1. Stramazzarri torna  
        Mi trovi su: Homepage #4380796
    Non l'ho letto perchè non ho tempo, quindi non vi incazzate con me... :(

    25/05/2006



    La Juventus era in grado di determinare anche il calendario del Campionato. A rivelarlo sarebbe stato l’ex allenatore Carlo Ancelotti dopo essere approdato al Milan. Destinatario delle confidenze, il dirigente rossonero Leonardo Meani che lo racconta al telefono all’arbitro Pierluigi Collina. L’ultima informativa consegnata dai carabinieri del reparto operativo di Roma ai magistrati napoletani, svela nuovi retroscena sullo scandalo del calcio. E individua le pressioni,ma anche le minacce della dirigenza del Milan per ottenere designazioni favorevoli dopo aver scoperto le manovre della Juventus. Il telefono intercettato è quello di Meani, ma il presidente Adriano Galliani interviene più volte sulla scelta di «fischietti» e assistenti.

    Trucchi e calendario
    Nell’aprile 2005, subito dopo l’incontro Siena- Milan, Meani chiama Collina «lamentandosi per la designazione di De Santis per l’incontro Juventus-Inter e proseguendo gli riferisce quanto raccontatogli da Carlo Ancelotti in merito alle designazioni arbitrali nel periodo in cui allenava i bianconeri ed era alle dipendenze di Luciano Moggi». Così è annotata la conversazione. «..."Ma tu sai che ieri in macchina, quando mi diceva Carletto che il giovedì, il giovedì quel famoso, l’altra persona famosa gli... gli diceva, domani abbiamo questo arbitro e veniva, e c’era quell’arbitro... e c’era il sorteggio e fa e noi non... io non riusci..., non mi spiegavo, lui il giovedì sapeva già l’arbitro che aveva alla domenica. Tu pensa, questo prima, quando riuscivano a manovrarlo in un certo modo no!". Sempre Meani proseguendo nella conversazione, aggiunge, per meglio far comprendere al suo interlocutore il potere di Moggi sul sistema calcio, che addirittura lo stesso riesce anche ad influenzare la stesura del calendario "Era tutto, era tutto be..., mi diceva ieri in macchina che addirittura quando gli diceva ti piace... in fase di preparazione del calendario, gli diceva come dici che sia meglio, vogliamo cominciare con queste partite o con quell’altre partite o... con... che squadre vogliano trovare all’inizio"».

    L’avvertimento
    Il 19 aprile 2005 Meani telefona ad Adriano Galliani, «il quale ne approfitta per chiedergli se ha parlato con i designatori, ricevendo non solo risposta positiva dal Meani ma anche l’energico richiamo fatto sia a Bergamo che a Mazzei (designatore degli assistenti, ndr), tant’è che per il prossimo incontro con il Chievo è stato designato l’assistente Puglisi». Galliani sapeva dunque quale fosse la procedura per ottenere designazioni favorevoli. Del resto, quale fosse il tenore delle «pressioni» esercitate dai rossoneri, emerge proprio dalla trascrizione della conversazione tra lo stesso Meani e Mazzei dopo Siena-Milan del 17 aprile 2005 finita 2-1, nel corso della quale il dirigente milanista si lamenta del guardalinee Baglioni che aveva annullato un gol. «Che cazzo! Io questo proprio non lo voglio no! Non l’ho mai chiesto nè voluto! Questo è uno... oltretutto adesso mi dice di stare molto attenti eh! Di non sbagliare perché Galliani è furibondo! Quindi digli di stare molto attenti da qui alla fine del campionato... quindi anche mercoledì cercate di mandare due intelligenti... ». I due si parlano nuovamente dopo pochi minuti. Meani: «Adesso state attenti, state attenti perché è super velenoso, mandateci gente, perché ormai... mandateci anche a noi un po’ il Consolo della situazione, non è che lo mandi sempre a Torino... hai capito?». Mazzei: «Sì, no, no, no te lo mando, non è che... ci mancherebbe altro».
    Gli sms
    Mentre Moggi contava su Paolo Bergamo e Pierluigi Pairetto, Meani si affidava al segretario della commissione arbitrale Manfredi Martino. Due giorni prima di Milan-Chievo «Meani riceve un sms da Martino che gli comunica che l’arbitro sarà Paparesta e gli assistenti Puglisi e Gemignani». Puglisi appare per il dirigente rossonero un «uomo di fiducia»: era stato proprio lui, alla vigilia di Milan-Inter di Champions League ad affermare al telefono "l’importante è che noi riusciamo a fargli il culo a ’sti interisti". E infatti, dopo aver ricevuto l’sms Meani esulta. «Chiama l’assistente Babini —si legge nell’informativa — e con tono trionfante gli comunica che le sue lamentele (dopo Siena- Milan, ndr) hanno avuto l’effetto desiderato: "...dopo la purga arriva... arriva la medicina..." e alla richiesta di ulteriori precisazioni replica "...siccome si sono cagati addosso, allora mandiamogli i suoi amici"».

    Il dossier a Letta
    Il 27 aprile 2005 Galliani chiama Meani «per avvisarlo di riferire all’arbitro Paparesta "che il dossier è nelle mani del sottosegretario Gianni Letta", dopo che in proposito gli aveva specificato "che questa mattina mi ha chiamato, m’ha detto che conosce la vicenda che interverrà!". Il contenuto del dossier non è specificato. Ma nell’informativa c’è la telefonata fatta due minuti dopo da Meani e Paparesta «per informarlo di quanto Galliani gli aveva riferito». Dopodiché, Meani esterna le sue considerazione sull’attuale situazione del mondo arbitrale, "... e bisogna un po’ cambiare, bisogna un pochettino cambiare il vento però!"... Il dirigente milanista, infine, invita l’arbitro a contattare il presidente Galliani per ringraziarlo del suo interessamento per la vicenda che lo riguarda».

    corriere.it
  2.     Mi trovi su: Homepage #4380798
    Originally posted by The bosss
    come volevasi dimostrare......:D anche il milan c'è dentro fino al collo :asd: :asd: :asd:


    :nono: :nono:

    trattasi sicuramente di casi di palese omonimia...il milan è solo vittima... ridategli 110 scudetti! :D
    NON LASCIARE MAI CHE LA PAURA DI PERDERE TI IMPEDISCA DI PARTECIPARE!!!
  3.     Mi trovi su: Homepage #4380801
    Repubblica:
    Non solo Juve, nelle intercettazioni la posizione difficile di biancazzurri e Fiorentina. I Della Valle preparano la difesa.
    Le strane manovre di Lotito & compagni.
    Telefonata a Mazzini sui designatori: "Bisogna che te li lavori tutti e due..."

    Raccontano i carabinieri del nucleo operativo di Roma, a proposito della Lazio: "Il sistema moggiano si offre di gestire tre gare della Lazio, contro il Chievo a Verona (vittoria 0-1), la successiva con il Parma (vittoria 2-0) e il Bologna alla 12ª giornata (vittoria 1-2). A ciò si aggiunge la richiesta di Lotito di gestire la gara fuori casa con il Messina, richiesta declinata perché quella è una società vicina all'area moggiana". Il vicepresidente federale Innocenzo Mazzini dirà allo stesso Lotito: "Quella è roba di Luciano". Con il Messina la Lazio perderà 1-0. Nel dossier emergono dettagli importanti sul coinvolgimento di molti club nello scandalo.

    "Trefoloni è un amico". Sull'arbitro Trefoloni designato per Lazio-Juve (0-1) c'è scontro. Mazzini spiega a Lotito: "È un grande amico mio". Nello scontro diretto con la Juve, però, l'amico della Cupola non può che favorire la Juve: "Non è stato amico questa volta lo sarà la prossima", Mazzini prova a rabbonire un Lotito arrabbiato che comprende e dice: "Cerchiamo de riparà 'sti danni". Mazzini: "Parla poco per telefono... Questo è un ambiente difficile, un giorno devi essere lepre e un giorno devi essere cane". Lotito chiede a Mazzini gli arbitri in anticipo, ogni settimana: "Come sono le previsioni del tempo... Ma non è uno dei tre dell'Ave Maria, quello con la D., quello con la R., quello con la P.".

    Carraro interviene per la Lazio e la Fiorentina. L'8 febbraio 2005, alle 22,30, i carabinieri intercettano una "breve e inquietante conversazione tra Lotito e Mazzini in cui emerge chiaramente l'opera del presidente federale Carraro per favorire la Lazio". Più avanti, a torneo inoltrato, si parlerà dell'opera di Carraro e del vice Abete "per favorire la Fiorentina". Ancora, Lotito invita Mazzini a convincere i designatori: "Bisogna che te li lavori tutti e due e ci parli in modo chiaro". Mazzini replica svelando il fianco scoperto di Carraro: "Lui c'ha paura di Gianfranco Fini e di Letta". Sono continue le telefonate di Lotito al vicepresidente federale. Chiede sempre un arbitro di favore: "... Domenica c'ho il Parma, che è importante".

    Ottenuto l'arbitro giusto e il rigore, Mazzini gli urlerà al telefono: "T'arrestano... T'arrestano...". Ma il famelico Lotito non s'accontenta: "Domenica abbiamo il Messina, è importante...". Più avanti: "Ho tre nemici, Gazzoni, Cellino e... E' importante". "Per te è sempre importante", sfinito, Mazzini.

    Lotito è a conoscenza del tentativo di mettere sui binari giusti l'ormai famoso Lazio-Fiorentina. Dopo l'1-1 finale, che non consente ancora di salvare la Fiorentina, il gruppo Moggi-Mazzini tenta di organizzare l'ultima giornata. Mazzini e il designatore Bergamo architettano il coinvolgimento di Pantaleo Corvino, ds del Lecce, per addomesticare Lecce-Parma: "Lui farà il massimo, anche se è in uscita...". Per le altre partite Mazzini dice: "Ho convocato l'ordine del collettivo". E dopo la gara gonfia il petto con il dirigente viola Mencucci: "Le nostre pedine funzionano sempre".

    La difesa di Della Valle. Sul discusso finale 2004-2005 della Fiorentina i fratelli Della Valle saranno sentiti a Napoli all'inizio della prossima settimana. La difesa punterà l'indice contro Innocenzo Mazzini, vicepresidente federale che - sostengono i Della Valle - dopo numerose proteste arbitrali si offrì come il rappresentante della federazione incaricato di sorvegliare sulla "regolarità del campionato". I Della Valle negano di essersi piegati alla Cupola perché a fine campionato restituirono tre giocatori alla Juventus, cominciarono la battaglia sui diritti tv e si scontrarono con Galliani in Lega. E Collina all'ultima giornata non era certo un arbitro "controllabile".

    Intanto Ieri la procura di Torino che indaga sui falsi in bilancio della Juve ha perquisito le sedi di Palermo, Reggina, Crotone, Bologna. A Roma interrogato il procuratore di Chiellini, Paolo Bordonaro: secondo lui Lippi jr. gli portò via il calciatore prospettandogli la Juve. Chiellini rischia di essere indagato, Blasi vuole collaborare. Oggi a Napoli c'è l'ex designatore Paolo Bergamo.
    [SIZE=1]

    IL MIO PRIMO SITO: il mio sito
  4.     Mi trovi su: Homepage #4380803
    c'erano degli interrogativi che sentivo ogni 10 minuti:

    è mai possibile che Moggi, che controllava così capillarmente il campionato, non avesse mai contattato o coinvolto l'unica vera concorrente ella juve ?

    E' mai possibile che la società, assieme alla juve, più forte del campionato, non partecipasse al banchetto ?

    e sorattutto: è mai possibile che Moggi sostenesse, AGGRATISE, la campagna elettorale di Galliani e facesse pressioni sui vari presidenti per farlo votare ?

    forse quegli interrogativi hanno ricevuto una risposta ufficiale
  5.     Mi trovi su: Homepage #4380804
    sono solo indeciso su quale frase sentirò prima:

    1) le toghe rosse che vogliono colpire il Berlusca attraverso il Milan
    2) il Corriere della Sera ha finalmente svelato la sua natura di giornale Fazioso ?
    3) Le intercettazioni telefoniche debbono essere lmitate o fermate
  6. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #4380807
    Originally posted by common
    3) Le intercettazioni telefoniche debbono essere lmitate o fermate


    Diciamo che un minimo di controllo deve esserci, più di così. Soprattutto è cruciale che non vengano divulgate prima di diventare atti pubblici. Altrimenti ha per una cosa ragione Cannavaro quando dice che la privacy è dappertutto (pure, aggiungo io, dove immobilizza le cose) e poi vengono distribuite trascrizioni di pure gossip a volte.
  7.     Mi trovi su: Homepage #4380808
    Originally posted by ScudettoWeb
    Diciamo che un minimo di controllo deve esserci, più di così. Soprattutto è cruciale che non vengano divulgate prima di diventare atti pubblici. Altrimenti ha per una cosa ragione Cannavaro quando dice che la privacy è dappertutto (pure, aggiungo io, dove immobilizza le cose) e poi vengono distribuite trascrizioni di pure gossip a volte.


    :yy:
    NON LASCIARE MAI CHE LA PAURA DI PERDERE TI IMPEDISCA DI PARTECIPARE!!!
  8. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #4380809
    Il mio sogno !!!!!

    CAMPIONATO SENZA PIU' STRISCIATE !!!!!!!


    ALEEEEEEEEEEEEEEEEEOOOOOOOOOOOOOOOOOH !

    Diritti TV a tutti tranne che alle STRISCIATE, RADIATE DAL CALCIO !

    Opsssssss, ma sull' INTER non trovano nulla ?

    se no e' una riforma a meta' ....

    ehehehehheheh !
    Firma troppo lunga e con offese.

  Intercettazioni Milan: l'articolo del Corriere della Sera

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina