1.     Mi trovi su: Homepage #4381191
    ''Moggi era una fonte, ne' piu' ne' meno di tante altre. Se avessero intercettato il mio cellulare avrebbero scoperto che parlavo cosi' con tutti, che tutti mi chiamano per dirmi: e fammi 'sto piacere... E io a tutti dico: si' vabbe', poi vedo che posso fare. Poi pero' cio' che conta e' quello che faccio vedere in tv, se accetto la richiesta dei potenti o se me ne fotto e faccio di testa mia''. Aldo Biscardi, sul numero di Panorama in edicola domani, torna sullo scandalo del calcio, si difende dalle accuse e contrattacca.
    ''Ma come, io sono il vincitore morale di questa storia - spiega il popolare giornalista del Processo -, tutto 'sto scandalo l'ho tirato fuori io e adesso, invece di farmi salire sul carro con tutti gli onori, invece di dirmi 'Biscardi lei merita una medaglia', tentano di infangarmi dicendo che facevo gli impicci''. Ma dalla registrazione delle sue puntate incriminate del Processo ''non c'e' traccia di impicci, di imbrogli, taroccamenti, sudditanza a nessuno. E le immagini non sono chiacchiere''.
    Nell'intervista Biscardi racconta pero' di aver sempre saputo della corruzione del calcio: ''Ho sempre pensato che ci fosse del marcio. L'ho paragonato a un tumore, speravo guaribile. Ora mi rendo conto che e' piu' grave del previsto e se si vuole salvarlo bisogna fare presto''. Ora dopo la decisione di La7 di chiudere il Processo il rammarico di Biscardi e' di aver perso la sua trasmissione storica prima dei Mondiali: ''Avevo gia' 31 serate programmate''. Ma probabilmente la sua trasmissione, che dura ormai da 26 anni, non finira' comunque. Il giornalista ha infatti confermato di aver ricevuto molte offerte, e di voler proseguire da un network di importanti tv locali (probabilmente Odeon Tv). Il titolo restera' in ogni caso lo stesso: ''Il Processo di Biscardi perche' cosi' fra quattro anni, quando ne faccio 80, la lascio a mio figlio Maurizio, che sempre un Biscardi e'...''.
  2.     Mi trovi su: Homepage #4381192
    Originally posted by Pezzotto
    , quando ne faccio 80, la lascio a mio figlio Maurizio, che sempre un Biscardi e'...''.


    nooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

    abbi pietà!!!!!!!!!!!!!!!!!! :cry: :cry: :cry: :cry:
    NON LASCIARE MAI CHE LA PAURA DI PERDERE TI IMPEDISCA DI PARTECIPARE!!!
  3. I'm only happy when it rains  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4381195
    Originally posted by Pezzotto
    ''Moggi era una fonte, ne' piu' ne' meno di tante altre. Se avessero intercettato il mio cellulare avrebbero scoperto che parlavo cosi' con tutti, che tutti mi chiamano per dirmi: e fammi 'sto piacere... E io a tutti dico: si' vabbe', poi vedo che posso fare. Poi pero' cio' che conta e' quello che faccio vedere in tv, se accetto la richiesta dei potenti o se me ne fotto e faccio di testa mia''. Aldo Biscardi, sul numero di Panorama in edicola domani, torna sullo scandalo del calcio, si difende dalle accuse e contrattacca.
    ''Ma come, io sono il vincitore morale di questa storia - spiega il popolare giornalista del Processo -, tutto 'sto scandalo l'ho tirato fuori io e adesso, invece di farmi salire sul carro con tutti gli onori, invece di dirmi 'Biscardi lei merita una medaglia', tentano di infangarmi dicendo che facevo gli impicci''. Ma dalla registrazione delle sue puntate incriminate del Processo ''non c'e' traccia di impicci, di imbrogli, taroccamenti, sudditanza a nessuno. E le immagini non sono chiacchiere''.
    Nell'intervista Biscardi racconta pero' di aver sempre saputo della corruzione del calcio: ''Ho sempre pensato che ci fosse del marcio. L'ho paragonato a un tumore, speravo guaribile. Ora mi rendo conto che e' piu' grave del previsto e se si vuole salvarlo bisogna fare presto''. Ora dopo la decisione di La7 di chiudere il Processo il rammarico di Biscardi e' di aver perso la sua trasmissione storica prima dei Mondiali: ''Avevo gia' 31 serate programmate''. Ma probabilmente la sua trasmissione, che dura ormai da 26 anni, non finira' comunque. Il giornalista ha infatti confermato di aver ricevuto molte offerte, e di voler proseguire da un network di importanti tv locali (probabilmente Odeon Tv). Il titolo restera' in ogni caso lo stesso: ''Il Processo di Biscardi perche' cosi' fra quattro anni, quando ne faccio 80, la lascio a mio figlio Maurizio, che sempre un Biscardi e'...''.


    A Biscà...... ma vaffancuxo! :nah: :climb: :wall:
    Comincio a credere che non conta quanto tu ami qualcuno: forse quello che conta è quello che riesci a essere quando sei con qualcuno.
  4.     Mi trovi su: Homepage #4381196
    Odeon sceglie: lascia Biscardi per De Laurentiis

    Per i Mondiali di calcio Germania 2006 Odeon Tv abbandona l'asta per Aldo Biscardi e sceglie la competenza di Gianfranco de Laurentiis.
    Odeon Mondiali sarà il titolo della trasmissione, che andrà in onda dal 9 giugno per quattro settimane. Il nuovo format sarà una striscia quotidiana dalle ore 20.30 alle 21.00.
    Una trasmissione concentrata interamente sul calcio giocato: collegamenti dalla Germania, ospiti in studio, commenti sulle partite del giorno. L'inizio della puntata sarà dedicato a interviste e servizi sull'incontro disputato alle 18.00, per poi lasciare spazio all'analisi del match delle 21.00 con l'intervento di opinionisti ed esperti.
    Restituire al calcio il fascino del gioco agonistico, questo l'intento di Odeon, grazie alla grande competenza di un professionista definito "il gentiluomo dello sport televisivo" e apprezzato da tutti per la sua serietà.
    "Sono in completa sintonia con Odeon Tv: è necessario concentrarsi sul calcio giocato in occasione di una manifestazione così importante. Certo, la bufera che sta colpendo il calcio italiano non può e non deve passare sotto silenzio. Ma la nostra attenzione sarà dedicata principalmente ai mondiali".
    Questo solo l'inizio della nuova avventura televisiva per de Laurentiis. Il proseguo sarà sempre su Odeon con una trasmissione dedicata al campionato italiano.
    Gianfranco de Laurentiis è giornalista e conduttore. Dopo una breve esperienza al Corriere della Sera entra in Rai nel 1972. Numerose le rubriche sportive da lui condotte: Dribbling, Gol-flash, Diretta sport, Eurogol, Numero 10, Domenica sprint, La Domenica Sportiva, Stadio Sprint, Pole Position e La giostra dei gol su Rai International, la trasmissione più amata dagli italiani all'estero.

  Biscardi: "Sono vincitore morale di questa storia"

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina