1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4386903
    Il Capitano azzurro stuzzica i tedeschi, teme Ronaldo e la Francia ma vede la coppa tinta di azzurro...

    Gli azzurri son pronti a volare verso il Mondiale, con tanto entusiasmo e lontano dalle polemiche. Prima di farlo, pero', Fabio Cannavaro, fa un regalo ai suoi fans, ma anche a se stesso, lanciando il suo nuovo sito internet.

    Da oggi, all'indirizzo www.fabiocannavaro.it il capitano della Nazionale aggiornera' i suoi tifosi e non, con notizie di suo pugno, ascoltera' le opinioni e le impressioni di chiunque voglia comunicare con lui e, quando possibile, rispondera' ed aggiornera' lui stesso il pubblico sulle sue condizioni e sullo stato d'animo della Nazionale durante una competizione cosi' importante come il Mondiale, tenendo un diario di bordo per tutta la permanenza in Germania ed anche oltre.

    Prima di salpare, pero', Fabio ci ha rilasciato un'intervista esclusiva per chiarire gli obiettivi di questa iniziativa, i suoi personali e quelli della Nazionale in vista del Mondiale che va ad iniziare.

    Allora Fabio, prima di tutto perche' un sito personale: quali esigenze deve soddisfare? L'obiettivo e' quello di avere un contatto ravvicinato e costante con i tifosi e con tutti quelli che mi hanno sostenuto in questi anni. Credo che sia una bella sfida e non vedo l'ora di confrontarmi con loro.

    L'obiettivo, dunque, e' quello di abbattere le barriere e dialogare con i tifosi? Si', certamente questo: cercare di capire gli umori e stare vicino a quelli che hanno sempre dimostrato di volermi bene. E magari sentire anche quelli che ti apprezzano meno e capirne il motivo, anche questo puo' aiutare a crescere.

    Tra l'altro siamo alla vigilia di un appuntamento molto importante, qual e' lo stato d'animo del Capitano della Nazionale? Sappiamo che in questo momento di difficolta' per il nostro ambiente, la Nazionale ha un compito importante, quello di ridare valori ad un calcio che ultimamente li ha un po' persi. Sappiamo dunque, di avere una responsabilita' in piu'. Per tutto questo cercheremo di dare il massimo in campo e fuori.

    Dal tuo punto di vista personale, poi, le responsabilita' sono ancora maggiori, visto che sei il Capitano di questa squadra: ma se te l'avessero detto 10 anni fa, avresti mai creduto a questa eventualita'? No, direi di no (ride). Quando ero giovane non ero considerato un fenomeno. Le doti dal punto di vista tecnico erano quelle che erano, ma con il tempo sono molto migliorato e la mia carriera e' stata un crescendo. Ed ora eccomi qui, orgoglioso di quello che ho fatto.

    Con quale stato d'animo parti per questa avventura? Vivo questo momento con grandissimo entusiasmo. Rappresentare l'Italia, un paese che vive di calcio, in una competizione cosi' importante, e da Capitano, e' davvero un onore.

    Quante possibilita' ha la nostra squadra di fare bella figura in Germania? Tante, perche' siamo una Nazionale composta da grandi atleti, persone di grande professionalita' e carattere. Ce la metteremo tutta per fare bene. Poi, al Mondiale, si sa, ti giochi tutto in 7 partite, quindi ci vuole anche un pizzico di fortuna. Ma le condizioni per fare bene ci sono tutte.

    Quali sono le doti principali da mettere sul piatto per arrivare in fondo? Il cuore. Siamo partiti con un po' di scetticismo dopo le esperienze del Mondiale e dell'ultimo Europeo, abbiamo disputato un ottimo girone di qualificazione, giocando bene e riavvicinando il pubblico a questi colori; soprattutto, come ho detto, con il cuore, la determinazione e la voglia di non mollare mai.

    Prima Beckenbauer e poi Klinsmann, pero', hanno messo in dubbio la tenuta psicologica di questa squadra: secondo te, lo scandalo puo' in qualche modo condizionarvi? Assolutamente no. Anzi, se prima sapevamo di dover dare il 100% ora sappiamo di dover dare il 110-120% per fare bene, quindi potrebbe essere addirittura uno stimolo a fare meglio.

    Ma quale clima si respira tra di voi? Si parla di quello che sta succedendo fuori dal campo? Fortunatamente, quando si arriva in Nazionale, si dimentica tutto. Poi, dopo i primi giorni un po' pesanti, con tante polemiche, ora il clima sta tornando sereno, quello dei primi tempi. Quindi, anche da questo punto di vista siamo tranquilli.

    Una curiosita', ma perche' per ogni cosa che succede il nome di Cannavaro viene tirato in qualche modo in mezzo? (ride) E che ne so io (ride). Non lo so davvero, ma la cosa non mi preoccupa, anzi mi fa ridere, perche' io sono tranquillo con la mia coscienza. Forse perche' ho vinto due scudetti ed ora sono al centro di tutto. Ma io so di essermi sempre comportato bene e di aver sempre rispettato le regole. Poi, se il mio nome e' stato tirato in ballo, non importa, perche' so che tutto verra' chiarito.

    A pensare male si puo' dire che ci sia tanta gente in cerca di pubblicita': insomma, il Capitano della Nazionale fa piu' notizia di un giocatore qualsiasi? In effetti, non nascondo di averci pensato anch'io, pero' ci sono piu' pro che contro nel fare il Capitano dell'Italia. E' talmente tanta la soddisfazione, che queste cose non mi fanno assolutamente effetto.

    Dalle intercettazioni, pero', una cosa l'abbiamo capita… Branca non ti sta tanto simpatico, vero? Non e' assolutamente vero, non ho proprio nulla contro di lui. Quelle intercettazioni non sono le mie, sono del Direttore con il mio Procuratore. I giornali, poi, pubblicano quello che vogliono, ma io, ad esempio, con Moggi ho parlato solo una volta ed a giochi fatti. Con Branca, poi, non ho mai avuto nessun problema, ci sono andato a cena una sera ed il giorno dopo mi hanno venduto, quindi… (ride)

    Tornando ai Mondiali, una vittoria cancellerebbe tutto quello che sta succedendo? Questo non lo so, certamente contribuirebbe a ridare credibilita' al nostro calcio, ma un Mondiale fa sempre bene. In tutti i casi, per tornare agli scandali e alle polemiche, c'e' chi sta indagando e accertera' eventuali responsabilita'. Dopo di che, se necessario, se qualcuno non ha rispettato le regole, e' giusto che paghi.
  2.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4386904
    Originally posted by lucafiQo
    Il Capitano azzurro stuzzica i tedeschi, teme Ronaldo e la Francia ma vede la coppa tinta di azzurro...

    Gli azzurri son pronti a volare verso il Mondiale, con tanto entusiasmo e lontano dalle polemiche. Prima di farlo, pero', Fabio Cannavaro, fa un regalo ai suoi fans, ma anche a se stesso, lanciando il suo nuovo sito internet.

    Da oggi, all'indirizzo www.fabiocannavaro.it il capitano della Nazionale aggiornera' i suoi tifosi e non, con notizie di suo pugno, ascoltera' le opinioni e le impressioni di chiunque voglia comunicare con lui e, quando possibile, rispondera' ed aggiornera' lui stesso il pubblico sulle sue condizioni e sullo stato d'animo della Nazionale durante una competizione cosi' importante come il Mondiale, tenendo un diario di bordo per tutta la permanenza in Germania ed anche oltre.

    Prima di salpare, pero', Fabio ci ha rilasciato un'intervista esclusiva per chiarire gli obiettivi di questa iniziativa, i suoi personali e quelli della Nazionale in vista del Mondiale che va ad iniziare.

    Allora Fabio, prima di tutto perche' un sito personale: quali esigenze deve soddisfare? L'obiettivo e' quello di avere un contatto ravvicinato e costante con i tifosi e con tutti quelli che mi hanno sostenuto in questi anni. Credo che sia una bella sfida e non vedo l'ora di confrontarmi con loro.

    L'obiettivo, dunque, e' quello di abbattere le barriere e dialogare con i tifosi? Si', certamente questo: cercare di capire gli umori e stare vicino a quelli che hanno sempre dimostrato di volermi bene. E magari sentire anche quelli che ti apprezzano meno e capirne il motivo, anche questo puo' aiutare a crescere.

    Tra l'altro siamo alla vigilia di un appuntamento molto importante, qual e' lo stato d'animo del Capitano della Nazionale? Sappiamo che in questo momento di difficolta' per il nostro ambiente, la Nazionale ha un compito importante, quello di ridare valori ad un calcio che ultimamente li ha un po' persi. Sappiamo dunque, di avere una responsabilita' in piu'. Per tutto questo cercheremo di dare il massimo in campo e fuori.

    Dal tuo punto di vista personale, poi, le responsabilita' sono ancora maggiori, visto che sei il Capitano di questa squadra: ma se te l'avessero detto 10 anni fa, avresti mai creduto a questa eventualita'? No, direi di no (ride). Quando ero giovane non ero considerato un fenomeno. Le doti dal punto di vista tecnico erano quelle che erano, ma con il tempo sono molto migliorato e la mia carriera e' stata un crescendo. Ed ora eccomi qui, orgoglioso di quello che ho fatto.

    Con quale stato d'animo parti per questa avventura? Vivo questo momento con grandissimo entusiasmo. Rappresentare l'Italia, un paese che vive di calcio, in una competizione cosi' importante, e da Capitano, e' davvero un onore.

    Quante possibilita' ha la nostra squadra di fare bella figura in Germania? Tante, perche' siamo una Nazionale composta da grandi atleti, persone di grande professionalita' e carattere. Ce la metteremo tutta per fare bene. Poi, al Mondiale, si sa, ti giochi tutto in 7 partite, quindi ci vuole anche un pizzico di fortuna. Ma le condizioni per fare bene ci sono tutte.

    Quali sono le doti principali da mettere sul piatto per arrivare in fondo? Il cuore. Siamo partiti con un po' di scetticismo dopo le esperienze del Mondiale e dell'ultimo Europeo, abbiamo disputato un ottimo girone di qualificazione, giocando bene e riavvicinando il pubblico a questi colori; soprattutto, come ho detto, con il cuore, la determinazione e la voglia di non mollare mai.

    Prima Beckenbauer e poi Klinsmann, pero', hanno messo in dubbio la tenuta psicologica di questa squadra: secondo te, lo scandalo puo' in qualche modo condizionarvi? Assolutamente no. Anzi, se prima sapevamo di dover dare il 100% ora sappiamo di dover dare il 110-120% per fare bene, quindi potrebbe essere addirittura uno stimolo a fare meglio.

    Ma quale clima si respira tra di voi? Si parla di quello che sta succedendo fuori dal campo? Fortunatamente, quando si arriva in Nazionale, si dimentica tutto. Poi, dopo i primi giorni un po' pesanti, con tante polemiche, ora il clima sta tornando sereno, quello dei primi tempi. Quindi, anche da questo punto di vista siamo tranquilli.

    Una curiosita', ma perche' per ogni cosa che succede il nome di Cannavaro viene tirato in qualche modo in mezzo? (ride) E che ne so io (ride). Non lo so davvero, ma la cosa non mi preoccupa, anzi mi fa ridere, perche' io sono tranquillo con la mia coscienza. Forse perche' ho vinto due scudetti ed ora sono al centro di tutto. Ma io so di essermi sempre comportato bene e di aver sempre rispettato le regole. Poi, se il mio nome e' stato tirato in ballo, non importa, perche' so che tutto verra' chiarito.

    A pensare male si puo' dire che ci sia tanta gente in cerca di pubblicita': insomma, il Capitano della Nazionale fa piu' notizia di un giocatore qualsiasi? In effetti, non nascondo di averci pensato anch'io, pero' ci sono piu' pro che contro nel fare il Capitano dell'Italia. E' talmente tanta la soddisfazione, che queste cose non mi fanno assolutamente effetto.

    Dalle intercettazioni, pero', una cosa l'abbiamo capita… Branca non ti sta tanto simpatico, vero? Non e' assolutamente vero, non ho proprio nulla contro di lui. Quelle intercettazioni non sono le mie, sono del Direttore con il mio Procuratore. I giornali, poi, pubblicano quello che vogliono, ma io, ad esempio, con Moggi ho parlato solo una volta ed a giochi fatti. Con Branca, poi, non ho mai avuto nessun problema, ci sono andato a cena una sera ed il giorno dopo mi hanno venduto, quindi… (ride)

    Tornando ai Mondiali, una vittoria cancellerebbe tutto quello che sta succedendo? Questo non lo so, certamente contribuirebbe a ridare credibilita' al nostro calcio, ma un Mondiale fa sempre bene. In tutti i casi, per tornare agli scandali e alle polemiche, c'e' chi sta indagando e accertera' eventuali responsabilita'. Dopo di che, se necessario, se qualcuno non ha rispettato le regole, e' giusto che paghi.
    grazie del sito ora vado a insultarlo dove si puo:cool:

  Cannavaro "Daremo il 120% per vincere e ridare lustro al calcio italiano"

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina