, Simoncelli, De Angelis, Cardenas, Heidolf e Poggiali che completa la top 15 segnando quindi l'ultimo punticino a disposizione.

    Da segnalare infine che Simoncelli è scivolato all'undicesimo passaggio, ma è riuscito a riprendere la gara in 13° posizione. Stesso scenario per Arnaud Vincent, scivolato all'esterno di una curva. Il francese è ripartito, ma in seguito è stato comunque costretto al ritiro. Si sono ritirati poco prima di metà gara anche Arturo Tizon e Chaz Davies.

    Fuori dalla top 15 è giunto 18° Morelli, ultimo italiano al traguardo.

    In campionato Dovizioso passa al comando con 52 punti davanti a Lorenzo con 50. Hiroshi Aoyama sale al terzo rango con 46 punti davanti a Barbera con 44 e Locatelli con 38.
  6. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4361403
    Commenti e riassunti:
    125
    [motogp.racing-live]

    Il Gran Premio di Turchia, terza manche del Campionato del Mondo 125cc, ha segnato la fine della breve serie di vittorie di Alvaro Bautista che, dopo essersi imposto due volte consecutive, ha dovuto cedere il primo gradino del podio ad un altro pilota.

    Eppure il pilota spagnolo, che si era qualificato in pole position, è scattato benissimo quando si sono spente le luci dell'Istanbul Park. Sono partiti bene anche il suo compagno di squadra Hector Faubel ed il pilota della KTM Mika Kallio, vice campione del mondo l'anno scorso. Tutti e tre hanno rapidamente formato un trio compatto in testa, staccandosi abbastanza in fretta dai loro avversari.

    Qualificato in prima fila con la sua Gilera, Simone Corsi è riuscito a mantenersi tra i primi al via anche se non ha potuto fare niente per impedire al trio di testa di scappare. Il pilota italiano è uscito vincitore da un duello con Gabor Talmacsi nelle prime battute della corsa, prima di battagliare per buona parte dei 19 giri con Joan Olivé.

    Questi tre piloti hanno così formato un gruppo di inseguitori particolarmente competitivo e veloce. Dietro di loro, Sergio Gadea si è poco a poco staccato dai suoi avversari dopo un inizio di gara discreto.


    Intanto in testa, Mika Kallio ha iniziato ad attaccare molto forte Bautista che è riuscito a passare al tredicesimo giro. Dietro di lui il leader del campionato e Faubel hanno retto per mantenere il contatto e preparare la lotta finale.

    Dietro, negli ultimi giri, Gadea è riuscito a raggiungere il trio di inseguitori – Olivé, Corsi e Talmacsi – ed a passarli uno alla volta. Nello stesso momento, Faubel ha alzato il ritmo, affermandosi come un terzo aspirante alla vittoria, assieme a Kallio e Bautista. A due giri e mezzo dall'arrivo, un problema meccanico ha definitivamente guastato la corsa di Kallio che ha dovuto abbandonare, lasciando i due spagnoli del team Aspar duellare per il primo gradino del podio.

    Faubel è riuscito a battere il suo compagno di squadra aggiudicandosi la sua prima vittoria della stagione, grazie ad una mossa decisiva nelle ultime curve. Bautista ha quindi tagliato il traguardo in seconda posizione mentre dietro… è stato Sergio Gadea ad incassare i punti del terzo posto. Il team Aspar ha quindi conquistato i primi tre posti di questa gara !

    Dietro di loro, Simone Corsi ha raggiunto l'arrivo in quarta posizione, davanti a Joan Olivé e Gabor Talmacsi. Lukas Pesek è settimo davanti a Zanetti, Koyama, Rodriguez, Simon e Lüthi. Lai, Nieto e Iannone completano la zona punti.

    Anche se le condizioni meteo sono migliorate rispetto a ieri è su una pista piuttosto sporca che si è disputata questa corsa, di conseguenza diverse scivolate hanno segnato questo primo confronto del giorno. Possiamo citare gli incidenti di Sandi (1° giro), Simon (5° giro), Di Meglio (11° giro) e Smith (14° giro). E' caduto anche Michele Conti nelle prime battute della corsa ed è tornato ai box zoppicando.

    Mattia Pasini avrebbe potuto essere protagonista di questa corsa ma il pilota italiano è scattato malissimo, nonostante si fosse qualificato in prima fila. Al secondo giro, le sue speranze sono definitivamente svanite a causa di una caduta. Mattia ha potuto ripartire ma in ultima posizione e, nonostante una grande rimonta nel corso della gara, ha dovuto rinunciare ad un arrivo nei punti.

    Fuori dalla top 15, ecco le posizioni dei piloti italiani : Pasini (17°), Conti (23°), De Rosa (24°), Baroni (29°), Grotzkyj (30°), Tamburini (31°), Lombardi (33°) e Sandi (35°).
  7. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4361404
  8. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4361409
    Chiedo venia, me le ero dimenticate:
    Classe 125:
    1 Alvaro Bautista (ESP) Master - MVA Aspar Team 45
    2 Hector Faubel (ESP) Master - MVA Aspar Team 35
    3 Lukas Pesek (CZE) Derbi Racing 29
    4 Sergio Gadea (ESP) Master - MVA Aspar Team 25
    5 Simone Corsi (ITA) Squadra Corse Metis Gilera 18
    - Joan Olive (ESP) SSM Racing 18
    - Gabor Talmacsi (HUN) Humangest Racing Team 18
    8 Julian Simon (ESP) Red Bull KTM GP 125 16
    - Mattia Pasini (ITA) Master - MVA Aspar Team 16
    10 Mika Kallio (FIN) Red Bull KTM GP 125 13
    11 Lorenzo Zanetti (ITA) Skilled I.S.P.A. Racing 11
    - Tomoyoshi Koyama (JPN) Malaguti Ajo Corse 11
    13 Pablo Nieto (ESP) Multimedia Racing 8
    14 Angel Rodriguez (ESP) 3C Racing 6
    15 Thomas Luthi (SUI) Elit Caffè Latte 4
    16 Fabrizio Lai (ITA) Valsir Seedorf Racing 3
    17 Federico Sandi (ITA) SSM Racing 2
    - Andrea Iannone (ITA) Ticino Hosting Campetella Jnr Team 2
    19 Raffaele De Rosa (ITA) Multimedia Racing 0
  9. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4361410
    Classe 250:
    1 Jorge Lorenzo (ESP) Fortuna Aprilia 50
    2 Andrea Dovizioso (ITA) Humangest Racing Team 36
    3 Roberto Locatelli (ITA) Team Toth 25
    4 Hector Barbera (ESP) Fortuna Aprilia 24
    5 Hiroshi Aoyama (JPN) Red Bull KTM GP 125 21
    6 Alex De Angelis (SMR) MVA Aspar Team 20
    - Yuki Takahashi (JPN) Humangest Racing Team 20
    8 Sylvain Guintoli (FRA) Equipe de France Scrab Aprilia 17
    9 Martin Cardenas (COL) Würth Honda BQR 13
    10 Sebastian Porto (ARG) Repsol Honda 9
    11 Marco Simoncelli (ITA) Squadra Corse Metis Gilera 8
    12 Manuel Poggiali (SMR) Red Bull KTM GP 125 7
    13 Jakub Smrz (CZE) AB Cardion Blauer 6
    - Arnaud Vincent (FRA) Arie Molenaar Racing 6
    15 Andrea Ballerini (ITA) Abruzzo Racing Team 4
    - Arturo Tizon (ESP) Würth Honda BQR 4
    17 Chaz Davies (ENG) Ticino Hosting Capatella Racing 3
    - Shuhei Aoyama (JPN) Repsol Honda 3
    19 Dirk Heidolf (GER) Kiefer-Bos-Castrol Honda 2
    - Alvaro Molina (ESP) Wildcard 2
    21 Anthony West (AUS) Kiefer-Bos-Castrol Honda 0
    - Alex Baldolini (ITA) Matteoni Racing 0
    - Luca Morelli (ITA) Angaia Racing 0
    - Jules Cluzel (FRA) Equipe de France Scrab Aprilia 0

  Motomondiale: GP di Turchia

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina