1. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #4372085
    Devo dire di essere piuttosto perplesso riguardo la posizione di Galliani rispetto alle attuali vicende. Per ora sappiamo solo una cosa per certo: Moggi manipolava, secondo la stessa Procura che ha chiesto l'archiviazione, i vertici abitrali e arbitri e vertici erano contenti di poterlo soddisfare. Questo è fuori discussione, emerso chiaramente dalla richiesta di archiviazione e seppur non rilevante penalmente è moralmente inverecondo.

    Faccio fatica perciò a capire il presidente della Lega Calcio, cioè la lega che riunisce le società di calcio italiane professionistiche, quando dice di non volersi esprimere su uno dei dirigenti di questa lega. Faccio fatica perché se io fossi presidente di un condominio e un condomino si fosse comportato in maniera moralmente vergognosa la prima cosa che farei, in quanto presidente e quindi responsabile in primis, sarebbe di riprenderlo e di prenderne le distanze. Mi sembra invece di aver letto solo attestati di stima. Ma le dichiarazioni di oggi pomeriggio mi preoccupano di più e aumentano la mia perplessità: "Si continua a parlare di macchie quando, per ora, non c'è traccia di nulla. Io spero che, se verrà fuori qualche problema, venga risolto prima dei Mondiali. Ma queste macchie sono tutte da scoprire e da vedere". Tradotto: se non c'è nulla di penalmente rilevante, a noi va bene così. Sono perplesso. E ancora: ""Rigore assoluto dal prossimo campionato in avanti. Bisogna trasformare il male in bene e per fare questo bisogna introdurre nuove norme". Tradotto: chi ha dato ha dato e chi ha avuto ha avuto, dall'anno prossimo però niente più birboni.

    Non so voi ma io sono molto perplesso. Non capisco perché il Presidente di Lega si comporti così. Non mi aspetto certo urla e strepiti ma neanche che "quest'anno, vabbeh, è andata così" e che "non c'è nulla per ora". Come dicevo, stante le cose non mi aspetto nessuna condanna in sede sportiva per chi è ancora nel calcio, però non mi aspettavo una posizione così da tarallucci e vino da una persona che stimo soprattutto perché spesso si rifa al commissione Stern della NBA, che in un caso così probabilmente avrebbe preso il Moggi della situazione e lo avrebbe trascinato in tribunale lui stesso.
  2. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #4372086
    Milano, 11 maggio - Adriano Galliani al termine del Consiglio di Lega ha dato tempo un`estate al calcio per guarire: `Deve essere cosi``. Il presidente della Lega Calcio, uscendo da via Rosellini, ha ribadito: `E` ovvio ed evidente che bisogna partire per il prossimo campionato, al via l`ultima domenica d`agosto, con tutte quelle cose che abbiamo chiesto che vengano adottate con il nostro comunicato. Il Codice Etico e` stata una mia idea che ho portato in Consiglio oggi e che e` stata accettata all`unanimita``. Alla ragione di questa richiesta di autoregolamentazione il bisogno di certezze. Galliani, infatti, prosegue: `Credo che tutti gli addetti ai lavori debbano assolutamente adottarlo con delle regole chiare e precise, e con delle sanzioni per chi eventualmente non dovesse rispettare le norme che andremo a fissare durante l`estate`.

    Questo e` l`anno zero del calcio italiano? `No, io credo proprio che sia un`occasione. Bisogna essere bravi, ogni volta, a trasformare un male in un bene, quindi bisogna assolutamente, al di la` del capire cosa e` successo, introdurre nuovi norme e regole comportamentali. Sono certo che anche il calcio lo puo` fare. Certamente ci sara` rigore assoluto dal prossimo campionato in poi`.

    Si torna a parlare, poi, del presunto conflitto di interessi tra la presidenza del Milan e quella della Lega. E Galliani e` categorico: Il governo della Lega e` retto da persone che sono tutte rappresentanti di club, non capisco perche` dovrebbe avere un conflitto di interessi il Milan e non per esempio il Palermo di Zamparini, o Cellino, o Facchetti o Garrone, eccetera. Il conflitto non c`e` perche` le regole della Lega prevedono che i dirigenti della stessa Lega siano dirigenti di club. Non siamo la Federazione, siamo l`Assemblea di categoria e ovviamente siamo composti da esponenti della categoria, e` ovvio ed evidente. Ognuno di noi e` contemporaneamente dirigente di Lega e rappresentante di uno dei club, non capisco perche` periodicamente saltino fuori queste storie`.
  3. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #4372087
    Lega: Zamparini `Io e Galliani dovremmo lasciare`

    Milano, 11 maggio - Zamparini al termine del Consiglio di Lega: `Serve un cambiamento radicale. Anche io e Galliani dovremmo dimetterci`. `Il Consiglio ha espresso la volonta` di andare verso un cambiamento radicale, a mio avviso non solo in Federazione ma anche in Lega - ha detto il presidente del Palermo e vicepresidente di Lega - La Lega dovrebbe essere affidata a un commissario esterno. Su questa ipotesi abbiamo discusso piu` volte e siamo tutti d`accordo tranne Galliani`.

    ------------------------------------------------------

    Lega: Galliani a Zamparini `Perche` dimettermi?`

    Milano, 11 maggio - Galliani replica a Zamparini: `Dimissioni? Casco dalle nuvole. Non capisco perche` dovrei darle adesso`. `L`argomento non e` mai stato discusso da nessuno in Consiglio, e` una posizione personale del signor Zamparini - ha detto il presidente di Lega - Sono stupefatto, non capisco perche` dovrei dimettermi, anche perche` le dimissioni in Italia sono segno di debolezza. Perche` dovrei darle adesso? Non c`e` nessuna motivazione`.
  4.     Mi trovi su: Homepage #4372088
    io sono perplesso sui tuoi dubbi

    ma perchè ? veramente ti aspettavi una qualsiasi parola di condanna dal Presidente della Lega, che in questo caso è anche uno dei dirigenti della società che io reputo amica e SOCIA della JUve ed è anche il sottoposto di un altro personaggio che "non ha un grande rapporto con qualsiasi cosa che abbia a che fare con la giustizia e la magistratura ??

    Se pensi che questo potrebbe portare ad un "nulla di fatto" o quasi, non ci credo più di tanto, stanno emergendo cose talmente grosse che mi pare impossibile che qualcuno possa anche solo pensare di nasconderle

    e se sarà accertata la corruzione di arbitri e funzionari dalla giustizia penale, la giustizia sportiva non potrà far finta di nulla


    Cmq la presunta "stretta Amicizia" a livello societario tra Milan e Juve è solo una mia illazione r non credo coinvolga il Milan nella faccenda delle partite truccate
  5.     Mi trovi su: Homepage #4372090
    ho l'impressione che se tace un motivo c'è. E mi sa che questo motivo è: "non c'è nessuno che poteva dire di non sapere".
    Io sono solo incazzato e vorrei che ci fosse pulizia, vorrei che la juve andasse in serie B per tutte queste cose, vorrei che Moggi, Giraudo, ma TUTTE le persone che hanno avuto contatti e intercettazioni con questi, che davano l'idea di sapere e tacitamente (ma anche no) acconsentire venissero radiate PER SEMPRE dal mondo del calcio. Vorrei che togliessero alla juve lo scudetto dell'anno scorso, e probabilmente, se viene accertato anche quello di quest'anno. Vorrei che se i 4 giocatori della juve sono realmente colpevoli di calcio scommesse vengano squalificati, come quella volta Paolo Rossi. E per calcio scommesse il Milan finì in serie B, con l'Inter che dovette prestarle 4 o 5 giocatori per tornare in A!!!
    Ma sono solo incazzato perchè so che questo non succederà.
    Galliani mi sa che è come tutti gli altri. C'è un'omertà paurosa anche in questo momento.
    Moratti si sta facendo la figura del cretino: perchè caxxo non parli? Ci hai rimesso milioni e milioni, è chiaro lo scenario, ora esplicati! Di qualcosa! Incaxxati porco mondo, o non ne sei capace? Ci hanno rubato dalle mani campionati che tutti credevamo regolari, ma caspita ti gireranno le paxxe, sì o no?
    Oppure c'è qualcos'altro sotto? E tutti sapevano? E tutti vanno d'accordo così?
    Come dici sempre tu, scud, SUVVIA!! E' ora che queste cariche si dimettano: Galliani, Zamparini e colleghi. L'ha fatto per primo Carraro ora c'è bisogno di aria fresca che faccia pulizia totale, deve ridare solo credibilità al calcio, cosa che in questo momento non ne ha e se dopo il processo per doping salta anche questo non ne avrà più....
  6. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #4372091
    Originally posted by common
    io sono perplesso sui tuoi dubbi

    ma perchè ? veramente ti aspettavi una qualsiasi parola di condanna dal Presidente della Lega, che in questo caso è anche uno dei dirigenti della società che io reputo amica e SOCIA della JUve ed è anche il sottoposto di un altro personaggio che "non ha un grande rapporto con qualsiasi cosa che abbia a che fare con la giustizia e la magistratura ??
    [/QUOTE]

    Condanna forse è chiedere troppo, però non mi aspettavo una minimizzazione delle cose. In quest'ottica, lo stesso codice etico mi fa scappare da ridere: non può certo essere più ferreo di quello sportivo per il quale, secondo Galliani stesso, i fatti di questi giorni su Moggi sarebbero solo "pissi pissi bau bau".

    [QUOTE]Originally posted by common

    Se pensi che questo potrebbe portare ad un "nulla di fatto" o quasi, non ci credo più di tanto, stanno emergendo cose talmente grosse che mi pare impossibile che qualcuno possa anche solo pensare di nasconderle
    [/QUOTE]

    Io parlo di quanto è emerso per certo. Per certo Moggi e Pairetto e marginalmente Giraudo sono coinvolti eticamente. Pairetto è già stato fatto fuori, Moggi e Giraudo dimissionari: visto che escludo sanzioni per la società in termini di punti, i puniti saranno oramai comunque al di fuori del mondo del calcio. Se verrà fuori altro ovviamente mi riservo di cambiare opinione in merito.

    [QUOTE]Originally posted by common

    e se sarà accertata la corruzione di arbitri e funzionari dalla giustizia penale, la giustizia sportiva non potrà far finta di nulla
    [/QUOTE]

    Questo è evidente ma per ora non c'è nulla. Anzi, ogni volta che filtra qualcosa è non rilevante penalmente.

    [QUOTE]Originally posted by common

    Cmq la presunta "stretta Amicizia" a livello societario tra Milan e Juve è solo una mia illazione r non credo coinvolga il Milan nella faccenda delle partite truccate


    Ribadisco la mia convinzione che le due milanesi, per modello di business, sono estranee a questo tipo di "mafietta". Resta il fatto che qui l'aria in Lega mi sembra da "il passato è andato, sistemiamoci per il futuro" che non capisco, tanto più che Galliani sembra essere assolutamente al di fuori da ogni questione e quindi libero di dirsi eventualmente indignato.
  7.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4372092
    a me sembra una cosa palese(ma potrei sbagliarmi)...finchè non c'è una condanna definitiva non si può esprimere un giudizio,perchè nel caso in cui si fosse sconfessati si farebbe la figura del pirla...galliani ricopre un ruolo importante è proprio per questo sa che cio che conta è esser giudizioni....moratti che per quanto capisca poco di calcio è intelligente da questo punto di vista fa la stessa cosa...chi invece probabilmente ha poco da perdere (l'immagine gia compromessa) parla e straparla ma di quelle parole non resterà nulla...fossi in galiani/moratti farei la stessa identica cosa....in fondo si sa...un conto è che c'è un indagine un conto è che c'è la condanna....se dal punto di vista morale la condanna è gia stata emessa dal punto di vista giudiziario no e quindi chi ricopre ruoli importanti deve taciere
  8.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4372093
    per dovere di cronaca:

    MILANO, 11 maggio 2006 - I FATTI DI OGGI
    Gli aggiornamenti della giornata in tempo reale:
    18.52: Pressioni esercitate da Luciano Moggi sul commissario tecnico della Nazionale Marcello Lippi per favorire la convocazione in azzurro di calciatori che fanno riferimento ai procuratori della Gea World per la tutela dei loro interessi: secondo l'agenzia Ansa è quanto emergerebbe dall'inchiesta condotta dai pm di Napoli Filippo Beatrice e Giuseppe Narducci. La circostanza, che non sarebbe ritenuta dai magistrati rilevante sotto il profilo penale, secondo le indiscrezioni, sarebbe venuta alla luce in alcune delle numerose intercettazioni telefoniche disposte nel corso delle indagini, che sono state avviate nell'autunno del 2004.
    17.33: Al termine del consiglio di Lega Maurizio Zamparini ha detto: "Occorre un cambiamento radicale anche in Lega e io e Galliani dovremmo dimetterci. Il presidente del Palermo ha aggiunto: "Siamo tutti d'accordo fuorchè Galliani, in Lega ci vorrebbe "un presidente esterno o, a turno uno di noi e un amministratore delegato che lavori bene". Quanto alla vicenda delle intercettazioni "ho pensato con grande tristezza a uomini che conoscevo bene e ho frequentato spesso. Proprio ieri ho sentito Moggi al telefono e mi è parso un uomo morto. Con grande tristezza l'ho invitato però a rialzarsi".
    17.00:Adriano Galliani prova a dribblare i giornalisti, rimandando tutti al comunicato stampa della Lega. Poi cede, e risponde ai cronisti, partendo dagli scandali che stanno travolgendo e sconvolgendo il calcio. "Non mi aspettavo questo caos - ammette il presidente della Lega calcio -. Si parla di scommesse, di intercettazioni, ogni giorno esce una cosa nuova e non si sa se si tratta di cose vere o false, ormai è diventato veramente un tiro al piccione. Io dico solo che se qualcuno ha sbagliato pagherà, ma il calcio si riprenderà. Voi mi parlate di continue macchie sul calcio, ma sono tutte macchie da scoprire e da vedere, finora nessuno, nè la Lega nè la Federcalcio ha visto nulla. Io non dico che tutto va bene, ma penso che prima bisogna conoscere le cose e poi capire cosa fare. Finora sono tutti pissi pissi bau bau, ovvero ci sono rumors e non fatti. Non credo bisogni tratte conclusioni affrettate o condanne". Secondo Galliani i problemi del calcio "verranno risolti in estate". Riguardo al comunicato della Lega e la necessità di darsi nuove regole, l'a.d. del Milan spiega: "il codice etico è stata una mia idea che oggi il Consiglio ha apporovato all'unanimità, devono esserci regole chiare e precise con eventuali punizioni per chi non dovesse rispettare questo codice etico". Su quel che saranno le sue prossime mosse ribadisce l'intenzione di voler restare al sup posto: "Non capisco perchè dovrei dimettermi, la Lega funziona perfettamente quindi non riesco a capire perchè dovrei dimettermi". "E' assurdo esprimere pareri senza avere conoscenza delle cose" e quindi "lo scudetto della Juventus non sarebbe sub-judice. Non ho nessun motivo - ha aggiunto - per pensare che sia sub judice".
    16.30: "Sono anni che dico che c'è una malattia profonda del calcio e che bisognerebbe mettersi attorno al suo capezzale per trovare una soluzione. Altrimenti il rischio può essere la distruzione di questo sport". Così il sindaco di Roma Walter Veltroni. "Credo che questa sia di tutte le crisi la più grave. La soluzione non deve indicarla uno che fa il mio mestiere, ma quelli che sono nel mondo del calcio e soprattutto ha un grande ruolo il Coni, che lo assolverà con la determinazione e la saggezza ma anche con la coscienza che non si tratta di una crisi come le altre. È più profonda e mette in discussione l'assetto del mondo del calcio".
    16.00: "Il mio rapporto con la Gea è durato solo un anno perchè non hanno mantenuto le promesse fatte". Giovanni Tedesco tiene a precisare la sua posizione dopo le notizie pubblicate nei giorni scorsi su un suo coinvolgimento nel caso Moggi.
    15.45: "È stata una giornata molto importante, durante la quale si è parlato di tante cose". Così l'a.d. della Roma, Rosella Sensi, lasciando la sede della Lega Calcio, commenta la riunione del Consiglio convocato per discutere, tra le altre cose, anche delle dimissioni del presidente della Figc Franco Carraro. Secondo Rosella Sensi in ogni caso, "il mondo del calcio ne uscirà". Quanto invece alle dimissioni di Carraro "in questo momento non esprimo alcun commento. Preferisco stare a guardare e ad ascoltare gli altri".
    15.40: Il consiglio della Lega ha convocato l'assemblea per il 24 maggio prossimo. Al termine del consiglio è stato diffuso un comunicato in cui si "evidenzia che, in ogni caso, il calcio ha necessità di darsi nuove regole per restituire alla gente, cui esso deve la sua sopravvivenza, l'elemento indispensabile della fiducia nel sistema e nelle istituzioni". Nello stesso comunicato la Lega propone di formalizzare un codice etico.
    15.30: "Il Consiglio di Lega ha preso atto delle dimissioni di Franco Carraro da presidente della Fgci". Lo ha reso noto, uscendo dalla riunione in via Rosellini, il presidente del Livorno Aldo Spinelli.
    15.20: Il paddock non è di certo andato nel pallone, ma una battuta sullo scandalo delle intercettazioni e sulla bufera che continua ad investire il calcio italiano non poteva non scappare a Valentino Rossi. "Per me che sono interista - ha sottolineato Rossi - si mette bene: vorrà dire che avremo più possibilità di vincere qualcosa nei prossimi campionati".
    15.00:Mariano Fabiani, attuale dirigente del Genoa, è stato sentito per poco meno di un'ora dai Pm romani titolari dell'inchiesta sulla Gea. Avvicinato dai giornalisti che gli hanno chiesto se l'oggetto del colloquio con i Pm avesse riguardato le dichiarazioni polemiche fatte da Franco Dal Cin nel 2004 dopo la gara Messina-Venezia di serie B, Fabiani ha risposto: "Non si può continuare a dare credito a personaggi che hanno subito delle squalifiche".
    11.48: Il primo ad arrivare in Lega Calcio per il consiglio odierno è stato il presidente, Adriano Galliani, che ha però rinviato qualsiasi dichiarazione alla conclusione della riunione. "Siamo penalizzati e sconfitti tutti perchè è il calcio italiano che ne esce male": il presidente del Livorno Aldo Spinelli vuole evitare le chiacchiere "perchè c'è un Mondiale alle porte", ma al suo arrivo in Lega Calcio non può non commentare le inchieste che stanno sconvolgendo società e dirigenti. "È un momento difficile e inaspettato perchè sono coinvolte squadre importanti - spiega Spinelli - cerchiamo di non farlo diventare ancora più difficile. Ci vuole un cambio generale? Speriamo, ma vediamo cosa risulta davvero dalle inchieste. Ma per ora è meglio essere ciechi, muti e sordi, altrimenti si rischia di dire cose fuori luogo".
    Laconico il commento di Riccardo Garrone, presidente della Sampdoria : "Se è vero quello che si legge sui giornali sono esterrefatto e amareggiato". "Per me non è assolutamente una giornata amara". Lo ha dichiarato Claudio Lotito, presidente della Lazio, al suo ingresso in Lega Calcio. Insieme al numero della Lazio è arrivano nella sede di via Rosellini il presidente del Palermo Maurizio Zamparini che non ha rilasciato alcuna dichiarazione.
    Vincenzo Matarrese, vicepresidente della Lega e presidente del Bari: "Non ci sono rivincite da prendere, delle dimissioni di Carraro ne parliamo oggi e vedremo alla fine. Le intercettazioni? Un po' era nell'aria, in fondo viviamo nel mondo del calcio. Moggi? Penso che sia un grande direttore sportivo". Per il presidente dell'Inter Giacinto Facchetti "le dimissioni di Carraro sono un atto da rispettare, ma la Lega prenderà oggi una posizione unitaria con un comunicato". Di poche parole anche l'amministratore delegato della Roma, Rosella Sensi, arrivata insieme al dirigente giallorosso Daniele Pradè: "Un'idea me la sono fatta, ma ora devo andare" ha detto tra una selva di microfoni, uno dei quali l'ha colpita in fronte.

    in grassetto l'intervento di galliani
  9.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4372094
    interessante anche l'intervento di zamparini cmq
    "17.33: Al termine del consiglio di Lega Maurizio Zamparini ha detto: "Occorre un cambiamento radicale anche in Lega e io e Galliani dovremmo dimetterci. Il presidente del Palermo ha aggiunto: "Siamo tutti d'accordo fuorchè Galliani, in Lega ci vorrebbe "un presidente esterno o, a turno uno di noi e un amministratore delegato che lavori bene". Quanto alla vicenda delle intercettazioni "ho pensato con grande tristezza a uomini che conoscevo bene e ho frequentato spesso. Proprio ieri ho sentito Moggi al telefono e mi è parso un uomo morto. Con grande tristezza l'ho invitato però a rialzarsi. "

    basta non rivotarlo:)
  10. I'm only happy when it rains  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4372095
    Io ho l'impressine che dovremmo per un anno tutti smettere di seguire il calcio in modo che sta gente capisca chi è che veramente comanda o per lo meno dovrebbe comandare.......

    Purtroppo so che sarà un sogno.......non una cosa fattibile.....però forse l'unico vero rimedio secondo me....
    Comincio a credere che non conta quanto tu ami qualcuno: forse quello che conta è quello che riesci a essere quando sei con qualcuno.
  11.     Mi trovi su: Homepage #4372096
    Ma anche io sono rimasto perplesso riguardo le affermazioni di Zio fester.
    In particolare in un momento dove si manifesta evidente un malessere nel mondo calcio che coinvolge tutti i settori istituzionali e non, nel momento in cui risulta evidente la necessita' di un azzerramento ebbene Zio Fester si guarda bene dal fare passi indietro e resta su posizioni dubbie e scomode.
    Sia perche' afferma che nella lega va tutto bene e tutto funziona a meraviglia, dimenticando tutti i problemi sulle divisioni degli introiti televisivi, sia perche' forse dimentica la sua ANOMALA posizione in leggero conflitto d'interessi.
    Riguardo alle affermazioni su Moggi andrei oltre nel senso che è proprio questa la mentalita' da combattere
    Mentalità che tende a negare l'evidenza e che rappresenta il vero problema odierno e non solo del calcio bensi a livello culturale-morale.
    Le intercettazioni nei confronti di Moggi sebbene non portano a conseguenze penali(almeno quelle relative all'indagine di torino) meriterebbero perlomeno una condanna morale soprattutto da chi ricopre un incarico istituzionale come quello del Presidente di Lega.
    Cio' non fa altro che dare adito ai sospetti di chi considera il caro ZIo Fester e "Lucky" Luciano compagnucci di merende :cool:
    solo due cose sono infinite l'universo e la stupidita' delle persone
    A. Einstein


    [SIZE=1][I]Il mago fece un gesto e scomparve la fame, fece un altro gesto e scomparve l'ingiustizia, poi un altro ancora e te
  12. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #4372097
    Originally posted by lallo
    Le intercettazioni nei confronti di Moggi sebbene non portano a conseguenze penali(almeno quelle relative all'indagine di torino) meriterebbero perlomeno una condanna morale soprattutto da chi ricopre un incarico istituzionale come quello del Presidente di Lega.


    Esattamente. Galliani nel corso dell'anno ha fatto passare una nozione per la quale il presidente di Lega non può pronunciarsi mai. Va bene, è una tattica che gli serve perché sicuramente non è facile parlare da presidente di Lega E di club. Però in questo caso quando dice che proprio lui non può parlare in quanto presidente dice una scemenza: semmai sono gli altri che hanno meno diritto a parlare, lui che è il primo rappresentante dei club dovrebbe quantomeno condannare i rapporti fra Moggi e Pairetto che da regolamento federale sono gravissimi. C'è invece evidentemente un ambiente da "siamo tutti amici" che lo porta a non fare la cosa più naturale, e cioè pronunciarsi a tutela di tutti i membri della Lega nei confronti di un membro sleale. Tra l'altro trovo fuori luogo anche questa creazione del codice di regolamentazione per il futuro: presumo serva sostanzialmente a far credere che la Lega si muove tempestivamente. Non ha altro senso pratico, perché sarebbe, in presenza dell'articolo 1 del codice di giustizia sportiva, come se una parrocchia scrivesse nel proprio codice di comportamento che non si deve uccidere: le regole in materia ci sono già, che senso ha duplicarle?
  13.     Mi trovi su: Homepage #4372098
    Ohi...State scherzando...?
    Galliani è come Moggi, ma è un Suo Padrone (di Moggi).
    Lui stesso ha definito, non più tardi di 4 giorni fa'...Moggi e Giraudo come i migliori dirigenti del Nostro (LORO) calcio.

    ...Io sono curioso di vedere che risultato decideranno per il satellite Reggina contro (?) la Juventus...

    Perchè levare uno scudo alla GIUVE dopo, quando lo si può REcalare al Bilan direttamente?:rolleyes:
  14. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #4372099
    Roma, 15 maggio - Adriano Galliani respinge chi gli chiede le dimissioni da presidente della Lega Calcio: `Siamo un`altra cosa`. Il massimo dirigente della Lega Calcio, infatti, al termine dell`incontro avuto con il vicepresidente vicario della FIGC Giancarlo Abete, ha voluto precisare: `Non ho mai pensato alle dimissioni, le leghe sono altra cosa rispetto alla Figc. Comunque, quest`incontro ci e` servito per formalizzare al Coni la richiesta di commissariamento della FIGC`.

    Infatti, al termine dell`incontro, l`ufficio stampa della FIGC ha diramato il seguente comunicato: `Il vice presidente vicario della FIGC Giancarlo Abete, il presidente della LNP Adriano Galliani, il presidente della LPSC Mario Macalli, il presidente della LND Carlo Tavecchio, il presidente dell’AIC Sergio Campana, il presidente dell’AIAC Renzo Ulivieri e il vice presidente vicario dell’AIA Cesare Sagrestani, riunitisi oggi nella sede della Federcalcio, hanno concordato che la grave situazione determinatasi non consente di operare nell’ambito di una normale funzionalita` e hanno percio` inoltrato formale richiesta al Presidente del CONI e alla Giunta esecutiva di procedere al Commissariamento della FIGC`.

  Perplessità sulla posizione di Galliani

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina