1.     Mi trovi su: Homepage #4376533
    Sfida tra i debuttanti Ronaldinho-Henry

    Va in scena nell'affascinante Parigi, allo Stade de France, l'atto finale della Champions League 2005/2006. A contendersi la Coppa dalle grandi orecchie Barcellona e Arsenal con i catalani che non giocano una finale di Coppacampioni dal lontano 1994, mentre i "Gunners" sono al loro primo tentativo di conquistare il trofeo più prestigioso d'Europa. Prima assoluta anche per gli attesissimi campioni Ronaldinho e Henry.

    Un sogno che durerà una notte, un verdetto inappellabile, la Coppa dei Campioni sarà lì a bordocampo a guardarli mentre si sfidano riflettendone colori ed immagini, sguardi e pensieri attraverso il suo argento luccicante ed alla fine deciderà dove andare. Spagna o Inghilterra, Barcellona o Arsenal per una sfida dalle motivazioni particolari con i blaugrana che non disputano una finale della maggiore competizione europea dal lontano 1994, mentre per i "Gunners" sarà una prima con o senza repliche questo si vedrà. E non solo la gara si presenta spettacolare grazie al blasone che accompagna le due squadre, ma soprattutto sarà interessante per merito dei protagonisti che scenderanno in campo da una parte e dall'altra. L'esperienza, il calcio tecnico e l'allegria dei blaugrana, si confronteranno con il talento, la gioventù e la praticità dei "Gunners". Due nomi, invece, daranno vita alla sfida nella sfida: Ronaldinho, il calcio che ride, il numero uno al mondo è pronto al duello senza esclusione di colpi con Thierry Henry, tutto classe ed eleganza. Sembra strano che questi due campioni si trovino di fronte come debuttanti in una finale Champions nel tentativo di realizzare un sogno che li accompagna da quando si sono affacciati al grande calcio, perchè potrebbero trovarsi compagni di squadra nella prossima stagione, perchè potrebbero essere ancora avversari, perchè questa è la loro occasione di conquistare la Coppa dei Campioni.



    LE PAROLE DEI MISTER:

    Rijkaard (Barcellona): "Noi strafavoriti? Pensarlo davvero sarebbe un grande errore. I vantaggi psicologici, in realtà, sono trappole. L' Arsenal, poi, è una signora squadra, non è solo Henry. Basterà segnare un gol più di loro. Dico sempre che il calcio è un gioco serio, significa che bisogna godere del momento e giocare con allegria. La cosa seria è il lavoro, il cameratismo, la tattica. Messi? Vedremo, migliora e siamo contenti, ma è da poco che si allena col gruppo, deciderò all'ultimo".

    Wenger (Arsenal): "Per noi si tratta di una sfida appassionante: il Barcellona ha un albo d'oro da far impallidire qualsiasi avversario ed è il favorito dai pronostici. Ha giocatori di grandissimo valore ed ha effettuato nella stagione un percorso esemplare".




    Le probabili formazioni di Barcellona-Arsenal

    Barcellona (4-3-3): 1 Valdes, 23 Oleguer, 5 Puyol, 4 Marquez, 12 Van Bronckhorst, 24 Iniesta, 15 Edmilson, 20 Deco, 8 Giuly, 9 Eto'o, 10 Ronaldinho. (25 Jorquera, 2 Belletti, 6 Xavi, 17 Van Bommel, 3 Motta, 7 Larsson, 14 Ezquerro o Messi). All.:Rijkaard

    Arsenal (4-5-1): 1 Lehmann, 27 Ebouè, 28 Tourè, 23 Campbell, 3 Cole, 13 Hleb, 15 Fabregas, 19 Gilberto Silva, 8 Ljungberg, 9 Reyes, 14 Henry. (24 Almunia, 20 Senderos, 36 Djorou, 16 Flamini, 7 Pires, 10 Bergkamp, 11 Van Persie) All.: Wenger

    Arbitro: Hauge (Nor)
  2.     Mi trovi su: Homepage #4376534
    Posa con maglia del Barça, sostituito

    E' costata cara la foto con addosso la maglia del Barcellona a Ole Hermann Borgan, guardalinee norvegese che doveva far parte della terna che mercoledì dirigerà la finale di Champions League Barcellona-Arsenal. L'Uefa ha deciso di sostituirlo con connazionale Sundet. "E' stato un gesto avventato e stupido - si era giustificato l'assistente - Non ho pensato alle conseguenze quando mi è stato chiesto di indossare la maglia".

    Una leggerezza e anche un misunderstanding stanno alla base della foto che ritrae Ole Hermann Borgan, assistente di linea dell'arbitro Hauge designato per dirigere l'ultimo atto della Champions League, con indosso la maglia del Barcellona sorridente e pubblicata dal quotidiano norvegese Dammens Tridende. Sia l'Arsenal che il Barcellona hanno dato scarso peso alla cosa, ma alla Uefa non è andata giù la bravata. Niente finale per Borgan, sostituito dal connazionale Arild Sundet. All'incauto guardalinee non sono bastate le scuse e le parole di rassicurazione. "Non c'è motivo per dubitare della mia imparzialità - ha detto - Non faccio il tifo per nessuna delle due squadre".

    Secondo quanto riferisce il quotidiano norvegese, Borgan avrebbe dovuto fare un servizio fotografico indossando le maglie di entrambe le finaliste. L'assistente, però, aveva solo la maglia del Barcellona e quindi nell'edizione del martedì è uscita solo quella foto.
  3.     Mi trovi su: Homepage #4376538
    Originally posted by Pezzotto
    Posa con maglia del Barça, sostituito

    E' costata cara la foto con addosso la maglia del Barcellona a Ole Hermann Borgan, guardalinee norvegese che doveva far parte della terna che mercoledì dirigerà la finale di Champions League Barcellona-Arsenal. L'Uefa ha deciso di sostituirlo con connazionale Sundet. "E' stato un gesto avventato e stupido - si era giustificato l'assistente - Non ho pensato alle conseguenze quando mi è stato chiesto di indossare la maglia".

    Una leggerezza e anche un misunderstanding stanno alla base della foto che ritrae Ole Hermann Borgan, assistente di linea dell'arbitro Hauge designato per dirigere l'ultimo atto della Champions League, con indosso la maglia del Barcellona sorridente e pubblicata dal quotidiano norvegese Dammens Tridende. Sia l'Arsenal che il Barcellona hanno dato scarso peso alla cosa, ma alla Uefa non è andata giù la bravata. Niente finale per Borgan, sostituito dal connazionale Arild Sundet. All'incauto guardalinee non sono bastate le scuse e le parole di rassicurazione. "Non c'è motivo per dubitare della mia imparzialità - ha detto - Non faccio il tifo per nessuna delle due squadre".

    Secondo quanto riferisce il quotidiano norvegese, Borgan avrebbe dovuto fare un servizio fotografico indossando le maglie di entrambe le finaliste. L'assistente, però, aveva solo la maglia del Barcellona e quindi nell'edizione del martedì è uscita solo quella foto.


    che sfigato :asd:
    "Xchè? Xchèèè? 3-1, 3-2, 3-3 !!!"
  4.     Mi trovi su: Homepage #4376541
    Londra (ING), 17 maggio - Il premio per una vittoria in Champions dell’Arsenal potrebbe essere una firma. Quella di Thierry Henry. Sono state molte le voci che davano il capitano dei “gunners” ormai pronto a giocare lontano da Londra. Varie le mete. In un primo tempo erano Real Madrid e Barcellona a contenderselo a suon di milioni di euro. Poi nella trattativa era rientrata la Juventus, prima di Calciopoli e della crisi finanziaria. Infine, il Milan, alle prese con un Shevchenko tentato dalle sirene di Abrahmovic, patron del Chelsea, aveva presentato al francese dell’Arsenal come un degno sostituto. Invece, dopo tutto questo bailamme di voci e incroci, Thierry Henry potrebbe rimanere a Londra.

    E’ una possibilita` e una speranza dell’allenatore Arsene Wenger. “Sono speranzoso che Thierry contribuira` con la sua classe al successo nella finale. In caso di vittoria potrebbe anche rimanere”. Il quotidiano inglese Mirror riporta l’opinione di Freddie Ljungberg: “Voglio che lui resti, tutti lo vogliono”. L`argomento definitivo per convincere il francese sarebbe la vittoria della “coppa dalle grandi orecchie”.

  Barca-Arsenal notte da Champions

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina