1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4386444
    «Orgoglioso dell’Inter e della serietà di Moratti. Più italiani? Mi piace»

    «Juve e Milan in B? Chi sbaglia paga. La discoteca? Se sono libero, perché no?»

    Quando Adriano spiega che con il Brasile si sente «molto felice» non fa collezione di parole retoriche. E questo non significa che con l'Inter non pensi di poterlo essere: altrimenti eviterebbe di parlare senza incertezze del suo futuro nerazzurro: «Ma no che non vado via: resto all'Inter, certo». La questione è un'altra: il Brasile, semplicemente, è un'altra cosa: «Qui cambia la maniera di pensare, di allenarsi, di andare a giocare: riuscirci con il proprio club, qualunque esso sia, probabilmente sarebbe più difficile». Basta fare un esempio, il giorno di riposo dell'altro ieri: Adriano non l'ha passato di sicuro in albergo, ma nessuno gli ha fatto la predica: «Quando siamo liberi, facciamo quello che vogliamo: in fondo siamo ragazzi e non pensare troppo, almeno qualche volta, aiuta. L'importante, poi, è quello che fai in campo. E devi farlo bene». E' quello che non è riuscito a fare con l'Inter, per buona parte della scorsa stagione. Adriano sa anche questo: «In Italia ho avuto un momento difficile, molto difficile. Ora per fortuna è cambiato tutto».

    In realtà con Zanetti, con Cambiasso, soprattutto con Kily, Adriano non ha mai avuto problemi: «Con Veron sì, ma solo con lui: capita, quando si lavora, come capita di fare delle scelte, e lui ha fatto la sua. Io non dico che lui non è un grande giocatore, ma ho fiducia che ora all'Inter arriverà qualcuno che sarà più o meno come lui. Magari anche più forte? Magari. Perché Moratti e la società faranno belle cose, per riprovare subito a vincere. E io spero siano giocatori con una grande voglia di vincere: è di quello che abbiamo bisogno. E se saranno italiani mi farà piacere. Con gli italiani in qualunque squadra io abbia giocato mi sono sempre trovato benissimo. La serietà dimostrata anche stavolta da Moratti è una grande soddisfazione: mi fa pensare ancora di più all'Inter e a come provare a vincere per lui. Certo che mi farebbe strano tornare dal Mondiale e trovare la Juve e magari anche il Milan in serie B, ma se hanno sbagliato è giusto che paghino».
  2. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #4386446
    Originally posted by lucafiQo
    «Juve e Milan in B? Chi sbaglia paga. La discoteca? Se sono libero, perché no?»


    Questa però la straquoto. Vorrei sapere quale tifoso, dopo una giornata di lavoro, non avrebbe voglia di rilassarsi e soprattutto quale, dopo aver avuto una giornata difficile (diciamo l'equivalente di una sconfitta) non avrebbe voglia di distrarsi.
  3.     Mi trovi su: Homepage #4386447
    Originally posted by ScudettoWeb
    Questa però la straquoto. Vorrei sapere quale tifoso, dopo una giornata di lavoro, non avrebbe voglia di rilassarsi e soprattutto quale, dopo aver avuto una giornata difficile (diciamo l'equivalente di una sconfitta) non avrebbe voglia di distrarsi.


    beh io penso che fa parte dell'essere atleta avere una vita regolare con un certo ritmo di sonno...secondo me in discoteca ci può andare ad esempio la domenica dopo la partita, quando il luneid è di riposo, non certo durante la settimana..
    "Xchè? Xchèèè? 3-1, 3-2, 3-3 !!!"
  4.     Mi trovi su: Homepage #4386448
    Originally posted by ScudettoWeb
    Questa però la straquoto. Vorrei sapere quale tifoso, dopo una giornata di lavoro, non avrebbe voglia di rilassarsi e soprattutto quale, dopo aver avuto una giornata difficile (diciamo l'equivalente di una sconfitta) non avrebbe voglia di distrarsi.


    però devi ammettere che è anche una frase di rito .. una di quelle cose che chiunque direbbe ma che tanti non mettono in pratica

    il suo problema è la considerazione di quando è libero.
    Era da considerare libero quando il sabato prima di una delle giornate di campionato si fece la sua nottatina brava ?
    era da considerare libero quando per due volte avrebbe dovuto prendere un aereo che lo avrebbe riportato a casa e non lo fece mentre i suoi compagni argentini lo fecero ?

    a chiacchiere sono tutti bravi
    io credo che in discoteca ci dovrebbe andare non quando Lui si sente libero, ma quando ne ha il permesso: è un piccolo vincolo che a uno al quale si danno miliardi si chiede di sottostare
  5. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #4386449
    Originally posted by common
    però devi ammettere che è anche una frase di rito .. una di quelle cose che chiunque direbbe ma che tanti non mettono in pratica

    il suo problema è la considerazione di quando è libero.
    Era da considerare libero quando il sabato prima di una delle giornate di campionato si fece la sua nottatina brava ?
    era da considerare libero quando per due volte avrebbe dovuto prendere un aereo che lo avrebbe riportato a casa e non lo fece mentre i suoi compagni argentini lo fecero ?

    a chiacchiere sono tutti bravi
    io credo che in discoteca ci dovrebbe andare non quando Lui si sente libero, ma quando ne ha il permesso: è un piccolo vincolo che a uno al quale si danno miliardi si chiede di sottostare


    Facevo un discorso più ampio, nel senso che trovo fuori luogo le accuse ai giocatori di divertirsi anche quando il tifoso è arrabbiato per una sconfitta. Ovviamente se invece il punto è che vanno a stancarsi senza permesso o in maniera irresponsabile, o se non rispettano gli impegni, è un altro paio di maniche.

  Adriano finalmente felice

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina