1.     Mi trovi su: Homepage #4374527
    ROMA - La conferenza stampa del centrocampista giallorosso Olivier Dacourt, parola per parola. Il francese ha salutato tutti e si è mostrato profondamente emozionato per questo addio. La sua prossima destinazione sarà l'Inter.
    Le parole di Daniele Pradè prima della conferenza stampa di Olivier Dacourt a Trigoria: "Olivier è il primo calciatore che viene salutato dalla società. Lui se lo merita. Si è sempre comportato in modo ideale. Da vero professionista. Se ci sta lasciando significa che la società e un calciatore hanno preso strade diverse. La Roma lo voleva ringraziare. La sua porta qui alla Roma è sempre aperta".
    Il saluto di Olivier Dacourt prima delle domande dei colleghi a Trigoria: "Sono venuto qui oggi perché non volevo sfuggire. Sono stato bene qui a Roma. Volevo ringraziare tutti, la società, il presidente Sensi che non sta bene, i giocatori, lo staff tecnico a Trigoria, i tifosi che sono eccezionali. A volte sono un po' troppo passionali, ma è una qualità. Amo Parigi, ma Roma è unica. Non ho mai avuto questo risarcimento da parte della gente nella mia carriera".

    Quali sono i ricordi positivi che ti porterai dentro della tua esperienza romana?
    "I ricordi sono belli. Abbiamo fatto le undici vittorie, una cosa bellissima con una rosa corta. Ma chi entrava in campo giocava come niente fosse. Abbiamo fatto un patto tra di noi, si era creata un osmosi con i tifosi. Peccato aver perso le tre finali di Coppa Italia".

    E' l'unico tuo rammarico?
    "Sì, ma fa parte della vita. Che vuoi fare...?".

    Il tuo rapporto con la gente è stato un po' controverso?
    "Io ho sempre fatto il mio lavoro. Sono orgogliosissimo di aver portato questa maglia. Posso guardarmi allo specchio perché ho sempre dato tutto. Magari non piaccio a qualcuno, ma fa parte della vita".

    Domenech non ha convocato te e Mexes per il Mondiale...
    "Lui fa le sue scelte, non si può fare niente di più".

    In Francia come è stato vissuto questo scandalo delle intercettazioni?
    "Non lo so, non guardo la tv francese. Questi giorni sono stati un po' pesanti perché dovevo andare via. Ogni volta che devi andare via da un posto vedi le cose sotto un'altra ottica. Io ogni mattina vedevo il mare, per esempio".

    Ma un'idea te la sei fatta?
    "C'è chi giudica, tra poco si arriverà ad un verdetto. Aspettiamo".

    Dove andrai?
    "Dovrei andare all'Inter. Sto bene qui in Italia. Lascio la Roma, mi dispiace, cercavo nuovi stimoli. All'Inter vogliono lo scudetto da un po' di tempo".

    Quindi solo per stimoli non hai firmato il rinnovo?
    "Sì, sono molto importanti gli stimoli. Per me dopo tre o quattro stagioni devi cambiare per avere sempre fame di vincere".

    Ti sentiresti di tornare qui una volta finito di giocare al calcio?
    "Lo dovete chiedere a Pradè...".

    Il gol più emozionante che hai fatto?
    "Quello alla Juve, anche perché era il mio primo gol alla Roma".

    L'allenatore che ti ha fatto crescere di più?
    "Capello. Mi ha dato fiducia. In generale uno impara un po' da tutti gli allenatori, anche da quelli che mi facevano giocare meno".

    Con Spalletti? C'è stato quell'espisodio di San Siro forse non troppo positivo...
    "Sì, io ho 32 anni. Chiedo rispetto e lo do sempre a tutti. Lui ha detto dopo tre giorni che aveva sbagliato. E lì ha dimostrato di essere una grande persona".

    Con la Juve hai avuto contatti?
    "No".

    Conosci Faty?
    "Non lo conosco. So che è promettente, ha futuro, per adesso ha solo 19 anni. Deve crescere, imparare questo lavoro. Forse non ha la testa, l'esperienza. Ma ha qualità".

    C'è stato un momento in cui avevate discusso il prolungamento?
    "Sì certo. Puoi avere tutte le intenzioni che vuoi per un accordo, ma sono sposato, ho quattro figli. E bisogna valutare tutto".

    Quindi non avete trovato un accordo economico?
    "Sì, forse sono troppo vecchio... Abbiamo parlato, cercato di trovare un accordo, ma alla fine non si è arrivati ad un conclusione positiva. Tuttavia resta un ottimo rapporto con la società".

    Ieri avete avuto un pranzo tra di voi. Ti hanno detto qualcosa in particolare i compagni?
    "Sì, sono le cose che non si spiegano. Magar anche vedendo e salutando un dipendente che vedi tutti i giorni, ci prendi il caffè".

    Totti che ti ha detto?
    "Non sempre bisogna parlare, bastano anche gesti".

    Hai ricevuto un regalo che ti porterai dietro della Roma?
    "No, hanno finto di piangere tutti e basta...".

    Dici di aver perso tre finali. Ora con l'Inter vuoi vincere...? La loro tradizione non è molto fortunata...
    "Hanno vinto due Coppa Italia. Dobbiamo aspettare la sentenza per altri verdetti".

    Non vai al Mondiale, il fatto di non andare tra i Mondiali, ti ha fatto cadere le braccia?
    "No, sono stato più deluso per Mexes. Lo meritava, ha fatto una stagione strepitosa. Io ho 32 anni, una famiglia e magari gli posso dedicare un po' di tempo. Di Mexes avete detto che non era all'altezza della Roma, ma lui meritava tutto".

    La stessa delusione la provi per Panucci?
    "Sì anche, ma anche lui ha 33 anni. La prende con filosofia. Per Philippe è una grande delusione".

    Ti senti di dare appuntamento alla Roma per la in Champions League?
    "Non lo so. Spero per la Roma che ci vada così avrò il premio... Però non lo so...".
    ________________________________________________________________________

    OLIVIERO GUERRIERO VERO!!!
    In questi tre anni di roma ha dato sempre il massimo anche se a volte i risultati non l'hanno premiato. Posso dire con certezza che non ha mai tirato indietro la gamba! Almeno ha avuto la faccia di salutare la gente romana.... ;)
    NON VE SIETE REGOLATI.....TOGLIETE IL BANNED A DON CAPOCCIONE.

    ..."non appartengo a questa schiera, morirò pecora nera"...

  2.     Mi trovi su: Homepage #4374529
    Originally posted by lucafiQo
    non è che sono molto contento di quest'acquisto.......! per fare la riserva a Cambiasso potevamo tranquillamente cercare qualke italiano... :(
    io proporrei di cambiargli il nome in D'acurto :asd:
    NON VE SIETE REGOLATI.....TOGLIETE IL BANNED A DON CAPOCCIONE.

    ..."non appartengo a questa schiera, morirò pecora nera"...

  3. In questo momento stai...  
        Mi trovi su: Homepage #4374538
    Originally posted by nico_giraldi
    OLIVIERO GUERRIERO VERO!!!
    In questi tre anni di roma ha dato sempre il massimo anche se a volte i risultati non l'hanno premiato. Posso dire con certezza che non ha mai tirato indietro la gamba! Almeno ha avuto la faccia di salutare la gente romana.... ;)



    :Ciaociao: buon giocatore e ottimo professionista :approved:
    quando ho pensato di iniziare a capire le donne ho capito che non avevo capito un caxxo
    :azz:

  Dacourt: "Tre anni stupendi, vado all'Inter"

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina