1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4419012
    MONTECARLO 29 agosto 2006 - E’ultimo sprint. Ancora pochi giorni poi il futuro di Ronaldo sarà chiaro. Il Fenomeno domenica notte ha parlato faccia a faccia con il presidente Calderon. Gli ha ribadito la sua voglia di cambiare squadra senza, però, indicare preferenze. Ma tutti sanno che l’Inter era e resta il rifugio più amato. “Ho un contratto con il Real Madrid. Non posso decidere da solo. Sono orgoglioso però di sapere che due delle squadre più forti del mondo, per di più della stessa città, mi vorrebbero ingaggiare. A Madrid si vive bene, ma anche a Milano si sta bene”. Una terrazza sul mare, alcuni panfili sullo sfondo e, accanto, il cartellone del Golden Foot. Ronaldo ha già consegnato le sue orme alla storia. Indica, sorridendo, il piede destro. “Quello che ha segnato più gol. Le voci di mercato non lo hanno infastidito. Anzi, lo hanno fatto sentire importante. “Come finirà? Anche lo sapessi non lo direi. Bisogna aspettare”.
    Moratti ha detto che sarebbe dispiaciuto di vederla in campo con la maglia del Milan.
    “Con Moratti ci sentiamo spesso. E con l’Inter ho vissuto una storia bellissima. L’interesse della società nerazzurra è concreto. Ma ora non posso dire a Moratti che non andrò mai al Milan”.
    È credibile uno scambio Adriano-Ronaldo?
    “Non so. Adriano un anno e mezzo fa era considerato il più forte attaccante del mondo. Nell’ultima stagione è stato condizionato in negativo da un paio di infortuni. Però nel calcio per stare ai vertici bisogna darsi da fare, non si va avanti con la storia. Anche il mio ultimo anno non è stato esaltante. Dobbiamo svegliarci. Dobbiamo far vedere al mondo che siamo ancora in grado di segnare valanghe di gol”.
    L’Inter dovrebbe confermarlo?
    “Ha un talento incredibile e può essere molto importante per i nerazzurri”.
    Torniamo a lei. Calderon per cedere il suo cartellino al Milan voleva un’opzione su Kakà.
    “Non conosco i dettagli della trattativa. Vorrei però chiarire che ci sono persone che hanno parlato troppo del mio futuro. Dicendo bugie. Tanto per essere chiari non ho un agente Fifa che mi rappresenta.
    Ha seguìto Inter-Roma di Supercoppa?
    “Alcuni amici milanesi mi inviavano un messaggio dopo ogni gol. Dopo lo 0 a 3 ho pensato: ‘Povera Inter’.
    E dopo il 4 a 3?
    “Non ci credevo. Ho chiamato per avere conferma”.
    L’Inter è la favorita per la conquista dello scudetto?
    “Certo. La Juve è in serie B, il Milan penalizzato. Moratti ha acquistato tanti campioni. Ibrahimovic, per esempio, è un fuoriclasse. Mi piace da impazzire".
    L’Inter ha lo scudetto cucito sulle maglie.
    “I tifosi vogliono vincere lo scudetto sul campo”.
    Cosa ha pensato leggendo le intercettazioni telefoniche?
    “Che all’Inter sono stati tolti un po’ di scudetti. Da anni sospettavano irregolarità nello svolgimento del campionato. Ora i tifosi nerazzurri hanno capito quanto sono stati penalizzati”.
    Guardando indietro quali sono gli episodi polemici che ricorda con più amarezza?
    “Il rigore non concesso in Juve-Inter dall’arbitro Ceccarini nel ‘98 e le tante cose strane accadute durante Chievo-Inter, nel campionato perso all’ultima giornata all’Olimpico”.
    Come è stato il suo primo impatto con Capello?
    “L’ultima settimana siamo stati sempre insieme. Capello è un uomo duro, di poche parole. Gli piacciono le cose fatte bene”.
    Cassano ha riconquistato la Nazionale.
    “È un talento formidabile. Ed è dimagrito molto. Lui sostiene grazie a una dieta a base di pesche. Credo, invece, per merito dei duri allenamenti di Capello”.
    Il Brasile è uscito a pezzi dal Mondiale in Germania.
    “Volevamo vincere e dare spettacolo. Invece noi giocatori abbiamo commesso tanti errori. Anche a livello comportamentale”.
    Ha già parlato con il nuovo ct Dunga?
    “No. La mia famiglia vorrebbe che chiudessi con la Seleçao. Io, invece, vorrei continuare. Deciderà il nuovo c.t., il mio amico Dunga. Non farò pressioni. Nella mia carriera non ho mai chiesto favori”.
    Dove ha visto la finale mondiale Italia-Francia?
    “In un ristorante italiano a New York. In mezzo a tanti tifosi azzurri. La squadra di Lippi ha meritato il titolo. Sono rimasto sorpreso per la testata di Zidane a Materazzi. Zizou è un tranquillo. È vero, è stato provocato. Ma se tutti dovessero reagire alle provocazioni ci sarebbe in ogni partita un lungo elenco di giocatori espulsi”.
    Ha un messaggio da inviare ai tifosi di Inter, Milan e Real Madrid?
    “Sto recuperando da un piccolo infortunio. Presto tornerò a far godere chi ama il calcio”.
    Con la filosofia di “gioca bonito!?
    “Con la filosofia di chi cerca il gol fino all’ossessione. E non si è ancora stancato di cercarlo”.


    ops scusa zan ...ho sbagliato a scrivere...intendevo Milano arrivo:asd:
  2.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4419015
    Calcio: As, Milan chiede Robinho al Real Madrid
    MADRID - Secondo il quotidiano sportivo spagnolo "As", il Milan avrebbe fatto pervenire un'offerta di 25 milioni di euro al Real Madrid per l'attaccante brasiliano Robinho, chiuso in squadra da Van Nilsterooy, Raul, Cassano e Ronaldo. La cifra e' molto vicina a quella che il Real verso' al Santos per ingaggiare il giocatore, 27 milioni di euro, ma sembra che l'operazione sia particolarmente difficile per il club rossonero. (Agr)
  3.     Mi trovi su: Homepage #4419024
    I due tizi (di cui uno non dovrebbe nemmeno farsi vedere in giro per il discorso sanzioni dalla giustizia sportiva) ci hanno gia' provato. Chi ti dice che si puo fare.
    C'è la sensazione sbagliata che non prendete Oliveira perchè è ancora in piedi il discorso Ronnie.
    Ma Oliveira non convince nessuno, nemmeno Berlusconi (che deve cacciare i soldi).
    Comunque secondo me, un bel colpo il Milan lo fa'.

  Ronaldo: "Milan, arrivo"

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina