1.     Mi trovi su: Homepage #4380166
    E' l'idea del commissario Figc Rossi

    Nel terremoto che sta sconvolgendo il calcio italiano ecco spuntare l'idea degli arbitri stranieri che andrebbero a sostituire, a partire dalla prossima stagione, i direttori di gara implicati nello scandalo delle intercettazioni. Sempre dall'estero potrebbero arrivare dei consulenti per la ricostruzione del settore, che farà a meno del dimissionario presidente dell'Aia Tullio Lanese. Tra i papabili Ivanov e Michel.

    Quella del commissario straordinario della Figc Guido Rossi è un'idea dalla quale ripartire per rifondare il sistema arbitrale devastato dallo scandalo delle intercettazioni. Molti direttori di gara italiani saranno quasi sicuramente puniti e di conseguenza non potranno dirigere gare di campionato. Quando la bufera giuridica sarà terminata, il settore dovrà già avere una struttura che sia trasparente e che costituisca la faccia del calcio pulito. Via il presidente dell'Aia, il dimissionario Tullio Lanese, il nome sul quale si punta per il futuro è quello di Pierluigi Collina che, pero', non potrà fare tutto da solo. Per questo il movimento necessita di un aiuto esterno che potrebbe arrivare dagli arbitri stranieri chiamati, con la loro capacità professionale, a seguire le partite del massimo campionato. Dall'estero ci si affiderà anche a consulenti che avranno il compito di ricostruire l'intero movimento: e da questo punto di vista l'aiuto sarà grande per le squadre italiane che avranno a che fare con un differente metodo di arbitraggio. Tra i papabili vi sono il tedesco Markus Merk, lo slovacco Lubos Michel, l'inglese Graham Poll e il russo Valentin Ivanov. Molti, ma non tutti, saranno ai Mondiali, tanti commettono degli errori, come è capitato al norvegese Hauge, altro candidato, con l'espulsione di Lehmann nella finale di Champions League. Segno che anche i migliori sbagliano.

    Non sarebbe la prima volta che direttori di gara stranieri arrivino in Italia per arbitrare: nella stagione 55-56 ci fu un esperimento nell'ultima fase del campionato per garantirne la regolarità: in quell'occasione un gruppo di arbitri austriaci diresse dodici partite. E pensare che il calcio italiano ha 'esportato' gli arbitri, soprattutto in quest'ultima stagione: i vari Paparesta, Bertini, De Santis, Palanca, Morganti e Gabriele, per via di una norma dell'Uefa che consente di utilizzare arbitri di altre nazioni, hanno diretto partite in giro per il mondo, soprattutto in Africa e in Asia. Il caso fu affrontato dagli ex designatori Bergamo e Pairetto, ora al centro della scandalo.
  2.     Mi trovi su: Homepage #4380167
    "Ma non solo fischietti stranieri"

    Adriano Galliani apre alla proposta di Guido Rossi sui direttori di gara stranieri. "Credo che gli arbitri italiani siano bravi e debbano continuare ad arbitrare - ha detto il presidente della Lega Calcio - sono d'accordo per uno scambio di arbitri, con italiani in Europa e stranieri in Italia, ma solo stranieri no. Chi ha sbagliato verrà sostituito, ma in Italia c'è una grande tradizione di arbitri".

    Il vicepresidente rossonero conferma, inoltre, la volontà di non dimettersi: "Non lo farò nè ora nè a settembre - spiega al suo arrivo in Lega Calcio per l'assemblea straordinaria - passata questa buriana si scriveranno delle nuove regole e se si arriverà a decidere che il presidente della Lega non puo' più essere un presidente di club è evidente che mi adeguerei al nuovo regolamento. Comunque non sarebbero delle dimissioni". Sulla nomina di Borrelli e Rossi, rispettivamente capo ufficio indagini e commissario straordinario della Figc, Galliani risponde così: "Non penso nulla e se penso qualcosa sto zitto".

    Infine sull'intervista rilasciata dall'ex direttore generale della Juventus, Luciano Moggi che ha lanciato accuse pesanti nei suoi confronti, Galliani spiega il suo punto di vista: "Non ho tradito mai nessuno, mi pare sia stato smentito e non è nei miei sentimenti tradire nessuno". Per quanto riguarda gli scudetti degli ultimi due anni, Galliani ha spiegato che "la giustizia sportiva farà tranquillamente il suo corso, sara' un tragitto complesso, vedremo cosa succederà".
  3.     Mi trovi su: Homepage #4380173
    io non sono d'accordo...

    per come la vedo io non cambia nulla. L'arbitro straniero può ricevere le stesse pressioni che ricevevano gli arbitri italiani e gli stessi condizionamenti.

    Inoltre la mia xsonale teoria è che ogni mondo è paese... ed il sistema definito "moggiano" ci sia in tutti i paesi.

    mi può eventualmente star bene se la cosa è a tempo determinato finchè non si ripristina la classe arbitrale italiana.
    NON LASCIARE MAI CHE LA PAURA DI PERDERE TI IMPEDISCA DI PARTECIPARE!!!
  4.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4380174
    Originally posted by MaestroZen
    io non sono d'accordo...

    per come la vedo io non cambia nulla. L'arbitro straniero può ricevere le stesse pressioni che ricevevano gli arbitri italiani e gli stessi condizionamenti.

    Inoltre la mia xsonale teoria è che ogni mondo è paese... ed il sistema definito "moggiano" ci sia in tutti i paesi.

    mi può star bene se la cosa è a tempo determinato finchè non si ripristina la classe arbitrale italiana.
    invece no...gli arbitri stranieri dipenderebbero esclusivamente dall'uefa non dall'AIA...in quel modo è anche possibile far ruotare un sacco di arbitri diversi in modo tale che non si crei anche un' "amicizia" tra calciatori e arbitro
  5.     Mi trovi su: Homepage #4380175
    Originally posted by massituo
    invece no...gli arbitri stranieri dipenderebbero esclusivamente dall'uefa non dall'AIA...in quel modo è anche possibile far ruotare un sacco di arbitri diversi in modo tale che non si crei anche un' "amicizia" tra calciatori e arbitro


    xè secondo te l'uefa e la fifa sono pulite? Ti pongo alcuni quesiti che mi pongo da qualche anno....

    Secondo te:
    - è un caso che la korea sia arrivata alle semifinali in quel modo 4 anni fà?
    - è un caso che quando l'italia vinceva coppa uefa coppa coppa coppecampioni in serie nei primi anni '90 c'era matarrese vice-presidente uefa ed appena se n'è andato abbiamo vinto un decimo ...forse!!!
    - Perchè l'international board si oppone all'utilizzo di sistemi di valutazione certi sul campo (e non parlo di moviole) ma semplicemente di sensori sulla linea di porta o sulle linee laterali ecc ecc... per facilitare il compito degli arbitri?
    - Perchè l'international board continua a fare delle regole sul fuorigioco sempre più confusionare e di difficile interpretazione dando sempre maggior spazio al possibile errore arbitrale? Non è che forse va bene dar modo all'arbitro di interferire sull'esito dell'incontro? :rolleyes: :rolleyes: :rolleyes:
    NON LASCIARE MAI CHE LA PAURA DI PERDERE TI IMPEDISCA DI PARTECIPARE!!!
  6.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4380177
    Originally posted by MaestroZen
    xè secondo te l'uefa e la fifa sono pulite? Ti pongo alcuni quesiti che mi pongo da qualche anno....

    Secondo te:
    - è un caso che la korea sia arrivata alle semifinali in quel modo 4 anni fà?
    - è un caso che quando l'italia vinceva coppa uefa coppa coppa coppecampioni in serie nei primi anni '90 c'era matarrese vice-presidente uefa ed appena se n'è andato abbiamo vinto un decimo ...forse!!!
    - Perchè l'international board si oppone all'utilizzo di sistemi di valutazione certi sul campo (e non parlo di moviole) ma semplicemente di sensori sulla linea di porta o sulle linee laterali ecc ecc... per facilitare il compito degli arbitri?
    - Perchè l'international board continua a fare delle regole sul fuorigioco sempre più confusionare e di difficile interpretazione dando sempre maggior spazio al possibile errore arbitrale? Non è che forse va bene dar modo all'arbitro di interferire sull'esito dell'incontro? :rolleyes: :rolleyes: :rolleyes:
    aspetta aspetta...qua si sta facendo un po di confusione secondo me:
    qua si parla di uefa e non di fifa...il mondiale è organizzato dalla fifa non dall'uefa..
    nei primi anni 90 avevamo oggettivamente degli squadroni...il milan era fortissimo,e anche le piccole avevano i loro campioni....pensa che il capitano della nazionale inglese giocava nel bari
    l'internetional board sta gia lavorando in tal senso...sono cose che non si applicano dall'oggi al domani e che presentano difficoltà di carattere tecnico...un sensore dentro il pallone non è una cosa che si fa dall'oggi al domani...
    la regola del fuorigioco negli ultimi anni è cambiata una sola volta...tutte le altre volte erano disposizioni interne(quindi aia) per far lavorare al meglio gli arbitri:)
  7.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4380178
    Originally posted by Canemacchina
    per me meglio far crescere i nostri giovani. se proprio devono allora preferirei un accordo tra i campionati della uefa per delegare ad un organismo comune le designazioni arbitrali in tutta europa. forse infattibile. :P
    secondo me sarebbe la soluzione migliore
  8.     Mi trovi su: Homepage #4380179
    Originally posted by massituo
    io l'ho detto in tempi non sospetti...meglio gli arbitri stranieri per evitare polemiche...e adesso aggiungo anche combine:cool:


    mi domando : per quale motivo gli arbitri stranieri dovrebbero risolvere il problema,
    non sono forse anche loro uomini e in quanto tali corruttibili .. ?

    del resto la Germania è reduce da uno scandalo che vedeva protagonisti arbitri che scommettevano .. dove sta scritto che dovrebbero essere una garanzia ?

    il rischio corruzione non può essere evitato, ma cambiando le regole e creando una lega Arbitri assolutamente distaccata dalla federcalcio potrebbe almeno limitarlo
  9.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4380180
    Originally posted by common
    mi domando : per quale motivo gli arbitri stranieri dovrebbero risolvere il problema,
    non sono forse anche loro uomini e in quanto tali corruttibili .. ?

    del resto la Germania è reduce da uno scandalo che vedeva protagonisti arbitri che scommettevano .. dove sta scritto che dovrebbero essere una garanzia ?

    devono cambiare le regole, creare una vera Lega arbitri indipendente dalla federazione, questo non eviterà il pericolo di corruzione ma almeno dovrebbe limitarlo.

    il rischio ci sarebbe sempre e comunque...ma secondo me ne limiterebbe notevolmente l'influenza di certi club(tanto per non parlare sempre e soltanto della giuve)...il concetto poi è abbastanza semplice secondo me....prendiamo gli ultimi anni...quante volte de santis ha arbitrato la giuventus?tante tante volte...ma questo è piu o meno normale essendo il numero di arbitri di A limitati....ora prendiamo tutti gli arbitri di A di tutte o quasi i campionati europei....quanti sono?un sacco..il che limiterebbe notevolmente il fatto che un arbitro possa arbitrare la stessa squadre 3-4 volte all'anno cosa secondo me sbagliata...

  Arrivano gli arbitri stranieri

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina