1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4385106
    Dom 04 Giu, 4:16 PM

    Orologi in regalo agli arbitri, forse per pura cortesia, forse no. Bandierine che "nel dubbio, da una parte vai su, dall''altra stai giu''". Ripetuti agganci ''al limite del proibito'' con i vertici arbitrali. Il Milan resta in bilico, aggrappato con tutte le proprie forze all''orlo del baratro. A spingerlo nel dirupo in cui e'' gia'' franata rovinosamente la Juve e - con conseguenze meno devastanti - Fiorentina e Lazio, ci sono le nuove pubblicazioni delle intercettazioni telefoniche sintonizzate sul mondo arbitrale. Vedono pesantemente coinvolto il dirigente Meani, addetto agli arbitri del club di Via Turati.

    Insomma, in una ''situazione piu'' grave del previsto'' che ha lasciato senza parole il commissario della Federcalcio Guido Rossi, ci sarebbe un posto in prima fila anche per Adriano Galliani, amministratore del Milan e capo della Lega che domani, potrebbe rinunciare volontariamente a quest''ultima carica proprio nel faccia a faccia con Rossi.

    Le intercettazioni pubblicate negli ultimi giorni da diversi giornali (primi fra tutti La Stampa e Il Romanista) mettono in una posizione difficile i rossoneri, denunciando come Meani abbia in varie occasioni ordinato ai designatori arbitrali terne dichiaratamente favorevoli. Soprattutto a bordo campo: fra i guardalinee ben visti dal Milan e invitati a fare come altri "fanno con la Juve" ci sarebbero Copelli, Puglisi, Farneti, Babini, Ambrosino e altri coinvolti a vario titolo.

    All''attacco della carta stampata, il Milan risponde con fermezza, sostenendo la teoria del sistema Juve: un quadro in cui la parte del burattinaio e'' tutta bianconera, gli altri sono solo vittime. Dopo le ripetute dichiarazioni di estraneita'' di Galliani, oggi la societa'' ha diffuso un comunicato sugli stessi toni.

    "L''A. C. Milan si ribella alla campagna di stampa organizzata nei suoi confronti e ispirata da motivi che non attengono esclusivamente al diritto-dovere di informazione" si legge nella nota sul sito del Milan, che rispetto agli atti pubblicati dall''Espresso evidenzia anche la mancanza di "un''interpretazione equilibrata e serena, che porterebbe a conclusioni del tutto difformi da quelle che vengono invece pubblicate con titoli a varie colonne". Un atteggiamento con un fine ben preciso, secondo i rossoneri: "trasferire il processo e le relative valutazioni alla piazza, sforzandosi di generare parallelamente un concerto di suggestioni maliziose in chi deve indagare e in chi deve decidere".
  2.     Mi trovi su: Homepage #4385113
    non ha ragione ..

    li voglio tutti Deportati nel Colosseo e dati in pasto alle Belve feroci (cioè Vanna Marchi, la Mussolini, Gabriella Carlucci, la moglie di Giuliano Ferrara e la simpaticissima mamma DeBlanck)

    --------------------------------

    non è bello condurre i processi così, ma proprio il Milan deve tantissimo della sua notorietà e della sua potenza alle TV che lo hanno sponsorizzato a tempo pieno, ora si becca un pò di quel fango che per anni hanno versato sempre e solo sugli altri .. (inter in primis)

    .. lo stesso dicasi per Moggi, che usava i pseudogiornalisti televisivi per alimentare il suo potere
  3. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #4385114
    Originally posted by common
    non ha ragione ..

    li voglio tutti Deportati nel Colosseo e dati in pasto alle Belve feroci (cioè Vanna Marchi, la Mussolini, Gabriella Carlucci, la moglie di Giuliano Ferrara e la simpaticissima mamma DeBlanck)

    --------------------------------

    non è bello condurre i processi così, ma proprio il Milan deve tantissimo della sua notorietà e della sua potenza alle TV che lo hanno sponsorizzato a tempo pieno, ora si becca un pò di quel fango che per anni hanno versato sempre e solo sugli altri .. (inter in primis)

    .. lo stesso dicasi per Moggi, che usava i pseudogiornalisti televisivi per alimentare il suo potere


    L'occhio per occhio è poco augurabile. :) Comunque purtroppo c'è una grande certezza su come usciremo da questa vicenda: i giornalisti lavoreranno purtroppo come prima...

  Galliani attacca i giornali: "Cercano un processo di piazza"

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina