1.     Mi trovi su: Homepage #4379392
    Finisce nei guai il suo produttore

    La magistratura tedesca sta indagando sul fallimento della fabbrica di animali di pezza "Nici" vincitrice dell'appalto per produrre la mascotte dei Mondiali "Goleo": nello stesso ambito il fondatore della fabbrica Ottmar Pfaff è stato preso in custodia cautelare. La società, fondata nel 1986 dallo stesso Pfaff e da sua moglie, impiega 576 persone. La produzione della mascotte non dovrebbe subire interruzioni.

    "Permetterà di condurre avanti l'inchiesta in maniera più rapida e facile" ha detto Gerhard Schmitt, il presidente della magistratura di Hof, in Baviera. La produzione della mascotte dei Mondiali, un leone in tenuta da calciatore completo di scarpe da calcio e pallone, non dovrebbe subire interruzioni a causa dell'amministrazione controllata chiesta dalla Nici Ag. L’inchiesta ha messo in luce come il dirigente avesse sottratto all’azienda a rischio di bancarotta 40 milioni di euro attraverso un sistema di fatture false. L’ammanco che ne deriva, insieme al cattivo impatto sul mercato di Goleo, è alla base del fallimento della Nici, dato praticamente per certo dalla stampa tedesca. Nella vicenda è entrata anche la Fifa, che ha negato di aver pagato 28 milioni di euro per la mascotte, ma di aver versato solo una cifra che si aggira sui 3 milioni di euro, a cui vanno aggiunti le royalties.

  Mondiali: 'mascotte' in manette

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina