1.     Mi trovi su: Homepage #4363726
    Tanti bomber cambieranno squadra

    La stagione non è ancora giunta all'epilogo, ma i principali club europei stanno già pensando al mercato. E mai come quest'anno i bomber saranno i protagonisti: da Ibrahimovic ad Adriano, passando per Toni, Shevchenko e Ronaldo, per arrivare a Drogba, Cassano, Van Nistelrooy e Cristiano Lucarelli, sono tanti gli attaccanti in procinto di cambiare squadra e che già fanno sognare i tifosi di mezza Europa.

    Il prossimo mercato estivo potrebbe essere ricordato come il mercato delle grandi punte. Se le voci di calciomercato che stanno circolando negli ultimi mesi verranno confermate in sede di trattative, i principali club d'Europa rivoluzioneranno i rispettivi reparti avanzati e con questi cambieranno anche le gerarchie del calcio continentale. Solo in Italia, infatti, sono numerosi i goleador che potrebbero infiammare le trattativa. Partiamo dall'Inter, che proprio dagli attaccanti ha ricevuto l'apporto più negativo nella stagione in corso. La partenza di Adriano è qualcosa di più di un'ipotesi. Davanti ad un'offerta di 40 milioni di euro, Massimo Moratti sembra disposto a privarsi del suo bomber "triste". Al brasiliano non mancano gli estimatori, Real Madrid e Chelsea in testa. Una sua partenza potrebbe mettere in atto un effetto domino senza precedenti. Roberto Mancini sogna Henry, ma il francese è destinato al Barcellona. Allora Moratti potrebbe dirottare su Luca Toni, anche se rimangono sempre attive le piste che portano a Ronaldo e Cassano se l'Imperatore andrà a Madrid. Interessa meno la pista Drogba, che vuole lasciare il Chelsea, come quella che porta a Ruud Van Nistelrooy, destinato in Spagna. Vicino l'acquisto di Francesco Tavano dell'Empoli.

    In casa Juve si fa sempre più enigmatico il futuro di Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese ha disputato una stagione deludente e ha manifestato un grande nervosismo che non piace a Moggi e compagni. Il Real (sempre lui) è sulle sue tracce da tempo, ma le mosse delle merengue sono bloccate fino alle elezioni del prossimo presidente. Anche Alex Del Piero potrebbe andare all'estero: Pinturicchio piace molto all'Arsenal di Wenger, che segue anche Martins dell'Inter. Dalla Spagna se ne andranno Larsson e Giuly, che lasceranno il loro posto nel Barcellona a Thierry Henry.

    Sale la preoccupazione anche in casa Milan, dopo l'ultimo (ed ennesimo) segnale di nervosismo di Andriy Shevchenko nei confronti di Carlo Ancelotti. Il bomber ucraino, sebbene a parole abbia minimizzato, potrebbe cedere alla corte dell'amico Roman Abramovich, disposto a fare follie per portarlo al Chelsea. In quel caso Hernan Crespo potrebbe fare il percorso contrario e tornare ad abbracciare Ancelotti in rossonero. Nel mirino dei rossoneri anche Cristiano Lucarelli, che lascerà Livorno a fine stagione. A questo punto resta da capire solo chi darà il la al valzer delle punte che coinvolge mezza Europa.
  2.     Mi trovi su: Homepage #4363727
    Il problema principale è l'ingaggio

    Barcellona e Inter è da tempo che lo stanno tentando, ora anche la Juve entra in corsa e cerca di (ri)portare Thierry Henry a Torino. L'esperienza del 1999 non è di quelle da ricordare, ma il francese non ha chiuso le porte in faccia al club bianconero, anzi una rivincita potrebbe essere una nuova sfida per la sua straordinaria carriera. L'ostacolo è l'ingaggio: troppi i 12 milioni di euro offerti dai catalani.

    La tentazione è alta: riportare Thierry Henry in bianconero e far dimenticare quei pochi mesi nella prima parte del 1999, in cui il francese non dimostrò tutto il potenziale, andando a segno solamente 3 volte su 16 partite disputate. Rinforzare il reparto offensivo non è solo un'idea, ma una necessità della società di Corso Galileo Ferraris.
    Zlatan Ibrahimovic non ha reso secondo le aspettative, è sempre nervoso e l'incontro per il rinnovo del contratto continua a slittare: non è da escludere una possibile cessione, in parte confermata dall'indiscrezione secondo cui lo svedese starebbe vendendo la sua casa a Torino. Alex Del Piero ha disputato una grande stagione, ma il rapporto con Fabio Capello non è dei migliori e la sostituzione (l'ennesima) di Siena ha peggiorato la situazione.

    Se anche dovessero restare tutti, comunque, è fondamentale avere alternative importanti, che sono mancate quest'anno nel momento decisivo della stagione, soprattutto in Champions League. Ecco l'idea Henry e il giocatore non ha chiuso la porta, ma sta seriamente riflettendo anche sull'offerta bianconera. Il problema principale è l'ingaggio. Il Barcellona, in corsa con l'Inter e (ovviamente) l'Arsenal per il francese, ha pronto a mettere sul piatto 12 milioni di euro netti all'anno, una cifra fuori dall'orbita bianconera.
    La speranza resta aperta, visto che per Henry la questione non è tanto economica, ma la voglia di fare altre esperienze. Il francese ha detto di voler decidere dopo la finale di Champions League di Parigi. Non resta che aspettare, il 17 maggio non è poi così lontano...

  I club d'Europa ballano sulle punte

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina