1.     Mi trovi su: Homepage #4404379
    Per le retrocesse perdite del 40%

    Com'era inevitabile, la sentenza della Caf che ha condannato Juve, Fiorentina e Lazio alla retrocessione più penalizzazione, nonchè il Milan a una forte penalizzazione, è destinata a stravolgere i bilanci societari. Fra diritti tv e sponsor, le perdite saranno consistenti, circa il 40% dei ricavi per le retrocesse e attorno ai 20 milioni per il Milan che perde la Champions. Ma Sky ha garantito che resterà in prima linea.

    Le sentenze emesse dalla Caf, che condannano Juve, Lazio e Fiorentina alla serie B con penalizzazioni e il Milan a una forte penalizzazione e alla perdita della Champions League non nuociono solo al prestigio e alla gloria delle società, bensì anche alle "tasche" dei club. Perchè le perdite economiche che una simile sentenza comporta sono da capogiro: circa il 40% dei ricavi per le retrocesse e attorno ai 20 milioni di euro per il Milan.
    Numeri alla mano, nella prossima stagione, la Juve avrebbe dovuto incassare circa 229 milioni, il Milan 236, la Lazio 75 e la Fiorentina 32. Di questi soldi ne resteranno poco più della metà, e se ne andranno in fumo immediatamente 150 milioni, perchè tra diritti tv, sia per il satellite sia per il digitale, e sponsor tecnico e di maglia molte entrate non ci saranno più. Ma quelle che rischiano maggiormente sono senza dubbio Lazio e Fiorentina. Sky ha infatti dichiarato per bocca del suo direttore della comunicazione, Tullio Camiglieri, che "Juve, Milan, Lazio e Fiorentina continueranno a essere parte dell'offerta Sky", ma nonostante ciò i contratti pluriennali dovranno essere ridiscussi, soprattutto quelli tv, vito che la scorsa stagione ben il 55% delle entrate dei club è venuto proprio dalle televisioni.

    Paradossalmente la Juventus, che è stato il club più colpito, può contare su un bacino di oltre 14 milioni di tifosi in Italia che, come il passato ha dimostrato con le retrocessioni di Napoli e Genoa, saranno ancor di più legati alla squadra: ovvio quindi che le tv non cercheranno di tirare troppo la cinghia, anche se Mediaset vorrebbe ridiscutere il contratto chiedendo uno sconto. E neppure la Tamoil, gruppo petrolifero libico che detiene anche una parte del pacchetto azionario bianconero, dovrebbe rinunciare a garantire i 102 milioni di euro promessi per i prossimi 5 anni. Chi invece chiederà un sostanziale sconto sarà la Nike, che dovrebbe sborsare 187 milioni per i prossimi 12 anni. Ma a tremare sono appunto Lazio e Fiorentina: i biancocelesti, già alle prese con noti problemi economici, rischiano il fallimento mentre i viola, dopo le spese folli di Della Valle, potrebbero essere costretti a smembrare la squadra.

  Stangata Caf: bilanci a rischio

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina