1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4384854
  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4384855
    Qualifiche Classe 125:

    [F1live.com]Pesek imbattibile per la pole
    GP d'Italia : 125cc


    Considerato il netto miglioramento delle condizioni meteo al Mugello – nonostante il freddo persistente – i piloti delle 125cc hanno rapidamente migliorato le loro prestazioni questo pomeriggio, guadagnando facilmente tra quindici e venti secondi rispetto alla sessione di ieri condizionata dalla pioggia.

    La mezz'ora odierna dedicata alle qualifiche è stata quindi sfruttata al massimo da tutti e diversi piloti si sono presto portati sotto i riflettori, in particolare Gabor Talmacsi che ha concluso la prima metà della sessione in testa. Sono stati subito al passo anche Lukas Pesek, Alvaro Bautista e Pablo Nieto che, dopo un inizio di stagione molto discreto, è riuscito ad inserirsi nella lotta agli avamposti.

    Lo spagnolo si è confermato nel finale salendo al terzo rango prima di retrocedere con gli ultimi assalti di Faubel, Lai e Bautista. Invece in testa la lotta per la pole position non è stata molto combattuta in quanto Lukas Pesek è rimasto a lungo al vertice ed il suo ultimo giro gli ha permesso di mettersi definitivamente al riparo.

    Con un tempo di 1'58”202, il pilota ceco si è quindi impadronito della pole position di questo Gran Premio d'Italia, per la prima volta nella sua carriera, battendo addirittura il record dell'Autodromo del Mugello.
    Partirà dalla seconda posizione il suo avversario più serio, Mattia Pasini, già autore della pole a Le Mans nello scorso Gran Premio.

    Hector Faubel e Fabrizio Lai completano la prima fila mentre Alvaro Bautista si deve accontentare del quinto posto sulla griglia di partenza. Lo spagnolo scatterà davanti a Pablo Nieto e Gabor Talmacsi, quest'ultimo essendo retrocesso nella seconda metà della sessione. Mika Kallio completa questa seconda fila.

    Angel Rodriguez partirà dal nono posto davanti a Cortese, Corsi e Simon, mentre il campione del mondo in carica Thomas Lüthi si è classificato quattordicesimo.

    Così gli altri italiani ad essersi qualificati : Zanetti (17°), De Rosa (19°), Iannone (20°), Baroni (26°), Conti (29°), Daniele Rossi (31°), Pirro (30°), Verdini (34°), Tamburini (35°), Lacalendola (36°), Lombardi (37°), Sandi (38°), Vivarelli (40°) e Grotzkyj (43°).


    Risultati completi qualifiche classe 125
    P. No. Piloti Scuderia Tempo Scarto
    01 52 L.PESEK DERBI 1'58"202
    02 75 M.PASINI APRILIA 1'58"335 + 0'00"133
    03 55 H.FAUBEL APRILIA 1'58"851 + 0'00"649
    04 32 F.LAI HONDA 1'58"934 + 0'00"732
    05 19 A.BAUTISTA APRILIA 1'59"008 + 0'00"806
    06 22 P.NIETO APRILIA 1'59"337 + 0'01"135
    07 14 G.TALMACSI HONDA 1'59"415 + 0'01"213
    08 36 M.KALLIO KTM 1'59"422 + 0'01"220
    09 10 A.RODRIGUEZ APRILIA 1'59"430 + 0'01"228
    10 11 S.CORTESE HONDA 1'59"506 + 0'01"304
    11 24 S.CORSI GILERA 1'59"531 + 0'01"329
    12 60 J.SIMON KTM 1'59"554 + 0'01"352
    13 41 A.ESPARGARO HONDA 1'59"662 + 0'01"460
    14 1 T.LUTHI HONDA 1'59"735 + 0'01"533
    15 33 S.GADEA APRILIA 1'59"851 + 0'01"649
    16 71 T.KOYAMA MALAGUTI 1'59"870 + 0'01"668
    17 8 L.ZANETTI APRILIA 2'00"025 + 0'01"823
    18 63 M.DI MEGLIO HONDA 2'00"176 + 0'01"974
    19 35 R.DE ROSA APRILIA 2'00"180 + 0'01"978
    20 29 A.IANNONE APRILIA 2'00"197 + 0'01"995
    21 6 J.OLIVE APRILIA 2'00"465 + 0'02"263
    22 18 N.TEROL DERBI 2'00"675 + 0'02"473
    23 17 S.BRADL KTM 2'00"748 + 0'02"546
    24 7 A.MASBOU MALAGUTI 2'00"920 + 0'02"718
    25 9 M.RANSEDER KTM 2'00"924 + 0'02"722
    26 23 L.BARONI HONDA 2'00"963 + 0'02"761
    27 44 K.ABRAHAM APRILIA 2'01"084 + 0'02"882
    28 45 I.TOTH APRILIA 2'01"121 + 0'02"919
    29 16 M.CONTI HONDA 2'01"132 + 0'02"930
    30 15 M.PIRRO APRILIA 2'01"218 + 0'03"016
    31 88 D.ROSSI HONDA 2'01"232 + 0'03"030
    32 38 B.SMITH HONDA 2'01"547 + 0'03"345
    33 90 H.KUZUHARA HONDA 2'01"632 + 0'03"430
    34 91 L.VERDINI APRILIA 2'02"154 + 0'03"952
    35 20 R.TAMBURINI APRILIA 2'02"174 + 0'03"972
    36 87 R.LOCALENDOLA HONDA 2'02"395 + 0'04"193
    37 13 D.LOMBARDI APRILIA 2'02"746 + 0'04"544
    38 12 F.SANDI APRILIA 2'03"006 + 0'04"804
    39 37 J.LITJENS HONDA 2'03"075 + 0'04"873
    40 89 N.VIVARELLI HONDA 2'03"391 + 0'05"189
    41 43 M.HERNANDEZ APRILIA 2'03"593 + 0'05"391
    42 26 V.BRAILLARD HONDA 2'03"648 + 0'05"446
    43 53 S.GROTZKYJ APRILIA 2'03"957 + 0'05"755
  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4384856
    Doppietta Ducati, Rossi in prima fila
    GP d'Italia : MotoGP - Qualifiche


    Come ad ogni Gran Premio, i piloti delle MotoGP hanno avuto un'ora a loro disposizione per qualificarsi in vista della corsa di domani.

    Considerata l'incertezza del meteo in questo weekend al Mugello, tutti hanno cercato di sfruttare al meglio quest'ora di prove, prima di montare gomme da qualifica per tentare di segnare un tempo bomba ed ottenere la migliore posizione possibile sulla griglia di partenza.

    Sin dai primi minuti, Loris Capirossi è stato il più veloce di tutti, avvicinandosi presto al record del circuito detenuto sin dall'anno scorso da Valentino Rossi.

    Lo stesso Rossi si è poi impadronito della testa della sessione a sua volta prima di cedere il comando a Sete Gibernau che, a metà sessione, conduceva queste qualifiche. Ma Capirossi non ha tardato a riprendere le redini della sessione, battendo il record della pole ed annunciando un finale italo-spagnolo per queste qualifiche toscane. Dietro, Shinya Nakano si è piazzato in imboscata in quarta posizione davanti a Nicky Hayden, sempre primo rappresentante della Honda per buona parte della sessione.

    Dopo aver cambiato gomme, tutti sono tornati all'attacco negli ultimi cinque minuti con l'intenzione di dare prova del vero potenziale dei loro bolidi.
    Marco Melandri ha aperto la lotta portandosi al secondo rango mentre Sete Gibernau stava realizzando la sua migliore prestazione, il che gli ha permesso di sostituire il suo compagno di squadra in testa.

    In anticipo fino al terzo settore, Rossi sembrava in grado di battere le Ducati ma il campione del mondo in carica ha perso tempo nell'ultimo settore del circuito, mancando così la pole position. Capirossi da parte sua non è riuscito a migliorarsi, cedendo così definitivamente la testa al suo compagno di squadra.

    Nessuno è più stato in grado di insidiare Sete Gibernau che ha così piazzato la sua Ducati al vertice con un miglior tempo di 1'48”969 che gli è valso il nuovo record della pole al Mugello. "So che sono soltanto qualifiche, ma per me è una prima vittoria," ha dichiarato Gibernau.

    Unico pilota ad essere passato sotto la soglia dell'1'49, lo spagnolo scatterà davanti a Loris Capirossi, una doppietta Ducati che lascia sperare in bene per il team di Borgo Panigale !


    La prima fila della griglia di partenza viene completata da Valentino Rossi, mentre Nicky Hayden apre la seconda fila. Shinya Nakano si è impadronito del quinto posto e precede così Marco Melandri.

    La prima Suzuki rimane quella di John Hopkins, autore del settimo tempo. L'anglo- americano condividerà la terza fila con le Honda di Pedrosa e Stoner.

    Primo pilota ad aver ceduto più di un secondo a Sete Gibernau, Makoto Tamada apre la quarta fila e precede Kenny Roberts Jr e Toni Elias. Delusione per Colin Edwards, autore del quattordicesimo tempo : partirà al fianco di Carlos Checa e Chris Vermeulen. Sessione mancata anche per Randy de Puniet, sedicesimo davanti ad Ellison, Hofmann e Cardoso.

    Risultati completi qualifiche MotoGp
    Pilota Tempo Giri
    1 S. Gibernau (ESP) Ducati tyres 1:48.969
    2 L. Capirossi (ITA) Ducati tyres 1:49.058
    3 V. Rossi (ITA) Yamaha tyres 1:49.167
    4 N. Hayden (USA) Honda tyres 1:49.212
    5 S. Nakano (JPN) Kawasaki tyres 1:49.328
    6 M. Melandri (ITA) Honda tyres 1:49.343
    7 J. Hopkins (USA) Suzuki tyres 1:49.470
    8 D. Pedrosa (ESP) Honda tyres 1:49.516
    9 C. Stoner (AUS) Honda LCR tyres 1:49.915
    10 M. Tamada (JPN) Honda tyres 1:50.064
    11 K. Roberts (USA) KR Honda tyres 1:50.101
    12 T. Elias (ESP) Honda tyres 1:50.190
    13 C. Checa (ESP) Yamaha tyres 1:50.347
    14 C. Edwards (USA) Yamaha tyres 1:50.405
    15 C. Vermulen (AUS) Suzuki tyres 1:50.430
    16 R. De Puniet (FRA) Kawasaki tyres 1:50.597
    17 J. Ellison (ENG) Yamaha tyres 1:51.866
    18 A. Hofmann (GER) Ducati tyres 1:52.100
    19 J. Cardoso (ESP) Ducati tyres 1:55.302
  4. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4384857
    Italia rappresentata bene sulla griglia !
    GP d'Italia : 250cc - Qualifiche


    I piloti delle 250cc hanno disputato una seconda sessione di qualifiche animata questo pomeriggio, cercando tutti di migliorare le loro prestazioni considerato che il meteo questa volta non ha disturbato i confronti in pista.

    Particolarmente al passo dall'inizio di questo weekend di gara in Italia, Jakub Smrz si è nuovamente portato sotto i riflettori questo pomeriggio, mantenendosi in vetta nella prima parte della sessione, prima di esserne scalzato da Andrea Dovizioso, che a domicilio intende difendere nel migliore dei modi la sua posizione di leader del campionato.

    Anche Marco Simoncelli ha iniziato bene queste qualifiche in quanto occupava la seconda posizione a metà sessione, prima di retrocedere con la progressione di Alex de Angelis che si è impadronito della testa della classifica.

    Il francese Sylvain Guintoli è stato uno dei rarissimi piloti a cadere in questo inizio di weekend, ma altri hanno preso dei rischi, ad esempio Jakub Smrz che, cercando il limite, ha sfiorato più volte la caduta nell'ultimo quarto d'ora di qualifiche.

    Nello stesso tempo è passato in testa Jorge Lorenzo che, finora in questo weekend, era rimasto molto discreto, un po' troppo dal suo punto di vista.
    Il collaudatore Aprilia, Alex Debon, che in questo fine settimana beneficia di una wild-card per correre con i colori della Fortuna, è riuscito a minacciare il dominio dell'esuberante pilota spagnolo ma, come molti altri piloti, ha perso troppo tempo nel quarto settore per potersi portare in prima posizione.

    Andrea Dovizioso ha allora ripreso la sua lotta contro il cronometro, riprendendo il comando della sessione a nove minuti dalla chiusura della pista, prima di perdere del tempo con il traffico mentre stava abbassando di nuovo il suo tempo. Alex de Angelis ha colto l'occasione per portare la sua Aprilia MVA Aspar in testa, mentre Marco Simoncelli e Jakub Smrz sono tornati in pista col coltello tra i denti per cercare di migliorarsi a loro volta.

    In un giro grintosissimo, il ceco è stato sul punto di battere tutti ma, dopo aver segnato il miglior tempo nei primi tre parziali, ha ceduto dopo aver rischiato di cadere di nuovo nel finale del giro, in parte perché era stato disturbato da Alessio Palumbo. In realtà, in quasi tutti i suoi ultimi giri, Smrz ha preso dei rischi enormi e ha sempre evitato la caduta al pelo.

    Jorge Lorenzo è tornato in testa nel finale con un tempo di 1'53”787. Roberto Locatelli ha allora realizzato un'ottima prestazione a sorpresa, portandosi in seconda posizione ! Alex de Angelis ha rinunciato tornando ai box mentre l'ultimo giro bomba è stato effettuato da Yuki Takahashi che si è portato in seconda posizione all'ultimo secondo.

    La pole position è quindi andata a Jorge Lorenzo, imbattibile questo pomeriggio, mentre Takahashi si è confermato con un ottimo secondo tempo, dopo aver vinto lo scorso Gran Premio di Le Mans. Il primo italiano sulla griglia sarà Roberto Locatelli, terzo davanti ad Alex de Angelis.

    Andrea Dovizioso aprirà la seconda fila e partirà davanti a Marco Simoncelli, terzo italiano nella top 6 quindi ! Settimo tempo per Hector Barbera che scatterà davanti a Jakub Smrz che alla fine, nonostante i suoi impressionanti sforzi, si deve accontentare dell'ottavo posto.

    I fratelli Aoyama scatteranno dalla terza fila : Shuhei è nono e Hiroshi è undicesimo. Al loro fianco sulla griglia di partenza ritroveremo Alex Debon ed Andrea Ballerini.

    Per il Gran Premio del suo ritorno nel Motomondiale, Franco Battaini ha ottenuto il tredicesimo posto in griglia. Così gli altri italiani : Baldolini (15°), Morelli (22°), Brannetti (25°), Palumbo (30°) e manghi (31°).

    Risultati completi qualifiche classe 250
    P. No. Piloti Scuderia Tempo Scarto
    01 96 J.SMRZ APRILIA 1'54"850
    02 55 Y.TAKAHASHI HONDA 1'55"027 + 0'00"177
    03 7 A.DE ANGELIS APRILIA 1'55"394 + 0'00"544
    04 34 A.DOVIZIOSO HONDA 1'55"462 + 0'00"612
    05 15 R.LOCATELLI APRILIA 1'55"464 + 0'00"614
    06 80 H.BARBERA APRILIA 1'55"479 + 0'00"629
    07 6 A.DEBON APRILIA 1'55"596 + 0'00"746
    08 48 J.LORENZO APRILIA 1'55"647 + 0'00"797
    09 4 H.AOYAMA KTM 1'55"790 + 0'00"940
    10 58 M.SIMONCELLI GILERA 1'55"828 + 0'00"978
    11 50 S.GUINTOLI APRILIA 1'56"091 + 0'01"241
    12 73 S.AOYAMA HONDA 1'56"102 + 0'01"252
    13 8 A.BALLERINI APRILIA 1'56"216 + 0'01"366
    14 14 A.WEST APRILIA 1'56"661 + 0'01"811
    15 36 M.CARDENAS HONDA 1'56"913 + 0'02"063
    16 19 S.PORTO HONDA 1'57"000 + 0'02"150
    17 54 M.POGGIALI KTM 1'57"015 + 0'02"165
    18 25 A.BALDOLINI APRILIA 1'57"077 + 0'02"227
    19 9 F.BATTAINI APRILIA 1'57"123 + 0'02"273
    20 23 A.TIZON HONDA 1'57"919 + 0'03"069
    21 21 A.VINCENT HONDA 1'58"224 + 0'03"374
    22 16 J.CLUZEL APRILIA 1'58"254 + 0'03"404
    23 22 L.MORELLI APRILIA 1'58"646 + 0'03"796
    24 37 F.PERREN HONDA 1'58"678 + 0'03"828
    25 45 D.LINFOOT HONDA 1'58"888 + 0'04"038
    26 65 A.BRANETTI FANTIC 1'59"825 + 0'04"975
    27 24 J.CARCHANO HONDA 2'00"445 + 0'05"595
    28 64 O.MENGHI APRILIA 2'00"470 + 0'05"620
    29 17 F.ASCHENBRENNER APRILIA 2'00"681 + 0'05"831
    30 85 A.PALUMBO APRILIA 2'01"533 + 0'06"683
    31 67 N.CAJBACK APRILIA 2'01"862 + 0'07"012
  5.     Mi trovi su: Homepage #4384858
    se Pasini non fa Cassate (e ne fa una ogni due GP) arriva tra i primi 2
    in alternativa a PEsek e Bautista
    (Kallio outsider)

    -------------------------------------

    la 250 è incerterrima

    Lorenzo
    Dovizioso
    Takahashi
    (Locatelli, Barbera e De Angelis outsiders)

    -------------------------------------

    nella Gp ci saranno 2 o 3 Italiani sul podio, i Think
    Rossi
    Capirex
    Pedrosa
  6. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4384859
    Pasini si impone a domicilio !
    GP d'Italia : 125cc - La corsa


    Il primo dei tre Gran Premi d'Italia disputato oggi ha incoronato un pilota locale che, al termine di una corsa disputata con un ritmo particolarmente elevato, ha saputo gestire gli attacchi dei suoi avversari e vincere al pelo.

    Al via è scattato meglio di tutti Mattia Pasini che si è portato immediatamente al comando della corsa davanti ad un pubblico italiano sedotto dal giovane pilota riminese. Tuttavia la gara dell'eroe locale non è stata per niente una passeggiata ! Il leader del campionato, Alvaro Bautista, ha immediatamente iniziato ad inseguire il suo compagno di squadra e lo ha rapidamente raggiunto nonostante Pasini avesse creato un piccolo gap nelle primissime battute. E' allora iniziato un vero e proprio duello tra i due compagni del team MVA Aspar.

    Partito male dalla pole position, Lukas Pesek è retrocesso fino alla settima posizione prima di recuperare in fretta il terreno ceduto ed installarsi nella scia di Pasini e Bautista, scatenati dal primo al ventesimo giro di questa gara. Poco a poco questi tre piloti si sono creati un margine di vantaggio solido che ha permesso loro di lottare da soli per la vittoria ed il podio.

    Dietro, dopo un'ottima partenza, Fabrizio Lai ha ceduto terreno e si è poco a poco ritrovato nel terzo gruppo del plotone. Davanti a lui si è formato un quartetto di inseguitori dei leader, con le KTM di Kallio e Simon e le Aspar di Gadea e Faubel.


    Come sempre, la vittoria si è giocata nell'ultimo giro e tutti e tre i piloti di testa sono stati in grado di imporsi. Dopo aver imposto un ritmo scatenato nelle ultime curve, Pasini sembrava essere l'aspirante più serio per la vittoria ma ha dovuto rispondere agli attacchi grintosi dei suoi due avversari e, fino a pochi metri dal traguardo, nessuno poteva dire chi si sarebbe imposto.

    Mattia Pasini è passato sulla linea di arrivo con pochi centimetri di vantaggio su Alvaro Bautista, vincendo così alla grande il suo Gran Premio di casa dopo aver vissuto alcuni momenti particolarmente sfortunati in questa prima parte di stagione. Si tratta del primo successo di Mattia quest'anno, il terzo nella sua carriera in quanto si è imposto due volte l'anno scorso.

    Bautista e Pesek completano quindi il podio mentre è stato Sergio Gadea ad impadronirsi del quarto posto. Dietro di lui sono giunti nell'ordine Faubel, Kallio e Simon. Gabor Talmacsi ha segnato i punti dell'ottavo posto, precedendo Lüthi, Corsi e Lai. Completano la zona punti Nieto, Olive, Zanetti e Koyama.


    Così gli altri italiani ad aver raggiunto l'arrivo : De Rosa (17°), Daniele Rossi (21°), Verdini (22°), Lacalendola (23°), Grotzkyj (24°), Lombardi (27°), Tamburini (28°) e Conti (29°) nonostante un passaggio nei box.

    Alvaro Bautista rimane in testa al campionato con un bottino di 119 punti. Mika Kallio è secondo con 88 punti mentre Mattia Pasini occupa il terzo posto con un totale di 74 punti.

    Rispetto alle altre gare, sono stati pochi i piloti a cadere durante questo weekend di gara, tuttavia diversi incidenti hanno segnato la corsa delle 125cc stamattina. Federico Sandi è stato il primo ad andare a terra, al secondo giro, in un incidente apparentemente abbastanza serio. Il pilota italiano, già ferito a Le Mans, è immediatamente stato soccorso dai medici presenti a bordo pista e speriamo di ricevere presto notizie rassicuranti.

    Sono caduti anche Karel Abraham (al quinto giro), Michael Ranseder (8° giro), Angel Rodriguez (10° giro), Sandro Cortese (15° giro) e Mike di Meglio (20° giro). Inoltre hanno dovuto abbandonare Lorenzo Baroni (3° giro), Joey Litjens (dritto al 5° giro), Alexis Masbou (problema alla frizione al 4° giro), Nico Vivarelli (al 10° giro), Michele Pirro (10° giro) ed Aleix Espargaro (16° giro). Infine segnaliamo che a Manuel Hernandez ed Andrea Iannone è stata sventolata una bandiera nera al settimo giro.
    -----------------------------------------------
    Risultati completi Classe 125
    P. No. Piloti Scuderia Tempo Scarto
    01 75 M.PASINI APRILIA 0'00"000
    02 19 A.BAUTISTA APRILIA 0'00"001 + 0'00"001
    03 52 L.PESEK DERBI 0'00"052 + 0'00"052
    04 33 S.GADEA APRILIA 0'01"203 + 0'01"203
    05 55 H.FAUBEL APRILIA 0'01"234 + 0'01"234
    06 36 M.KALLIO KTM 0'01"378 + 0'01"378
    07 60 J.SIMON KTM 0'02"303 + 0'02"303
    08 14 G.TALMACSI HONDA 0'13"320 + 0'13"320
    09 1 T.LUTHI HONDA 0'13"337 + 0'13"337
    10 24 S.CORSI GILERA 0'13"376 + 0'13"376
    11 32 F.LAI HONDA 0'13"865 + 0'13"865
    12 22 P.NIETO APRILIA 0'14"759 + 0'14"759
    13 6 J.OLIVE APRILIA 0'17"288 + 0'17"288
    14 8 L.ZANETTI APRILIA 0'29"463 + 0'29"463
    15 71 T.KOYAMA MALAGUTI 0'29"553 + 0'29"553
    16 17 S.BRADL KTM 0'34"174 + 0'34"174
    17 35 R.DE ROSA APRILIA 0'35"827 + 0'35"827
    18 18 N.TEROL DERBI 0'39"480 + 0'39"480
    19 38 B.SMITH HONDA 0'51"225 + 0'51"225
    20 90 H.KUZUHARA HONDA 1'15"251 + 1'15"251
    21 88 D.ROSSI HONDA 1'18"215 + 1'18"215
    22 91 L.VERDINI APRILIA 1'20"627 + 1'20"627
    23 87 R.LOCALENDOLA HONDA 1'22"356 + 1'22"356
    24 53 S.GROTZKYJ APRILIA 1'22"570 + 1'22"570
    25 45 I.TOTH APRILIA 1'22"572 + 1'22"572
    26 26 V.BRAILLARD HONDA 1'22"588 + 1'22"588
    27 13 D.LOMBARDI APRILIA 1'23"590 + 1'23"590
    28 20 R.TAMBURINI APRILIA 1'54"909 + 1'54"909
    29 16 M.CONTI HONDA 2 lap(s)
    ------------------------------------------------------
    Classifica mondiale classe 125
    Piloti Squadra Punti
    1 Alvaro Bautista (ESP) Master - MVA Aspar Team 119
    2 Mika Kallio (FIN) Red Bull KTM GP 125 88
    3 Mattia Pasini (ITA) Master - MVA Aspar Team 74
    4 Sergio Gadea (ESP) Master - MVA Aspar Team 67
    5 Hector Faubel (ESP) Master - MVA Aspar Team 66
    6 Lukas Pesek (CZE) Derbi Racing 55
    7 Julian Simon (ESP) Red Bull KTM GP 125 48
    8 Thomas Luthi (SUI) Elit Caffè Latte 44
    - Gabor Talmacsi (HUN) Humangest Racing Team 44
    10 Simone Corsi (ITA) Squadra Corse Metis Gilera 42
    11 Fabrizio Lai (ITA) Valsir Seedorf Racing 34
    12 Pablo Nieto (ESP) Multimedia Racing 33
    13 Joan Olive (ESP) SSM Racing 32
    14 Tomoyoshi Koyama (JPN) Malaguti Ajo Corse 23
    15 Angel Rodriguez (ESP) 3C Racing 21
    16 Raffaele De Rosa (ITA) Multimedia Racing 18
    17 Andrea Iannone (ITA) Ticino Hosting Campetella Jnr Team 15
    18 Lorenzo Zanetti (ITA) Skilled I.S.P.A. Racing 13
    19 Federico Sandi (ITA) SSM Racing 2
    20 Sandro Cortese (GER) Elit Caffè Latte 1
    - Mike Di Meglio (FRA) FFM Honda Grand Prix 125 1
  7. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4384861
    Lorenzo vince davanti a De Angelis e Dovizioso
    GP d'Italia : 250cc - La corsa

    Il circuito del Mugello ha offerto una grande gara anche nelle quarto di litro. Le prime due file sono scattate bene e Lorenzo si è portato al comando al secondo giro davanti a Takahashi, Dovizioso, Locatelli, De Angelis, Debon, Simoncelli, Smrz e Ballerini.

    Ci sono state subito alcune cadute. Al primo giro sono finiti a terra Hiroshi Aoyama, Alex Baldolini e Arnaud Vincent.

    Nel corso della prima tornata Hector Barbera ha rallentato improvvisamente in preda a qualche problema sulla sua moto e lo spagnolo è stato costretto a rientrare definitivamente ai box. Il suo weekend non era stato comunque semplice fino a questo punto.

    Dopo i primi quattro o cinque giri si è formato un gruppo di otto piloti al comando formato da Lorenzo, Dovizioso, Takahashi, De Angelis, Simoncelli, Debon, Locatelli e Smrz. Ma quest'ultimo è finito pesantemente a terra dopo essere stato catapultato dalla sua moto. L'urto al suolo è stato molto violento, ma dalle prime immagini sembra non abbia provocato grosse conseguenze.
    Smrz ha guidato con grande aggressività, forse troppa, per tutto il fine settimana, e forse oggi paga questo eccesso di irruenza.

    Al sesto giro De Angelis si è portato al secondo posto superando Andrea Dovizioso. Ma dopo aver trascorso alcuni giri in fondo al gruppo di testa Lorenzo si è svegliato nel finale riportandosi davanti ed imponendosi dopo essere scattato dalla pole position. Per lo spagnolo quella di oggi è la terza vittoria del 2006.

    De Angelis è salito sul secondo gradino del podio, mentre dietro il riminese si è piazzato Andrea Dovizioso che ha lottato col coltello tra i denti fino alla fine.

    E' stato protagonista anche Locatelli che ha occupato il comando della gara nell'arco di un giro, ma il pilota italiano ha in seguito sbandato in più occasioni, forse per un problema alle gomme, ed alla fine ha perso contatto coi primissimi e ha dovuto accontentarsi della sesta piazza, dietro Takahashi e Debon.

    Simoncelli è giunto settimo davanti a West, Shuhei Aoyama, Ballerini, Guintoli, Poggiali, Porto, Tizon, Perren che segna il punto del 15° posto.

    Per Perren si tratta di un grande risultato in quanto oggi ha disputato il suo primo GP, sostituendo Carchano in seno al team Stop and Go. Tra gli altri italiani troviamo Manghi al 16° posto e Palumbo al 18°. Da segnalare anche la caduta di Cluzel al 10° giro.

    Nel mondiale Dovizioso resta leader con 108 punti davanti a Lorenzo (88), Takahashi (80), Barbera (78), Hiroshi Aoyama (75) e Locatelli (67).
    --------------------------

    Risultati completi classe 250:
    Pilota Tempo
    1 J. Lorenzo (ESP) Aprilia tyres 0
    2 A. De Angelis (SMR) Aprilia tyres 0.111
    3 A. Dovizioso (ITA) Honda tyres 0.320
    4 Y. Takahashi (JPN) Honda tyres 0.334
    5 A. Debon (ESP) Honda tyres 3.315
    6 R. Locatelli (ITA) Aprilia tyres 3.327
    7 M. Simoncelli (ITA) Gilera tyres 7.933
    8 A. West (AUS) Honda tyres 26.046
    9 S. Aoyama (JPN) Honda tyres 26.616
    10 A. Ballerini (ITA) Aprilia tyres 30.570
    11 S. Guintoli (FRA) Aprilia tyres 32.854
    12 M. Poggiali (SMR) KTM tyres 33.743
    13 S. Porto (ARG) Honda tyres 73.549
    14 A. Tizon (ESP) Honda tyres 76.158
    15 F. Perren (ARG) Wildcard tyres 78.533
    16 M. Cardenas (COL) Honda tyres out
    17 J. Cluzel (FRA) Aprilia tyres out
    18 J. Smrz (CZE) Aprilia tyres out
    19 H. Barberá (ESP) Aprilia tyres out
    20 H. Aoyama (JPN) KTM tyres out
    ----------------------------------
    Classifica mondiale 250
    Piloti Squadra Punti
    1 Andrea Dovizioso (ITA) Humangest Racing Team 108
    2 Jorge Lorenzo (ESP) Fortuna Aprilia 88
    3 Yuki Takahashi (JPN) Humangest Racing Team 80
    4 Hector Barbera (ESP) Fortuna Aprilia 78
    5 Hiroshi Aoyama (JPN) Red Bull KTM GP 125 75
    6 Roberto Locatelli (ITA) Team Toth 67
    7 Alex De Angelis (SMR) MVA Aspar Team 54
    8 Sylvain Guintoli (FRA) Equipe de France Scrab Aprilia 43
    9 Marco Simoncelli (ITA) Squadra Corse Metis Gilera 39
    10 Shuhei Aoyama (JPN) Repsol Honda 34
    11 Anthony West (AUS) Kiefer-Bos-Castrol Honda 26
    12 Jakub Smrz (CZE) AB Cardion Blauer 25
    13 Martin Cardenas (COL) Würth Honda BQR 21
    14 Sebastian Porto (ARG) Repsol Honda 19
    15 Manuel Poggiali (SMR) Red Bull KTM GP 125 17
    16 Andrea Ballerini (ITA) Abruzzo Racing Team 16
    17 Alex Debon (ESP) Würth Honda BQR 11
    18 Luca Morelli (ITA) Angaia Racing 9
    19 Arnaud Vincent (FRA) Arie Molenaar Racing 7
    - Alex Baldolini (ITA) Matteoni Racing 7
    21 Arturo Tizon (ESP) Würth Honda BQR 6
    22 Dirk Heidolf (GER) Kiefer-Bos-Castrol Honda 4
    23 Chaz Davies (ENG) Ticino Hosting Capatella Racing 3
    24 Alvaro Molina (ESP) Wildcard 2
    25 Fabrizio Perren (ARG) Wildcard 1
    26 Jules Cluzel (FRA) Equipe de France Scrab Aprilia 0
    - Jordi Carchano (ESP) Stop And Go Racing Team 0
  8. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4384863
  9. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4384864
    Dottore trionfa davanti a Capirex e Hayden
    GP d'Italia : MotoGP - La corsa

    Una folla di 90.000 appassionati ha accolto i piloti sulla griglia della gara MotoGP e la stessa folla ha potuto festeggiare il trionfo finale di Valentino Rossi, il quale si è imposto dopo una battaglia definita da lui stesso epica, con Loris Capirossi.

    Al via è scattato bene Nakano, il giapponese ha occupato la terza piazza nelle prime curve.

    Il pilota Kawasaki ha utilizzato per questa gara una gomma posteriore Bridgestone rivoluzionaria da 16 pollici. Purtroppo però Shinya non è riuscito a mantenere il contatto con gli uomini di testa e nel resto della gara non è stato coinvolto nei duelli caldi.

    Rossi si è issato davanti a tutti fin dal primo giro, davanti a Gibernau e Melandri che ha provato subito ad inseguire i due leader i quali avevano già creato un piccolo gap sugli inseguitori. Sono invece partiti decisamente male Nicky Hayden e Loris Capirossi, ma entrambi sono riusciti attaccando al massimo a rifarsi sotto inserendosi nella lotta per la vittoria finale.

    Il ritmo è stato indiavolato dall'inizio alla fine, i piloti hanno sfruttato ogni millimetro della pista toscana ed ogni piccolo errore sulle potenti MotoGP si paga molto caro al Mugello.
    A farne le spese è stato Casey Stoner che dopo essere rimasto in quarta posizione per alcuni giri è letteralmente volata in aria al decimo passaggio. Per fortuna più paura che male per il giovane australiano che ha comunque perso un'altra chance di lottare per il podio.

    Rossi e Gibernau hanno mantenuto un piccolo vantaggio per alcune tornate su Melandri e Stoner, ma le due Repsol Honda di Hayden e Pedrosa si sono accodate al gruppo di testa.

    Dietro intanto Capirossi è stato artefice di una rimonta incredibile, riuscendo a risalire fino a Rossi e Hayden, coi quali si è giocato la vittoria nell'ultimo giro. Gibernau si è staccato dai primi a sei giri dal termine, lo spagnolo deve aver incontrato qualche problema con la sua Ducati.

    All'ultimo giro Rossi si è creato un margine che è bastato per tornare a vincere dopo un periodo sfortunato. Questo successo è ancora più significativo per il pilota di Tavullia in quanto lo ha ottenuto davanti ai propri sostenitori.

    Capirossi ha dovuto accontentarsi del posto d'onore, che in ogni caso rappresenta un grande risultato considerato com'erano iniziate le cose…

    Nicky Hayden ha completato il podio, ma l'americano è apparso deluso come elle ultime gare in quanto gli manca ancora una vittoria quest'anno che gli permetterebbe di alzare il morale e di assumere una posizione più solida nella lotta per il titolo.

    Pedrosa è giunto quarto davanti a Gibernau e Melandri. Toni Elias ha disputato un'ottima corsa segnando un bel settimo posto davanti a Roberts e Tamada.

    Hopkins chiude la top 10, mentre gli altri punti sono andati a Nakano, Edwards, il quale è retrocesso in gara dopo aver fatto un dritto nelle prime fasi mentre occupava la 13° posizione, De Puniet, Vermeulen e Checa. Chiudono la graduatoria Ellison e Cardoso in 16° e 17° posizione.

    "E' stata una delle battaglie più belle che mi ricordi. E' stata molto serrata con Loris, eravamo livellati sia come moto che come gomme e non sapevo assolutamente se sarei riuscito a vincere. E' fantastico," ha detto Rossi in conferenza stampa.

    "Sono partito male e ho incontrato difficoltà nelle prime fasi a causa della mia scelta di gomme dure. Ma poi ho recuperato e la battaglia è stata bellissima. Sono molto contento del risultato finale," ha aggiunto Loris Capirossi.


    "Ci sono state grandi battaglie in pista. Siamo riusciti a tornare dopo un weekend difficile a Le Mans. Sono in ogni caso soddisfatto e ringrazio tutto il team per il lavoro fornito," ha concluso Nicky Hayden.

    Col successo odierno, Rossi è salito al secondo posto nella classifica del numero di vittorie, con 55, dietro Giacomo Agostini. In campionato Capirossi ha raggiunto Hayden a 99 punti e diventa primo per il numero di vittorie. Melandri è terzo con 89 punti davanti a Pedrosa con 86. Rossi e Stoner sono appaiati subito dopo con un bottino di 65 punti.
    -------------------------------------------
    Risultati completi Classe MotoGp
    Pilota Tempo
    1 V. Rossi (ITA) Yamaha tyres 0
    2 L. Capirossi (ITA) Ducati tyres 0.5
    3 N. Hayden (USA) Honda tyres 0.7
    4 D. Pedrosa (ESP) Honda tyres 2.0
    5 S. Gibernau (ESP) Ducati tyres 3.0
    6 M. Melandri (ITA) Honda tyres 11.7
    7 T. Elias (ESP) Honda tyres 18.9
    8 K. Roberts (USA) KR Honda tyres 19.1
    9 M. Tamada (JPN) Honda tyres 19.2
    10 J. Hopkins (USA) Suzuki tyres 19.8
    11 S. Nakano (JPN) Kawasaki tyres 19.9
    12 C. Edwards (USA) Yamaha tyres 36.6
    13 R. De Puniet (FRA) Kawasaki tyres 37.1
    14 C. Vermulen (AUS) Suzuki tyres 41.7
    15 C. Checa (ESP) Yamaha tyres 56.2
    16 J. Ellison (ENG) Yamaha tyres 73.3
    17 A. Hofmann (GER) Ducati tyres out
    18 C. Stoner (AUS) Honda LCR tyres out
    -------------------------------------------
    Classifica mondiale MotoGp
    Piloti Squadra Punti
    1 Loris Capirossi (ITA) Marlboro Ducati 99
    - Nicky Hayden (USA) Repsol Honda 99
    3 Marco Melandri (ITA) Fortuna Honda 89
    4 Daniel Pedrosa (ESP) Repsol Honda 86
    5 Valentino Rossi (ITA) Camel Yamaha 65
    - Casey Stoner (AUS) Honda LCR 65
    7 Toni Elias (ESP) Fortuna Honda 53
    8 Colin Edwards (USA) Camel Yamaha 49
    9 Sete Gibernau (ESP) Marlboro Ducati 44
    10 Makoto Tamada (JPN) Konica Minolta Honda 40
    11 Shinya Nakano (JPN) Kawasaki Racing 37
    12 Kenny Roberts (USA) Team KR Honda 28
    13 John Hopkins (USA) Suzuki Grand Prix 27
    14 Chris Vermulen (AUS) Suzuki Grand Prix 21
    15 Carlos Checa (ESP) Yamaha Tech 3 16
    16 Randy De Puniet (FRA) Kawasaki Racing 11
    17 Alex Hofmann (GER) Ducati D'Antin 6
    18 James Ellison (ENG) Yamaha Tech 3 5
    19 Jose Luis Cardoso (ESP) Ducati D'Antin 0
  10.     Mi trovi su: Homepage #4384865
    già il motociclismo è uno degli sport più spettacolari, poi quando tutti i 3 gran premi si concludono in volata lo spettacolo si moltiplica

    peccato per la partenza di Capirex, ma Rossi difficilmente sarebbe stato sconfitto ..
    e senza guasti sarà sempre la avanti, fino alla fine del mondiale

  Motomondiale: Gp d' Italia (qualifiche e gara)

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina