1.     Mi trovi su: Homepage #4383425
    l sindaco della cittadina toscana: «Il nostro è un progetto culturale»
    «Farò saltare la moschea di Colle Val d'Elsa»
    Oriana Fallaci al New Yorker: «Andrò dai miei amici anarchici, con loro prendo gli esplosivi e la faccio saltare in aria!»


    NEW YORK (USA) - La scrittrice Oriana Fallaci è pronta a passare alle vie di fatto pur di impedire la costruzione di una moschea a Colle Val d'Elsa, sulle colline senesi, che dovrebbe essere completata nei prossimi mesi. «La faccio saltare!», ha minacciato la scrittrice fiorentina in un'intervista al settimanale «New Yorker», «non voglio vedere questa moschea molto vicina alla mia casa in Toscana (a Greve in Chianti) non voglio vedere un minareto di 24 metri nel paesaggio di Giotto quando io non posso neppure indossare una croce o portare una Bibbia nel loro Paese!».
    PROVOCAZIONE - Così, lancia la sua provocazione: «Se sarò ancora viva andrò dai miei amici anarchici a Carrara e con loro prendo gli esplosivi e la faccio saltare in aria!». La costruzione della moschea e del centro islamico a Colle Val d'Elsa (costo stimato: 600mila euro) era già stata attaccata dalla Fallaci nel libro «L'Apocalisse», il post scriptum della sua trilogia sullo stato del mondo dopo 11 settembre. Nell'intervista a Margaret Talbot intitolata «The agitator» (L'agitatrice), la Fallaci torna anche a evocare il rischio di un'Europa colonia dell'Islam (l'«Eurabia») e definisce «l'islamismo come il nuovo nazifascismo» con cui «non è possibile alcun compromesso».
    LA REPLICA DEL SINDACO - «Il nostro è un progetto culturale: ogni volta che se ne parla si accendono i riflettori sulla nostra città, che però vive quotidianamente di integrazione». Lo ha detto il sindaco di Colle Val d'Elsa Paolo Brogioni, dopo aver letto l'intervista della Fallaci.
    A Colle Val d'Elsa, spiega, convivono in armonia comunità diverse: «Bambini di diverse culture vivono fianco a fianco e frequentano le stesse scuole senza che nessuno si lamenti», assicura. Quello che l'amministrazione si accinge a costruire è un centro islamico «senza alcun minareto di 24 metri», che rappresenta la naturale evoluzione di quello che opera da almeno dieci anni a Colle Val d'Elsa, animato da alcune centinaia di aderenti a una associazione locale. Si tratterà di un centro culturale in cui sarà anche possibile pregare. «A me preme che si valuti bene il progetto culturale, che è un percorso di dialogo aperto a tutta la cittadinanza, non solo a chi è favorevole ma anche alle forze politiche che da sempre si sono mostrate perplesse o contrarie all'iniziativa. Se anche la signora Fallaci vuole essere coinvolta in questa discussione, è bene accetta, - afferma il sindaco. - Il nostro obiettivo è creare un luogo di convivenza civile tra culture diverse, in cui la volontà è qualla di unire e non dividere».
    La costruzione della moschea di Colle Val D'Elsa è all'origine di una polemica internazionale che dura dal 1999 anno in cui nacque il primo progetto. Un comitato di abitanti della zona si sta battendo perchè la decisione finale sia sottoposta ad un referendum.
    30 maggio 2006


    http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2006/05_Maggio/30/fallaci.shtml


    :azz: fossi stato il sindaco non le avrei nemmeno risposto. :rolleyes:
    [SIZE=1,8]"Mentre legge i resoconti dei problemi che s’agitano all’estero, se è un buon cittadino conservatore, con un linguaggio indo-europeo, ringrazierà una divinità ebraica di averlo fatto al cento per cento americano." (Studio dell'uomo, Ralph L
  2.     Mi trovi su: Homepage #4383426
    Originally posted by Canemacchina
    l sindaco della cittadina toscana: «Il nostro è un progetto culturale»
    «Farò saltare la moschea di Colle Val d'Elsa»
    [B]Oriana Fallaci
    al New Yorker: «Andrò dai miei amici anarchici, con loro prendo gli esplosivi e la faccio saltare in aria!»


    NEW YORK (USA) - La scrittrice Oriana Fallaci è pronta a passare alle vie di fatto pur di impedire la costruzione di una moschea a Colle Val d'Elsa, sulle colline senesi, che dovrebbe essere completata nei prossimi mesi. «La faccio saltare!», ha minacciato la scrittrice fiorentina in un'intervista al settimanale «New Yorker», «non voglio vedere questa moschea molto vicina alla mia casa in Toscana (a Greve in Chianti) non voglio vedere un minareto di 24 metri nel paesaggio di Giotto quando io non posso neppure indossare una croce o portare una Bibbia nel loro Paese!».
    PROVOCAZIONE - Così, lancia la sua provocazione: «Se sarò ancora viva andrò dai miei amici anarchici a Carrara e con loro prendo gli esplosivi e la faccio saltare in aria!». La costruzione della moschea e del centro islamico a Colle Val d'Elsa (costo stimato: 600mila euro) era già stata attaccata dalla Fallaci nel libro «L'Apocalisse», il post scriptum della sua trilogia sullo stato del mondo dopo 11 settembre. Nell'intervista a Margaret Talbot intitolata «The agitator» (L'agitatrice), la Fallaci torna anche a evocare il rischio di un'Europa colonia dell'Islam (l'«Eurabia») e definisce «l'islamismo come il nuovo nazifascismo» con cui «non è possibile alcun compromesso».
    LA REPLICA DEL SINDACO - «Il nostro è un progetto culturale: ogni volta che se ne parla si accendono i riflettori sulla nostra città, che però vive quotidianamente di integrazione». Lo ha detto il sindaco di Colle Val d'Elsa Paolo Brogioni, dopo aver letto l'intervista della Fallaci.
    A Colle Val d'Elsa, spiega, convivono in armonia comunità diverse: «Bambini di diverse culture vivono fianco a fianco e frequentano le stesse scuole senza che nessuno si lamenti», assicura. Quello che l'amministrazione si accinge a costruire è un centro islamico «senza alcun minareto di 24 metri», che rappresenta la naturale evoluzione di quello che opera da almeno dieci anni a Colle Val d'Elsa, animato da alcune centinaia di aderenti a una associazione locale. Si tratterà di un centro culturale in cui sarà anche possibile pregare. «A me preme che si valuti bene il progetto culturale, che è un percorso di dialogo aperto a tutta la cittadinanza, non solo a chi è favorevole ma anche alle forze politiche che da sempre si sono mostrate perplesse o contrarie all'iniziativa. Se anche la signora Fallaci vuole essere coinvolta in questa discussione, è bene accetta, - afferma il sindaco. - Il nostro obiettivo è creare un luogo di convivenza civile tra culture diverse, in cui la volontà è qualla di unire e non dividere».
    La costruzione della moschea di Colle Val D'Elsa è all'origine di una polemica internazionale che dura dal 1999 anno in cui nacque il primo progetto. Un comitato di abitanti della zona si sta battendo perchè la decisione finale sia sottoposta ad un referendum.
    30 maggio 2006


    http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2006/05_Maggio/30/fallaci.shtml


    :azz: fossi stato il sindaco non le avrei nemmeno risposto. :rolleyes: [/B]


    x quanto mi riguarda ha perfettamente ragione... non nei modi certamenti ma nella sostanza.

    Ha perfettamente ragione quando lamenta una mancanza di rispetto da parte dell'islam nei confronti della religione cattolica o cmq di qualsiasi altra religione.
    Non vedo perchè loro reclamino nel ns. suolo tolleranza e libertà di professare la loro religione quando loro stessi nelle loro terre non solo non lo permettono ma non lo prendono nemmeno minimamente in considerazione.
    All'interno di molte fabbriche si son dovuti attrezzare x dar modo loro di rispettare il ramadan?????? Ma stiamo scherzando vero?????
    I miei genitori quando son emigrati son andati nel rispetto delle regole, usi ed abitudini che vigevano in quel paese che dava lavoro ed ospitalità ed è giusto che sia così. Non ti comoda? Con la nave sei arrivato e con la nave te ne puoi riandare!!!! Quando son venuti quà sapevano benissimo cosa li aspettava, come se noi andiamo lì sappiam benissimo cosa ci aspetta.
    Senza contare poi che il ramadan è solo un gran caxxata x la gran parte delle persone musulmane. E questo non è pensiero mio, ma opinione che mi hanno espresso molte persone di colore musulmane che lavorano alla castelgarden a castelfranco (ce ne sono parecchie in quell'azienda razor può confermarvelo) e a cui io (meglio la mia famiglia) tramite la tabaccheria cercava di venir incontro e di supportare spesso anche economicamente.
    Nel loro paese lo rispettano alla perfezione xè li cazziano, qui..solo quel che gli comoda. E' come se diceste a qualche cattolico di rispettare tutto l'iter alimentare delle varie feste. Una volta si faceva... non mangiare carne il venerdì santo (mi sembra uno sia questo :rolleyes: ) ecc..ecc.. ora si va in chiesa e poco altro.
    NON LASCIARE MAI CHE LA PAURA DI PERDERE TI IMPEDISCA DI PARTECIPARE!!!
  3.     Mi trovi su: Homepage #4383427
    una immondizia che ha capito che quello è il miglior mondo per non essere dimenticata, per stare sempre sulle pagine dei giornali e per vendere tanti libri

    l'unica consolazione è che dopo quelle dichiarazioni si faranno venire un bel pò di dubbi in più, (non morali, ma mediatici) prima di riproporla senatrice a vita
  4.     Mi trovi su: Homepage #4383428
    Originally posted by MaestroZen
    x quanto mi riguarda ha perfettamente ragione... non nei modi certamenti ma nella sostanza.

    Ha perfettamente ragione quando lamenta una mancanza di rispetto da parte dell'islam nei confronti della religione cattolica o cmq di qualsiasi altra religione.
    Non vedo perchè loro reclamino nel ns. suolo tolleranza e libertà di professare la loro religione quando loro stessi nelle loro terre non solo non lo permettono ma non lo prendono nemmeno minimamente in considerazione.
    All'interno di molte fabbriche si son dovuti attrezzare x dar modo loro di rispettare il ramadan?????? Ma stiamo scherzando vero?????
    I miei genitori quando son emigrati son andati nel rispetto delle regole, usi ed abitudini che vigevano in quel paese che dava lavoro ed ospitalità ed è giusto che sia così. Non ti comoda? Con la nave sei arrivato e con la nave te ne puoi riandare!!!! Quando son venuti quà sapevano benissimo cosa li aspettava, come se noi andiamo lì sappiam benissimo cosa ci aspetta.
    Senza contare poi che il ramadan è solo un gran caxxata x la gran parte delle persone musulmane. E questo non è pensiero mio, ma opinione che mi hanno espresso molte persone di colore musulmane che lavorano alla castelgarden a castelfranco (ce ne sono parecchie in quell'azienda razor può confermarvelo) e a cui io (meglio la mia famiglia) tramite la tabaccheria cercava di venir incontro e di supportare spesso anche economicamente.
    Nel loro paese lo rispettano alla perfezione xè li cazziano, qui..solo quel che gli comoda. E' come se diceste a qualche cattolico di rispettare tutto l'iter alimentare delle varie feste. Una volta si faceva... non mangiare carne il venerdì santo (mi sembra uno sia questo :rolleyes: ) ecc..ecc.. ora si va in chiesa e poco altro.


    per risponderti ..
    allora anche i musulmani, quando organizzano le loro cacce all'infedele, anche uccidendone qualcuno, hanno qualche ragione, NON NEI MODI, MA NELLA SOSTANZA ??

    ti pare che dire quelle cose in quel modo sia cosa normale e accettabile ? da mettere addirittura in secondo piano rispetto a tutto il resto ? Ti pare nomale sminuire i modi che sono proprio il succo di quel discorso ?

    dimenticavo che da quelle parti siete così abituati a Borghezio che sentire roba del genere è cosa normale
  5. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #4383429
    Originally posted by MaestroZen
    Ha perfettamente ragione quando lamenta una mancanza di rispetto da parte dell'islam nei confronti della religione cattolica o cmq di qualsiasi altra religione.
    Non vedo perchè loro reclamino nel ns. suolo tolleranza e libertà di professare la loro religione quando loro stessi nelle loro terre non solo non lo permettono ma non lo prendono nemmeno minimamente in considerazione.


    Non mi sembra fosse un reclamare, mi sembra fosse più una scelta del comune di dare spazio ad altre culture. Posto anche che ci sia meno tolleranza nei Paesi islamici rispetto alle altre religioni, qui siamo in Italia e qui la tolleranza c'è. :)
  6.     Mi trovi su: Homepage #4383430
    Originally posted by MaestroZen
    x quanto mi riguarda ha perfettamente ragione... non nei modi certamenti ma nella sostanza.

    Ha perfettamente ragione quando lamenta una mancanza di rispetto da parte dell'islam nei confronti della religione cattolica o cmq di qualsiasi altra religione.
    Non vedo perchè loro reclamino nel ns. suolo tolleranza e libertà di professare la loro religione quando loro stessi nelle loro terre non solo non lo permettono ma non lo prendono nemmeno minimamente in considerazione.


    domanda inversa: tu non richiedi le stesse cose in territorio suo, ma non vuoi concedere la libertà a loro qua? :)

    indipendentemente dal fatto che secondo me è assurdo il ramadam, il burqua e molte altre cose.....se noi non vogliamo dar loro la libertà di una moschea, come puoi chiedere il rispetto della nostra religione nei loro luoghi? :) come vedi ti ho girato la domanda, ma la sostanza è quella. Se ci facciamo la guerra per un "io non lo faccio perchè tu non lo fai" allora siamo bambini delle elementari.
    Per me è meglio distinguersi da tutti gli altri, fare ciò che secondo noi è giusto, senza badare a quello che fanno loro.
  7.     Mi trovi su: Homepage #4383431
    Originally posted by common
    una immondizia che ha capito che quello è il miglior mondo per non essere dimenticata, per stare sempre sulle pagine dei giornali e per vendere tanti libri

    l'unica consolazione è che dopo quelle dichiarazioni si faranno venire un bel pò di dubbi in più, (non morali, ma mediatici) prima di riproporla senatrice a vita



    quoto...

    Le posizione estremiste, da una parte o dall'altra, sono sempre le più sbagliate....
    Io credo sia giusto che chi ha una fede diversa da quella "principale" (diciamo così) abbia un posto dove riunirsi (possibilmente in PACE e non tipo la moschea di viale Jenner a MILANO) e professare il loro culto....:yy:

    Bisognerebbe trovare un equilibrio in tal senso.....:cool:
  8.     Mi trovi su: Homepage #4383432
    Originally posted by ScudettoWeb
    Non mi sembra fosse un reclamare, mi sembra fosse più una scelta del comune di dare spazio ad altre culture. Posto anche che ci sia meno tolleranza nei Paesi islamici rispetto alle altre religioni, qui siamo in Italia e qui la tolleranza c'è. :)
    un applauso! :clap:
    :champion:Albo d'oro Superlega (aggiornato 30/5/07) :grazie: [url=http://forum.videogame.it/showthread.php?&postid=903504#post903504]Storico Squadre Superlega (xls aggio
  9.     Mi trovi su: Homepage #4383433
    Originally posted by MaestroZen
    x quanto mi riguarda ha perfettamente ragione... non nei modi certamenti ma nella sostanza.

    Ha perfettamente ragione quando lamenta una mancanza di rispetto da parte dell'islam nei confronti della religione cattolica o cmq di qualsiasi altra religione.
    Non vedo perchè loro reclamino nel ns. suolo tolleranza e libertà di professare la loro religione quando loro stessi nelle loro terre non solo non lo permettono ma non lo prendono nemmeno minimamente in considerazione.
    All'interno di molte fabbriche si son dovuti attrezzare x dar modo loro di rispettare il ramadan?????? Ma stiamo scherzando vero?????
    I miei genitori quando son emigrati son andati nel rispetto delle regole, usi ed abitudini che vigevano in quel paese che dava lavoro ed ospitalità ed è giusto che sia così. Non ti comoda? Con la nave sei arrivato e con la nave te ne puoi riandare!!!! Quando son venuti quà sapevano benissimo cosa li aspettava, come se noi andiamo lì sappiam benissimo cosa ci aspetta.
    Senza contare poi che il ramadan è solo un gran caxxata x la gran parte delle persone musulmane. E questo non è pensiero mio, ma opinione che mi hanno espresso molte persone di colore musulmane che lavorano alla castelgarden a castelfranco (ce ne sono parecchie in quell'azienda razor può confermarvelo) e a cui io (meglio la mia famiglia) tramite la tabaccheria cercava di venir incontro e di supportare spesso anche economicamente.
    Nel loro paese lo rispettano alla perfezione xè li cazziano, qui..solo quel che gli comoda. E' come se diceste a qualche cattolico di rispettare tutto l'iter alimentare delle varie feste. Una volta si faceva... non mangiare carne il venerdì santo (mi sembra uno sia questo :rolleyes: ) ecc..ecc.. ora si va in chiesa e poco altro.


    se c'è tutela della libertà religiosa e ci si professa superiori poi non si può uscire, scusa la schiettezza, con ste cagate :asd: insomma siamo seri no? il ramadam è forse uno dei loro "comandamenti" più sentiti, ho conosciuto svariati musulmani e tutto lo praticavano. a parte quello, non sta scritto da nessuna parte che i musulmani sono per forza solo "loro", ma ci sono anche italiani, se vogliamo metterla sulla "razza". la religione non è libera scelta. i cattolici che non rispettano i precetti, non sono cattolici al 100%, così i musulmani. la religione èquella: prendere o lasciare.
    costruire una moschea non mi sembra così deleterio, nè tanto meno irrispettoso di nulla. con questo criterio allora non costruiamo nemmeno chiese. lo stato è laico, non cattolico.
    [SIZE=1,8]"Mentre legge i resoconti dei problemi che s’agitano all’estero, se è un buon cittadino conservatore, con un linguaggio indo-europeo, ringrazierà una divinità ebraica di averlo fatto al cento per cento americano." (Studio dell'uomo, Ralph L
  10. I'm only happy when it rains  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4383435
    Ok ho capito il suo è un modo colorito di far sapere che ha bisogno di vitamina "C" :rolleyes:

    Fallacci facciamo una colletta dai e ti mandiamo direttamente a casa un bel maschione ok, così ti rilassi per bene... :cool: :asd:
    Comincio a credere che non conta quanto tu ami qualcuno: forse quello che conta è quello che riesci a essere quando sei con qualcuno.
  11.     Mi trovi su: Homepage #4383436
    :asd:


    secondo me ci vorrebbe solo un genocidio di massa di tutte le persone religiose, musulmani, cattolici, ebrei e testimoni di geova. akhmadi nejad(come si scrive?) e la fallaci hanno capito questo, siamo sulla giusta strada. se si alleano, uno ammazza tutti i non musulmani tranne la fallaci tutti i non cattolici. quando rimangono loro due, gli atei li distruggeranno e domineranno il mondo. arrivando poi a conquistare anche il dominio al paradiso e all'inferno, ovvio :cool:
    [SIZE=1,8]"Mentre legge i resoconti dei problemi che s’agitano all’estero, se è un buon cittadino conservatore, con un linguaggio indo-europeo, ringrazierà una divinità ebraica di averlo fatto al cento per cento americano." (Studio dell'uomo, Ralph L
  12.     Mi trovi su: Homepage #4383437
    Originally posted by Canemacchina
    secondo me ci vorrebbe solo un genocidio di massa di tutte le persone religiose, musulmani, cattolici, ebrei e testimoni di geova. akhmadi nejad(come si scrive?) e la fallaci hanno capito questo, siamo sulla giusta strada. se si alleano, uno ammazza tutti i non musulmani tranne la fallaci tutti i non cattolici. quando rimangono loro due, gli atei li distruggeranno e domineranno il mondo. arrivando poi a conquistare anche il dominio al paradiso e all'inferno, ovvio :cool:


    :rulez:
  13.     Mi trovi su: Homepage #4383438
    Originally posted by Zanetti_Capitano
    :rulez:


    + che genocidio diciamo un viaggio pissicadelico sulla luna, senza ritorno però :cool:



    per tutti i credenti, sto scherzando ;)
    [SIZE=1,8]"Mentre legge i resoconti dei problemi che s’agitano all’estero, se è un buon cittadino conservatore, con un linguaggio indo-europeo, ringrazierà una divinità ebraica di averlo fatto al cento per cento americano." (Studio dell'uomo, Ralph L
  14.     Mi trovi su: Homepage #4383439
    maestro.. cmq.. "di colore musulmano" è stupenda :asd:
    [SIZE=1,8]"Mentre legge i resoconti dei problemi che s’agitano all’estero, se è un buon cittadino conservatore, con un linguaggio indo-europeo, ringrazierà una divinità ebraica di averlo fatto al cento per cento americano." (Studio dell'uomo, Ralph L

  la Fallaci all'attacco.

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina