1.     Mi trovi su: Homepage #4394508
    http://www.corriere.it/Speciali/Politica/2006/Referendum/opinioni.shtml



    sono 4 documenti audio di
    Giovanni Sartori
    Angelo Panebianco
    Michele Salvati
    Sergio Romano

    2 voteranno Si, 2 voteranno No


    -------------------------------------------------------------------------------------------------------------

    le mie considerazioni.
    Panebianco e Romano invitano a votare Si, sostanzialmente per poter riavviare il processo riformatore della Costituzione, per poter poi dialogare su un testo più nuovo. il testo del 1948 è vecchio e poco attuale, secondo essi.
    Bene: cosa non va in queste dichiarazioni di voto per il SI (di Panebianco e Romano)?
    secondo me è sbagliato l'approccio per un paio di motivi, semplici ma penso validi.

    1) facendo approvare un testo costituzionale agli elettori, qualora vincesse il SI, chi avrebbe il diritto di affermare che quei "SI" erano "SI ma per cambiarla poi dopo" piuttosto che per "SI perchè mi piace così com'è"? siccome si può votare solamente "SI" o "NO" e non anche "SI ma..". è moralmente e politicamente sbagliato far votare SI per poi cambiarla, disattendendo un voto, che essendo secco (SI appunto) non può lasciar spazio a interpretazioni. "ti piace?" SI o NO, senza ma. votando NO, si procederebbe al dialogo (lo spero) tra tutte le forze politiche per giungere ad un nuovo testo. votando NO non ci sono vincoli, poichè si inizierebbe una nuova legge costituzionale, ex novo, per poi riproporla eventualmente agli elettori, senza denigrazione di essi.

    2) le considerazioni "votiamo SI perchè la costituzione è vecchia" sinceramente mi sembrano un po superificiali. pensò che la stragrande maggioranza dell'arena politica pensi che sia necessario cambiare, ma non è sufficiente farlo per essere contenti. bisogna farlo bene. e allora, perchè non lo spiegano dove è tutto questo bene di questa riforma?
    [SIZE=1,8]"Mentre legge i resoconti dei problemi che s’agitano all’estero, se è un buon cittadino conservatore, con un linguaggio indo-europeo, ringrazierà una divinità ebraica di averlo fatto al cento per cento americano." (Studio dell'uomo, Ralph L
  2.     Mi trovi su: Homepage #4394509
    invito a sentire l'opinione di Salvati.

    quello di Sartori se non lo ascoltate è uguale.


    (sono forse un po tutte superificiali)
    [SIZE=1,8]"Mentre legge i resoconti dei problemi che s’agitano all’estero, se è un buon cittadino conservatore, con un linguaggio indo-europeo, ringrazierà una divinità ebraica di averlo fatto al cento per cento americano." (Studio dell'uomo, Ralph L

  REFERENDUM: le opinioni autorevoli del corriere della sera

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina