1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4409810
    L’ennesima indagine americana condotta dal "Journal of Experimental Social Psychology", riporta in auge l’antica diatriba riguardo all’effetto "distruttivo" dei videogiochi.

    Pare che un campione di videogiocatori posizionati davanti ad alcune scene di violenza dopo aver giocato ad un gioco particolarmente cruento, abbiano manifestato un’alta tollerabilità a quel tipo di visione.
    Accade invece il contrario per un panel di giocatori, posizionati davanti ad un comunissimo puzzle game, che risultano avere battiti più affrettati e sudorazione abbondante quando vengono sottoposti ad immagini brutali.

    Secondo gli psicologi che hanno condotto l’esperimento, la "somministrazione prolungata" di questo tipo di games, porterebbe ad una inesorabile desensibilizzazione dell’umanità!

    "Accidenti" penso, "fra un po’ schiaccerò qualche vecchietta che attraversa la strada, pigiando l’acceleratore sulla mia Alfa!"

    Insomma, siamo alle solite.
    L’eterna diatriba fra i PRO videogiochi e i CONTRO videogiochi credo non finirà mai.
    E’ strano però che nessuno (o almeno nessuno che non abbia un eco mondiale) parli mai degli effetti benefici dei videogiochi, del miglioramento della coordinazione oculo-podalica, dell’incremento della capacità di attenzione, dell’incremento delle capacità cognitive e deduttive.
    Della stimolazione dell’apprendimento e dell’intelligenza.

    Della capacità aggregativa.
    Anche qui si potrebbe aprire un dibattito serrato fra coloro che credono che videogiochi = solitudine e coloro che abitualmente e da moltissimi anni, hanno fatto del net-gaming soprattutto un fattore aggregativo e sociale.

    Che ne pensate?
    [size=1][color=#D3D3D3][i]"Preferisco rimanere dietro le quinte, nell'anonimato ad osservare tutto con perizia... Sono un tipo piuttosto schivo, che lavora ad un regime di vita diverso dagli altri: se ho un lavoro lo porto a termine senza fermarmi fi
  2.     Mi trovi su: Homepage #4409812
    Originally posted by depa
    Secondo gli psicologi che hanno condotto l’esperimento, la "somministrazione prolungata" di questo tipo di games, porterebbe ad una inesorabile desensibilizzazione dell’umanità!

    Embè? Anche macellai e anatomopatologici sono "desensibilizzati" e non svengono alla vista di sangue e interiora umane ma non credo che per questo vadano in giro a fare a pezzi le persone! :P
    Anch'io sono "desensibilizzato" ormai, avendo visto centinaia di film horror, tanto che "l'esorcismo di Emily Rose" (l'ultimo che ho visto) non mi ha fatto alcun effetto... Per questo motivo mi vedrete presto apparire sui giornali come Serial Killer? :rolleyes: Non penso proprio...
    So bene che giocare a Resident Evil "desensibilizza" (tranne se ci giochi di notte e poi ti tocca spegnere la luce per andare a letto... :asd: ) ma non vedo come questo possa rendere violenti


    [COLOR=seagreen]Membro del Legend Rescue Team[/COLOR]

  I soliti luoghi comuni

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina