1.     Mi trovi su: Homepage #4377474
    Treviso e Siena vanno sull'1-0




    Benetton Treviso-Armani Jeans Milano 83-76

    Treviso si aggiudica il primo match di una serie che nei primi 40’ ha già regalato scintille. Tecnici, antisportivi e una miriade di contatti aspri che fanno capire quanto sia sentita questa rivalità. Il primo quarto resta equilibrato con le due squadre che sembrano quasi speculari negli schemi d’attacco. Se da una parte Treviso gioca sotto canestro con Goree, Milano risponde con Blair ai quali si aggiungono i canestri di Nicholas e Gigena per il 9-9 al 5’20”. A rompere l’equilibrio sul finale di quarto le due triple in meno di 30” di Santangelo. Il playmaker trevigiano con la sua velocità manda fuori giri la difesa e lancia Treviso sul 21-13, vantaggio che raggiunge il +10 (23-13) a inizio del secondo quarto con Bryant.
    La gara si scalda con i giocatori che non risparmiano colpi duri a ogni contatto, il primo a farne le spese è proprio il nuovo arrivato Bryant che si becca un antisportivo capitalizzato da Coldebella nel 25-18 al 13’. Milano capisce che con il gioco duro può fare strada e il Benetton forza qualche tiro, si innervosisce e l’Armani Jeans con un parziale di 10-2 arriva a -1 (31-32) al 18’ con un appoggio di Blair. Bulleri, sempre sotto esame qui al Palaverde, dopo un brutto inizio (-7 di valutazione) trova due assist sotto per Shumpert che però non ne approfitta, così Goree a 19’30” centra la tripla del 39-33, con Calabria che a 5” dal termine mette i 3 liberi che fissano il 39-36 dei primi 20’.
    Bargnani, un po’ in ombra, si fa vedere al ritorno dagli spogliatoi. Sono 8 i punti del "Mago" con un paio di triple che proiettano Treviso al massimo vantaggio +11 (56-45) al 27’. In casa meneghina comincia a farsi vedere con costanza il "Bullo" e Shumpert in tap-in sigla il 56-50 prima che Schultz dalla lunga centri il -4 . Nei primi 2’ dell’ultimo quarto Bargnani e Nicholas ristabiliscono le distanze (55-45) con l’Armani che butta al vento un paio di possessi. Ma il Benetton non sa chiudere la partita complici due triple di Schultze e Fajardo e al 34’ si torna a -5 (65-60). Milano ci prova, ma non sa agganciare i padroni di casa che con un 5-0 firmato Nicholas vanno 71-62. L’Armani rientra fino al 74-70 e per 2 volte sbaglia il tiro che potrebbe riavvicinarla ulteriormente. Fajardo da una manata in faccia a Bargnani dentro l’area, gli animi si surriscaldano: tecnico al milanese e partita finita. La serie però è solo all’inizio.

    Treviso: Bargnani 20, Nicholas 19, Goree 13
    Milano: Buller 17, Shumpert 14, Blair 13





    Montepaschi Siena-Lottomatica Roma 74-64

    Nella partita più importante, il Montepaschi sfata il tabù Lottomatica. Per portare a casa gara-1, Siena si fa prendere per mano dal temperamento dell'ultimo arrivato Harissis. Il greco guida il break decisivo a fine terzo quarto e lo difende nel finale dal tentativo di Roma di rientrare, nonostante il 18% dal campo che ne ha tarpato le ali. Anche qui si è decisa la partita, perché le spallate tra i due centri a inizio gara non erano servite a spostare la partita. Chiacig realizza sette dei primi dieci punti senesi sugli scarichi e non solo, Ekezie di risposta fa ancora meglio, con i primi dodici punti capitolini approfittando delle difficoltà senesi in area. Recalcati cambia le carte in tavola rinunciando a un centro di ruolo, ma paga la debolezza a rimbalzo.
    A spezzare il lungo punto a punto ci pensano due triple in fila (a fronte dell'1/8 con cui Roma va all'intervallo) di Pecile e Thomas, che lanciano il Montepaschi fino al 29-22 al 16'. Alla Lottomatica però basta un attimo per ricucire fino al –1 al 18', antipasto del 7-0 di aggressività e determinazione con cui i capitolini riaprono le ostilità al ritorno dall'intervallo di fronte a una Siena sorpresa: al 22' siamo 31-36. Sempre decisivo nei tre precedenti era stato il terzo quarto, e anche stavolta è una partita nella partita: al break capitolino la Mens Sana risponde attaccandosi al temperamento di Boisa, protagonista con la sua energia del 12-0 che rilancia Siena sul 43-36 poco prima di metà terzo quarto.
    Roma è straordinaria nei rientri lampo, ma lo strappo che vale la parità a quota 47 accende la bolgia del Palasclavo, un fattore nel dare al Montepaschi il mordente per ripartire. Aprono ancora due triple, quelle di Thomas e Stonerook, poi sono l'incisività di Kaukenas e la scaltrezza a tutto campo di Harissis (9 punti in cinque minuti) la firma del 16-2 con cui Siena porta la partita sui suoi binari: 65-49 al 33'. Nelle mani del greco la vittoria è in banca, è la sua regia a tenere saldamente in pugno i suoi condurre in porto gara-1. A poco serve il ritorno disperato di Hawkins, il +10 finale è una liberazione per Siena.

    Siena: Kaukenas 20, Boisa 13, Harissis 12
    Roma: Hawkins 22, Ekezie 13, Bodiroga 9
  2.     Mi trovi su: Homepage #4377475
    Bologna fatica, Napoli facile




    Climamio Bologna-Angelico Biella 78-67

    Una passeggiata? Neanche per sogno. Biella cede solo nel finale, confermando che nei playoff discese non ce ne sono. La Climamio scava il divario solo nell'ultimo quarto, spinta da Belinelli e Green, palesando però un affanno eccessivo. Watson è dolorante a una caviglia, così Repesa opta per un quintetto agile con Diawara e Lorbek e qualcosa i campioni d'Italia sono costretti a pagare sotto canestro. Trascinata dai 9 punti di Frosini, Biella tiene il campo con disinvoltura nei primi due quarti. La tripla di Garri (+4, 17-21) a 1'20" dalla prima sirena conferma che per la Climamio ci sarà da sudare.
    Aggrappata al solito Becirovic e alle fiammate di Belinelli e Diawara, Bologna risale la china senza però riuscire a staccare l'Angelico, penalizzata dalle troppe palle perse (10). Anche dopo il riposo, gli ospiti riescono, con una zona capace di chiudere ogni varco, a colpire in contropiede, spiattellando un nuovo mini allungo: Sefolosha imbuca il +6 (49-55), subito annullato da una tripla di Belinelli e dai liberi di Garris. La Fortitudo però continua a soffrire il ritmo di Biella, atleticamente più in palla.
    Al 29' arriva il pareggio con due liberi di Watson, ma anche il quarto fallo di Becirovic. La Climamio trova i canestri pesanti di Ress che con due triple spinge i suoi sul +6 (64-58). Nell'ultimo quarto, la zona bolognese fa male all'Angelico che perde la via del canestro. Una sola tripla di Garri in quasi 7' spinge Biella a fondo, anche se la Climamio, per prendere il largo ci mette un po', sbagliando parecchio. Green firma il + 10 (71-61) a 3'39" dalla sirena. Una tripla di Belinelli chiude il match.

    Bologna: Belinelli 19, Becirovic 16, Garris 9
    Biella: Williams 19, Frosini 15, Bremer 12




    Carpisa Napoli-Snaidero Udine 107-87

    Napoli comincia la serie nel migliore dei modi, con una prova di forza notevole su un Udine decisamente fuori fase. Eppure per i primi 12’ si gioca su ritmi altissimi, la gara sembra molto equilibrata. Intensità a mille, la palla quasi non tocca mai terra, gli arbitri non hanno modo di sanzionare falli (appena quattro alle due squadre nei primi 10’). Udine comincia con Gigena primo terminale offensivo, Napoli si appoggia al solito Greer. Sette triple (3 Carpisa, 4 Snaidero), equilibrio assoluto tradotto nel 25-25 del 10’.
    Sul 31-30, con Spinelli in campo per Greer nel finale del primo quarto c’è la svolta dell’incontro. Il playmaker napoletano è irrefrenabile, fa numeri di alta scuola, pur segnando poco (4 punti) riesce a far girare il quintetto al meglio, trovando una distribuzione del gioco perfetta: due liberi di un concentrato Morandais al 17’ firmano il +13 (43-30) grazie a un break di 12-0. La Snaidero prova a restare attaccata al match con Di Giuliomaria e Hill, va al riposo lungo sul 48-40, ma la partita sembra stia scivolando dalle sue mani sempre più.
    Lo show napoletano (cinque uomini in doppia cifra) è tutto nei primi sette minuti della terza frazione: 30 punti realizzati in totale scioltezza, Udine non difende mai e va in barca con un -25 (73-48) dopo 26'10" che esalta il pubblico e fa arrabbiare Ma i suoi non è che possano fare granchè. La Carpisa sembra tornata quella casalinga del periodo gennaio-marzo, quando anche Roma e Treviso ne subirono lo strapotere offensivo. La fine del terzo quarto porta anche il massimo vantaggio, +27, 86-59, con una tripla di Larranaga. Gli ultimi dieci minuti non hanno più senso, la Snaidero cerca di rendere la serata meno amara, ma conta poco: è stato un esordio nei playoff tutto da dimenticare.

    Napoli: Greer 16, Rocca 16, Morandais 14
    Udine: Hill 19, Gigena 14, Jaacks 13, Zavackas 13
  3.     Mi trovi su: Homepage #4377477
    Pari anche Roma-Siena e Milano-Treviso

    Tre sfide sull'1-1 e una sul 2-0. Questo il responso di gara 2 dei quarti di finale del campionato di basket. E' la Carpisa Napoli l'unica squadra con il doppio vantaggio, dopo il successo per 92-84 sul campo della Snaidero Udine. Dopo le vittorie interne di sabato di Milano e Roma, vince in casa anche l'Angelico Biella, che supera per 85-76 i campioni d'Italia della Climamio Bologna e pareggia la serie.

    Il campionato più equilibrato degli ultimi anni viene confermato anche dalle prime gare dei playoff. Tre delle quattro serie dei quarti di finale sono, infatti, sull'1-1. I primi due pareggi sono arrivati nella serata di sabato, quando l'Armani Jeans Milano ha sconfitto per 75-65 la Benetton Treviso e la Lottomatica Roma ha battuto per 84-60 il Montepaschi Siena.
    L'ultimo, forse il più inatteso, è giunto nel tardo pomeriggio di domenica, con la vittoria dell'Angelico Biella sulla Climamio Bologna con il punteggio di 85-76. La formazione piemontese, guidata da uno straordinario Joe Smith (6/7 da 3), è stata al comando sin dai primi minuti, aumentando il vantaggio, fino ad arrivare addirittura al +23. Solamente nell'ultimo periodo, a partita già chiusa, è arrivata l'inutile e tardiva rimonta dei campioni d'Italia con Diawara.

    L'unico 2-0 è firmato Carpisa Napoli. La squadra partenopea ha espugnato il PalaCarnera al termine di una gara tesissima e combattuta fino agli ultimi secondi, che ha visto la Snaidero Udine avanti di 5 punti all'inizio dell'ultimo periodo, ma incape di mettere il break decisivo. Nel finale sono saliti in cattedra Lynn Greer, Ansu Sesay e Valerio Spinelli, quest'ultimo autore della tripla a 25" dalla fine che ha chiuso i conti.
  4. I'm only happy when it rains  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4377478
    Originally posted by Pezzotto
    Pari anche Roma-Siena e Milano-Treviso

    Tre sfide sull'1-1 e una sul 2-0. Questo il responso di gara 2 dei quarti di finale del campionato di basket. E' la Carpisa Napoli l'unica squadra con il doppio vantaggio, dopo il successo per 92-84 sul campo della Snaidero Udine. Dopo le vittorie interne di sabato di Milano e Roma, vince in casa anche l'Angelico Biella, che supera per 85-76 i campioni d'Italia della Climamio Bologna e pareggia la serie.

    Il campionato più equilibrato degli ultimi anni viene confermato anche dalle prime gare dei playoff. Tre delle quattro serie dei quarti di finale sono, infatti, sull'1-1. I primi due pareggi sono arrivati nella serata di sabato, quando l'Armani Jeans Milano ha sconfitto per 75-65 la Benetton Treviso e la Lottomatica Roma ha battuto per 84-60 il Montepaschi Siena.
    L'ultimo, forse il più inatteso, è giunto nel tardo pomeriggio di domenica, con la vittoria dell'Angelico Biella sulla Climamio Bologna con il punteggio di 85-76. La formazione piemontese, guidata da uno straordinario Joe Smith (6/7 da 3), è stata al comando sin dai primi minuti, aumentando il vantaggio, fino ad arrivare addirittura al +23. Solamente nell'ultimo periodo, a partita già chiusa, è arrivata l'inutile e tardiva rimonta dei campioni d'Italia con Diawara.

    L'unico 2-0 è firmato Carpisa Napoli. La squadra partenopea ha espugnato il PalaCarnera al termine di una gara tesissima e combattuta fino agli ultimi secondi, che ha visto la Snaidero Udine avanti di 5 punti all'inizio dell'ultimo periodo, ma incape di mettere il break decisivo. Nel finale sono saliti in cattedra Lynn Greer, Ansu Sesay e Valerio Spinelli, quest'ultimo autore della tripla a 25" dalla fine che ha chiuso i conti.


    Complimenti a Napoli.....sta dimostrando una volta di più di essere veramente un pericolo per tutti.....
    Comincio a credere che non conta quanto tu ami qualcuno: forse quello che conta è quello che riesci a essere quando sei con qualcuno.
  5. I'm only happy when it rains  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4377480
    Roma e Treviso: allungo sul 2-1
    In gara-3 dei quarti di finale dei playoff la Lottomatica passa 78-72 a Siena, mentre il Benetton doma in casa Milano 77-70. Soragna k.o.: frattura al polso destro, Mondiali a rischio

    MILANO, 23 maggio 2006 - Treviso e Roma vincono e pongono un'ipoteca sul passaggio alle semifinali. Il Benetton batte Milano al termine di una gara tirata, in cui i 26 punti di Nicholas fanno la differenza per portare la serie sul 2-1. Analogo risultato lo ottiene la Lottomatica, che passa al PalaSclavo di Siena, giovedì in casa potrà così giocarsi un match-ball.

    Siena-Roma 72-78
    di Giuseppe Nigro
    Impresa della Lottomatica a Siena. Come un anno fa, anche se allora era la prima partita e stavolta era gara-3. E come allora a guidare Roma nel momento decisivo, dopo un punto a punto all'apice dell'agonismo, sono le giocate di classe di Bodiroga e di un Hawkins che si è risvegliato quando contava e a cui il Montepaschi non ha trovato le armi per rispondere. L'avvio a dir poco contratto aveva premiato la scaltrezza di Roma, capace comunque di trovare i canestri per la fuga (1-9) che dà la prima impronta alla gara. L'attacco senese, che pure rientra fino a –5, si smarrisce in attacchi non bilanciati e nelle perse della coppia Thomas-Kaukenas. Così Roma, che non intende ripetere le percentuali da tre del resto della serie, costruisce proprio sulle triple di Tusek e Ilievski un vantaggio che tocca il 19-35 al 15'. Nel momento in cui sta per affondare, il Montepaschi si ritrova con tre triple in fila della coppia Hamilton-Thomas, asse su cui i padroni di casa costruiscono il 16-2 di parziale che in tre minuti riapre la gara sul 35-37 al 18'. E' solo l'antipasto del 10-0 che Siena costruisce con Stonerook e Kaukenas a cavallo dell'intervallo, tenendo la Lottomatica a digiuno per sei minuti. Dopo tanta fatica però Roma si conferma spietata come sa, e ci mette un minuto per rimangiare con un 8-0 il 49-45 raggiunto al 25' dal Montepaschi. Se il secondo quarto era stato il parziale degli attacchi, il terzo è quello delle difese, e da qui in poi si va avanti con un lungo punto a punto. A spezzarlo ci prova Boisa, ma è troppo solo è le giocate da campioni di Hawkins e Bodiroga (66-73 entrando nell'ultimo minuto) rendono vano qualsiasi tentativo di fermarli: la successiva persa di Stonerook è la pietra tombale su qualsiasi speranza senese, che tramonta sul 72-78 finale.

    Treviso-Milano 77-70
    di Emanuele Spironello
    Fattore campo rispettato, e il Benetton trascinato da Nicholas va in vantaggio nella serie e giovedì, ad Assago, avrà la prima possibilità di accedere alle semifinali. L’inizio di Treviso porta il nome di Bargnani, premiato prima dell’inizio del match come miglior under 22 del campionato. Tutti suoi i primi 5 punti biancoverdi, con il vantaggio che incrementa sino al 10-1, con un canestro di Goree da sotto a deviare il secondo libero sbagliato da Bryant entrato in campo al posto di Soragna che dopo 2’ subiva una forte contusione al polso destro con la frattura al metacarpo (operato domattina, Mondiali a rischio). Il primo canestro dal campo di Milano arriva dopo 4'55" con l’ex Bulleri che dopo uno 0/3 infila dalla lunga il 4-10. L’AJ tocca il -10 (4-14) anche per la scarsa vena al tiro dei suoi (0/6 da due nel primo quarto) con l’area trevigiana intasata da Goree, Bryant e Bargnani. Bulleri mette la seconda tripla (9-16) all’8', imitato da Galanda per il 12-19. Il secondo quarto si apre subito con una tripla di Nicholas che riporta il +10 (23-13), anche se Milano sembra più determinata in difesa, ma l’imprecisione al tiro penalizza non poco la squadra di Djordjevic che nei primi 5’ del secondo quarto raccoglie un misero 1/6 dalla lunetta con Treviso che resta avanti (27-18). Per fortuna che per Milano c’è Bulleri, che in 30” gira la partita. Prima spara una tripla, poi architetta una penetrazione incredibile per il 26-31. Il Benetton non trova riferimenti in attacco e con un appoggio al vetro di Fajardo e un libero di Schumpert l’Armani chiude il break di 8-0 (29-31) al 18’. La partita è molto spigolosa, come testimoniano i 29 falli commessi dalle due squadre. Le formazioni rientrano in campo sul 33-29 per Treviso, ma il sorpasso ospite arriva al 24’ con un canestro dell’altro ex Calabria 38-37. Goree (che supera i 1000 punti in serie A) e Mordente tengono a galla Treviso che però va sotto anche di 4 (44-48) con la tripla di Loncar al 27’. Qui però si chiude la gara di Milano, che a cavallo degli ultimi due quarti subisce un 16-0 (60-48) di cui 10 (2 triple) da un Nicholas indemoniato. Il fattore "Bullo" però aiuta Milano che ritorna a -5 (63-68) con 3’ sul cronometro da giocare. Nicholas si conferma "l’uomo del match" respingendo il pericolo con la tripla 72-64. Ultimi minuti giocati in lunetta ma non cambiano la storia con Treviso che va sul 2-1. Giovedì si replica.
    Comincio a credere che non conta quanto tu ami qualcuno: forse quello che conta è quello che riesci a essere quando sei con qualcuno.
  6.     Mi trovi su: Homepage #4377486
    Originally posted by razorbladeromance
    Butta tegola l'inforntunio di Soragna per Treviso.... :(


    Oltre a Soragna rotto x tutta la stagione in questa serie ci manca anche il ns. giocatore più in forma .... Rumsas Siskauskas.

    Inoltre Zizis ieri sera ha giocato 33 minuti da supereroe con 2 costole incrinate a causa di una mega botta presa nel 2o quarto.

    Ad ogni modo....milano ha xso una grande occasione ieri sera per vincere.




    torre tie :asd: :asd: :asd:
    NON LASCIARE MAI CHE LA PAURA DI PERDERE TI IMPEDISCA DI PARTECIPARE!!!
  7. aaa  
        Mi trovi su: Homepage #4377487
    Originally posted by MaestroZen
    Oltre a Soragna rotto x tutta la stagione in questa serie ci manca anche il ns. giocatore più in forma .... Rumsas Siskauskas.

    Inoltre Zizis ieri sera ha giocato 33 minuti da supereroe con 2 costole incrinate a causa di una mega botta presa nel 2o quarto.

    Ad ogni modo....milano ha xso una grande occasione ieri sera per vincere.




    torre tie :asd: :asd: :asd:
    fa niente:cool:

    i giochi sono aperti ancora:cool:
    IO il 25 Agosto 1970 C'ERO :cool:
  8.     Mi trovi su: Homepage #4377488
    Originally posted by digital_boy84
    la partita treviso-milano....che schifezza!


    Parliamone...sicuramente è meno spettacolare e si sapeva (emotivamente altrettanto valida e molto dura fisicamente...si son picchiati parecchio) ...ma xlomeno non si son visti giocatori che sul + 3 a 5 secondi dalla fine vanno a far fallo su una penatrazione consentendo alla squadra (che poi vincerà) di raggiungere i supplementari!

    Oggettivamente ginobili ha fatto una giocata da 3a categoria!
    NON LASCIARE MAI CHE LA PAURA DI PERDERE TI IMPEDISCA DI PARTECIPARE!!!

  Basket, quarti di finale playoff

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina