1.     Mi trovi su: Homepage #4403472
    MILANO, 12 luglio 2006 - A quasi 48 ore dalla finale mondiale, lungi dal placarsi le polemiche sulla testata di Zidane a Materazzi, l'espulsione e il titolo agli azzurri, sembrano divampare piuttosto che spegnersi. All'estero, dalla Francia alla Germania, si levano le voci più disparate. Mentre i connazionali del transalpino si sono già pronunciati, perdonando in tono il loro capitano il cui comportamento è ora oggetto di un'inchiesta Fifa (stamattina il presidente Blatter ha dichiarato a Repubblica che il pallone d'oro potrebbe essergli revocato, ndr), i nostri avversari della semifinale chiedono addirittura la revoca del titolo, in base all'articolo 55 del regolamento disciplinare della Federazione internazionale.
    L'ipotesi, francamente fantascientifica viene avanzata oggi dal tabloid berlinese B.Z. e riportata anche da Spiegel online sulla base di considerazioni relative al nuovo codice di condotta della Fifa che prevede sanzioni più dure contro i reati a sfondo razzista e xenofobo. B.Z. ricorda come lo scorso marzo la Fifa abbia varato nuove norme contro il razzismo. Nell'articolo 55 - ricorda il giornale - si sostiene che in caso di affermazioni o comportamenti razzisti verranno revocati i tre punti. "Nelle partite senza assegnazione di punti la squadra coinvolta verrà invece squalificata". La B.Z. - senza più distinguere poi tra responsabilità sportive, opinioni discutibili e vere e proprie idiozie -, aggiunge che ad aggravare la situazione potrebbero concorrere anche le "dichiarazioni offensive dell'esponente politico italiano Calderoli (Lega Nord)", che ha definito i francesi una nazionale "senza identità, formata da negri, musulmani e comunisti".
    Frattanto in Francia, un legale in cerca probabilmente di facile publicità, tale Mehana Mouhou, ha intenzione di rivolgersi a un tribunale per chiedere la ripetizione della finale dei Mondiali tra Italia è Francia. (:asd: ) Secondo l'avvocato, che esercita a Parigi e Rouen, la finale dovrà essere ripetuta nel caso in cui il cartellino rosso al francese Zidane sia stato deciso utilizzando "mezzi non permessi dalle regole". Mouhou chiederà a un tribunale francese di interrogare il quarto uomo della finale, lo spagnolo Luis Medina Cantalejo, che aveva indicato al direttore di gara Horacio Elizondo la testata inferta da Zidane all'azzurro Marco Materazzi inducendo il fischietto argentino a espellere il n.10 transalpino. Secondo l'avvocato sarà necessario "stabilire se il quarto uomo abbia preso questa decisione utilizzando mezzi non permessi dalle regole, come la prova tv".
    La Fifa, dopo la finale, aveva chiarito ufficialmente che Cantalejo da bordocampo si era accorto del gesto del francese senza utilizzare le immagini televisive. "Nel caso in cui il quarto uomo avesse utilizzato mezzi non consentiti dalle regole il fine dell'azione legale sarebbe quello dell'annullamento della partita", ha aggiunto Mouhou. "Questo perché Zidane non avrebbe subito alcuna sanzione e nessuno, quindi, potrebbe dire come sarebbe potuta terminare la partita. L'incontro, quindi, andrebbe disputato di nuovo". L'esposto, attualmente in stesura, dovrebbe essere terminato entro la fine della prossima settimana.
    "Xchè? Xchèèè? 3-1, 3-2, 3-3 !!!"
  2. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #4403473
    Ma è possibile sapere da chi verrebbe la testimonianza su Materazzi? Si parla di razzismo da domenica sera ma io non ho ancora capito chi ha parlato se gli unici due testimoni oculari sono le persone coinvolte ed entrambi hanno negato che ci fosse razzismo nelle parole del nostro.

    Mai avrei pensato di dirlo ma stiamo dando lezioni di civiltà a un altro popolo.
  3. In questo momento stai...  
        Mi trovi su: Homepage #4403474
    Originally posted by digital_boy84
    MILANO, 12 luglio 2006 - A quasi 48 ore dalla finale mondiale, lungi dal placarsi le polemiche sulla testata di Zidane a Materazzi, l'espulsione e il titolo agli azzurri, sembrano divampare piuttosto che spegnersi. All'estero, dalla Francia alla Germania, si levano le voci più disparate. Mentre i connazionali del transalpino si sono già pronunciati, perdonando in tono il loro capitano il cui comportamento è ora oggetto di un'inchiesta Fifa (stamattina il presidente Blatter ha dichiarato a Repubblica che il pallone d'oro potrebbe essergli revocato, ndr), i nostri avversari della semifinale [b]chiedono addirittura la revoca del titolo, in base all'articolo 55 del regolamento disciplinare della Federazione internazionale.
    L'ipotesi, francamente fantascientifica viene avanzata oggi dal tabloid berlinese B.Z. e riportata anche da Spiegel online sulla base di considerazioni relative al nuovo codice di condotta della Fifa che prevede sanzioni più dure contro i reati a sfondo razzista e xenofobo. B.Z. ricorda come lo scorso marzo la Fifa abbia varato nuove norme contro il razzismo. Nell'articolo 55 - ricorda il giornale - si sostiene che in caso di affermazioni o comportamenti razzisti verranno revocati i tre punti. "Nelle partite senza assegnazione di punti la squadra coinvolta verrà invece squalificata". La B.Z. - senza più distinguere poi tra responsabilità sportive, opinioni discutibili e vere e proprie idiozie -, aggiunge che ad aggravare la situazione potrebbero concorrere anche le "dichiarazioni offensive dell'esponente politico italiano Calderoli (Lega Nord)", che ha definito i francesi una nazionale "senza identità, formata da negri, musulmani e comunisti".
    Frattanto in Francia, un legale in cerca probabilmente di facile publicità, tale Mehana Mouhou, ha intenzione di rivolgersi a un tribunale per chiedere la ripetizione della finale dei Mondiali tra Italia è Francia. (:asd: ) Secondo l'avvocato, che esercita a Parigi e Rouen, la finale dovrà essere ripetuta nel caso in cui il cartellino rosso al francese Zidane sia stato deciso utilizzando "mezzi non permessi dalle regole". Mouhou chiederà a un tribunale francese di interrogare il quarto uomo della finale, lo spagnolo Luis Medina Cantalejo, che aveva indicato al direttore di gara Horacio Elizondo la testata inferta da Zidane all'azzurro Marco Materazzi inducendo il fischietto argentino a espellere il n.10 transalpino. Secondo l'avvocato sarà necessario "stabilire se il quarto uomo abbia preso questa decisione utilizzando mezzi non permessi dalle regole, come la prova tv".
    La Fifa, dopo la finale, aveva chiarito ufficialmente che Cantalejo da bordocampo si era accorto del gesto del francese senza utilizzare le immagini televisive. "Nel caso in cui il quarto uomo avesse utilizzato mezzi non consentiti dalle regole il fine dell'azione legale sarebbe quello dell'annullamento della partita", ha aggiunto Mouhou. "Questo perché Zidane non avrebbe subito alcuna sanzione e nessuno, quindi, potrebbe dire come sarebbe potuta terminare la partita. L'incontro, quindi, andrebbe disputato di nuovo". L'esposto, attualmente in stesura, dovrebbe essere terminato entro la fine della prossima settimana. [/B]



    State a rosicaaaaaaaaaaaaaa! state a rosicaaaaaaaaaaaaaaa! state a rosicaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa :asd:
    quando ho pensato di iniziare a capire le donne ho capito che non avevo capito un caxxo
    :azz:
  4.     Mi trovi su: Homepage #4403475
    Thiriez, non in discussione titolo mondiale degli Azzurri

    PARIGI, 13 LUG - Il presidente della Lega calcio francese, Frederic Thiriez, spera in una sanzione nei confronti di Materazzi dopo la testata di Zidane. 'Il dovere della Fifa - ha detto - e' di fare piena luce su questo incidente, compreso su cio' che ha portato Zidane a commettere questo errore, e anche a chiarire esattamente quello che ha potuto dire o fare Materazzi'. Il presidente della LFP ha tuttavia escluso la possibilita' di rimettere in discussione il titolo mondiale conquistato dall'Italia.
    "Xchè? Xchèèè? 3-1, 3-2, 3-3 !!!"

  francesi rosiconi

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina