1.     Mi trovi su: Homepage #4386254
    Calciopoli: Somma `Moggi e` una grande persona`
    03/06/2006 15.48.38
    (Mario Somma, tecnico dell`Empoli)
    (DS) - Roma, 3 giugno - Mario Somma, ex tecnico dell’Empoli, difende a spada tratta il ‘sistema calcio’ e anche Luciano Moggi. ”Io sono realista, non sono un moralista” racconta ai microfoni dell’emittente capitolina Radio Radio, e credo che il sistema da sempre abbia funzionato in una certa maniera. Io rispetto molto l’uomo e l’operatore del settore Moggi. Per me e` un grande persona che e` arrivata al vertice del proprio lavoro e ci e` rimasta per molti anni“.
    Per Somma le cose non sono cambiate con l’arrivo di Moggi: ”Tanti anni fa il sistema funzionava nella stessa maniera, ora con le nuove tecnologie si e` andati avanti senza inventare nulla di nuovo. Non mi scandalizzo, se ci fate caso non ci sono allenatori o giocatori fra le persone sotto inchiesta. Non c’e` la parte tecnica del calcio. Nello sport alla fine conta esclusivamente il campo, al di la` delle raccomandazioni”.
    Somma e` fatalista: ”In Italia dovunque c’e` qualcosa che non funziona, ma se uno sbaglia non si puo` coinvolgere tutto il sistema e dire che e` sbagliato. Una partita non incide su tutto il campionato e personalmente non ho mai visto una persona fare uso di sostanze ‘particolari’ e non ho mai visto ragazzi tirare indietro la gamba. Non credo nella premeditazione”.
    Insomma, secondo Somma, nel calcio ci sono delle ‘logiche’: ”L’Empoli con la Juventus perdera` sempre, una volta per un torto arbitrale, una volta per un motivo tecnico”.
    Somma contesta anche il ’sistema delle ammonizioni pilotate’, o meglio ribalta l’accusa: poteva non essere la Juventus la beneficiaria dell’assenza dei giocatori avversari, ma gli avversari stessi, che avrebbero ‘risparmiato’ alcuni elementi in vista di gare piu` importanti. Spiega Somma: ”Magari alcuni giocatori si facevano ammonire apposta per noin giocare contro la Juve, perche` si preferiva risparmiarli per partite successive. Tutto puo` essere il contrario di tutto. Ho visto Tangentopoli qualche anno fa e non mi sembra che i problemi si siano risolti. Gli uomini passano ma i problemi restano e il mondo del calcio non e` diverso”.
    Somma ha fatto citato l’esempio personale: ”Nel momento in cui non sono piu` d’accrodo con la societa` tolgo il disturbo e vengo esonerato. Le opinioni sono diverse, non posso che prenderne atto, ma punto e basta. Non mi e` mai capitato di incontrare una situazione sbagliata”.
    Per concludere un messaggio di speranza: ”In Italia fra A e B ci sono 42 squadre, con 1200 giocatori. Se di questi solo 10 sono stupidi perche` scommettono o fanno uso di sostanze proibite, non vuol dire che gli altri 1100 siano tutti coinvolti”.

  Somma `Moggi e` una grande persona`

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina