1.     Mi trovi su: Homepage #4395575
    Al via la seconda parte dell'inchiesta

    Mentre per le grandi inizia l'attesa per il maxiprocesso che si aprirà giovedì all'Olimpico, le altre squadre coinvolte nello scandalo del calcio iniziano a tremare. Francesco Saverio Borrelli, capo dell'Ufficio Indagini della Figc, inizia la seconda parte dell'inchiesta, nella quale sono coinvolte Reggina, Messina, Siena, Empoli ed Arezzo. L'indagine si soffermerà anche sul 3-3 di Lecce-Parma del 29 maggio 2005.

    Ora tremano le piccole. Chiusa la prima parte dell'indagine e annunciati i deferimenti delle formazioni su cui c'erano le scadenze dell'Uefa, ora tocca alle altre cinque formazioni coinvolte in calciopoli: Reggina, Messina, Siena, Empoli ed Arezzo. La posizione più delicata appare quella dei calabresi per alcune intercettazioni del presidente Lillo Foti con l'ex designatore arbitrale Paolo Bergamo.
    Gli amaranto, Messina e Siena, sono considerati tre club dipendenti dalla Juventus e, in particolare, da Luciano Moggi. Per l'Empoli, invece, si sospettano favoritismi per la promozione conquistata nel campionato 2004/05, mentre l'Arezzo è accusato dai pm di Napoli di aver usufruito di favori arbitrali in occasione della gara con la Salernitana del 14 maggio 2005, terminata 1-0 per i toscani.

    Le indagini, che dovrebbero durare una decina di giorno, si soffermeranno, come detto, anche su Lecce-Parma. La gara, valida per l'ultima giornata di campionato, è terminata 3-3 e su di essa pesa una dichiarazione di De Santis in un'intercettazione: "Ho fatto un capolavoro". Il pari manderà i ducali allo spareggio e salverà la Fiorentina.

  Calciopoli, tocca alle "piccole"

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina