1. aaa  
        Mi trovi su: Homepage #4425023
    Dopo qualche mese in cui i dischi venivano pubblicati entrambi il primo giorno del mese, da settembre si torna con la rubrica divisa a metà: ogni primo del mese verrà pubblicata la novità discografica del mese, a metà mese il disco da avere nelle discografie;)

    Sono passati quasi quarant’anni dalla nascita dell’ Hard Rock che, soprattutto grazie a Led Zeppelin, Black Sabbath e Deep Purple, ha raggiunto il massimo splendore in poco tempo. Si poteva pensare ai giorni nostri che questo genere musicale ormai era passato, che niente e nessuno sarebbe mai più riuscito a pubblicare niente di simile.
    Invece nel 2004, un gruppo proveniente dalla lontana Australia si affaccia sulla scena musicale riscontrando un buon successo in madrepatria sia per quanto riguarda vendite e critica. Questi consensi permettono ai Wolfmother di arrivare fino al vecchio continente, pubblicando sul mercato un album omonimo.
    La prima canzone arrivata in sordina sul mercato italiano è “Woman” che ha creato curiosità in me: “è possibile che questi riprendano a suonare hard rock come i capostipiti?” mi chiedevo. “Interessante, approfondiamo il discorso!”
    Metto il cd nel lettore e si sente “UHAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAH”, un riff formato da basso, batteria e chitarra elettrica che ricordano tanto i primi pezzi hard rock; questa canzone si chiama “Dimension” e fa da preludio ad un disco capace veramente di riportarci in quegli anni gloriosi per la musica. Segue “White Unicorn”, magnifica, e quella “Woman” che ha impressionato subito dal primo ascolto. Le influenze hard rock anni ’70 non si possono non notare: parti strumentali con tastiere alla Deep Purple, urletti alla Robert Plant e riff di chitarra alla Black Sabbath costellano queste prime tre canzoni che danno la sensazione di averle già ascoltate, ma che comunque non te ne frega niente perché ti piacciono. A questo punto mi chiedo se queste tracce sono le uniche belle e che le altre 10 rasentano la schifezza collettiva. La risposta è no”
    “Where Eagles Have Been” si avvicina più a sonorità di gruppi Free e Bad Company, iniziando con chitarra acustica e voce con conseguenti schitarrate ruvide e un assolo finale di quelli che non si sentivano da anni.
    “Apple Tree” è un misto di punk e hard rock rispetto alle altre quattro tracce, sottolineando che anche altri gruppi hanno influenzato la musica di questi tre australiani. “Joker & The Thief” anticipa “Colossal”, un pezzo in pieno stile Led Zeppelin che render sicuramente felici i loro fans. Il primo lento del cd è “Mind’s Eye”, capace di lasciare incantato l’ascoltatore per la sua bellezza, anche se sembra che con questa canzone vogliano rievocare l’irraggiungibile “Starway To Heaven”, ovviamente non riuscendoci, ma componendo una canzone suonata molto bene.
    Un urletto stile “Astronomy Domine”, da cui è ripresa anche la struttura della canzone, è in apertura della nona traccia “Pyramid”, che con “Withcraft” formano un bel duo di pezzi destinati ad essere tra i migliori dell’album. Nella seconda c’è anche da sottolineare la presenza di flauto.
    “Tales From the Forest of Gnomes” è pieno di continui cambi di ritmo e accelerazioni ancora una volta degli anni ‘70.
    Ma con “Love Train” si raggiunge il massimo del zeppeliniano, un pezzo che sempre ripreso dalle registrazioni di Led Zeppelin II. Spettacolare.
    L’ultima canzone è caratterizzata dall’inizio in cui suonano country ma che, grazie ad un crescendo perfetto, diventa un pezzo coutry-rock perfetto.
    Diciamocela tutta: nulla di nuovo in queste tredici tracce, ma suonate da un gruppo di tre uomini con una tecnica che in questi anni è difficili trovarne. Questa è la dimostrazione che il vero cambiamento musicale si può avere solo con i vecchi generi musicali ormai morti.
    IO il 25 Agosto 1970 C'ERO :cool:
  2. aaa  
        Mi trovi su: Homepage #4425024
  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4425025

  Il disco del mese di Settembre '06: "Wolfmother - Wolfmother"

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina