1. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4403833
  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4403834
    Pedrosa ha piazzato la zampata vincente
    GP della Germania : MotoGP - Qualifiche


    Dani Pedrosa si è imposto al termine di una sessione di qualifiche sul circuito del Sachsenring indecisa fino agli ultimi secondi.

    Shinya Nakano è stato il primo a segnare un buon tempo in questa sessione, ma poco dopo è stato Loris Capirossi a portarsi al comando con una prestazione che gli ha permesso di occupare la prima piazza a lunga davanti alla Kawasaki del giapponese ed alle Repsol di Nicky Hayden e Dani Pedrosa.

    A 26 minuti dalla fine, Nakano è tornato in vetta, essendo il primo a girare in 1'22 ed avvicinandosi al record della pista detenuto da Max Biaggi dal 2004. Ma il primo a battere questo primato è stato Casey Stoner in 1'22”588° 16 minuti dal termine. La bagarre per la pole è quindi inizia un po' prima del previsto a causa della scarsa larghezza del tracciato tedesco che ha fatto temere ai piloti di ritrovarsi nel traffico nel momento sbagliato.

    Pedrosa e Capirossi hanno allora alzato il ritmo tornando alla carica in 1'22”2. A dimostrazione della buona forma delle Bridgestone e della Ducati, Sete Gibernau è riuscito ad inserirsi in questa lotta, dopo essere rientrato solo ieri dalla sua convalescenza. Lo spagnolo ha faticato a restare nella scia dei migliori nel finale, ma ha comunque provato di aver recuperato bene.

    Pedrosa ha piazzato una grande stoccata a tre minuti dalla fine in 1'21”815 ed il suo compagno di squadra Hayden si è portato al secondo rango, facendo retrocedere Nakano e Capirossi.


    L'ultimo colpo di scena è stato realizzato da Kenny Roberts Jr che non contento di non essere mai uscito dalla top 10, si è aggiudicato il secondo miglior tempo in 1'21”, a meno di un decimo da Pedrosa.

    Nicky Hayden ha dovuto accontentarsi della terza piazza. La Ninja di Nakano aprirà la seconda fila, dopo che il pilota nipponico ha vissuto un difficile avvio di weekend. Shinya precede la Ducati di Capirossi e la Honda di Melandri. Gibernau, Hopkins e Stoner si condividono la terza fila dello schieramento.

    Tamada scatterà in decima posizione davanti a Valentino Rossi che accusa un secondo di distacco nei confronti del miglior tempo della sessione. La Camel Yamaha hanno sofferto di problemi alle regolazioni che le rendono particolarmente instabili in pista. Il campione del mondo in carica partirà davanti a Carlos Checa, anch'egli su Yamaha.

    De Puniet, Vermeulen e Edwards si condividono la quinta fila davanti ad Elias (vittima di un problema tecnico durante la sessione), Hofmann, Ellison e Cardoso.
    -----------------------------
    risultati completi qualifiche classe MotoGp
    Pilota Tempo Giri
    1 D. Pedrosa (ESP) Honda tyres 1:21.815 33
    2 K. Roberts (USA) Proton Team KR tyres 1:21.907 30
    3 N. Hayden (USA) Honda tyres 1:22.083 32
    4 S. Nakano (JPN) Kawasaki tyres 1:22.273 29
    5 L. Capirossi (ITA) Ducati tyres 1:22.329 30
    6 M. Melandri (ITA) Arie Molenaar tyres 1:22.420 31
    7 S. Gibernau (ESP) Ducati tyres 1:22.469 29
    8 C. Stoner (AUS) Honda LCR tyres 1:22.588 28
    9 J. Hopkins (USA) Suzuki tyres 1:22.701 34
    10 M. Tamada (JPN) Honda tyres 1:22.866 28
    11 V. Rossi (ITA) Yamaha tyres 1:22.868 32
    12 C. Checa (ESP) Yamaha tyres 1:22.964 33
    13 R. De Puniet (FRA) Kawasaki tyres 1:22.974 30
    14 C. Vermulen (AUS) Suzuki tyres 1:23.050 32
    15 C. Edwards (USA) Yamaha tyres 1:23.087 29
    16 T. Elias (ESP) Arie Molenaar tyres 1:23.660 25
    17 A. Hofmann (GER) Yamaha tyres 1:24.281 24
    18 J. Ellison (ENG) Yamaha tyres 1:24.464 28
    19 J. Cardoso (ESP) Yamaha tyres 1:25.472 25
  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4403835
    Pesek strappa la pole a Pasini
    GP della Germania : 125cc - Qualifiche 2


    Lukas Pesek si è aggiudicato la pole position sul circuito del Sachsenring in occasione della seconda sessione di prove ufficiali del GP di Germania.

    Tuttavia, Mattia Pasini ha dominato gran parte della sessione grazie al tempo realizzato ieri, fino agli ultimi minuti. A metà sessione Pesek era a soli tre centesimi da questo tempo, ma il pilota ceco ha avuto bisogno di altri dieci minuti per scalzare Pasini dalla vetta.

    In seguito sono giunti attacchi un po' da tutte le parti : Bautista, Kallio, Terol e Lai si sono giocati le rispettive carte, per contrastare le prestazioni di Pesek e Pasini. Ma il finale è stato caratterizzato da numerose cadute.

    Alvaro Bautista ha ricevuto un primo avvertimento mentre seguiva Bradley Smith. L'inglese ha evitato di poco la caduta, mettendo il piede a terra all'uscita da una curva, e questo ha destabilizzato sia lui che Bautista, in un momento in cui quest'ultimo era in lotta per la ole. Alcuni secondi dopo lo spagnolo è finito comunque a terra, perdendo ogni chance di scattare davanti a tutti.

    Nessuno è più riuscito a lottare con Pesek che ha quindi ottenuto la pole in 1'27”064, battendo anche il record sul giro stabilito nel 2003 che apparteneva a Stefano Perugini.

    Bautista si è accontentato del secondo posto, a due decimi da Pesek precedendo Pasini e Kallio. In seconda fila troviamo Terol, Lai, Talmacsi e Nieto, anche se quest'ultimo non ha migliorato il suo tempo di ieri.

    Corsi, Faubel, Cortese e Gadea si ritrovano in terza fila e si lanceranno davanti a Luthi, Smith, Koyama e Olivé.
    Vittima di una caduta nell'ultima fase di qualifiche, lo svizzero Randy Krummenacher scatterà 21°.

    Diversi incidenti hanno caratterizzato questa sessione, in particolare quello di Angel Rodriguez nei primi minuti. Il pilota ha perso aderenza al posteriore e quando la moto ha ritrovato il suo grip è stato disarcionato, cadendo pesantemente al suolo. Lo spagnolo si è rialzato, ma sembrava ferito alla caviglia. Inoltre nel finale tre piloti sono caduti assieme con una dinamica spettacolare.

    Così gli altri italiani : Iannone 20°, Pirro 22°, Zanetti 23°, Tamburini 24°, De Rosa 25°, Baroni 26°, Sandi 27°, Conti 33°, Grotzkyj 36°, Lombardi 42°.
    --------------------
    Risultati completi qualifiche classe 125
    Pilota Tempo Giri
    1 L. Pesek (CZE) Derbi 1:27.064
    2 A. Bautista (ESP) Aprilia 1:27.283
    3 M. Pasini (ITA) Aprilia 1:27.417
    4 M. Kallio (FIN) KTM 1:27.607
    5 N. Terol (ESP) Derbi 1:27.777
    6 F. Lai (ITA) HONDA 1:27.879
    7 G. Talmacsi (HUN) Honda 1:27.920
    8 P. Nieto (ESP) Aprilia 1:27.966
    9 S. Corsi (ITA) Gilera 1:27.985
    10 H. Faubel (ESP) Aprilia 1:27.987
    11 S. Cortese (GER) Honda 1:28.057
    12 S. Gadea (ESP) Aprilia 1:28.202
    13 T. Luthi (SUI) Honda 1:28.215
    14 B. Smith (ENG) Honda 1:28.292
    15 T. Koyama (JPN) Malaguti 1:28.523
    16 J. Olive (ESP) Aprilia 1:28.578
    17 A. Rodriguez (ESP) Aprilia 1:28.613
  4. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4403836
    Lorenzo continua a dominare
    GP della Germania : 250cc - Qualifiche 2


    Jorge Lorenzo ha segnato un'altra pole position oggi pomeriggio sul circuito del Sachsenring, in 1'25”073. Il pilota spagnolo ha nuovamente dominato la sessione dall'inizio alla fine, lasciando ai suoi avversari solo la chance di battersi per il posto d'onore.

    Yuki Takahashi è quello che se l'è cavata meglio in quanto domani scatterà dalla seconda posizione. In preda verosimilmente ad alcuni problemi tecnici, Hector Barbera non è riuscito a girare in 1'25 e quindi non ha migliorato il suo tempo di ieri. Lo spagnolo si lancerà comunque dalla prima fila, davanti all'Aprilia di Roberto Locatelli.

    Alex de Angelis aprirà la seconda fila davanti a Hiroshi Aoyama, Anthony West e Andrea Dovizioso. Per il leader del mondiale si tratta di un passo indietro dopo essersi avvicinato a Lorenzo Stamattina, oggi pomeriggio non ha potuto fare altro che vederlo scappare.

    Simoncelli, H.Aoyama, Guintoli e Baldolini si condividono la terza fila dello schieramento, mentre il locale Dirk Heidolf scatterà 14°, una buona prestazione per il tedesco che effettua il suo ritorno questo weekend dopo una lunga convalescenza.

    Così gli altri italiani : Battaini 18°, Ballerini 22° (protagonista di una caduta), Morelli 26°.

    ---------------------------------------------------
    Risultati completi qualifiche classe 250
    Pilota Tempo Giri
    1 J. Lorenzo (ESP) Aprilia 1:25.073
    2 Y. Takahashi (JPN) Honda 1:25.151
    3 H. Barberá (ESP) Aprilia 1:25.160
    4 R. Locatelli (ITA) Aprilia 1:25.256
    5 A. De Angelis (SMR) Aprilia 1:25.301
    6 H. Aoyama (JPN) KTM 1:25.377
    7 A. West (AUS) Honda 1:25.554
    8 A. Dovizioso (ITA) Honda 1:25.567
    9 M. Simoncelli (ITA) Gilera 1:25.792
    10 S. Aoyama (JPN) Honda 1:25.827
    11 S. Guintoli (FRA) Aprilia 1:25.995
    12 A. Baldolini (ITA) Aprilia 1:26.009
    13 M. Poggiali (SMR) KTM 1:26.141
    14 D. Heidolf (GER) Honda 1:26.307
  5. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4403837
    Seconda vittoria di Takahashi !
    GP della Germania : 250cc - La corsa


    Il programma del Gran Premio del Sachsenring è stato modificato per non entrare in conflitto con le trasmissioni televisive del Gran Premio di Francia di Formula 1. Di conseguenza, i piloti della classe 250cc sono stati i primi a lanciarsi, prima di cedere il posto alle MotoGP che correranno a partire dalle 12h30.

    Questa prima corsa della giornata avrà già dato un assaggio dello spettacolo che ci si può aspettare dal circuito del Sachsenring. Sin dai primi giri, questa gara è stata particolarmente intensa. Quarto sulla griglia di partenza, Roberto Locatelli è stato autore di uno splendido avvio, portandosi davanti a tutti prima di raggiungere la prima curva, davanti a Yuki Takahashi.

    Anche Andrea Dovizioso ha preso un'ottima partenza, salendo in terza posizione dopo le prime curve, nonostante si fosse qualificato molto indietro sulla griglia di partenza. Il pilota italiano ha così immediatamente preso un vantaggio morale sul suo avversario diretto per il titolo – Jorge Lorenzo – il quale invece non è scattato bene dalla pole ed è subito retrocesso in quinta posizione.

    Dovizioso si è addirittura impadronito della testa della corsa per un attimo… prima di essere passato da Lorenzo, venuto non si sa da dove. Lo spagnolo ha allora preso in mano le redini della corsa, dettando il suo ritmo. L'unico a poter rimanere a suo contatto nella prima fase della corsa è stato Alex de Angelis mentre, dietro, Andrea Dovizioso ha iniziato un duello scatenato con Hector Barbera.

    Giro dopo giro, cinque piloti si sono staccati dal plotone : Lorenzo, De Angelis, Barbera, Dovizioso e Takahashi. Nonostante la sua ottima partenza, Locatelli ha rapidamente perso il contatto e ha dovuto accontentarsi di disputare una corsa solitaria in sesta posizione.

    Dopo aver studiato a lungo lo stile di Lorenzo per individuare il punto debole dello spagnolo, Alex de Angelis ha tentato un attacco – pagante – al nono giro e si è così impadronito della testa della corsa. Scatenato, Barbera ha allora attaccato il suo compagno di squadra.
    I duelli interni nei team Fortuna Aprilia (Lorenzo/Barbera) e Humangest Honda (Dovizioso/Takahashi) hanno ritmato la corsa per diversi giri, mentre De Angelis si manteneva in testa, con un distacco sempre maggiore sui suoi avversari.

    Poco a poco, dopo un'ottima prima parte di corsa, Hector Barbera ha perso il contatto con i suoi avversari diretti. Condotti da Takahashi, gli altri tre inseguitori di De Angelis hanno guadagnato terreno, annunciando un finale particolarmente incerto.

    All'inizio dell'ultimo giro, il vantaggio di De Angelis era minimo e Takahashi ha tentato un primo attacco. Il giapponese era l'unico a poter privare il pilota sammarinese della sua prima vittoria nei GP, considerato che Lorenzo e Dovizioso erano staccati in terza e quarta posizione.

    Il secondo tentativo di Takahashi all'ultima curva è stato quello pagante : il giapponese si è imposto di un soffio, segnando così la sua seconda vittoria e… il suo secondo podio della stagione ! Il giapponese regala alla Honda la sua 200° vittoria nelle 250cc.

    Grande delusione per Alex de Angelis che non riesce ancora a concretizzare e deve di nuovo accontentarsi del secondo posto sul traguardo. Il podio viene completato da Jorge Lorenzo, terzo e apparentemente deluso, che prende la testa del campionato del mondo. Andrea Dovizioso ha fatto il possibile ma il suo quarto posto non gli basta per rimanere leader della classe.

    Sesto posto per Locatelli, davanti al trio West – H. Aoyama – S. Aoyama. Sylvain Guintoli segna i punti del decimo posto, precedendo Baldolini, Battaini, Poggiali, Smrz ed Espargaro. Morelli è giunto 21°.

    Bisogna segnalare alcune cadute in questa gara, in particolare quelle di Andrea Ballerini (5° giro), Martin Cardenas (7° giro) e di Andreas Martensson (9° giro). Tutti questi piloti stanno bene. Anche Marco Simoncelli ha dovuto rinunciare.

    Léna HÉMERY
    © CAPSIS International [motolive.com]

    Risultati gara classe 250
    Pilota Tempo
    1 Y. Takahashi (JPN) Honda 0
    2 A. De Angelis (SMR) Aprilia 0.1
    3 J. Lorenzo (ESP) Aprilia 1.0
    4 A. Dovizioso (ITA) Honda 4.0
    5 H. Barberá (ESP) Aprilia 9.3
    6 R. Locatelli (ITA) Aprilia 19.2
    7 A. West (AUS) Honda 26.4
    8 H. Aoyama (JPN) KTM 26.6
    9 S. Aoyama (JPN) Honda 26.7
    10 S. Guintoli (FRA) Aprilia 30.6
    11 A. Baldolini (ITA) Aprilia 44.7
    12 F. Battaini (ITA) Aprilia 45.0
    13 M. Poggiali (SMR) KTM 48.7
    14 J. Smrz (CZE) Aprilia 52.3
    15 A. Espargaro (ESP) Honda 52.4
    16 M. Simoncelli (ITA) Gilera out
    17 M. Cardenas (COL) Honda out
    ------------------------------
    Classifica mondiale classe 250
    Piloti Squadra Punti
    1 Jorge Lorenzo (ESP) Fortuna Aprilia 174
    2 Andrea Dovizioso (ITA) Humangest Racing Team 172
    3 Yuki Takahashi (JPN) Humangest Racing Team 133
    4 Alex De Angelis (SMR) MVA Aspar Team 131
    5 Hiroshi Aoyama (JPN) Red Bull KTM GP 125 116
    6 Roberto Locatelli (ITA) Team Toth 114
    7 Hector Barbera (ESP) Fortuna Aprilia 100
    8 Sylvain Guintoli (FRA) Equipe de France Scrab Aprilia 65
    9 Anthony West (AUS) Kiefer-Bos-Castrol Honda 57
    10 Marco Simoncelli (ITA) Squadra Corse Metis Gilera 54
    11 Shuhei Aoyama (JPN) Repsol Honda 48
    12 Alex Debon (ESP) Würth Honda BQR 35
    13 Jakub Smrz (CZE) AB Cardion Blauer 32
    14 Manuel Poggiali (SMR) Red Bull KTM GP 125 31
    15 Martin Cardenas (COL) Würth Honda BQR 27
    16 Andrea Ballerini (ITA) Abruzzo Racing Team 21
    17 Sebastian Porto (ARG) Repsol Honda 19
    18 Alex Baldolini (ITA) Matteoni Racing 17
    19 Arturo Tizon (ESP) Würth Honda BQR 10
    20 Luca Morelli (ITA) Angaia Racing 9
    21 Arnaud Vincent (FRA) Arie Molenaar Racing 7
    - Franco Battaini (ITA) Aprilia Campetella 7
    23 Aleix Espargaro (ESP) Würth Honda BQR 6
    24 Jules Cluzel (FRA) Equipe de France Scrab Aprilia 5
    25 Dirk Heidolf (GER) Kiefer-Bos-Castrol Honda 4
    26 Chaz Davies (ENG) Ticino Hosting Capatella Racing 3
    27 Alvaro Molina (ESP) Wildcard 2
    - Fabrizio Perren (ARG) Stop and Go Racing - Honda 2
    29 Alessio Palumbo (ITA) Matteoni Racing 0
    - Jordi Carchano (ESP) Stop and Go Racing - Honda 0
  6. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4403838
    Un altro italiano vince in Germania !
    GP della Germania : MotoGP - La corsa



    93.000 spettatori erano riuniti oggi al Sachsenring per assistere al Gran Premio della Germania, decima manche della stagione MotoGP, una corsa anticipata di un'ora e mezzo rispetto all'orario tradizionale per non entrare in conflitto con il Gran Premio di Francia di Formula 1.

    Al via, le posizioni dei primi tre non sono cambiate : Dani Pedrosa è scattato bene dalla pole position, seguito da Kenny Roberts Jr e Nicky Hayden. Dietro, alcuni piloti hanno realizzato un avvio da antologia, in particolare Valentino Rossi (salito in 7° posizione) e Makoto Tamada (passato direttamente al 4° rango).

    Alla fine del primo giro, alla penultima curva, Nicky Hayden si è impadronito della testa della corsa, passando nella stessa mossa Roberts Jr e Pedrosa. Il pilota americano ha tenuto questo posto per il primo terzo della corsa, conducendo un gruppo di sette piloti : con lui in testa, c'erano allora Pedrosa, Tamada, Melandri, Roberts Jr, Rossi e Capirossi.

    Diverse lotte hanno animato questo gruppo nella prima fase della corsa. Hayden non è mai riuscito a scappare ed a staccare i suoi avversari, finché Marco Melandri non si è impadronito della testa all'undicesimo giro. Nello stesso giro, Hayden è poi stato passato da Pedrosa e Rossi fino a ritrovarsi in quarta posizione.

    Sempre all'undicesimo giro, Kenny Roberts ha tentato un sorpasso su Makoto Tamada ma l'americano ha perso aderenza ed è caduto, colpendo nello stesso momento la Honda del pilota giapponese. Rimasto bloccato sulla KR per diversi metri, Tamada sembrava scosso dopo l'incidente, ma non dovrebbe essersi ferito, così come Roberts Jr che è apparso molto dispiaciuto per il suo errore.


    Il gruppo di testa si è quindi ridotto a cinque piloti e l'ordine è rapidamente stato modificato in quanto Rossi non ha tardato ad impadronirsi del comando. Loris Capirossi ha poco a poco perso il contatto, lasciando Hayden, Melandri e Pedrosa inseguire Rossi.

    E' stato impossibile per il campione italiano scappare, considerato che i suoi tre inseguitori non gli hanno lasciato tregua. Mentre Hayden è tornato nella top 3 a cinque giri dall'arrivo, sfruttando un errore del suo compagno di squadra, Melandri ha passato Rossi due giri dopo. Il pilota della Yamaha ha recuperato il suo posto preferito al giro seguente mentre i due piloti della Repsol Honda hanno iniziato un duello particolarmente intenso che ha fatto esplodere il livello di stress nel loro box, visto quanto il gap tra di loro era minimo.

    Melandri ha di nuovo tentato la sua chance nell'ultimo giro però è stato Rossi a tagliare il traguardo per primo, conquistando così una nuova vittoria nonostante le numerose difficoltà che ha incontrato durante i primi due giorni di prove. Il campione italiano passa così la soglia dei 3000 punti e coglie l'occasione per rendere omaggio a… Marco Materazzi indossando la sua maglia !


    Photo Moto-Live.com
    Zoom
    Marco Melandri
    Ottimo secondo posto per Melandri, qualche settimana dopo il suo incidente al Catalunya, e terzo posto per Nicky Hayden che incrementa il suo vantaggio nel campionato del mondo dopo essersi mantenuto davanti a Pedrosa sulla linea di arrivo.

    Un po' deluso, Dani Pedrosa si deve accontentare del quarto posto, mentre Loris Capirossi è quinto dopo una seconda parte di gara un po' solitaria. Partito male, Shinya Nakano ha sfruttato i ritiri davanti a lui e si classifica sesto. Settimo posto per Chris Vermeulen che, all'arrivo, ha preceduto di poco Gibernau, Checa e Hopkins.

    Qualche punto anche per Elias, Edwards, Ellison e Cardoso mentre De Puniet e Hofmann sono stati costretti al ritiro. Casey Stoner non ha partecipato alla corsa in seguito all'incidente di cui è stato vittima stamattina nel warm-up (ne riparleremo oggi).

    Con un totale di 169 punti, Nicky Hayden conduce sempre il campionato del mondo però Valentino Rossi è ormai secondo con 143 punti, Pedrosa è terzo (140) e Melandri quarto (134).

    Léna HÉMERY
    © CAPSIS International [motolive.com]
    ---------------------------
    Risultai gara classe motogp
    Pilota Tempo
    1 V. Rossi (ITA) Yamaha tyres 00.0
    2 M. Melandri (ITA) Arie Molenaar tyres 00.1
    3 N. Hayden (USA) Honda tyres 00.2
    4 D. Pedrosa (ESP) Honda tyres 00.3
    5 L. Capirossi (ITA) Ducati tyres 08.7
    6 S. Nakano (JPN) Kawasaki tyres 09.1
    7 C. Vermulen (AUS) Suzuki tyres 16.6
    8 S. Gibernau (ESP) Ducati tyres 16.7
    9 C. Checa (ESP) Yamaha tyres 17.0
    9 J. Hopkins (USA) Suzuki tyres 17.0
    11 T. Elias (ESP) Arie Molenaar tyres 27.4
    12 C. Edwards (USA) Yamaha tyres 29.3
    13 J. Ellison (ENG) Yamaha tyres 62.0
    14 J. Cardoso (ESP) Yamaha tyres 79.9
    15 A. Hofmann (GER) Yamaha tyres out
    - K. Roberts (USA) Proton Team KR tyres out
    - R. De Puniet (FRA) Kawasaki tyres out
    - M. Tamada (JPN) Honda tyres out

    Classifica mondiale piloti classe motogp
    Piloti Squadra Punti
    1 Nicky Hayden (USA) Repsol Honda 169
    2 Valentino Rossi (ITA) Camel Yamaha 143
    3 Daniel Pedrosa (ESP) Repsol Honda 140
    4 Marco Melandri (ITA) Fortuna Honda 134
    5 Loris Capirossi (ITA) Marlboro Ducati 118
    6 Casey Stoner (AUS) Honda LCR 91
    7 Colin Edwards (USA) Camel Yamaha 77
    8 Shinya Nakano (JPN) Kawasaki Racing 67
    9 Kenny Roberts (USA) Team KR Honda 66
    10 John Hopkins (USA) Suzuki Grand Prix 65
    11 Makoto Tamada (JPN) Konica Minolta Honda 59
    12 Toni Elias (ESP) Fortuna Honda 58
    13 Sete Gibernau (ESP) Marlboro Ducati 52
    14 Chris Vermulen (AUS) Suzuki Grand Prix 46
    15 Carlos Checa (ESP) Yamaha Tech 3 43
    16 Alex Hofmann (GER) Ducati d'Antin 19
    17 James Ellison (ENG) Yamaha Tech 3 17
    - Randy De Puniet (FRA) Kawasaki Racing 17
    19 Jose Luis Cardoso (ESP) Ducati d'Antin 8
    20 Ivan Silva (ESP) Ducati d'Antin 0
  7. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4403839
    Un altro italiano vince in Germania !
    GP della Germania : MotoGP - La corsa


    L'Italia aveva già trionfato nella corsa MotoGP, con la vittoria di Valentino Rossi, e l'ultima manche del giorno ha permesso al pubblico del Sachsenring di cantare di nuovo l'Inno di Mameli, questa volta grazie a Mattia Pasini.

    Al via della corsa 125cc, Gabor Talmacsi è scattato meglio di tutti e si è portato in testa dopo essersi qualificato in seconda fila. Il pilota ungherese ha condotto le primissime battute della corsa precedendo Alvaro Bautista, Mika Kallio, Fabrizio Lai, Mattia Pasini ed il poleman Lukas Pesek.

    Pesek si è rapidamente rifatto dopo la sua brutta partenza e ha attaccato Talmacsi assieme a Bautista. Il ceco e lo spagnolo sono allora passati in testa, prima di essere raggiunti da Mattia Pasini, Mika Kallio e Hector Faubel. Questi cinque piloti hanno formato il gruppo di testa nella prima parte della corsa, mentre Talmacsi ha rapidamente perso terreno.

    Al quinto giro, Pasini si è impadronito della testa della corsa, inseguito da Bautista e Pesek. Nonostante occupi confortevolmente la testa del campionato del mondo, Bautista non si è risparmiato e ha attaccato il suo compagno di squadra per passare in testa; Pasini ha recuperato il comando qualche giro più tardi, mentre Pesek rimaneva in imboscata.

    Hector Faubel ha rapidamente perso terreno ma in maniera meno spettacolare rispetto a Mika Kallio che, dopo aver dato prova di una buona competitività all'inizio della corsa, si è fatto passare da Corsi e Lüthi nell'arco di qualche giro e si è ritrovato nel bel mezzo del plotone, in lotta con Nico Terol.


    Mentre fino a quel momento la lotta in testa era stata principalmente tra Pasini e Bautista, Lukas Pesek si è impadronito del comando a due giri dall'arrivo, per qualche curva soltanto, dimostrando che bisognava contare anche su di lui per la lotta finale, ma nell'ultimo giro il ceco non ha potuto niente contro i piloti Aspar.

    Pasini e Bautista hanno tagliato il traguardo gomito a gomito e, per un centesimo di secondo, è stato il pilota italiano ad imporsi. Si tratta della seconda vittoria di Pasini in questa stagione, la 200° dell'Aprilia nelle 125cc. Con questo risultato, Pasini sale in terza posizione nel campionato del mondo, mentre Bautista ha passato la soglia dei 200 punti.

    Dietro i tre uomini del podio, Hector Faubel è giunto quarto, davanti a Corsi, Lüthi e Terol. Ottavo posto per Mika Kallio che ha preceduto Olivé, Gadea, Lai, Smith, Cortese, Talmacsi e Koyama.

    Così gli altri italiani all'arrivo : Zanetti (17°), De Rosa (20°), Sandi (22°), Pirro (23°), Iannone (24°), Conti (26°) e Baroni (29°).

    Léna HÉMERY
    © CAPSIS International [motolive.com]
    ---------------------------------
    Risultati completi gara classe 125

    Pilota Tempo
    1 M. Pasini (ITA) Aprilia 0
    2 A. Bautista (ESP) Aprilia 0.010
    3 L. Pesek (CZE) Derbi 0.111
    4 H. Faubel (ESP) Aprilia 9.298
    5 S. Corsi (ITA) Gilera 9.372
    6 T. Luthi (SUI) Honda 10.570
    7 N. Terol (ESP) Derbi 11.835
    8 M. Kallio (FIN) KTM 11.905
    9 J. Olive (ESP) Aprilia 26.017
    10 S. Gadea (ESP) Aprilia 26.172
    11 F. Lai (ITA) HONDA 26.361
    12 B. Smith (ENG) Honda 26.389
    13 S. Cortese (GER) Honda 26.480
    14 G. Talmacsi (HUN) Honda 26.608
    15 T. Koyama (JPN) Malaguti 27.068
    ---------------------------

    Classifica mondial classe 125
    Piloti Squadra Punti
    1 Alvaro Bautista (ESP) Master - MVA Aspar Team 205
    2 Mika Kallio (FIN) Red Bull KTM GP 125 141
    3 Mattia Pasini (ITA) Master - MVA Aspar Team 137
    4 Hector Faubel (ESP) Master - MVA Aspar Team 123
    5 Sergio Gadea (ESP) Master - MVA Aspar Team 120
    6 Lukas Pesek (CZE) Derbi Racing 102
    7 Thomas Luthi (SUI) Honda - Elit Caffè Latte 80
    8 Simone Corsi (ITA) Squadra Corse Metis Gilera 69
    9 Gabor Talmacsi (HUN) Humangest Racing Team 65
    10 Joan Olive (ESP) SSM Racing 60
    11 Fabrizio Lai (ITA) Valsir Seedorf Racing 50
    12 Pablo Nieto (ESP) Multimedia Racing 49
    13 Julian Simon (ESP) Red Bull KTM GP 125 48
    14 Raffaele De Rosa (ITA) Multimedia Racing 28
    15 Tomoyoshi Koyama (JPN) Malaguti Ajo Corse 24
    16 Nicolas Terol (ESP) Derbi Racing 22
    17 Angel Rodriguez (ESP) 3C Racing 21
    18 Lorenzo Zanetti (ITA) Skilled I.S.P.A. Racing 15
    - Andrea Iannone (ITA) Aprilia Campetella 15
    20 Sandro Cortese (GER) Honda - Elit Caffè Latte 8
    - Bradley Smith (ENG) Repsol Honda 8
    22 Mike Di Meglio (FRA) FFM Honda Grand Prix 125 4
    23 Aleix Espargaro (ESP) Würth Honda BQR 3
    24 Federico Sandi (ITA) SSM Racing 2
    - Manuel Hernandez (ESP) Nocable Angaia Racing 2
  8. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4403840
  9. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4403842

  Motomondiale: Gp di Germania

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina