1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4426617
    «Sarei onorato di vestire un giorno la maglia della Nazionale, come Camoranesi»

    Carvalho de Oliveira Amauri è sbarcato ieri sera a Palermo. Cinque del pomeriggio, l’ora ideale per godersi le suggestioni offerte da una città bella e coinvolgente al punto da ricordagli il suo Brasile: « Mi sento già a casa mia » . Ad attenderlo c’erano oltre 500 tifosi. « Sembrava si disputasse una partita, tanto era l’entusiasmo al mio arrivo » .

    Carvalha de Oliveira Amauri è tipo sveglio ( e i suoi due manager e consiglieri, Vittorio e MarianoGrimaldi, in tal senso marciano a velocità anche maggiore), tanto da stringere in un solo abbraccio la sua patria reale e quella adottiva: « Sono nel vostro Paese da più di cinque anni e un po’ mi sento italiano anch’io » . La frase non è solo di circostanza, perché dopo l’approvazione da parte del Consiglio dei Ministri, lo scorso 5 agosto, del disegno di legge che consente agli immigrati di chiedere la cittadinanza italiana dopo 5 anni di soggiorno regolare, Amauri ha deciso di sfruttare la possibilità offertagli. Tra pochi giorni l’ex bomber del Chievo presenterà regolare domanda e già a inizio ottobre dovrebbe diventare italiano a tutti gli effetti, seguendo l’esempio della moglie Cinzia, provvista di doppio passaporto.

    Carvalha de Oliveira Amauri è soprattutto un calciatore ambizioso, che il momento d’oro vuole goderselo tutto e magari usarlo come trampolino di lancio verso nuove mete. Ieri, nella conferenza stampa di presentazione tenutasi al Renzo Barbera, ha confessato: « Ho due sogni: realizzare un gol al Catania (!) e riuscire a conquistare la fiducia di Dunga, in modo da essere convocato nel suo Brasile » . Ma quando l’abbiamo raggiunto al telefono ha ammesso di soppesare anche un’altra opzione: « Se, una volta diventato cittadino italiano, venissi interpellato da Donadoni, potrei solo rispondergli che sarei onorato di indossare la maglia azzurra. L’ha fatto l’argentino Camoranesi, regalandosi un traguardo straordinario come la Coppa del Mondo, perché non imitarlo? » .

    Già, perchè no? Grimaldi senior ammicca: « Chi arriva prima... » . Di sicuro l’ipotesi non è peregrina, piuttosto la si può considerare intrigante per il nostro ct, considerando la notevole escalation tecnica dell’attaccante nativo di San Paolo.

  Amauri prenota l’azzurro

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina