1.     Mi trovi su: Homepage #4380187
    Pensavano potere con altri designatori

    Secondo alcune nuove intercettazioni, rivelate dal sito di Panorama, la "Cupola" era pronta a cambiare squadra e a mantenere il potere anche se fossero cambiati i designatori. Secondo il dossier dei Carabinieri, datato 2 novembre 2005, "emergono elementi suscettibili di conferire la continuità al disegno criminale della compagine nell'ambito del settore arbitrale anche di fronte ad una sostituzione dei designatori, che in ogni caso possono incidere verso la classe arbitrale, e non solo, facendo leva sulle cariche ricoperte nelle federazioni internazionali".
    Il 29 marzo 2005, alle 23.16, Bergamo chiama la segretaria Maria Grazia Fazi e le racconta una telefonata con Massimo Moratti nel quale parlano del futuro delle designazioni arbitrali. Lo scopo, secondo i Carabinieri, è di magnificare il peso internazionale suo e di Pairetto che "offrirebbe alla Figc la possibilità nel caso di una loro sostituzione, di sfruttare il peso che rispettivamente i predetti ricopronto nella Uefa e nella Fifa, affidando loro degli incarichi nel settore tecnico". L'ex designatore vuole fare colpo sul patron dell'Inter "per far comprendere - scrivono i Carabinieri - il tornaconto che ne ricaverebbero le società italiane più che la Figc".

    Moggi parla vagamente con Biscardi di un possibile approdo ai nerazzurri e il conduttore del "Processo" gli parla dei cambiamenti alla Juve: "è rancoroso. Sto Montezemolo è un figlio di p..., questo o caccia a Giraudo, hai capito? ... e hai capito? allora tu te ne devi andà prima". L'ex dg bianconero gli da ragione e Biscardi gli annuncia che vedrà Tronchetti Provera in una conferenza stampa: "allora cerco di gettare l'ancora bene, hai capito?". Si fa riferimento poi ad una cena tra Bergamo e Facchetti su cui non si sa nulla. L'obiettivo della "Cupola" sarebbe quello di mantenere intatto il potere anche oltre la Juventus, in caso di passaggio ad un'altra squadra.
  2.     Mi trovi su: Homepage #4380189
    è sempre più bello vedere il livello di confidenza che c'era tra Moggi e quella schifezza di Alte Biscarte

    cmq, anche se i designatori erano cambiati, gli arbitri continuavano a far parte della scuderia e anche se noon si poteva fare in modo di dirotarli su determinate partite, prima o poi avrebbero trovato qualche opportunità per danneggiare o favorire qualche squadra

  La "Cupola" pensava di cambiare squadra

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina