1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4382802
    L'azzurro è uscito anzitempo durante la partitella di questa mattina. Problemi anche per Nesta.

    Questa mattina, Zambrotta e Nesta hanno dovuto abbandonare anzitempo la partitella che l'Italia stava disputando contro i dilettanti del San Gimignano. Problemi muscolari per entrambi, ma sembra lo juventino quello più grave. La prima diagnosi parla di "risentimento ai muscoli dell'inserzione del bicipite femorale destro". Zambrotta non lascerà comunque il ritiro, ma inizierà subito le cure del caso. Domani, per entrambi i giocatori, verrà effettuata un'ecografia per valutare l'esatta gravità del problema.


    :azz:
  2.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4382803
    Il giocatore della Juve (problema muscolare) resterà a Coverciano per curarsi nel giorno di riposo. Gattuso: "Dobbiamo restare uniti". E Lippi ringrazia Mina

    FIRENZE, 28 maggio 2006 - Le due amichevoli di questa mattina hanno dato buone indicazioni al c.t Marcello Lippi, ma l'infortunio di Gianluca Zambrotta tiene in allarme lo staff azzurro. Il giocatore della Nazionale e della Juventus è uscito anzitempo, accusando una fitta alla coscia sinistra. "Spero che non sia nulla di grave - ha spiegato -; è stato un gesto inconsulto, mi sono allungato un po' troppo e mi sono sentito tirare il muscolo. È sicuramente un problema muscolare, non dovuto però ad affaticamento o alla condizione fisica. Semplicemente il muscolo non ha tenuto". Zambrotta è già stato visitato dal medico sociale Castellacci e si è messo in contatto con lo staff medico della Juventus. Domani verrà sottoposto a ecografia. Per questo motivo il giocatore ha deciso di non lasciare il centro tecnico di Coverciano nonostante le 24 ore di libertà concesse da Marcello Lippi soprattutto per permettere a molti giocatori di partecipare alle elezioni amministrative. "Rimango qui per curarmi e fare ghiaccio - ha detto -. Voglio partecipare al Mondiale e quindi curarmi nel migliore dei modi. Non mi va quindi di andare adesso troppo in giro".
    Francesco Totti, dal canto suo, sorride davanti alla sua prodezza. "Il cucchiaio? Dopo l'uscita del mio libro, dovevo provarlo...Questa giornata di riposo arriva al momento giusto - è il pensiero di Totti - la settimana di lavoro è stata intensa, torniamo domani riposati e carichi per affrontare le due amichevoli in Svizzera".
    Alberto Gilardino, protagonista nel test con una cinquina, considera fondamentali le amichevole contro Svizzera e Ucraina (31 maggio e 2 giugno). "Saranno importanti perché ci daranno il polso della nostra condizione per vedere a che punto siamo". Sulla sua prestazione contro il San Giminiano è soddisfatto: "È stato un buon allenamento perché è importante fare gol anche in queste amichevoli. Ci sono ancora due settimane e credo che possa arrivare al Mondiale in buona condizione anche perché tutti speriamo di partire subito alla grande". Poi una battuta su Totti: "Francesco sta lavorando molto ed era impossibile vederlo brillante. Comunque oltre a un grande gol ci ha dato 4 o 5 assist. Ha tempo per migliorare".
    Tagliente e sarcastico Rino Gattuso che ha commentato così la metafora usata ieri da Peruzzi per rappresentare lo scandalo che ha investito il calcio italiano. "L'ho letta tantissime volte - ha detto Gattuso ridendo -; a un certo punto mi faceva male la testa perché non capivo la metafora. Poi me la sono fatta spiegare e ho capito quello che lui voleva dire. Purtroppo tutte le componenti del calcio sono state coinvolte". Serio, però, quando si parla dello stato d'animo degli azzurri. "Ormai abbiamo imparato a convivere con le polemiche, però siamo consapevoli che dobbiamo isolarci per disputare un Mondiale all'altezza. Bisogna restare uniti e andare in Germania per far ricredere tutte quelle persone che si stanno sciacquando la bocca con il nome dell'Italia. Mi dispiace che molti ex colleghi sputino nel piatto dove hanno mangiato. Chi ha tanta esperienza dovrebbe dare consigli per uscire da questa situazion".
    "Buon allenamento, i ragazzi si sono divertiti. Certo non è da questi test che si possono trarre giudizi", ha dichiarato Marcello Lippi, confortato anche dalla buona prova di Totti. A rasserenare gli animi ci ha pensato lo stesso c.t. che ha detto la sua su Mina, autrice dell'articolo apparso (come ogni domenica) in prima pagina sulla Stampa dal titolo "Giù le mani dagli azzurri". "Ho letto, ho letto, e mi è piaciuto molto...- ha detto il c.t. azzurro -. Ma Mina mi è sempre piaciuta fin dagli anni ruggenti". Quelli della Bussola di Viareggio. Casa sua.

  Risentimento muscolare per Zambrotta

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina